fbpx
Abbonati alla LiT Family
Abbonati alla LiT Family per accedere a tanti contenuti esclusivi e ricevere il magazine Impronte
Vota questo articolo
(0 Voti)

Lunigiana trail in bici: 6 giorni fuoristrada in Toscana

Percorrere il Lunigiana Trail in bici permette di cimentarsi in alcuni dei fuoristrada più panoramici e suggestivi della storica regione geografica tra Toscana e Liguria. Da Pontremoli il tracciato attraversa un territorio resiliente, dove i piccoli borghi spopolati sono tenuti in vita dai pochi personaggi che, su queste montagne, vivono dei prodotti della terra, in perfetta sintonia con essa. In bicicletta si guadagna quota sfiorando le cime verdeggianti, ma severe, del parco nazionale dell'Appennino Tosco - Emiliano. Il nostro itinerario di sei giorni può essere percorso tutto di fila oppure spezzato in due parti come noi, tagliando dal centro parco della località Treschietto per seguire un tratto della Via Francigena. Da Barbarasco, dopo aver preso fiato, si riprende a salire verso il vicino confine con la Liguria e il percorso dell'alta via dei monti liguri, per immergersi ancora una volta negli incontaminati e aspri ambienti in quota della Lunigiana...

vecchie ferrovie in bici
È uscito il nostro e-book sulle vecchie ferrovie: 33 itinerari in bici dalle Alpi alle Isole. Informazioni, tracce GPS, curiosità e descrizioni accurate per scoprire l'Italia in sellaLo voglio subito

Dati tecnici

 

Lunigiana Trail in bici

DETTAGLI ITINERARIO
Partenza/Arrivo Pontremoli
Tempo 6 giorni
Dislivello
 6760 m circa
Lunghezza
 233 km circa
Tipologia di fondo:
 asfalto 30%
 sterrato 70%
Bici consigliata:
MTB
Bici da viaggio
Gravel
VALUTAZIONE
Difficoltà Difficile
Panorama Splendido
QUANDO ANDARE
AprileMaggioGiugno
SettembreOttobre
26 verso l orizzonte

Lunigiana trail in bicicletta

Questo itinerario ripercorre principalmente il tracciato di più giorni del Lunigiana Trail ideato da un gruppo di amici toscani impegnati nella promozione del loro bel territorio. Per mancanza di tempo abbiamo "spezzato" il percorso originale percorrendolo in due momenti separati, rispettivamente due week-end lunghi di 3 giorni, collegando i due versanti montuosi di Pontremoli con un tratto di Eurovelo 5. Il risultato di questo taglia e cuci è stato grandioso: abbiamo ottenuto due trail di tre giorni nel selvaggio territorio in quota della Lunigiana passando da piccoli borghi nascosti, passi poco conosciuti, sterrate da sudare sette camice e qualche passaggio ostico da fare in portage (e con il carrellino di Nala non è stato esattamente uno scherzo😜) tra una fragolina di bosco e una sosta all'ombra di fieri castagni secolari.07 nala e fra sterrato ponte lunigiana trail

La percorrenza del tracciato, nonostante le tappe siano molto brevi, richiede un buon allenamento per il dislivello da affrontare, per il fondo non sempre agevole e per le giornate consecutive in sella. Lunigiana trail in bici ponte Pontremoli Leo VeroNonostante l'azzardo nell'affrontare il Lunigiana trail con Nala, relativo carrellino e bici da viaggio, ti sconsigliamo di seguire il nostro esempio. Per godere appieno del tracciato senza faticare eccessivamente e divertendosi, ti consigliamo l'utilizzo di una mountain bike, anche se è fattibile con una adventure o una monstercross.Lunigiana trail in bici ponte Pontremoli

Tappa 1: da Pontremoli a Vico

Lunghezza35 km  |Dislivello1386 m |Fondo stradaleAsfalto 8 km circa

L'itinerario del Lunigiana trail in bici inizia dalla bella Pontremoli, nella provincia toscana di Massa-Carrara. Pontremoli è attraversata dal fiume Magra e dall'itinerario della Via Francigena che scende poi verso Roma, la Città Eterna.01 pontremoli salumeria

A Pontremoli troviamo un parcheggio gratuito dove lasciare le auto, e inizia ufficialmente la nostra pedalata sul Lunigiana Trail in bici.Lunigiana trail in bici SalumeriaDalla località, che merita assolutamente una visita prima della partenza o al termine del trail, si inizia a salire davanti al convento dei Frati Cappuccini in direzione del borgo di Arzengio. Lunigiana trail in bici Il tornanteQualche dolce tornante su strada asfaltata sotto il sole cocente ci avvicina al paese, ma ci fa subito capire che la percorrenza del Lunigiana trail in bici non sarà una passeggiata. Lunigiana trail in bici Salita Leo NalaTra le casette colorate di Arzengio, dove passa il Cammino francigeno, è presente una fontanella di acqua fresca, una vera manna per i viaggiatori a due ruote assetati nelle calde giornate estive.01 pontremoli salumeria

Arzengio anticipa l'inizio dello sterrato, da subito abbastanza impegnativo, che costeggia il monte Carnevale salendo al passo della Crocetta. L'ampia forestale non molla: si guadagna quota ancora e con decisione in direzione di Toplecca di sopra. 04 sterrata sopra arzengioL'ultimo tratto prima di riemergere su asfalto costringe a scendere di sella e spingere la bici per qualche decina di metri lungo una rampa ciottolata. In cima si respira: il bosco rinfresca anche nelle giornate più calde e la presenza di insetti non è eccessiva o fastidiosa.05 bivio sterrata sopra arzengio

Siamo solo all'inizio e la sterrata che continua a salire nella vegetazione lo dimostra. 06 nala sterrato ponte lunigiana trailSi raggiungono nell'ordine una sorgente, due rifornimenti d'acqua e poi i 990 m in prossimità del bivio per il rifugio Enrico Mattei. 08 salita sterrata leo castagno lunigiana trailDal culmine il panorama si apre verso sud mostrando le Alpi Apuane in tutta la loro selvaggia austerità... un bel regalo prima di iniziare la lunga discesa sterrata tra felci, torrenti talvolta in secca e i giganteschi castagni dell'Appennino.08 salita sterrata leo castagno lunigiana trail

Il Lunigiana trail lambisce il parco nazionale condiviso tra Emilia Romagna e Toscana in un susseguirsi di divertenti passaggi su terra battuta e sassi. 09 sterrata lunigiana trail in biciLa discesa fuoristrada termina nel piccolo centro di Rocca Sigillina dove una foratura ci costringe a una sosta davanti alla chiesa barocca di San Giorgio. 11 sterrati in quotaDalla parte più alta del paese si scende su ciottolato ripido fino all'asfalto incontrando, con un po' di fortuna, i simpatici abitanti del borgo nascosto tra i boschi. Appena oltre Rocca Sigillina l'asfalto ricomincia a salire a tornanti verso Vignolo di Lusignana.12 sterrati in quota lunigiana trail

Altro giro di ruota, altro gravel. All'ingresso del minuscolo agglomerato di case si stacca una strada sterrata che ascende decisa ai 740 m di quota. Per raggiungere Vico dove potremmo trovare dei rifornimenti alimentari, e non solo, siamo costretti a perdere dislivello un'altra volta facendoci cullare dal fuoristrada divertente, tra piccoli e rinfrescanti corsi d'acqua e grandi tronchi di castagni. Lunigiana trail in bici Vero arcoLa strada a Valle-Montale torna a essere asfaltata e Vico ci accoglie con il Bar trattoria Fornesi aperto. La signora Anna acconsente a farci piantare la tenda nell'erba adiacente al campetto da calcio e ci aspetta per una piacevole cena (per una cena completa servirebbe prenotare ma un piatto di affettati misti e formaggi è sempre disponibile!) annaffiata da birra ghiacciata!camping 1 notte

Tappa 2: da Vico al Monte Torre Nocciola

Lunghezza31 km  |Dislivello1300 m |Fondo stradaleAsfalto 19 km circa

La seconda tappa del nostro Lunigiana trail in bici inizia su asfalto in direzione di Treschietto, una frazione vivace e fiorita.14 treschietto castello A Treschietto si trova una delle sedi del Parco nazionale dell'Appennino Tosco - Emiliano e l'ostello La Stele gestito dall'associazione Sigeric.Lunigiana trail in bici Vero arco 16 centro informazioni treschiettoDal centro informazioni l'itinerario scende a Bagnone attraversando un fresco bosco che offre piacevoli scorci sulla ormai lontana Treschietto. 

16 bagnone

Bagnone, 1800 abitanti e un castello a dominare il borgo, è un buon punto sosta per bere un caffè, fare la spesa e acquistare uno sgabeo.

A Bagnone, come vedrai al fondo di questo articolo, puoi scegliere di "tagliare" l'itinerario del Lunigiana Trail spezzandolo in due anelli. Volendo proseguire sul tracciato originale, qui a Bagnone seguiamo la salita sui tornanti che conducono verso la località Pastina e il suo cimitero (esci dalla traccia per una fontanella).

Lunigiana Trail 2021 salita da Bagnone

Una sterrata bella tosta (e bella scassata) ci permette di guadagnare troppo in fretta tanti metri di dislivello.

Lunigiana Trail 2021 in cima forse

In cima alla salita c'è chi si sdraia in strada a fotografare i compagni di avventura, chi arranca spingendo sui pedali. Ma poi una risata ce la facciamo tutti insieme, Nala compresa!

Lunigiana Trail 2021 nala se la ride

Il mantra del "si sale, si sale!" non molla nemmeno un secondo, e si prosegue su asfalto verso la ridente frazione di Apella del comune di Licciana Nardi, dove increduli assistiamo da un lato al cambio di pendenza a favore di una discesa, dall'altro alla vista mozzafiato sulle catene montuose di fronte a noi. Non possiamo che restare immobili ad ammirarle, le nostre macchine fotografiche scattano a raffica.

Lunigiana Trail 2021 apella

Lunigiana Trail 2021 Bendo nel tratto bastardo

Lunigiana Trail 2021 vista monti

Allietati dalla discesa e dalla vista passiamo rapidamente a Taponecco e Tavernelle, giungendo in un batter d'occhio a Crespiano, dove una pausa caffè e spuntino è più che gradita. Da qui ci attende l'ultima fatica della giornata: una salita sterrata di 7 km che da quota 340 metri ci porterà a quota 890, oltre il passo di Torre Nocciola, dove raggiungiamo un posto tenda e possiamo concederci una sontuosa cena a base di specialità della Lunigiana acquistate durante la tappa odierna.

Tappa 3: da Monte Torre Nocciola a Monzone

Lunghezza50 km  |Dislivello1200 m |Fondo stradaleAsfalto 32 km circa

La terza giornata sul Lunigiana Trail in bici si apre inaspettatamente con una fresca e impegnativa discesa alternata a single track nel bosco di almeno 12 km, senza incontrare anima viva né fontanelle o bar dove poter fare colazione. Tienine conto nella programmazione di questo viaggio!

Lunigiana Trail 2021 discesa con vistaUna volta terminata la discesa lo sai bene, da Posara e più precisamente Ponte di Posara, riprende la salita (e che salita!) che fortunatamente dopo un paio di chilometri tocca il centro urbano di Fivizzano. Dopo una tardiva ma non meno sontuosa colazione, ripartiamo passando di fianco al maestoso Castello della Verrucola sulla Strada Statale 63 del Valico del Cerreto, in salita.

Lunigiana Trail 2021 paesello con castello

Sicuramente uno spettacolo da fermarsi ad ammirare. Proseguendo fino alla località La Funicolare, deviamo a destra su strada che dopo qualche tornante diventa sterrata... le pendenze si fanno sentire e in alcuni tratti ci costringono a scendere e spingere.

Lunigiana Trail 2021 a spinta Raggiungiamo nuovamente quota 900 ed esultiamo per aver superato l'ennesimo passo. Di qui ci attendono altri 18 km abbonadanti di discesa, verso Regnano Castello, Montefiore, Castiglioncello, Reusa e terminare la discesa a Codiponte, piacevole borgo sul torrente Aulella, che attraversiamo per poi riprendere a salire (ultima della giornata!). Inaspettatamente raggiungiamo abbastanza rapidamente il punto più alto, quello che ancora oggi ricordiamo come il "bivio per Equi Terme".

Lunigiana Trail 2021 bivio verso equi

Anche in questo caso il Lunigiana Trail si rivela per la sua natura: rampe belle toste ma paesaggi che ripagano la fatica appena spesa. Sotto di noi Equi Terme, che non vedremo, davanti a noi le splendide Alpi Apuane. Poco lontano Monzone, destinazione di questa terza tappa di Lunigiana Trail.

Lunigiana Trail 2021 discesa con vista

Si sta facendo buio: raggiungiamo il centro del paese e decidiamo di premiarci mangiando all'Albergo Ristorante Da Remo, dove siamo deliziati con abbondanti antipasti misti, succulenti primi piatti e un dolce di tutto rispetto.

Lunigiana Trail 2021 cena

È ormai buio: a cena abbiamo avuto modo di individuare il luogo perfetto per piantare la tenda. Senza batter ciglio e abbastanza assonnati (oltre che satolli) ci avviamo verso la zona boschiva del Circolo Acquanera, che ci ospiterà per piantare le nostre tende. Buonanotte!

Lunigiana Trail 2021 camping spot ultimo day

Tappa 4: da Monzone ad Aulla

Lunghezza42 km  |Dislivello1060 m |Fondo stradaleAsfalto 28 km circa

 Il quarto giorno, dopo una riposante notte col fragore dell'acqua del torrente che scorre accanto al nostro spot per le tende, inizia col buonumore portato da cornetti caldi e cappuccino in centro al paese. Pochi km dopo, i carboidrati assunti a colazione si rivelano subito utili: ci attendono 4 devastanti chilometri di Lunigiana Trail in bici verso Colognola, Pieve di Viano e Viano. Per fortuna attorno a noi c'è lo spettacolo delle Alpi che ci dà forza.

Lunigiana Trail 2021 chiesa del Bendo

 Terminiamo la salita, percorriamo un tratto di sterrata in discesa e siamo nuovamente in piedi sui pedali, questa volta per aggirare l'abitato di Cecina, che dall'alto ci scruta.

Lunigiana Trail 2021 passaggio sotto al paesello

Passiamo questo secondo scollinamento della giornata e ridiscendiamo a quota 290 metri, per poi movimentare la giornata con un passaggio su una sterrata che si trasforma - per Vero col carrellino - in guado.

Lunigiana Trail 2021 guadoSiamo in Località Marciaso, prima di affrontare la salita verso uno dei borghi più interessanti e affascinanti del Lunigiana Trail, Fosdinovo, chiaramente riconoscibile anche da lunghe distanze per via del suo imponente e spettacolare Castello. Non perdertelo, fermati a fare quattro passi in questo borgo medievale con vista sul mare, fermati come noi a mangiare lo gnocco fritto e le focaccine con salumi: le culture liguri e toscane qui si mescolano perfettamente e sarebbe un sacrilegio offenderle.

Lunigiana Trail 2021 fosdinovo

Dopo aver recuperato le forze con un sontuoso pasto, ci attende ora la sezione più interessante di questo quarto giorno di Lunigiana Trail: una spettacolare sterrata che diventa single track e poi ritorna stradina sterrata tutta in costa, tra boschi e ginestre in fiore. Siamo semplicemente in estasi.

Lunigiana Trail 2021 strada delle ginestre

La "strada delle Ginestre" in costa, davvero molto divertente, ci porta a perdere quota fino a innestarsi sulla strada asfaltata che conduce ad Aulla, tappa finale di questa quarta giornata sul Lunigiana Trail.

Tappa 5: da Aulla al Passo Casoni

Lunghezza30 km  |Dislivello1150 m |Fondo stradaleAsfalto 13 km circa

Da Aulla ripartiamo carichi per questo quinto giorno di Lunigiana Trail. Dopo un breve passaggio per le vie del centro del paese, scegliamo di percorrere un tratto della vecchia ferrovia che collega Aulla a Terrarossa, per poi uscirne e attraversare il fiume Magra. Passata la località di Ponte, inizia la salita, che caratterizzerà tutta la giornata!

Alternando tratti fuoristrada a cocente asfalto, in salita si sfiorano Tassonaria e Canala dove si può decidere se continuare su sterrato o salire seguendo i tornanti fino a Campo di Sopra. 20 sterrata in salitaSe si sceglie lo sterrato si dovrà superare una bella rampa per tornare su asfalto all'altezza del paese. Da Campo di Sopra il Lungiana Trail segue il manto stradale fino a Novegigola dove, dinanzi alla chiesa barocca di San Lorenzo Martire, si possono riempire le borracce prima di proseguire nell'ascesa. Novegigola è conosciuta anche per le tagliatelle con lardo, porri e pecorino, una prelibatezza.18 nala nel carrellino

L'asfalto termina al Valico dei Solini dove si incrocia la spettacolare Alta Via dei Monti liguri che preannuncia nuove grandi avventure su sterrato! Al passo si devia a destra sul proseguimento dell'alta via entrando presto in Liguria. L'ampia sterrata accoglie i cicloviaggiatori a braccia aperte offrendo ombra, sole, scorci inaspettati sul golfo di La Spezia e pendenze docili, alla portata di tutti. Presto, senza mai lasciare lo sterrato, si giunge al Passo Alpicella dove un paio di edifici ricordano che la civiltà non è poi così lontana da questi luoghi incontaminati. Il panorama presto si apre sul litorale toscano, il golfo di La Spezia e le impressionanti sagome delle Alpi Apuane.23 pedalando tra le ginestre

Si sale ancora, per un breve tratto su asfalto ripidissimo, e poi nuovamente su sterrato guadagnando quota costantemente. All'incrocio con la strada sterrata Villecchia - Calice Cornoviglio si trova acqua fresca, un regalo apprezzato nelle torride giornate d'estate. 25 pedalando tra apuane e mareAncora salita, costante e faticosa, ancora 4 km di sterrata prima nel bosco e poi affacciata sulla conca sottostante vista mare, una sterrata meravigliosa immersa nella natura che conduce al passo dei Casoni dove ci attende la Trattoria dei cacciatori (birra fresca assicurata!). 24 alta via monti liguriLa  simpatica signora Tiziana e i suoceri - il Signor Adelmo è un pozzo di informazioni e storie - ci accolgono al valico suggerendoci di campeggiare nell'area sosta vicina. Siamo affamati e fortunati: Tiziana ci propone per cena del gustosissimo cinghiale, del pollo e coniglio, il tutto con birra fresca... un finale migliore di giornata non riesco proprio a immaginarlo!notte in tenda casoni nala

Tappa 6: dal Passo dei Casoni a Pontremoli

Lunghezza47 km  |Dislivello1000 m |Fondo stradaleAsfalto 16 km circa

Il sole filtra tiepido dalla rete della nostra tenda colpendo Nala in testa. Sono le 6:30 ed è ora di smontare la nostra casa mobile, caricare le bici e ripartire.26 verso l orizzonte

Dai Casoni bastano poche pedalate per riportarci sullo sterrato mangia e bevi verso il Monte Fiorito e la foce di Cavagina.lunigiana trail vero leo In questo piacevole tratto non esistono rifornimenti di acqua quindi prima di partire bisogna cercare di riempire le borracce. In circa 8 km di sterrata panoramica in quota durante i quali la vista può spaziare entusiasta in ogni direzione, dopo aver superato la stradina per il monumento alla pace, si giunge al passo del Rastrello, a 1047 m di quota.29 cippo antico confine La strada è costellata di cippi che decretavano gli antichi confini tra il Granducato di Toscana, il Ducato di Parma e Piacenza e la Repubblica di Genova.27 in bici passo rastrelloAl valico si trova un piccolo villaggio turistico oltre al passaggio dell'antica Via Regia o del Sale.28 sterrata leo

Poche decine di metri sulla Sp5 sono il preludio di un'altra breve forestale nel bosco che termina poco prima della località Frandalini. L'asfalto ci accompagna quieto al passo del Calzavitello da dove prende il via la discesa verso il torrente Gordana, al fianco del quale si trova un rifornimento di acqua. 600 metri dopo l'attraversamento del fiume l'insegna di un bar attira subito la nostra attenzione. Il locale si trova sotto la strada, in prossimità della grotta di Lourdes. La signora Rosa ci accoglie con un gran sorriso e il signor Sergio, unico avventore del bar trattoria, ci coinvolge in un'allegra conversazione sugli anziani.

Noi li osserviamo ammirati da tanta tempra e una domanda mi sorge purtroppo spontanea: "Quando la signora Rosa, già piuttosto anziana, non potrà più occuparsi del locale, chi lo farà al suo posto?". Un brivido mi scorre lungo la schiena perché in fin dei conti conosco già la triste risposta. La storia delle nostre belle montagne si ripete: lo spopolamento, quello che strappa i giovani alla terra natia, si ripropone in ogni angolo d'Italia anche se certe voci raccontano per fortuna anche storie di speranza e di cambiamento, di resistenza e resilienza!30 spinta in salita monte afra

Dopo una mezzoretta di caffè e cappuccino riprendiamo l'asfalto verso il Villaggio degli Aracci che non raggiungeremo. La traccia passa infatti ai piedi della località dopo 300 metri di ascesa costante. Non facciamo in tempo a stufarci del rovente asfalto che ci ritroviamo nuovamente su sterrato, a tratti molto impegnativo. La nostra destinazione più alta è il monte Afra, a quota 1317 m, un valico più che una cima, uno scollinamento che fatichiamo a raggiungere.31 bosco Dal Monte Afra dovrebbe essere tutta discesa ma con il carrellino affrontare la prima parte dell'itinerario non sarà facile: un single trail incanalato tra i mirtilli prima e un folle ghiaione con grandi rocce mobili poi, mettono a dura prova i nostri nervi. Spendiamo più di mezzora a superare questi ostacoli tecnici, difficili da affrontare anche da enduristi, e finalmente rientriamo su una larga sterrata in discesa. 02 pontremoli ponte

Due signori sono appena arrivati alla loro baita e ci invitano a rinfrescarsi alla fontana nel loro prato. Aumentiamo la velocità perchè il terreno battuto ce lo consente. Al bivio per Cervara, svoltiamo a destra verso la località, tagliando con il nostro itinerario l'ultima parte del Lunigiana trail mappato dai ragazzi toscani. Cervara è una frazione montana di Pontremoli situata nella valle del Verde. Isolata a quota 725 metri, cela tra gli stretti vicoli case in pietra piene di fiori dove il tempo sembra essersi fermato. Nella località abbandoniamo definitivamente lo sterrato per ridiscendere la vallata lungo il torrente Verde fino a Pontremoli e terminare il nostro anello sul Lunigiana Trail in bici.

Variante: per unire i due anelli del Lunigiana Trail "taglia" qui!

Se come noi non hai tempo a sufficienza per affrontare tutto il Lunigiana Trail in una sola volta, arrivato a Bagnone puoi scegliere di scendere verso valle anziché salire verso i tornanti che ti porteranno in quota. Bagnone si trova in posizione suggestiva, poco distante dal paese murato di Filetto al quale si accede attraverso due porte monumentali, scendendo verso Villafranca in Lunigiana. Lunigiana trail in bici Vero TreschiettoFiletto, pittoresco e ben conservato, merita un passaggio e qualche fotografia prima di riprendere il viaggio in bici verso Villafranca, il ponte sul Magra e la ciclovia Francigena.17 filetto borgo murato lunigiana

Superato il fiume toscano ci si immerge nuovamente nel silenzio della natura solcando il cammino verso Roma per qualche chilometro. In bici si oltrepassa Lusuolo, frazione medievale del comune di Mulazzo dove il castello attira subito l'attenzione dei visitatori. Nella fortificazione del XII secolo è ospitato il Museo dell'Emigrazione della gente di Toscana. 19 lusuoloDalla borgata l'Eurovelo 5 continua fino a Barbarasco, l'ultima località sul cammino religioso toccata dalla nostra traccia. A Barbarasco si può fare rifornimento prima di raggiungere località Ponte, il salumicifio Marsili dove assaggiare qualche affettato tipico come il filetto e il tanto atteso sterrato. Da qui puoi continuare sulla traccia proseguendo in salita verso Tassonarla, Canala, Campo di Sopra, il Passo Casoni e chiudere il tour del Lunigiana Trail a Pontremoli, senza percorrere l'anello sud del tracciato.18 nala nel carrellino

  • Pontremoli, colorata, vivace, l'antica Apua merita una sosta
  • Bagnone con le sue piccole frazioni, i castelli e i tracciati nella Natura
  • Il panorama dalla "strada delle ginestre" in costa prima di arrivare ad Aulla
  • Fosdinovo e il suo imponente castello con vista mare
  • Lusuolo con il castello e il Museo sull'emigrazione
  • Un pizzico di Via Francigena in bici
  • Alta Via dei Monti Liguri e le sterrate in cresta per ammirare le Apuane e il mare
  • Come raggiungo  Pontremoli? In treno da Parma o La Spezia con la ferrovia pontremolese o in automobile attraverso l'A15 o con vie secondarie
  • L'itinerario è segnalato? No, quindi è necessario scaricare la traccia gpx
  • Sono presenti fontane o fonti d'acqua in generale? Lungo l'itinerario si trovano diverse fonti d'acqua in tutte le tappe (i punti rifornimento acqua sono indicate nella mappa!)
  • Com'è la qualità delle strade dell'itinerario? Il percorso si sviluppa in generale su buoni sterrati anche se alcuni pezzi sono difficoltosi o faticosi da pedalare (vedi descrizione itinerario!)
  • Altri itinerari in bici in Lunigiana: Castelli e tramonti in Lunigiana e cicloturismo in Lunigiana: la Via Francigena che guarda il mare
  • Lungo il Lunigiana Trail è possibile dormire in strutture nelle principali località attraversate dall'itinerario come Pontremoli, Bagnone o Treschietto presso l'Ostello La Stele.
  • Noi personalmente abbiamo dormito in tenda a Vico chiedendo il permesso ad Anna del Bar trattoria Anna e al passo dei Casoni chiedendo il permesso alla Trattoria dei cacciatori. Ancora, per bivaccare dopo il tramonto, al passo di Monte Torre Nocciola e al Circolo Acquanera di Monzone abbiamo piantato la tenda senza lasciare traccia e lasciando libero il posto di prima mattina.

Come anticipato non potrei che suggerire Vico con la Trattoria Anna ( per una cena completa bisogna prenotare con anticipo) e il passo dei Casoni con la Trattoria dei Cacciatori. A Bagnone è possibile fare rifornimento e acquistare prelibatezze tipiche nel panificio in piazza o nel negozio poco avanti sulla strada mentre in località Nave assaggia i salumi tipici della salumificio Marsili.

Viaggia con noi

Viaggia con noi

Scrivi qui quel che pensi...
Log in con ( Registrati ? )
o pubblica come ospite
Persone nella conversazione:
Carico i commenti... Il commento viene aggiornato dopo 00:00.
  • Questo commento non è pubblicato.
    IlNonplus · 1 anni fa
    Ciao a tutti, vorrei fare questa domanda: il percorso è fattibile in 2 tappe con una m4b elettrica?
    Grazie!
    Marco
    • Questo commento non è pubblicato.
      Francesco - Life in Travel · 1 anni fa
      Ciao Marco! Non mi intendo di MTB elettriche ma ho percorso in prima persona questa traccia, parte del percorso permanente del Lunigiana Trail, e posso assicurarti che di dislivello ce n'è tanto, e di strutture dove eventualmente caricare la bici poche, quindi ti direi sì, a condizione che la bici abbia autonomia per permetterti di fare dai 40 ai 50 km anche usando molta assistenza, e che tu possa caricarla magari dove abbiamo sostato noi. La strada era in buone condizioni, a parte un tratto della Francigena, che abbiamo fatto a spinta, ma in linea di massima niente di super tecnico. Ecco, l'unica raccomandazione è calcolare bene le eventuali tappe per non restare "a secco" nel bel mezzo del niente (e in salita!).
  • Questo commento non è pubblicato.
    Gabri · 1 anni fa
    Salve. Non capisco perché mi scarica il file GPS sono della prima tappa. Pontremoli-Vico. Qualcuno può aiutarmi
    • Questo commento non è pubblicato.
      Leo · 1 anni fa
      Ciao, se importi la traccia su Garmin Connect o altra app simile può essere che ti veda solo la prima traccia. Hai provato ad aprirle in Base Camp? Che software o app utilizzi? Se la importi su garmin, fallo manualmente e non avrai problemi... basta spostare il file nella cartella Garmin/GPX e avrai tutte le tracce.
      Fammi sapere se risolvi
  • Questo commento non è pubblicato.
    silvano.piazzoli · 2 anni fa
    grazie delle vostre proposte, lunigiana molto tentatrice...
    approfitto per fare pubblicità al circuito sui nostri monti e borghi in umbria: https://www.gttbgualdotadino.it/
    se capitate siete i benvenuti!
    • Questo commento non è pubblicato.
      Leo · 2 anni fa
      Ciao Silvano,
      bei percorsi... che onestamente non conoscevo!!! Speriamo un giorno di riuscire a provarne qualcuno
  • Questo commento non è pubblicato.
    farolfi · 2 anni fa
    Mi scuso anche per glie errori , ma ero senza occhiali.
    Nel fine settimana proverò a fare il Lunigiana trail in bicicletta, in due giorni.
    Mi sarebbe di grande utilità avere il files GPX e sapere, se disponibili, come trovarli nel vostro sito.
    Un caro saluto
    Andrea


    • Questo commento non è pubblicato.
      Leo · 2 anni fa
      Ciao Andrea,
      scusa ma ho letto solo ora i tuoi commenti... spero tu sia riuscito a scaricare i files GPX per il tuo weekend. Li si trova nella scheda "Files GPS" in alto, previa registrazione al sito.
      Facci anche sapere come è andata la due giorni sul Lunigiana Trail!!!
  • Questo commento non è pubblicato.
    farolfi · 2 anni fa
    scusa parlavo dei files GPX

  • Questo commento non è pubblicato.
    farolfi · 2 anni fa
    Grazie per i bellissimi giri che proponete e documentate.
    Conto di fare in solitatria nel fine settimana e se riesco lo farò in duie giorni.
    mi domando se sia possiobile avere files GPS da caricare sul garmin
    Buiona serata
  • Questo commento non è pubblicato.
    geppo · 2 anni fa
    Grandi !! siete sempre fonte di ispirazione !! settimana prossima siamo in ferie e un pò a corto di idee questo giro capita a pennello, visto che l'avete fatto con il carrellino presumo che sia fattibile anche con le borse laterali
    • Questo commento non è pubblicato.
      Leo · 2 anni fa
      Ciao geppo,
      grazie... fa piacere essere d'ispirazione.
      In realtà questo è un giro che nasce come percorso MTB ma come dici tu noi lo abbiamo fatto con il carrellino e è fattibile per gran parte anche con le borse.
      Ci sono forse 2 tratti un po' ostici anche con le borse: nella salita iniziale un tratto di sentierino single trail in salita, ma saranno si e no 200 m e poi la discesa finale dopo il monte Afra... il sentiero è davvero scassato e stretto per un po' (20-25 minuti di spinta con il carrellino). Nella mappa sono indicati entrambi con il simbolo del piede (spinta)!
  • Questo commento non è pubblicato.
    aereo712 · 2 anni fa
    Bravi ragazzi. Fate sempre dei tours da invidia!!
  • Questo commento non è pubblicato.
    peppeme · 2 anni fa
    bellissimo penso e spero di farlo anch'io
    bravissimi

    • Questo commento non è pubblicato.
      Leo · 2 anni fa
      Sì, gran bel giro... noi speriamo di riuscire un giorno a fare anche la parte meridionale del Lunigiana Trail, quella sulle Apuane!
Vero

ITA - Correva l'anno 1983 quando ha sorriso per la prima volta alla luce del sole estivo. Da sempre col pallino per l'avventura, ha avuto la fortuna di girare l'Europa e l'Italia con i genitori e poi, per la maturità, si è regalata un viaggio in 2 cavalli da Milano verso la Russia. Al momento giusto ha mollato il lavoro senza alcun rimpianto per volare in Nuova Zelanda dove ha viaggiato per cinque mesi in solitaria. Nel 2007 ha provato per la prima volta l'esperienza di un viaggio in bici e, da quel momento, non ne ha potuto più fare a meno... così, dopo alcune brevi esperienze in Europa, nel 2010 è partita con Leo per un lungo viaggio in bicicletta nel Sud Est asiatico, la prima vera grande avventura insieme! All'Asia sono seguite le Ande, il Marocco, il Sudafrica-Lesotho e #noplansjourney. Se non è in viaggio, vive sul lago d'Iseo! Carpediem e buone pedalate!

EN - It was 1983 when he smiled for the first time in the summer sunlight. Always with a passion for adventure, she had the good fortune to travel around Europe and Italy with her parents and then, for maturity, she took a trip in 2 horses from Milan to Russia. At the right moment he quit his job with no regrets to fly to New Zealand where he traveled for five months alone. In 2007 she tried the experience of a bike trip for the first time and, from that moment on, she couldn't do without it ... so, after some short experiences in Europe, in 2010 she left with Leo for a long cycling trip in South East Asia, the first real great adventure together! Asia was followed by the Andes, Morocco, South Africa-Lesotho and #noplansjourney. If he's not traveling, he lives on Lake Iseo! Carpediem and have good rides!

Viaggia con noi

Viaggia con Life in TravelParti per le tue vacanze in bicicletta e i tuoi tour gravel su percorsi studiati da cicloviaggiatori per cicloviaggiatori.

Viaggia con noi

               

Salta in sella

Lascia la tua mail qui sotto per ricevere consigli, itinerari o suggerimenti per iniziare la tua esperienza di cicloturismo

Unisciti ad altri 17.000 cicloviaggiatori.
Non ti invieremo mai spam!

Contenuti recenti

Torna su