Menu
Ad inizio luglio ho avuto la possibilità di trascorrere un weekend in bici tra Ponte di Legno ed il passo del Tonale durante i bike days, una manifestazione in cui le varie facce della bicicletta si sono riunite ai piedi dell'Adamello. E' stata l'occasione per festeggiare le due ruote e riscoprire un territorio che è conosciuto soprattutto per le sue attrattive invernali ma che ha molto da offrire, soprattutto a noi ciclisti, anche nella stagione calda.
Ponte di Legno Tonale bike: vivere la bici a 360° - 5.0 out of 5 based on 1 vote
Mi diverto spesso a creare itinerari e studiare nuovi percorsi per futuri viaggi in bici e nonostante io non creda che Google Maps sia lo strumento più professionale, la sua intuitività e le sue potenzialità lo rendono uno dei programmi più utilizzati per realizzare mappe online. In questo articolo vedremo quindi passo passo come creare una mappa con Google My Maps per poi poterla condividere, scaricare o semplicemente per salvarla nel proprio Drive ed analizzare un possibile itinerario di viaggio.
L'area geografica del lago di Iseo in MTB è una gemma ancora nascosta. In pochi sanno dell'esistenza di questo lago lombardo che, per dimensione, sbiadisce dinanzi agli altri bacini lacustri regionali come il Garda, il lago di Como o il lago Maggiore. Nonostante questo, il Sebino, che ha nel fiume Oglio il suo immissario principale, vanta la più grande isola di tutti i laghi italiani e la più alta fra quelle presenti nei bacini europei, un primato sicuramente molto importante a livello turistico che, da solo, motiva una visita all'area.
Negli anni, ho imparato che ogni persona intende a proprio modo il viaggiare in bici, in base alle proprie tempistiche, alle proprie aspettative. Con vari accorgimenti si possono abbattere, anche di molto, i costi ma naturalmente bisogna sottostare a qualche compromesso. Probabilmente il consiglio principale per ogni buon viaggio in MTB, come nella vita, è quello di entrare in sintonia con sé stessi, essere onesti riconoscendo le proprie esigenze ed i propri limiti, nel rispetto dei nostri compagni di viaggio, delle genti che si andranno ad incontrare e dei luoghi che si visiteranno. Questo modo di atteggiarsi non potrà fare altro che arricchirci. Torniamo coi piedi per terra, cioè con 8 consigli pratici per organizzare un viaggio in bici fuoristrada
Già nel 2010 avevo iniziato a parlarti delle mappe Openstreetmap e delle loro potenzialità. Da allora non ho mai smesso di utilizzarle, sempre con maggior soddisfazione, anche se non ho più trovato la voglia o il tempo per tenerti aggiornato sulle molteplici potenzialità di questa cartografia gratuita.
Con questo articolo voglio riprendere a parlare di OSM ed in particolare di una variante dedicata alla mountain bike. Vedremo infatti come installare le OpenMTBmap sul PC e sui dispositivi GPS cartografici Garmin.
OpenMTBmap: come installare le mappe su PC e Garmin cartografici - 3.6 out of 5 based on 5 votes
Tra i vari programmi che utilizzo per pianificare le nostre escursioni in MTB ed i nostri viaggi in bici, ultimamente mi sono maggiormente orientato su Garmin BaseCamp, un software cartografico che l'azienda forse più conosciuta nell'ambito dei dispositivi GPS per l'outdoor rilascia gratuitamente. Non ha importanza quindi se possiedi o meno un navigatore GPS Garmin: Basecamp va benissimo per creare tracciati per qualsiasi dispositivo. Di seguito quindi proverò a illustrare brevemente alcune delle funzioni principali di questo software cartografico free molto intuitivo e utile.
Garmin BaseCamp: guida al software per pianificare e organizzare le proprie attività outdoor - 4.4 out of 5 based on 5 votes
Foto Bikepacking vector illustration da Shutterstock
Che cos'è il bikepacking? Viaggiare leggeri, solcare torrenti, valicare passi sterrati, divertirsi su tracciati sassosi, respirare i profumi del bosco, piantare la tenda lontano dalla civiltà, ma anche percorrere strade asfaltate che sembrano non finire mai, fermarsi in albergo o a mangiare in trattoria.
La parola bikepacking si riferisce a chi viaggia in bicicletta senza però utilizzare i portapacchi necessari invece per praticare cicloturismo. Chiunque può viaggiare in bikepacking, bastano una bicicletta, l'equipaggiamento di sopravvivenza che può essere inserito nelle borse dedicate e la voglia di partire per una vera avventura.
Viaggiare in bikepacking: cos'è e cosa serve - 4.2 out of 5 based on 5 votes
L'evoluzione dei trasporti, la rivoluzione della gomma e il conseguente abbandono delle tratte ferroviarie, nel corso degli anni ha portato ad una trasformazione: alcune ferrovie dismesse sono state riqualificate diventando tracciati ciclopedonali. Anche in Italia questo piccolo cambiamento ha avuto importanti riscontri nello sviluppo e diffusione del cicloturismo: dove esiste un percorso sicuro per biciclette arrivano i curiosi e i viaggiatori e l'indotto turistico cresce...
10 ferrovie dismesse da fare in bicicletta - 3.5 out of 5 based on 8 votes
Modificare una traccia GPS può essere utile per svariati motivi: unire percorsi trovati sul web per definire un itinerario che si vuole percorrere, creare e visualizzare un'altimetria di uno specifico percorso, invertire la direzione di marcia, dividere un viaggio in bici più tappe, creare punti d'interesse o addirittura creare una traccia da zero... insomma, le possibilità di gestione dei file GPS (siano essi GPX, KML o qualisasi altro formato utile) è, oggi, ampia e variegata. Spesso però nelle mie ricerche sul web faccio fatica a trovare una panoramica completa dei programmi gratuiti per modificare le tracce GPS ed allora di seguito ho raggruppato aluni programmi che ti consiglio, sulla base della mia esperienza.
6 (+1) programmi gratuiti per modificare le tue tracce GPS - 5.0 out of 5 based on 3 votes
Da qualche tempo ormai coltivo una certa curiosità verso le applicazioni GPS per l'outdoor, in particolare su sistema operativo android. In generale quello che prediligo nelle app è la semplicità di utilizzo: non sempre infatti ho il tempo e la voglia di studiare ed apprendere metodi e metodologie per sfruttare al meglio lo smartphone durate le escursioni in MTB o i viaggi in bici, anche perché principalmente utilizzo un dispositivo GPS dedicato con il quale mi trovo più che bene. Per emergenze, per semplice curiosità o per rapidità però non disdegno l'utilizzo dello smartphone accoppiato ad una applicazione outdoor e di recente i passi avanti fatti da alcune app gratuite sono notevoli. Oggi mi dedico alla descrizione e presentazione di una tra le apps che trovo più intuitiva in circolazione: Locus Map, nella sua versione gratuita già molto potente e convincente.
Locus Map: guida rapida all'app gps per outdoor - 3.5 out of 5 based on 2 votes
Siamo ancora nella fase delle ipotesi e delle congetture, ma a breve si avanno i primi responsi per quanto riguarda la rete di sentieri per mountain bike in Trentino. Tali percorsi sono il frutto dell'evoluzione della normativa provinciale che è stata abrogata di recente e che, fino ad Aprile, vietava tutti i sentieri con pendenze maggiori del 20% e larghezze inferiori alla dimensione della bici posta di traverso. Sono sempre stato contrario a quella legge, pur considerando i divieti "mirati" utili e necessari per preservare il territorio e la sicurezza di tutti gli utenti della montagna. La nuova normativa prevede la realizzazione della suddetta "rete" di percorsi ciclabili e la contestuale istituzione di divieti specifici su alcuni sentieri di montagna... ed è proprio su quest'ultima disposizione che si sta scatenando l'ennesima polemica.
MTB in Trentino,rete dei sentieri sensata o assurda? - 4.0 out of 5 based on 2 votes
Spesso, soprattutto durante la stagione estiva, si sente parlare di integratori sportivi e del loro utilizzo durante una giornata di attività sportiva come può essere quella dedicata ad un'uscita in mountain bike o bici da corsa. Premesso che per i bikers, e in generale tutti gli sportivi, è importante affiancare all'attività fisica una corretta idratazione oltre che alimentazione, qual è la reale funzione degli integratori sportivi? Quali sostanze contengono? Qual è il loro corretto utilizzo?
Questi giorni di gran caldo sono lo spunto per parlare di un tema importante per tutti i ciclisti, dagli agonisti ai cicloturisti, dai bikers agli stradisti: la corretta idratazione!
Cosa bere in bici, quando, in che quantità...? Sono tutte domande lecite e a cui ogni persona che decida di mettersi in sella, soprattutto nelle torride giornate estive, deve saper rispondere. Di seguito quindi cercheremo di dare alcune risposte e consigli per non incorrere in episodi spiacevoli. Nessuno vuole trasformare la propria escursione in bici in una giornata trascorsa al pronto soccorso per colpa di una disidratazione o di un colpo di sole.
Cosa bere in bici: consigli per una corretta idratazione - 4.0 out of 5 based on 4 votes
Una delle questioni più spinose quando si deve acquistare una bicicletta è la sua dimensione. Le misure del telaio della bici sono uno tra i primi fattori di un corretto posizionamento, anche se ad esse va accompagnato un adeguato montaggio dei componenti quali sella, pipa manubrio e pedivelle. Conoscere indicativamente le misure del telaio più adatte a noi non è un'operazione complessa e in questo articolo vedremo come fare.
Misure del telaio della bici: come calcolare quelle giuste - 2.7 out of 5 based on 19 votes
Una delle applicazioni gps per l'outdoor che personalmente utilizzo più frequentemente è Oruxmaps. E' un'app gratuita, completa e aggiornata che va benissimo sia per le escursioni in MTB, trekking e outdoor in genere, sia per i viaggi in bici e la navigazione su strade secondarie. L'unico difetto che potrei trovare è la sua curva di apprendimento: non è un'applicazione intuitiva, che possa essere usata con soddisfazione al primo impiego dopo averla scaricata. Richiede un minimo di dedizione per poter essere assimilata ed è per questo che di seguito proverò a darvi qualche dritta, riassumendo le sue principali funzioni per iniziare ad utilizzare Oruxmaps con soddisfazione. In fondo all'articolo trovate anche una breve video-guida sull'app per la mountain bike.
Oruxmaps: guida base all'applicazione gps outdoor - 4.0 out of 5 based on 11 votes
In questo articolo non voglio entrare nel merito di una delle questioni più dibattute riguardo alla bicicletta: indossare o non indossare il casco quando si esce in bici. Per noi il casco da bici è divenuto un accessorio imprescindibile, senza il quale non ci muoviamo, ma è bene sapere che in Italia non esiste alcun obbligo! Detto questo, noi consigliamo di indossarlo sempre: quando si va a fare un viaggio in bici, quando si esce per fare la spesa, quando si salta in sella ad una MTB per una gita nei boschi... l'evoluzione ha portato i caschi per bici ad essere leggeri e comodi a tal punto da abituarsi in pochi giorni al suo utilizzo e dimenticarsi ben presto di averlo in testa. 
E' però fondamentale acquistare il casco bici giusto e di seguito cercheremo di capire come scegliere i caschi per bici migliori e quali parametri valutare al momento dell'acquisto.
Caschi bici: come scegliere i migliori - 2.6 out of 5 based on 5 votes
Pagina 1 di 3
Vai all'inizio della pagina
Resta aggiornato
Unisciti ad oltre 10.000 cicloviaggiatori e ricevi news, consigli e
itinerari per organizzare il tuo prossimo viaggio in bici
 
 
 
Questo sito web utilizza cookie per ottenere statistiche e mostrare la pubblicità più interessante. Se continui a navigare accetti l'istallazione di tali cookie Maggiori informazioni Ho capito
        Registrati