fbpx
Abbonati alla LiT Family
Abbonati alla LiT Family per accedere a tanti contenuti esclusivi e ricevere il magazine Impronte
Vota questo articolo
(0 Voti)

Valcavallina in bici: cicloturismo tra lago d’Endine e lago d’Iseo

La provincia di Bergamo è costituita da diverse vallate che si insinuano tra laghi e colline ai piedi delle Alpi Orobie. Qui vogliamo parlare di una graziosa valle, la Valcavallina, che dal paese di Trescore Balneario procede verso nord – est toccando Casazza, il lago di Endine e giungendo alle porte del lago d’Iseo. Valcavallina in bici significa percorrere degli itinerari non sugli assi principali trafficati, ma su stradine laterali che permettono di apprezzare l’ambiente circostante, il blu dei laghi e i colori delle montagne che li contornano.

vecchie ferrovie in bici
È uscito il nostro e-book sulle vecchie ferrovie: 33 itinerari in bici dalle Alpi alle Isole. Informazioni, tracce GPS, curiosità e descrizioni accurate per scoprire l'Italia in sellaLo voglio subito

Dati tecnici

Valcavallina in bici: giro del lago di Endine

DETTAGLI ITINERARIO
Partenza/Arrivo Monasterolo del Castello
Tempo  4 ore
Dislivello
800 m circa 
Lunghezza 51 km 
Tipologia di fondo

Asfalto 95% 

Sterrato 5%

Bici consigliata
Bici da viaggio
Bici gravel
VALUTAZIONE
Difficoltà Impegnativo
Panorama Molto bello
QUANDO ANDARE
GiugnoGiugnoGiugnoGiugnoLuglioAgostoSettembreOttobre
Nelle due province di Bergamo e Sondrio sono stati costituiti quattro Gruppi di Azione Locale (GAL) che hanno l’obiettivo di creare opportunità di sviluppo nelle aree montane, valorizzare l’economia, tutelare l’ambiente e, in generale, promuovere il territorio. Sto parlando del GAL Valtellina Valle dei Sapori, del GAL dei Colli di Bergamo e del Canto Alto, del GAL Valle Brembana 2020 e del GAL Valle Seriana e dei Laghi Bergamaschi. Orobikeando è un progetto nato dalla comune unione di intenti di questi quattro gruppi per valorizzare il turismo rurale attraverso l’utilizzo della bicicletta e, per la precisione, creare una vera e propria rete ciclabile tra le province di Bergamo e Sondrio riconoscendone l’enogastronomia, la cultura e il turismo attraverso la mobilità sostenibile. L’obiettivo sarà di connettere questa ciclovia con l’Eurovelo 15.

01 VALCAVALLINA IN BICI

Valcavallina in bici: la piccola gemma del lago d’Endine

Il contesto di interesse di questa pedalata è una porzione di area geografica che si sviluppa tra la Valcavallina e il lago d’Iseo, inserita nel progetto GAL Valle Seriana e dei Laghi Bergamaschi. Dalla Casa del Pescatore di Monasterolo del Castello, grazioso ristorante posto sulla riva orientale del piccolo e appartato lago di Endine, parte il nostro tour mattutino. Inforcate le biciclette, attraversiamo gli stretti vicoli di San Felice al Lago, tra belle costruzioni in pietra, la chiesa di S. Michele Arcangelo e un bel panorama  sulle acque splendenti del lago d’Endine. Ci troviamo a 340 m di altitudine ed è un piacere pedalare su strada litoranea secondaria tra le anse e i canneti, con una vista sui monti Grione e Sparavera e sulla sterrata della Malga Lunga in MTB, che digradano dolcemente con i loro declivi erbosi verso gli abitati di Bianzano e Ranzanico. Bianzano conserva un bell’esempio di castello medievale della nobile famiglia bergamasca dei Suardi.

02 VALCAVALLINA IN BICI

Alla nostra destra il monte Ballerino e i Colli di San Fermo, che scendono a picco verso il lago. Quello di Endine è uno specchio d’acqua che è alimentato da numerosi torrenti laterali e ha un unico emissario, il fiume Cherio; esso scorre in pianura fino a confluire nel fiume Oglio. Fino a qualche anno fa, ma in genere negli inverni più rigidi, il lago di Endine si ricopre di un piccolo strato di ghiaccio nel punto più stretto, tra i paesi di Monasterolo del Castello e Spinone al Lago, generando molta curiosità. Infatti questa è un’area molto fredda dove l’escursione termica è più rilevante rispetto anche a qualche chilometro in linea d’aria più a valle.

Pedalando sul lago d’Iseo

Procedendo verso la fine del lago, si svolta a destra verso il piccolo e tranquillo borgo di Valmaggiore; una leggera e breve salita anticipa un divertente tratto in discesa, anche su un piccolo tronco di ciclabile, prima di immettersi sulla strada che porta verso il lago d’Iseo. Dopo qualche centinaio di metri ci troviamo a ridosso del lago di Piangaiano e della Riserva naturale Valle del Freddo: un’area di settanta ettari di estensione compresa tra 350 m e 700 m di quota fino al monte Na, situato nei pressi del monte Clemo (780 m). Questa valle presenta un microclima tipico delle quote più elevate (quote comprese tra 1000 e 1500 metri), tale da vantare un’ampia varietà di specie botaniche che a queste altitudini in genere non si troverebbero, come le stelle alpine, le genziane e i rododendri. Il tutto è determinato dalla presenza nel terreno di bocche dalle quali fuoriesce aria gelida (buche del freddo).

03 LAGO D'ISEO

Ormai, lasciandoci alle spalle i panorami verso Bossico e la retrostante area del rifugio Magnolini, due itinerari incredibili con la mountain bike, si sale fino allo scollinamento di Solto Collina, punto da cui ci si immerge in un ambiente fantastico; bastano due curve per notare la sagoma della chiesa di San Defendente e della dirimpettaia Corna Trentapassi dalle stratificazioni verticali. Una volta attraversato il grazioso borgo storico di Zorzino, si giunge a Riva di Solto, sulla sponda del Sebino, secondo nome del lago d’Iseo. Basta solo una breve pedalata pianeggiante lungo la piacevole litoranea per raggiungere il Bögn di Zorzino, un anfiteatro naturale di grande rilevanza. Interessato in passato da fenomeni tettonici, ora si presenta agli occhi del cicloturista come una conformazione a scaglie che si protende verso l’alto per diverse decine di metri.

04 BOGN DI ZORZINO

Una volta ammirato questo spettacolo e contestualmente anche l’isola più rappresentativa del lago d’Iseo, ovvero Monte Isola, si rientra al punto di partenza seguendo l’itinerario dell’andata.

Valcavallina in bici: il periplo del lago di Endine

Da Monasterolo si riprende la marcia in questo angolo di Lombardia in bici, seguendo la prima parte del percorso effettuato in mattinata. Si pedala nuovamente sulla sponda orientale del lago di Endine, lungo uno dei percorsi cicloturistici, fino a Valmaggiore, frazione del comune di Endine Gaiano. Sosta obbligata all’azienda agricola Monti e Laghi per gustare qualche prodotto locale, come i formaggi a chilometro zero e a diversa stagionatura che vengono commercializzati dopo la lavorazione del latte prodotto dalle mucche nella retrostante stalla.

05 VALCAVALLINA IN BICI

Nel piccolo spaccio sono in vendita i prodotti tipici caseari dell'azienda, affiancati anche da tagli di carne bovina, i cui animali vengono allevati a poca distanza da qui, a Vigolo. Insomma, una piccola realtà poco conosciuta, ma che sta crescendo e si sta facendo notare nel panorama provinciale e non solo.

06 VALCAVALLINA IN BICI

Poco oltre si riprende la marcia pedalando su una facile traccia sterrata pianeggiante, in un ambiente rilassante, fino a Endine Gaiano. Si affronta una breve e ripida salita fino all’azienda agricola Filisetti, specializzata nell’allevamento di tre razze bovine da latte. Anche in questo caso la produzione casearia è variegata e, sebbene sia una piccola azienda, è attenta al mercato locale oltre a quello estero. Uno dei molteplici esempi virtuosi che hanno fatto sì che Bergamo diventasse uno dei punti di riferimento a livello europeo e mondiale sulla produzione dei formaggi.

07 VALCAVALLINA IN BICI

Pedalare in un contesto così è veramente appagante, perché oltre a scoprire nuovi luoghi e inquadrature panoramiche, si ha l’opportunità di conoscere piccole realtà locali che si stanno facendo strada nel panorama locale e regionale con prodotti di nicchia, a tiratura limitata e soprattutto a chilometro zero. Procedendo nella pedalata si raggiunge il centro storico di Endine Gaiano, prima di affrontare una salita molto impegnativa sul versante boschivo sotto il monte Sparavera.

08 RANZANICO

Le pendenze sono importanti e sempre oltre il 10% ma dopo pochi chilometri si raggiunge un belvedere fantastico sul sottostante lago d’Endine e la Valcavallina in bici. Dopo una sosta sotto i portici della chiesa di San Bernardino, si affronta la discesa fino a bordo lago prima di pedalare su facile ciclabile sterrata fino al castello di Monasterolo.

09 VALCAVALLINA IN BICI

L’edificio, situato su una piccola collinetta morenica tra il lago e il fiume Cherio, è circondato su tre lati da una cinta muraria. Il portale d’ingresso in stile gotico permette di accedere alla Corte Bassa, al piccolo oratorio di S. Anna (XVII secolo) e alla Corte Alta. Camminando all’interno di questo maniero si respira aria di Medioevo, nonostante i vari rimaneggiamenti eseguiti nel corso dei secoli abbiano snatturato alcune parti della struttura originale. Attualmente questo edificio viene utilizzato come location per matrimoni e ricevimenti

10 CASTELLO DI MONASTEROLO

Dopo una giornata passata sui pedali, si completa questo bel giro in Valcavallina in bici tra lago lago di Endine e lago d'Iseo, alla scoperta di un angolo di paradiso al cospetto delle Alpi Orobie.

11 VALCAVALLINA IN BICI

  • Il Bögn di Zorzino in bicicletta
  • I panorami sul lago di Endine
  • Panorama su lago d'Iseo e Corna Trentapassi
  • Visita delle aziende agricole locali
  • Visita del Castello di Monasterolo
  • Come raggiungo Monasterolo del Castello? In automobile da Bergamo, Brescia o da vie secondarie
  • L'itinerario è segnalato? L'itinerario non è segnalato quindi consigliamo di scaricare la traccia GPS 
  • Sono presenti fontane o fonti d'acqua in generale? Lungo l'itinerario si trovano diverse fonti d'acqua soprattutto nei paesi  
  • Com'è la qualità delle strade dell'itinerario?Il percorso è asfaltato e in alcuni tratti sterrato scorrevole

Lungo il percorso è possibile dormire in strutture nelle principali località attraversate

  • Cosa mangiare lungo l'itinerario? La cucina tradzionale propone pesce di lago, casoncelli alla bergamasca, bolliti misti e cotechini (strinù)
  • Dove mangiare lungo l'itinerario? Lungo l'itinerario puoi fermarti in trattorie tipiche e alla Casa del Pescatore a Monasterolo del Castello

Viaggia con noi

Viaggia con noi

Scrivi qui quel che pensi...
Log in con ( Registrati ? )
o pubblica come ospite
Persone nella conversazione:
Carico i commenti... Il commento viene aggiornato dopo 00:00.
  • Questo commento non è pubblicato.
    ChiaraS · 5 mesi fa
    Ho fatto questo percorso oggi. Purtroppo di domenica il traffico molto intenso non consente di godere dei luoghi già dalla partenza.
    Forse in altri giorni della settimana può essere gradevole, ma resta una zona trafficata.

    • Questo commento non è pubblicato.
      Bendo · 5 mesi fa
      Ciao Chiara
      Si, purtroppo nei weekend di sole il lago d'Iseo e il lago di Endine sono presi d'assalto dai turisti. L'arteria più trafficata è la statale 42, che però viene pedalata solo per qualche centinaio di metri.
      Buone pedalate
      Davide
Bendo

Appassionato da sempre di attività outdoor con predilezione all'escursionismo esplorativo scandito da ritmi lenti e meditativi, mi sono affacciato al mondo della bicicletta all'età di 13 anni con la medesima predisposizione e da quel momento è stato un crescendo di esperienze che hanno contribuito a far maturare in me una visione romantica di questo bellissimo sport, sempre in contatto e in accordo con la natura.
 
Adoro pedalare nella mia terra d'origine (le Orobie) e sulle bellissime Alpi Occidentali, senza però  trascurare l'Austria, la Svizzera, etc., e tutti quei luoghi che mi stanno ancora aspettando. Peraltro mi piace alternare il ciclismo su strada a quello su sterrato, terreni diversi che non considero come eterni rivali ma bensì come due red carpets dove far scorrere i miei sogni a due ruote!
 

Viaggia con noi

Viaggia con Life in TravelParti per le tue vacanze in bicicletta e i tuoi tour gravel su percorsi studiati da cicloviaggiatori per cicloviaggiatori.

Viaggia con noi

               

Salta in sella

Lascia la tua mail qui sotto per ricevere consigli, itinerari o suggerimenti per iniziare la tua esperienza di cicloturismo

Unisciti ad altri 17.000 cicloviaggiatori.
Non ti invieremo mai spam!

Contenuti recenti

Torna su