Cicloturismo, vacanze e viaggi in bici in Spagna

Le vie Verdi in Spagna sono un'idea fantastica e nel nostro viaggio in Spagna in bici abbiamo cercato di unirne quante più possiibili. Questi itinerari ciclopedoali sono l’equivalente spagnolo delle nostre ‘vecchie ferrovie’ e attirano centinaia di persone, turisti e locali, che pedalano, corrono o passeggiano nel verde in tutta sicurezza. Di seguito ti descrivo la via Verde del Aceite, che si snoda negli oliveti  tra Jaen e Puente Genil.
In bici sulla Via Verde del Aceite: vecchia ferrrovia dell'olio in Spagna - 4.0 out of 5 based on 1 vote
L'isola della perdizione, del divertimento sfrenato, degli eccessi e della disinibizione: questo è lo stereotipo a cui siamo abituati, ma abbiamo lo stesso voluto provare a scoprire Ibiza in MTB e tutti i luoghi comuni sono svaniti nel giro di poche centinaia di metri...
Ibiza in bici: il giro dell'isola in MTB in 4 giorni - 4.0 out of 5 based on 2 votes
Non avevo mai fatto un viaggio in bici prima di questo, ma da sempre mi affascinavano quei bikers intrepidi che ogni tanto si incontrano per strada, con enormi sacche montate sui lati, vestiti consumati e una bandierina che sventola indicandone la provenienza. E’ una delle figure che più mi trasmette il senso di Libertà! Li ho sempre ammirati con stima e simpatia.
 Così da anni anch’io avevo in mente un viaggio in bicicletta, in solitaria, tranquillo. La ricerca e la scelta dell’itinerario non è stata difficile: lo storico Cammino di Santiago in bici è tutto ciò che cercavo. Anzi, di più!
Cammino di Santiago in bicicletta: come organizzare il viaggio - 3.9 out of 5 based on 32 votes
Laggiù nel profondo sud della Spagna il sole sa essere gentile tutto l'anno e per esplorare l'Andalusia esiste un mezzo perfetto: la bici! Che tu sia un cicloviaggiatore navigato o un turista che vuole trascorrere una giornata diversa dal solito, di seguito ti darò qualche consiglio per scoprire la città di Malaga in bici e i suoi dintorni.
Durante il nostro viaggio in Spagna in bici abbiamo avuto il piacere di pedalare numerose strade secondarie, altrettanti cammini e alcune vias Verdes, l’equivalente spagnolo delle nostre ‘vecchie ferrovie’. La prima da noi affrontata è stata la via Verde Sierra de Alcaraz, tra Albacete ed il bel borgo di Alcaraz.
Via Verde Sierra de Alcaraz: percorso e informazioni sulla vecchia ferrovia in Spagna - 5.0 out of 5 based on 1 vote

La Spagna è una delle nazioni più visitate della Terra per tanti motivi: sarà per gli splendidi siti culturali e storici presenti sul territorio, sarà per l'ottima cucina e i prodotti di qualità, sarà per le lunghe coste con il clima mite e le isole visitabili tutto l'anno e sarà anche un pochino per gli itinerari ciclabili di lunga percorrenza come il Cammino di Santiago, divenuti ormai famosi in tutto il mondo...

Anche noi quest'anno, dopo tanti vagabondaggi a pedali lontani da casa, abbiamo ceduto al fascino irresistibile di questa terra così variegata da piacere a tutti:  abbiamo così deciso di visitare la Spagna in bicicletta accompagnati dalla mitica Nala, la nostra cucciolotta esploratrice.

Arrivo un po' frastornato alle 6,30 del mattino a Barcellona (sono partito il giorno prima alla 14,20 dalla stazione di La Spezia). Mi trovo al terminal nord stazione autobus, è ancora buio e appena scendo dal pullman mi rendo conto che la temperatura è decisamente più bassa di quanto pensassi ( 10°C ), ma non importa, sono già vestito per pedalare. Scarico la bici, smontata e accuratamente imballata, e comincio a tirarla fuori. Mi accerto della sua funzionalità e poi svuoto il mega zaino che contiene le borse della bici: la procedura è lunga e non voglio commettere errori...
Barcellona - La Spezia in bici: viaggio in solitaria dalla Spagna all'Italia - 5.0 out of 5 based on 2 votes
Foto Pista ciclabile a Valencia da Shutterstock
La Spagna ti affascina e non vedi l’ora di aggiungere una nuova città all’elenco di quelle già viste? Perché non valuti l’ipotesi di visitare Valencia in bicicletta?
Clima fantastico, mare, attrattive e luoghi d’interesse tutti da scoprire, ancora meglio se lo fai pedalando lungo le sue piste ciclabili cittadine, ben strutturate e organizzate ad accogliere anche cicloturisti e viaggiatori a due ruote.
Alla scoperta di Valencia, in bicicletta - 3.0 out of 5 based on 1 vote
Foto Barcellona in bicicletta da Shutterstock
Ti è venuta voglia di fare un break dal lavoro e andare alla scoperta di una capitale europea, magari in bicicletta? Immagina che bello pedalare in totale relax, senza pensieri, mentre ti immergi nei colori della città e ti godi le architetture di palazzi ed edifici storici. Barcellona è il posto ideale per una vacanza di questo genere: il clima non è ancora troppo rigido e le opportunità di divertimento non mancano, sia se viaggi con la famiglia, sia che tu lo faccia con gli amici.
Dopo Yaiza la Ruta 9 continua sempre sterrata fino alle Salinas de Janubios, spettacolari specchi d’acqua rettangolari che sembrano la tavolozza di un pittore e in base ai vari stadi di evaporazione dell’acqua per l’estrazione del sale, ogni vasca assume un colore diverso: dal rosa perlato, al verde mare fino al blu… un piacevole spettacolo che ci fa quasi dimenticare che mancano ancora 8 km di asfalto a Playa Blanca.
Canarie in bicicletta: Fuerteventura e Graciosa - 5.0 out of 5 based on 1 vote
Dove andiamo in ferie quest’ anno? Alle Canarie?… e da quel momento a immaginarci spiagge dorate con amache stese tra le palme e mari da sogno, ma poi un pensiero spinge prepotente: ruote, pedali, manubrio… e la bici dove la mettiamo? E quindi un’idea si fa spazio nelle nostre teste: alle Canarie andremo in bicicletta!
Tanto tempo speso su internet, sul atlante e opuscoli vari per conoscere un po’ questo arcipelago di sette isole vulcaniche battenti bandiera spagnola, per prenderne confidenza e trovare infine quella che fa più per noi: Lanzarote, 795 kmq, la più antica e e la preferita a quanto sembra dai ciclisti da corsa e mountain bike che la scelgono per allenarsi durante i mesi freddi. E già che ci siamo... perchè non andare a dare un occhio anche all’isola di Fuerteventura che è proprio attaccata?
Canarie in bicicletta: Lanzarote a pedali - 5.0 out of 5 based on 4 votes
Il viaggio in bici sui Pirenei sta giungendo al termine... le grandi salite sono alle spalle e finalmente il miraggio dell'Oceano è lì, a due pedalate da me. Capbreton è il punto di svolta, si rimette il naso verso est per iniziare il lento rientro in compagnia di colline brevi ma spezzagambe, piccoli borghi suggestivi e incontri che rendono il viaggio unico e memorabile. 
Dopo qualche salita nelle Alpi e le pianure francesi, è finalmente arrivato il momento di mettere il naso all'insù e iniziare a pedalare in salita: il mio viaggio in bici sui Pirenei è iniziato dove avevo lasciato l'anno scorso, sulle Alpi, ma ora sono sono qui dove volevo arrivare... il mitico Tourmalet, il Peyresourde, l'Aspin e tutti gli altri: salite mitiche sulle quali ho visto per anni i professionisti con la fatica dipinta sui volti. Ed ora tocca a me pedalare e faticare... ma che soddifazione e che felicità arrivare fino in cima con la forza delle mie gambe!
Viaggio in bici sui Pirenei: da Sort a Navarrenx | Parte 3 - 3.7 out of 5 based on 3 votes
Certo, volevo salire qualche montagna delle Alpi e i passi Pirenaici, ma nonostante solo oggi, il sesto giorno di viaggio, inizi a salire i Pirenei, devo ancora riuscire a pedalare 10 km di fila di sola pianura. Colline, montagne, strade dritte che si arrampicano e scendono senza curve e magari, poco prima di scollinare l'ennesimo strappo, trovo il "dentino" che mi fa tirare su la catena su un rapporto un po' più leggero. Da Quillan seguo la strada che mi porta verso Perpignan e anche qui di pianura non se ne vede, anche perchè sono oramai a ridosso dei sospirati Pirenei...
Viaggio in bici sui Pirenei: da Quillan a Sort | Parte 2 - 5.0 out of 5 based on 1 vote
Il viaggio di Giancarlo attraverso la penisola iberica prosegue. Nella prima parte del suo racconto ci ha descritto gli incontri con decine di pellegrini ed ha iniziato a narrare del viaggio che lo ha portato a concludere il periplo iberico, oltre 4600 km pedalati tra Spagna e Portogallo. Ha percorso tre cammini verso Santiago di compostela in bici partendo ed arrivando a Barcellona. Di seguito trovate la conclusione di un racconto che è anche un invito a saltare in sella e partire... perchè il cicloturismo è un male contagioso!
Potrebbe apparire fuori luogo ma credo che certe esperienze di viaggio come quella che vi racconto si riescano a spiegare meglio se raccontate a ritroso, dalla fine al principio. E' guardando le cose da spettatore e non più da protagonista che ti accorgi della loro rilevanza. Muoversi a pedali non è associabile alla classica definizione di “viaggiare” nel senso comune in cui questo termine è inteso: arrivare ad una meta passando uno ad uno tutti i luoghi previsti dell’itinerario ma è piuttosto un “muoversi lento” che ti permette di vivere inaspettate “esperienze umane”, a volte anche “sovrumane” fatte di interazioni, confronti, conoscenza di persone culture e tradizioni.
Tre cammini per Santiago di Compostela in bici | Periplo Iberico Parte I - 5.0 out of 5 based on 2 votes

Salta in sella

Lascia la tua mail qui sotto per ricevere consigli, itinerari o suggerimenti per iniziare la tua esperienza di cicloturismo

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Unisciti ad altri 12.000 cicloviaggiatori.
Non ti invieremo mai spam!
Torna su