Vota questo articolo
(0 Voti)

Sella della bici: le 10 più comode per cicloturismo

    Migliori selle cicloturismo
    Uno dei componenti che possono davvero fare la differenza quando si pedala per molte ore è la sella della bici: scegliere quella giusta può cambiare il comfort che si prova durante le escursioni o i viaggi. Nel corso degli anni ho visto un sacco di gente con ogni genere di sella e sperimentato molto anche personalmente. Purtroppo, come spesso accade, non esiste una sella universalmente perfetta per ognuno di noi. I fattori che influenzano la nostra comodità sono molti e per questo la scelta va fatta con cura. Di seguito troverai qualche consiglio per capire quali variabili considerare nella scelta e un elenco delle selle più comode per il cicloturismo.

    La migliore non esiste

    Il titolo di questo articolo, lo so, è fatto principalmente per attrarre e se sei qui ha ottenuto il suo scopo. Ma, come spesso accade quando si parla di bicicletta, non esiste una soluzione perfetta in termini assoluti. Questo discorso vale a maggior ragione per un componente fondamentale della bici come la sella. Ognuno di noi ha caratteristiche fisiche diverse che infulenzano il nostro comfort in sella. Ognuno di noi ha una diversa flessibilità, una diversa posizione di pedalata, una diversa larghezza delle ossa ischiatiche. In fondo a queste righe troverai dunque un elenco di 10 selle da cicloturismo che hanno trovato il favore di molti cicloviaggiatori, però prima vediamo come dovresti scegliere la sella più adatta a te. 

    Problemi legati alla sella sbagliata

    I principali problemi dovuti ad una sella non adatta o a una posizione in bici scorretta sono legati alla presenza di nervi ed arterie nella zona perineale. Essi vengono compressi nello svolgimento dell'attività ciclistica, riducendo il flusso sanguigno e di conseguenza l'apporto di ossigeno ai tessuti vicini. Questa pressione può causare formicolii, intorpedimenti o dolori acuti nella zona genitale e a lungo andare può portare anche a sviluppare patologie croniche indesiderate. In generale la pressione sul perineo anteriore è maggiore per chi utilizza bici da corsa o da cronometro e il dolore è più frequente nelle donne rispetto agli uomini. 1
    uomo donna
    Un altro problema frequente tra i ciclisti è la formazione di piaghe nella zona del pube, dovute in questo caso al continuo attrito tra pelle e sella. Per ridurre queste problematiche si deve dunque ricorrere ad un miglioramento della propria posizione in sella, all'utilizzo di buoni pantaloncini e all'acquisto di una sella adatta al proprio fisico. 

    Posizione in sella e tipo di attività

    La propria attività in bici influenza in maniera decisiva anche la propria posizione in sella e di conseguenza la zona di contatto con la stessa. Lo scopo principale di una sella è quello di minimizzare le zone di pressione e per questo, a seconda della propria attività, vi sono forme, curvature e dimensioni differenti. In queste immagini di Bontrager si intuiscono bene le differenti zone di contatto a seconda della propria attività (e di conseguenza postura):

    bontrager biodynamic saddle posture comparisons

    Sulla base di questa mappatura svolta nei laboratori, Bontrager (ma così procedono anche le altre aziende), ha poi impostato la larghezza e curvatura delle varie selle:

    bontrager biodynamic saddle posture curvature 600x158

    la forma della transizione:

    bontrager biodynamic saddle posture transition 600x149

    e la curvatura del profilo

    bontrager biodynamic saddle posture profile 600x148

    In definitiva, come si può intuire dai diagrammi qui sopra, una posizione più confortevole e dritta richiede una sella più larga con un profilo più piatto mentre una posizione più aerodinamica richiede una sella più stretta e curva per garantire la minima pressione delle ossa ischiatiche. 

    Larghezza delle ossa ischiatiche

    Come detto in precedenza, le considerazioni fatte sulla posizione e sulla tipologia di attività sono valide ma ognuno di noi ha una fisionomia differente e dovrà tenerne conto nell'acquisto della sella. Uno dei fattori da considerare è proprio la larghezza delle ossa ischiatiche. La sella che si dovrà scegliere dovrà avere una larghezza tendenzialmente di 15-20mm più grande della nostra larghezza di bacino. In questa figura sottostante (questa volta di Specialized) si ha un esempio di come valutare la larghezza della sella in base alla Sit Bone Width (larghezza delle ossa ischiatiche)Sella Ossa Ischiatriche

    Come potete notare in questo caso si distinguono tre posizioni, dalla più areodinamica alla più comoda e più si terrà una posizione eretta in bici, più la sella adatta sarà larga. Per capire la propria posizione in sella ci si può far fare una foto laterale mentre per misurare la propria larghezza si potrà recarsi dal proprio negoziante di fiducia che dovrebbe disporre di un misuratore oppure utilizzare un facile metodo casalingo: procuratevi un paio di fogli di carta assorbente ed un foglio bianco A4. Umidificate con qualche spruzzata di acqua (ad esempio con i dosatori dei detergenti lavavetri) la carta assorbente ed appoggiatela su una seduta dritta e rigida (uno sgabello, un muro...) e quindi appoggiatevi sopra il foglio di carta. Spogliatevi e sedetevi sopra al foglio per qualche minuto con le gambe leggermente rialzate come nella figura sopra, esercitando una forte pressione, in modo da produrre un calco umido sul foglio con le due protuberanze ischiatiche. Ora con una penna segnate due punti nel centro dei due calchi e misuratene la distanza. Il valore ottenuto sarà la vostra larghezza di bacino.

    Flessibilità

    La flessibilità del nostro corpo è un altro elemento fondamentale da considerare e da investigare, anche frequentemente nell'arco della propria "vita ciclistica". Più flessibilità, in breve, significherà una maggior capacità di sfruttare le ossa ischiatiche e quindi una minor pressione su nervi e arterie. Viceversa, minor flessibilità causerà un movimento del bacino in avanti che porterà a una maggior pressione sulla zona pelvica. Per ridurre tale pressione potrete pensare di alzare leggermente il manubrio e scegliere una sella più adatta al vostro fisico. 

    Altezza e posizione della sella

    Non ne ho parlato fino ad ora ma sono due elementi fondamentali della comodità in bici. Il posizionamento corretto della sella, sia in altezza che in relazione ai pedali e al manubrio, è fondamentale per non soffrire di problemi lombari o al soprasella. Potrai avere la miglior sella o la sella più adatta a te, ma se la sua posizione sarà errata non raggiungerai mai il comfort che cerchi. Un buon biomeccanico sicuramente ti aiuterà a trovare queste misure ma se non vuoi spendere soldi per iniziare potrai consultare questi consigli per capire come regolare la posizione in bici.

    Durezza della sella

    Quando si inizia ad andare in bici, si pensa subito alla sella e si cerca quella più morbida e soffice possibile. Per chi viaggia in bici questo è, a mio parere, un grosso errore. Più si resta in sella e minore dovrà essere l'attrito con la zona pelvica. Di conseguenza una sella morbida che permette molti movimenti è deleteria... molto meglio una sella rigida o semirigida. Personalmente ho sempre viaggiato con selle in plastica con poca imbottitura o gel e non ho mai avuto grandi problemi di formicolii o dolori.

    Le migliori selle per cicloturismo

    Ecco l'elenco delle dieci selle che ho scelto sulla base della mia esperienza e della loro diffusione nel mondo dei cicloviaggiatori:

    Sella

    Peso

    Materiale

    Costo

    Brooks B17 Classic
    520 g
    Pelle
    Brooks Cambium C17 Carved
    446 g
    Gomma e nylon
    Prologo Dimension NDR
    218 g
    Microfibra
    Fizik Aliante R3
    215 g
    Microtex termosaldato
    Sportourer FLX Gel
    422 g
    Silkfeel Plus
    Selle San Marco Era
    275 g
    Microfibra
    Bontrager Montrose
    301 g
    Microfibra
    Fabric Scoop Elite
    266 g
    Microfibra
    Rivet Independence
    N.D.
    Pelle
    WTB Rocket V comp
    320 g
    Sintetico

    Brooks B17 Classic

    b17 standard brooks

    Brooks Cambium C17 Carved

    c17brooks cmabium carved

    Prologo Dimension NDR

    prologo dimension ndr t4

    Fizik Aliante R3

    fizik aliante r3

    Sportourer FLX Gel

    sportourer flx man gel

    Selle San Marco Era

    sella san marco era

    Bontrager Montrose

    bontrager montrose

    Fabric Scoop Elite

    fabric scoop shallow elite saddle black black

    Rivet Independence

    rivet independence

    WTB Rocket V comp

    wtb rocket v comb

    Sella

    Peso

    Materiale

    Costo

    Brooks B17 Classic
    520 g
    Pelle
    Brooks Cambium C17 Carved
    446 g
    Gomma e nylon
    Prologo Dimension NDR
    218 g
    Microfibra
    Fizik Aliante R3
    215 g
    Microtex termosaldato
    Sportourer FLX Gel
    422 g
    Silkfeel Plus
    Selle San Marco Era
    275 g
    Microfibra
    Bontrager Montrose
    301 g
    Microfibra
    Fabric Scoop Elite
    266 g
    Microfibra
    Rivet Independence
    N.D.
    Pelle
    WTB Rocket V comp
    320 g
    Sintetico

    Bibliografia

    Leonardo

    Cicloviaggiatore lento con il pallino per la scrittura e la fotografia. Se non è in viaggio ama perdersi lungo i mille sentieri che solcano le splendide montagne del suo Trentino e dei dintorni del lago d'Iseo dove abita, sia a piedi che in mountain bike. Eterno Peter Pan che ama realizzare i propri sogni senza lasciarli per troppo tempo nel cassetto, ha dedicato gran parte della vita al cicloturismo viaggiando in Nuova Zelanda, Balcani, Norvegia e molti altri paesi. Ultimamente ha trascorso dieci mesi in bici nel Sud est asiatico e ha attraversato le Ande in bici.

    Aggiungi commento

    Codice di sicurezza
    Aggiorna

    Torna su