fbpx

Unisciti alla LiT Family



Sella bici: le 10 più comode per cicloturismo

Scritto da
Vota questo articolo
(22 Voti)

Uno dei componenti che possono davvero fare la differenza quando si pedala per molte ore è la sella bici: scegliere quella giusta può cambiare il comfort che si prova durante le escursioni o i viaggi. Nel corso degli anni ho visto un sacco di gente con ogni genere di sella e sperimentato molte tipologie anche personalmente. Purtroppo, come spesso accade, non esiste una sella universalmente perfetta per ognuno di noi. I fattori che influenzano la nostra comodità sono molti e per questo la scelta va fatta con cura. Di seguito troverai qualche consiglio per capire quali variabili considerare nella scelta e un elenco delle selle da bici più comode per il cicloturismo.

Life in Travel Diaries
Sono disponibili i Life in Travel diaries, libri fotografici con tanti racconti di viaggio scritti dai cicloviaggiatori per i cicloviaggiatori. Puoi acquistarli singolarmente, in bundle o abbonandoti al piano Esploratore della LiT Family. Che aspetti? Salta in sella con noi!
 

Sella bici: la migliore non esiste

Il titolo di questo articolo, lo so, è fatto principalmente per attrarre e se sei qui ha ottenuto il suo scopo. Ma, come spesso accade quando si parla di bicicletta, non esiste una soluzione perfetta in termini assoluti. Questo discorso vale a maggior ragione per un componente fondamentale della bici come la sella.

Ognuno di noi ha caratteristiche fisiche diverse che infulenzano il nostro comfort in sella. Ognuno di noi ha una diversa flessibilità, una diversa posizione di pedalata, una diversa larghezza delle ossa ischiatiche. In fondo a queste righe troverai dunque un elenco di 10 selle da cicloturismo che hanno trovato il favore di molti cicloviaggiatori, però prima vediamo come dovresti scegliere la sella più adatta a te (se sei una cicloviaggiatrice puoi leggere anche l'articolo dedicato alla scelta della sella bici da donna). 

Problemi legati alla sella sbagliata

I principali problemi dovuti ad una sella non adatta o a una posizione in bici scorretta sono legati alla presenza di nervi ed arterie nella zona perineale. Essi vengono compressi nello svolgimento dell'attività ciclistica, riducendo il flusso sanguigno e di conseguenza l'apporto di ossigeno ai tessuti vicini. Questa pressione può causare formicolii, intorpidimenti o dolori acuti nella zona genitale e a lungo andare può portare anche a sviluppare patologie croniche indesiderate.

In generale la pressione sul perineo anteriore è maggiore per chi utilizza bici da corsa o da cronometro e il dolore è più frequente nelle donne rispetto agli uomini (fonte: Comfort on bicycles and the validity of a commercial bicycle fitting system Henri H.C.M. Christiaans - Angus Bremner). 

uomo donna

Un altro problema frequente tra i ciclisti è la formazione di piaghe nella zona del pube, dovute in questo caso al continuo attrito tra pelle e sella. Per ridurre queste problematiche si deve dunque ricorrere ad un miglioramento della propria posizione in sella, all'utilizzo di buoni pantaloncini e all'acquisto di una sella adatta al proprio fisico. 

Posizione in sella e tipo di attività

La propria attività in bici influenza in maniera decisiva anche la propria posizione in sella e di conseguenza la zona di contatto con la stessa. Lo scopo principale di una sella è quello di minimizzare le zone di pressione e per questo, a seconda della propria attività, vi sono forme, curvature e dimensioni differenti. In queste immagini di Bontrager si intuiscono bene le differenti zone di contatto a seconda della propria attività (e di conseguenza postura):

bontrager biodynamic saddle posture comparisons

Sulla base di questa mappatura svolta nei laboratori, Bontrager (ma così procedono anche le altre aziende), ha poi impostato la larghezza e curvatura delle varie selle:

bontrager biodynamic saddle posture curvature 600x158

la forma della transizione:

bontrager biodynamic saddle posture transition 600x149

e la curvatura del profilo

bontrager biodynamic saddle posture profile 600x148

In definitiva, come si può intuire dai diagrammi qui sopra, una posizione più confortevole e dritta richiede una sella più larga con un profilo più piatto mentre una posizione più aerodinamica richiede una sella più stretta e curva per garantire la minima pressione delle ossa ischiatiche. 

Larghezza delle ossa ischiatiche

Come detto in precedenza, le considerazioni fatte sulla posizione e sulla tipologia di attività sono valide ma ognuno di noi ha una fisionomia differente e dovrà tenerne conto nell'acquisto della sella. Uno dei fattori da considerare è proprio la larghezza delle ossa ischiatiche. La sella bici che si dovrà scegliere dovrà avere una larghezza tendenzialmente di 15-20mm più grande della nostra larghezza di bacino. In questa figura sottostante (questa volta di Specialized) si ha un esempio di come valutare la larghezza della sella in base alla Sit Bone Width (larghezza delle ossa ischiatiche)Sella Ossa Ischiatriche

Come puoi notare in questo caso si distinguono tre posizioni, dalla più areodinamica alla più comoda e più si terrà una posizione eretta in bici, più la sella adatta sarà larga. Per capire la propria posizione in sella ci si può far fare una foto laterale mentre per misurare la propria larghezza si potrà recarsi dal proprio negoziante di fiducia che dovrebbe disporre di un misuratore oppure utilizzare un facile metodo casalingo: procurati un paio di fogli di carta assorbente ed un foglio bianco A4.

Umidifica con qualche spruzzata di acqua (ad esempio con i dosatori dei detergenti lavavetri) la carta assorbente e appoggiala su una seduta dritta e rigida (uno sgabello, un muro...) e quindi posizionati sopra il foglio di carta. Spogliati e siediti sopra al foglio per qualche minuto con le gambe leggermente rialzate come nella figura sopra, esercitando una forte pressione, in modo da produrre un calco umido sul foglio con le due protuberanze ischiatiche. Ora con una penna segna due punti nel centro dei due calchi e misura la distanza.

Il valore ottenuto sarà la tua larghezza di bacino.

Flessibilità

La flessibilità del nostro corpo è un altro elemento fondamentale da considerare e da investigare, anche frequentemente, nell'arco della propria "vita ciclistica". Più flessibilità, in breve, significherà una maggior capacità di sfruttare le ossa ischiatiche e quindi una minor pressione su nervi e arterie. Viceversa, minor flessibilità causerà un movimento del bacino in avanti che porterà a una maggior pressione sulla zona pelvica. Per ridurre tale pressione potrete pensare di alzare leggermente il manubrio e scegliere una sella più adatta al vostro fisico. 

Altezza e posizione della sella

Non ne ho parlato fino ad ora ma sono due elementi fondamentali della comodità in bici. Il posizionamento corretto della sella, sia in altezza che in relazione ai pedali e al manubrio, è fondamentale per non soffrire di problemi lombari o al soprasella. Potrai avere la miglior sella o la sella più adatta a te, ma se la sua posizione sarà errata non raggiungerai mai il comfort che cerchi. Un buon biomeccanico sicuramente ti aiuterà a trovare queste misure ma se non vuoi spendere soldi per iniziare potrai consultare questi consigli per capire come regolare la posizione in bici.

Durezza della sella

Quando si inizia ad andare in bici, si pensa subito alla sella e si cerca quella più morbida e soffice possibile. Per chi viaggia in bici questo è, a mio parere, un grosso errore. Più si resta in sella e minore dovrà essere l'attrito con la zona pelvica. Di conseguenza una sella morbida che permette molti movimenti è deleteria... molto meglio una sella rigida o semirigida. Personalmente ho sempre viaggiato con selle in plastica con poca imbottitura o gel e non ho mai avuto grandi problemi di formicolii o dolori.

Com'è fatta una sella da bici

Una sella bici è composta da diverse parti che attribuiscono al prodotto le caratteristiche finali.

  • Il telaio è il supporto attraverso il quale la sella si attacca al reggisella. Può essere in acciaio, fibra di carbonio o più raramente in leghe di titanio. La parte del telaio a essere agganciata al reggisella si chiama carrello e può avere diverse lunghezze.
  • Lo scafo o forma della sella. Può essere realizzato in plastica, carbonio o altri materiali capaci di assorbire lo stress e le vibrazioni. Attraverso lo scafo si scarica il peso del ciclista sul telaio della sella.
  • L'imbottitura è la parte della sella bici che garantisce il comfort al ciclista. Spesso realizzata in poliuretano espanso o in foam neoprenico, ha la funzione di assorbire lo stress della pedalata senza creare disagio alle parti molli.
  • La copertura è la parte più esterna della sella. Alcune caratteristiche importanti della copertura sono: essere realizzata con materiale antiscivolo, essere impermeabile e traspirante.

Le migliori selle per cicloturismo

Ecco l'elenco delle dieci selle bici che ho scelto sulla base della mia esperienza e della loro diffusione nel mondo dei cicloviaggiatori:

Sella

Peso

Materiale

Costo

Brooks B17 Classic
460 g
Pelle
Brooks Cambium C17 Carved
446 g
Gomma e nylon
Prologo Sattel NDR
159 g
Microfibra
Fizik Aliante R3
215 g
Microtex termosaldato
Sportourer FLX Gel
422 g
Silkfeel Plus
Selle San Marco Era
384 g
Silkfeel
Bontrager Sport Bike
350 g
Microfibra
Fabric Scoop Elite Shallow
266 g
Nylon flessibile
Rivet Independence
485 g
Pelle
WTB Rocket cromoly
431 g
Microfibra

Brooks B17 Classic

La classicissima dell'azienda inglese. La Brooks B17 è per certo una sella bici molto amata dai viaggiatori a due ruote per qualità, forma e - perchè no - anche estetica. Si dice che per i primi 300 km di utilizzo, il tempo necessario a dar forma al cuoio, si soffrano le pene dell'inferno. Vero l'ha montata sulla sua Trek 920 e sembra davvero soddisfatta dell'acquisto anche perchè, a quanto ne so, è tra le elette a non aver dovuto affrontare la fase iniziale di test durezza con conseguente dolore al fondoschiena. Questa sella bici pesa 460 g ed è disponibile nera, marrone, marrone antico (scuro) e miele. La sella richiede un minimo di manutenzione per la conservazione.

Acquista su Amazon

b17 standard brooks

Brooks Cambium C17 Carved

La Brooks C17 non è in cuoio come la sorella, ma in nylon e quindi non richiede le cure del modello classico di casa Brooks. Il peso della sella è simile a quello della B17, mentre il design si presenta accattivante. C'è chi dice sia meno confortevole del cuoio ma la certezza è che anche questa sella bici si annovera tra le più ricercate dai cicloviaggiatori e amanti del gravel.

Acquista su Amazon

 

c17brooks cmabium carved

Prologo Sattel NDR

Questo modello Prologo Sattel NDR dedicato al trekking e al cicloturismo ha un peso davvero irrisorio per i maniaci dei grammi. Si trova in due colorazioni (nero-antracite come nella foto e nero-bianco) ed è stata realizzata più corta rispetto ad altri modelli per non provocare formicolio alle parti molli durante lunghe pedalate o per evitare che si incastrino i pantaloni sulla punta. Dimensioni: larghezza 143 mm x lunghezza 245 mm.

Acquista su Amazon

prologo dimension ndr t4

Fizik Aliante R3

Il modello Aliante R3 della Fizik è il più largo proposto dal brand di casa Selle Royal e ha una particolarità che verrà apprezzata da tanti: la forchetta in Kium che garantisce leggerezza. È forse ancora poco utilizzata per il cicloturismo La sella pesa indicativamente 215 g. Dimensioni: larghezza 142 mm/ 152 mm x lunghezza 265 mm.

Acquista su Amazon

fizik aliante r3

Sportourer FLX Gel

La sella da trekking Sportourer FLX Gel, venduta anche in versione lady, è prodotta dall'azienda Selle Italia ed è uno dei prodotti più economici in questo elenco di selle adatte al cicloturismo. Il telaio della sella è in alluminio FeC mentre il rivestimento è in gel Soft Touch High. Dimensioni: larghezza 160 mm x lunghezza 270 mm.

Acquista su Amazon

sportourer flx man gel

Selle San Marco Era

La sella bici Era dell'azienda veneta San Marco è un prodotto adatto al viaggio, ma non solo. Con un'imbottitura generosa, la copertura in silkfeel, il telaio in manganese e il foro centrale, può essere utilizzata in ogni disciplina ciclistica a patto che non sia un problema il peso di 384 g. Costo basso rispetto alla media. 

Acquista su Amazon

San Marco Era

Bontrager Sport Bike

Presente sul mercato sia in versione femminile che maschile, la sella per bici Bontrager Sport Bike è fornita di una copertura idrorepellente e, grazie alla presenza di una lunga scanalatura, migliora la protezione dei tessuti molli a contatto. Il comfort è una delle prerogative offerte dal prodotto. Dimensioni: larghezza 163 mm x lunghezza 275 mm.

Bontrager Sport Bike

Fabric Scoop Elite Shallow

L'azienda di Taiwan tra le tante selle produce anche questa Fabric Scoop Elite Shallow con copertura impermeabile e binari cromati da 7 mm. Con un'imbottitura media, sembra adeguata ad affrontare anche lunghi viaggi in bici per il mondo. Si trova solo in versione nera e ha un peso di 266 g. Dimensioni: larghezza 142 mm x lunghezza 282 mm.

Acquista su Amazon

fabric scoop shallow elite saddle black black

Rivet Independence

Ho iniziato a usare una sella del brand americano da pochissimo ed è stato amore a prima pedalata. La Rivet Indipendence è una sella in cuoio proposta in cinque differenti colorazioni, con il buco centrale o senza, con i binari in titanio o acciaio... insomma con questo prodotto si cerca di trovare una soluzione per qualsiasi cicloturista. La sella pesa 485 g con i binari in acciaio Cromoly (360 g in titanio) ed esteticamente a mio parere è proprio graziosa. Il costo è più alto rispetto alla media ma il comfort è garantito. Dimensioni: larghezza 160 mm x lunghezza 280 mm.

rivet independence

WTB Rocket Cromoly

La sella bici Rocket della WTB è presente sul mercato in diverse versioni tra le quali anche quella in acciaio. La forma ergonomica evita lo sfregamento anche durante lunghe pedalate ed infatti questa sella è consigliata per giri gravel, esperienze in bikepacking, ma anche per enduro. Dimensioni: larghezza 142/150 mm x lunghezza 265 mm (nella foto la versione con i binari in titanio).

Acquista su Amazon

wtb rocket v comb

E tu, quale sella da bici utilizzi per i tuoi itinerari e viaggi per il mondo?

 
 
Letto 91238 volte Ultima modifica il Domenica, 27 Agosto 2023 13:11
Scrivi qui quel che pensi...
Log in con ( Registrati ? )
o pubblica come ospite
Persone nella conversazione:
Carico i commenti... Il commento viene aggiornato dopo 00:00.

Commenta per primo.

Leo

ITA - Cicloviaggiatore lento con il pallino per la scrittura e la fotografia. Se non è in viaggio ama perdersi lungo i mille sentieri che solcano le splendide montagne del suo Trentino e dei dintorni del lago d'Iseo dove abita. Sia a piedi che in mountain bike. Eterno Peter Pan che ama realizzare i propri sogni senza lasciarli per troppo tempo nel cassetto, ha dedicato e dedica gran parte della vita al cicloturismo viaggiando in Europa, Asia, Sud America e Africa con Vero, compagna di viaggio e di vita e Nala.

EN - Slow cycle traveler with a passion for writing and photography. If he is not traveling, he loves to get lost along the thousands of paths that cross the splendid mountains of his Trentino and the surroundings of Lake Iseo where he lives. Both on foot and by mountain bike. Eternal Peter Pan who loves realizing his dreams without leaving them in the drawer for too long, has dedicated and dedicates a large part of his life to bicycle touring in Europe, Asia, South America and Africa with Vero, travel and life partner and Nala.