Abbonati alla LiT Family
Abbonati alla LiT Family per accedere a tanti contenuti esclusivi e ricevere il magazine Impronte

Vota questo articolo
(3 Voti)

Panning: tecnica fotografica per fotografare soggetti in movimento

La fotografia è un'arte dinamica adatta a chiunque voglia creare con la fantasia. Il panning è una tecnica fotografica particolare: un buon panning permette di immortalare un soggetto in movimento in modo nitido e dettagliato mentre lo sfondo dell'immagine apparirà mosso (l'effetto è simile a quello ottenuto in un disegno colorato con rapidi tratti di pennarello). Ma come si può realizzare una buona fotografia con la tecnica del panning?
Per realizzare la tecnica fotografica del panning in modo corretto è necessario avere una buona conoscenza della fotografia di base. Apertura del diaframma, lunghezza focale, velocità di scatto... sono tutti elementi da conoscere ed utilizzare nella maniera corretta se si vuole ottenere un buon risultato. A mio giudizio conoscere la tecnica è indispensabile per poi poter infrangere le regole e dare il via libera alla creatività di ciascuno di noi.

Come impostare la macchina fotografica

Prima di uscire sul campo ed iniziare a fotografare con la tecnica del panning, è necessario impostare in maniera corretta la modalità di scatto della propria macchina fotografica, sia essa una reflex o una compatta di medio-alto livello. Dovrete impostare la fotocamera con modalità di scatto a priorità di tempi (sarete voi a scegliere il tempo di esposizione, lasciando alla fotocamera la gestione del diaframma) o, ancor meglio, in modalità manuale (in questo caso avrete la libertà di impostare la coppia tempo-diaframma che più si adatta alle vostre esigenze). Una volta impostata in maniera corretta la vostra fotocamera potrete andare sul campo ed iniziare ad allenarvi sulla tecnica del panning.
 
Tecnica del panning con Tuk Tuk a Bangkok

Come realizzare un panning

Per ritrarre un soggetto con la tecnica fotografica del panning è necessario trovarsi perpendicolarmente al soggetto stesso. Dovrete dunque scegliere il punto in cui appostarvi per poter fotografare in base alla traiettoria teorica del soggetto, sia esso un motociclista, un'automobile, un ciclista, un pedone, ma anche un giocoliere, un volatile...: fate in modo di avere una visuale che vi permetta di seguire il soggetto inquadrandolo nel fotogramma per un certo tratto del suo tragitto sia prima che dopo lo scatto che dovrà avvenire quando esso si troverà esattamente sulla vostra perpendicolare. Il tempo di scatto dato alla nostra macchina fotografica non dovrà essere nè troppo veloce - altrimenti rischieremo di avere una foto totalmente nitida senza effetto panning - nè troppo lento, perchè difficilmente si riuscirebbe a mantenere il movimento fluido ed il soggetto perfettamente a fuoco. Per ottenere una fotografia tecnicamente corretta bisognerà combinare il tempo di scatto con l'apertura del diaframma: trovate un buon compromesso fra la distanza del soggetto, le condizioni di luce ed il tempo di esposizione che varia a seconda della velocità del soggetto stesso: più il soggetto è veloce, più basso dovrà essere il tempo di esposizione. Un panning ad un'auto in corsa potrà essere realizzato con tempi di esposizione piuttosto rapidi (1/80, 1/100 con diaframmi intermedi) mentre per un ciclista o un corridore serviranno tempi più lunghi (1/20, 1/40) in quanto il movimento della fotocamera che segue il soggetto ha velocità differenti. Purtroppo non è possibile quindi dare parametri standard che vanno bene in qualsiasi situazione: come in tutte le tecniche fotografiche, anche per il panning non vi è miglior insegnante dell'esperienza... uscite, provate, sbagliate e riprovate.
Pronti a realizzare un panning perfetto? Una volta individuato il vostro obiettivo, preparatevi allo scatto facendo delle prove ed impostando i parametri della fotocamera (tempo-diaframma). Attendete il vostro soggetto e, con mano ferma (il più possibile) e movimento fluido, scattate muovendo la macchina fotografica alla stessa velocità del soggetto su un piano orizzontale immaginario. Non è una tecnica facile da realizzare, ma l'esperienza vi aiuterà!
 
Pannin tecnica fotografica MTB

Difficoltà nella realizzazione di un panning

Realizzare la tecnica fotografica del panning non è una cosa semplice. Trovare la giusta coppia tempo-diaframma richiede svariati tentativi dato che la velocità del soggetto, le condizioni di luce e l'attrezzatura utilizzata influenzano il risultato finale. In definitiva il soggetto ideale dovrebbe passare più volte davanti a voi per potervi permettere diversi tentativi ma questo capita raramente (ad esempio una gara sportiva a circuito può essere un ottimo campo prova). Con il tempo e con la pratica comunque si imparerà a valutare la velocità del soggetto ad un primo sguardo e di conseguenza dei parametri approssimativi con cui sarà meglio scattare! Gli orari ideali per praticare questa tecnica fotografica sono quelli preferiti dai fotografi: l'alba ed il tramonto quando la luce non è ancora troppo invadente e forte, ma non è neppure troppo buio! Un'altra possibile difficoltà è la poca costanza di movimento del soggetto ripreso. Una bicicletta su una strada dritta, un'automobile su un rettilineo in pista, un uccello in formazione sono tutti soggetti che tendono a muoversi con costanza e linearità, ma nulla è garantito ovviamente. Oltre alla tecnica, alla situazione ideale di luce ed al soggetto in movimento costante, per realizzare un buon panning ci vuole anche un pizzico di fortuna! Buon divertimento e buona fortuna!
Hai appena inizato ad usare la macchina fotografica e vuoi scoprire qualche trucco per scattare fotografie in viaggio, nella natura, agli animali? Dai un'occhiata alle nostre guide fotografiche e dai sfogo alla tua creatività!!!

Viaggia con noi

Viaggia con noi

Scrivi qui quel che pensi...
Log in con ( Registrati ? )
o pubblica come ospite
Persone nella conversazione:
Carico i commenti... Il commento viene aggiornato dopo 00:00.
  • Questo commento non è pubblicato.
    WYW · 8 anni fa
    Io personalmente con questa tecnica ho sempre avuto dei risultati veramente orribili ma non ho ancora sbattuto la testa abbastanza... i tuoi consigli sono super utili !!
  • Questo commento non è pubblicato.
    patrick · 8 anni fa
    Intendevo semplice come 'concetto', ma farlo bene è molto difficile e serve molto esercizio!
  • Questo commento non è pubblicato.
    Vero · 8 anni fa
    Ciao Patrick e complimenti per la foto! Un panning davvero ben riuscito!!! Io, in realtà, non l'ho trovato molto semplice... spesso, provandoci, mi sono usciti dei mossi più che dei panning... ci vuole coordinazione e un po' di pratica... e forse forse anche un pizzico di fortuna^^ a presto!
  • Questo commento non è pubblicato.
    Patrick · 8 anni fa
    E' un tipo di fotografia molto semplice - non servono competenze particolari - e d'effetto. Ma serve un po' di pratica e, soprattutto, pazienza per fare foto perfette. Soprattutto non si può improvvisare. In genere ci si concentra su soggetti ripetitivi.. i taxi (come il risciò in alto), sono un classico...
    Anche io mi ci sono cimentato http://www.flickr.com/photos/patrick_colgan/5390047768/in/set-72157625784063857
Vero

ITA - Correva l'anno 1983 quando ha sorriso per la prima volta alla luce del sole estivo. Da sempre col pallino per l'avventura, ha avuto la fortuna di girare l'Europa e l'Italia con i genitori e poi, per la maturità, si è regalata un viaggio in 2 cavalli da Milano verso la Russia. Al momento giusto ha mollato il lavoro senza alcun rimpianto per volare in Nuova Zelanda dove ha viaggiato per cinque mesi in solitaria. Nel 2007 ha provato per la prima volta l'esperienza di un viaggio in bici e, da quel momento, non ne ha potuto più fare a meno... così, dopo alcune brevi esperienze in Europa, nel 2010 è partita con Leo per un lungo viaggio in bicicletta nel Sud Est asiatico, la prima vera grande avventura insieme! All'Asia sono seguite le Ande, il Marocco, il Sudafrica-Lesotho e #noplansjourney. Se non è in viaggio, vive sul lago d'Iseo! Carpediem e buone pedalate!

EN - It was 1983 when he smiled for the first time in the summer sunlight. Always with a passion for adventure, she had the good fortune to travel around Europe and Italy with her parents and then, for maturity, she took a trip in 2 horses from Milan to Russia. At the right moment he quit his job with no regrets to fly to New Zealand where he traveled for five months alone. In 2007 she tried the experience of a bike trip for the first time and, from that moment on, she couldn't do without it ... so, after some short experiences in Europe, in 2010 she left with Leo for a long cycling trip in South East Asia, the first real great adventure together! Asia was followed by the Andes, Morocco, South Africa-Lesotho and #noplansjourney. If he's not traveling, he lives on Lake Iseo! Carpediem and have good rides!

Viaggia con noi

Viaggia con Life in TravelParti per le tue vacanze in bicicletta e i tuoi tour gravel su percorsi studiati da cicloviaggiatori per cicloviaggiatori.

Viaggia con noi

               

Salta in sella

Lascia la tua mail qui sotto per ricevere consigli, itinerari o suggerimenti per iniziare la tua esperienza di cicloturismo

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Unisciti ad altri 17.000 cicloviaggiatori.
Non ti invieremo mai spam!

Contenuti recenti

Torna su