fbpx
Abbonati alla LiT Family
Abbonati alla LiT Family per accedere a tanti contenuti esclusivi e ricevere il magazine Impronte

Piste ciclabili, itinerari in bicicletta su sede propria con descrizioni, tracce gps e informazioni dettagliate

Attualmente i percorsi gravel spopolano come non mai! In questi ultimi tempi, con la proliferazione dei trail, si è capito che, con diversi accorgimenti alla propria bicicletta gravel – come la sezione dei copertoni o la loro tassellatura – si possono fare delle cose che prima erano impensabili. In questo contesto non vogliamo parlare di trail veri e propri, ma di alcuni percorsi in bici adatti alle bici gravel, che possono fungere come spunti per le tue prossime avventure. Di seguito quindi abbiamo selezionato i 10 percorsi gravel da fare almeno una volta nella vita.

La Sardegna è una delle mete più ambite dagli italiani, ma anche dai turisti provenienti dall’estero che ogni anno affollano le spiagge e i luoghi dell’entroterra alla scoperta delle meraviglie dell’isola. Tra le ricchezze che l’isola offre vi sono sicuramente quelle paesaggistiche e poter godere di queste bellezze attraversando la natura incontaminata e le viuzze delle cittadine sarde in bicicletta è un’esperienza unica. Pedalare, fermarsi per qualche breve sosta in un baretto del posto, tornare in sella e scendervi per un bagno in un mare cristallino consente di vivere l’isola da un’altra prospettiva, più dinamica e avventurosa.

Un viaggio in Sassonia in bici non può prescindere dalla percorrenza di due direttrici fluviali note e suggestive: la ciclabile Elba e la Linea Oder-Neiße. Entrambe sono estremamente affascinanti, sia per la qualità dei servizi presenti che per la varietà di paesaggi attraversati. Scopriamo un po' di più su questi due percorsi.

Questo itinerario cicloturistico tra Jesolo e Eraclea in bici ci porterà alla scoperta di alcune attrattive particolari del territorio che non ci si aspetta. Inoltre,tra una pedalata e l'altra, avrai la possibilità di visitare alcune significative realtà agricole e ricettive della zona, magari prima di divertirti come un matto su uno dei tanti sentieri sterrati lungo fiume.

Gli itinerari fluviali, non ci si può nascondere, sono tra i più suggestivi da percorrere. Non fa eccezione il tracciato che abbiamo seguito lungo le due Piave in bici... sì, hai letto bene, le due Piave: femminile plurale. Adesso ti spiego tutto.

L’anello del Piave è uno dei percorsi di cicloturismo più belli da fare, anche per i principianti poiché non ci sono dislivelli o pendenze impegnative. Vediamo allora subito le informazioni utili su uno dei percorsi fluviali più belli d’Italia e alcuni consigli utili.

Lo so, se ti parlo di Cavallino-Treporti in bicicletta probabilmente storci un po' il naso. L'immaginario collettivo è quello di una località balneare dove andare solo a prendere il sole e divertirsi l'estate. In realtà in questi giorni abbiamo scoperto un'altra faccia della medaglia, molto più in sintonia con le nostre corde e il nostro stile di vita e vacanza. Il primo itinerario che ti racconto è quello che abbraccia la laguna, sfruttando il passaggio barca tra Lio Piccolo e Lio Maggiore e concludendo la pedalata sul tratto già aperto di Via del Respiro, la ciclabile sospesa di Cavallino-Treporti.

In questo periodo dell'anno, col primo sole che scalda e la voglia di partire, siamo alla ricerca di itinerari, tracce, percorsi e idee per viaggiare in bici. Ho pensato di raccoglierne qui 10, in un articolo dedicato a Cicloviaggiatori ed Esploratori della LiT Family.

Troverai dieci domande, le cui risposte serviranno a suggerirti 10 idee per viaggiare in bici nel 2022. Buona lettura!

La provincia di Bergamo è costituita da diverse vallate che si insinuano tra laghi e colline ai piedi delle Alpi Orobie. Qui vogliamo parlare di una graziosa valle, la Valcavallina, che dal paese di Trescore Balneario procede verso nord – est toccando Casazza, il lago di Endine e giungendo alle porte del lago d’Iseo. Valcavallina in bici significa percorrere degli itinerari non sugli assi principali trafficati, ma su stradine laterali che permettono di apprezzare l’ambiente circostante, il blu dei laghi e i colori delle montagne che li contornano.

L’Eurovelo 11 in bici è un itinerario cicloturistico di 6731 km che si estende dalla punta nord – orientale della Norvegia fino alla Grecia attraversando in totale ben undici stati. Si tratta di un collegamento tra nord e sud Europa che permette di visitare sei capitali europee di grande valore e diversità: Helsinki, Vilnius, Varsavia, Belgrado, Skopje e Atene. Attualmente è in fase di realizzazione il collegamento tra Aleksandrów e Proszowice in Polonia, per riuscire a dare continuità al tracciato e permettere ai cicloturisti di tutto il mondo di pedalare in sicurezza su percorsi dedicati.

Va bene le piste ciclabili per i "grandi", ma le piste ciclabili per bambini in Italia? Ce ne sono parecchie che possiamo usufruire per far innamorare di questa pratica i bambini in bici. Ma come poter scegliere tra le più belle piste ciclabili per bambini in Italia? In questo articolo ne abbiamo selezionate alcune, per darti qualche spunto per le prossime pedalate con i più piccoli e godere appieno della meraviglia che l'Italia in bicicletta sa offrire.

Viaggi in MTB? Se è un sì, allora siamo in due! Io ho cominciato a fare viaggi in bici proprio con la mia fidata mountain bike, semplicemente perché era la mia unica bicicletta. Al giorno d’oggi si è portati a pensare che per fare cicloturismo si debba necessariamente utilizzare una bici gravel, un’adventure bike o una bici da cicloturismo. Io invece la penso diversamente ed è per questo motivo che, per tutti i nostriabbonati alla Lit Familycercherò di fare un minimo di chiarezza e capirese una mountain bike sia adatta per viaggiare.

Di seguito quindi ho risposto a dieci domande, elencando 10 cose da sapere per viaggiare in MTB.

Percorrere la Via Francigena in bici, sia nella sua interezza che per un tratto soltanto, è un'esperienza incredibile. Questo dedalo di strade che attraversa diversi Paesi europei e regioni d'Italia va percorso almeno una volta nella vita, per scoprire territori accoglienti e uno stile di viaggio unico. Per chi vuole affrontare questo itinerario e per tutti i curiosi, grazie al sostegno degli abbonati alla Lit Family abbiamo raggruppato le domande più frequenti che ci vengono poste sulla Via Francigena in bici.

Di seguito quindi abbiamo risposto a dieci quesiti, elencando 10 curiosità sulla Via Francigena in bici.

Le piste ciclabili in Italia non mancano di certo! Sono sempre più numerosi gli utilizzatori di bici e così anche i frequentatori degli itinerari cicloturistici in Italia. Fortunatamente stanno nascendo e si stanno sviluppando sempre più percorsi ciclabili nel nostro Bel Paese. Ma come poter scegliere tra le più belle piste ciclabili in Italia? In questo articolo ne abbiamo selezionate 15 per darti qualche spunto per le prossime pedalate, stringendo l'occhio a ogni tipo di cicloturista, dai più allenati e veloci alle famiglie con bimbi al seguito.

L'Eurovelo 9 in bici è un itinerario cicloturistico che si sviluppa dalla Polonia alla Croazia, da Danzica a Pula, unendo il mar Baltico a quello Adriatico. Con i suoi 2.050 km, l'Eurovelo 9 potrebbe non essere il percorso più lungo di questa rete, ma ciò non significa che questo itinerario non abbia molto da offrire. Fiumi, mari e montagne non mancano e Eurovelo 9 in bici è ricco di avventure sulla sua relativamente breve distanza. Inizia con un giro rinfrescante sulla costa baltica e termina il viaggio con una nuotata rilassante nel mare Adriatico. Nel mezzo puoi goderti l'accoglienza delle comunità locali con squisite tradizioni culinarie in Polonia, Repubblica Ceca, Austria, Slovenia, Italia e Croazia. Questo percorso è talvolta chiamato la Via dell'Ambra poiché storicamente l'ambra di pietra preziosa, trovata nella regione baltica, è stata presa da rotte come questa fino al Mar Mediterraneo!

Partiamo da Genova di buon mattino, costeggiamo il lago di Como fino a Colico e arriviamo nei pressi del centro commerciale di Trivio Fuentes (che strano nome!) dove lasciamo la macchina. Trovare la ciclovia che costeggia il fiume Adda, il “Sentiero Valtellina” ci costa un po’ di tempo ma per le 10,30 stiamo già pedalando. La ciclabile ha un bel fondo e, cosa non trascurabile, dopo le 11 un vento termico proveniente dal lago spira alle nostre spalle aiutandoci nella (lieve) risalita e proteggendoci dal (poco) caldo. Destinazione Tirano. Circa 80 km da percorrere.

Immagina di godere del sole che sorge sulla spiaggia al mattino e degustare un buon bicchiere di vino con panorama sconfinato alla sera. Il Romagna Bike Tour ti regala questo, ma anche tanto altro. Da Cervia, località della riviera romagnola, si pedala inizialmente tra le saline e sugli argini del Savio per poi inoltrarsi per tre giorni tra le armoniose colline dello Spungone, fino a raggiungere Faenza. Un percorso ciclabile che oggi definiremmo gravel, ma che è molto di più: un viaggio in bici di rocca in rocca, di mare e di terra.

Dal Medioevo è nato il Rinascimento. Allo stesso modo, dopo il periodo buio dello scorso anno, dove termini come "restrizioni", "assembramenti" e "Covid-19" hanno steso un velo di nebbia alla nostra voglia di programmare, viaggiare e scoprire, si sta verificando un auspicato e piacevole boom delle varie attività outdoor - compresi i viaggi in bicicletta - con conseguenti investimenti per la realizzazione o il rilancio di percorsi ciclabili e culturali. È il caso della ciclabile Food Valley Bike, che presto unirà Parma e Busseto.

"Se non si affrontano salite non mi posso divertire!". Questo è ciò che continuo a sentirmi dire più e più volte da colleghi cicloviaggiatori ed esploratori. Niente di più sbagliato: la dimostrazione te la offro su un piatto d'argento con questo breve percorso ciclabile Brescia Cremona nella cosiddetta "bassa", la pianura lombarda. Con questa ciclovia (come nel caso della Drava, anche qui è errato chiamarla ciclabile perché si tratta di un tessuto misto fatto di ciclabili, strade sterrate e strade secondarie) uniamo simbolicamente due centri d'arte e splendide città del nord Italia passando per paesini meno noti immersi nel verde, nella campagna. 

Per quasi mezzo secolo l'Europa è stata divisa con la forza in Est e Ovest. Il percorso Eurovelo 13 in bicicletta ripercorre la famosa Cortina di ferro, una linea che si estende dal mare di Barents al mar Nero. Seguire questo itinerario per quasi 10000 km è una lezione di storia vivente, ma fornisce anche un gradito promemoria della pace e della riconciliazione che hanno seguito la caduta della cortina. Essendo un tracciato molto lungo, il Sentiero della cortina di ferro ha qualcosa da offrire a ogni tipo di cicloturista, dai vigneti nella Repubblica Ceca meridionale e nel nord dell'Austria fino al confine montuoso tra Bulgaria e Grecia; dai vivaci porti degli Stati baltici alla bellezza sconfinata della Lapponia. Anche denominato Iron Curtain Trail, il percorso ciclabile ha ricevuto negli anni un sostegno significativo dalle istituzioni europee. Già nel 2005, il Parlamento Europeo ha riconosciuto il "Sentiero della cortina di ferro" come un progetto modello per il turismo sostenibile e ha invitato gli Stati membri a sostenerlo.

Viaggia con noi

Viaggia con Life in TravelParti per le tue vacanze in bicicletta e i tuoi tour gravel su percorsi studiati da cicloviaggiatori per cicloviaggiatori.

Viaggia con noi

               

Acquista la divisa Life in TravelSono arrivate le nuove divise Life in Travel

La voglio anch'io!

Salta in sella

Lascia la tua mail qui sotto per ricevere consigli, itinerari o suggerimenti per iniziare la tua esperienza di cicloturismo

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Unisciti ad altri 17.000 cicloviaggiatori.
Non ti invieremo mai spam!

Contenuti recenti

Torna su