Viaggio in Indonesia: 10 mete imperdibili!

Pubblicato in Indonesia
Vota questo articolo
(7 Voti)
L'ultima meta del nostro vagabondaggio di dieci mesi nel sudest asiatico è stata l'Indonesia, un viaggio in bici che consiglieremmo a tutti. L'immenso stato che divide ed unisce il sud-est asiatico con l'oceania, è costituito da circa diciassettemila isole...noi in due mesi siamo riusciti a visitarne nove! Da est ad ovest, dalla punta settentrionale di Sumatra all'estremo oriente di Papua, la cintura vulcanica che affiora dall'oceano si estende per oltre 5000km costituendo uno dei paesi più estesi al mondo: capite bene quindi che scegliere dieci località da non perdere risulti decisamente riduttivo...in quest'articolo quindi vi consigliamo soltanto dieci tra le località più belle da noi toccate, restringendo il campo alla porzione di isole tra Giava, Bali e Flores... quelle da noi visitate.
Le dieci mete che personalmente consigliamo di visitare in Indonesia:
1 Il Bromo-Tengger-Semeru national park: tutta l'Indonesia è punteggiata da coni vulcanici che svettano sul mare raggiungendo quote oltre i 3000m ma la gigantesca caldera del Tengger, implosa su se stessa migliaia di anni fa, è sicuramente una delle più spettacolari. I cinque vulcani sorti all'interno della caldera creano un paesaggio lunare a cui si aggiunge la suggestione del perfetto ed altissimo cono del Semeru (3676m) sullo sfondo. Imperdibile la salita sul cratere fumante del monte Bromo!
2 Il cratere di Kawah Ijen: non è facile salire a cuor leggero i tre chilometri di ampio sentiero che collegano la strada alle pendici del cratere Ijen perchè i portatori di zolfo con carichi di oltre settanta chili che ti passano a fianco hanno lo sguardo spento di chi non ha alternative. Questo spettacolare vulcano nella cui caldera si è creato un lago, rappresenta pienamente il contrasto presente nell'intera nazione.
Kelimutu National Park
3 Central Bali: non siamo amanti delle località turistiche e quindi, dell'intera attraversata indonesiana, l'isola di Bali è quella che meno ci ha entusiasmato. Nonostante questo, il suo cuore montuoso ricoperto di foreste e costellato di laghi vulcanici ci ha sfiancato nell'ascesa ma ci ha anche conquistato grazie ai suoi templi, alle sue piantagioni ed al mantenimento di una certa distanza morale dalle turistiche e occidentalizzate località costiere.
Wawo Muda
4 L'isola di Gili Kondo: Gili Kondo è un'isola di cinquecento metri quadrati circa al largo della costa orientale dell'isola di Lombok. Un unico edificio è presente sull'isoletta ma è sempre possibile contrattare un passaggio in barca con i pescatori del luogo. Se avete una tenda, una maschera e amate lo snorkeling questo è un paradiso incontaminato anche se minacciato dalla pesca con le bombe.
5 Il parco nazionale di Komodo: il mitico drago è un po' il simbolo dell'Indonesia e, nonostante l'incontro con questi giganti non sia un'emozione imperdibile (difficilissimo incontrarne lungo i trekking guidati, più facile avvistarli nei pressi delle cucine sia sull'isola di Rinca che su quella di Komodo), la navigazione tra le mille isole del parco, lo snorkeling, le immersioni, il passaggio all'isola delle volpi volanti (enormi pipistrelli) e molto altro, rendono il parco una meta meritevole.
6 Il parco nazionale di Kelimutu: tre laghi all'interno di un cratere, tutti di tre colorazioni differenti e cangianti negli anni...uno spettacolo che vale la pena nonostante sia complicato raggiungere la località nel cuore dell'isola di Flores. La passeggiata al mattino presto prima del sorgere del sole fino al punto panoramico sui laghi è un'esperienza da non mancare se arrivate fino a qui.
Central Bali
7 Il cratere Wawo Muda e Bajawa: i mille coni vulcanici che costellano l'isola di Flores ci hanno reso la vita dura in bicicletta ma lo spettacolo di vedere questi coni perfetti salire dal mare ha ripagato abbondantemente lo sforzo. Tra di essi i laghi nati nel 2001 dall'esplosione del Wawo Muda, non lontano dalla bella cittadina di Bajawa sono una località da non perdere. Più ad est anche il fumante Ebulobo merita una visita.
8 L'isola Moyo: Al largo delle coste settentrionali dell'isola di Sumbawa, questa enorme riserva naturale è l'ideale per coloro che siano in cerca di avventura immersi nella natura. Soltanto un paio di villaggi di pescatori si trovano sull'isola i cui fondali sono abitati da una diversissima e colorata fauna ittica. A nord, scendendo dalla barca sulla spiaggia, è possibile addentrarsi nella foresta e fare un bagno ai piedi di una splendida cascata con delle piscine naturali di travertino.
Monte Bromo
9 Labuhan Bajo: la principale città della costa occidentale dell'isola di Flores sorge proprio di fronte al parco nazionale di Komodo e le mille isole che punteggiano la baia sono uno spettacolo imperdibile quando il tramonto colora l'orizzonte di arancio, rosso e violetto. La località è in realtà ancora un grande paese anche se lo sviluppo la sta snaturando rapidamente, ma la sua posizione privilegiata ne garantisce un fascino perenne. Da non perdere!
10 I villaggi delle etnie di montagna di Flores: l'Indonesia patinata delle località turistiche come Kuta o le Gili Islands è lontana anni luce dalla realtà commovente dei villaggi di montagna del Nusa Tenggara Orientale (Flores in particolare). I villaggi costruiti ancora secondo lo stile tradizionale, con le case disposte in circolo ed un ampio giardino, funzionano tutt'oggi in base ad una comunione generale dei (pochi) beni disponibili. L'animismo di queste popolazioni incuriosisce ed attrae inevitabilmente.
Ed infine vorrei darvi un paio di consigli su cosa cercare di evitare: Bali e le sue località più popolari sono ultra-affollate e tutti sono pronti a spillare qualche dollaro dalle tasche dei ricchi turisti occidentali...lasciate perdere Kuta beach e Ubud! Se potete risparmiarvi la visita delle città più grandi, ne guadagnerete in salute e non vi perderete un granchè.

Infine due parole sul trekking, molto popolare, al monte Rinjani sull'isola di Lombok: per salire sulla cima è obbligatorio pagare i servigi di una guida ed alcuni portatori ma purtroppo questi personaggi rovinano la loro stessa fonte di reddito lasciando ovunque plastica e rifiuti, inoltre dopo poche centinaia di metri spesso la guida vi abbandonerà al vostro destino per raggiungervi al termine della giornata. Personalmente ci siamo rifiutati di salire, pagando fior di quattrini a persone che rovinano l'ambiente lucrando sull'ignoranza dei turisti (ho visto gente salire in infradito e loro utilizzano la scusa della sicurezza per obbligarti a noleggiare una guida!). Lo spettacolo dell'enorme lago alla base del monte dev'essere davvero mozzafiato ma fintanto che non ci sarà un po' di cultura ambientale, meglio lasciar perdere!

Viaggio in Indonesia: 10 mete imperdibili! - 3.7 out of 5 based on 7 votes
Leonardo

Cicloviaggiatore lento con il pallino per la scrittura e la fotografia. Se non è in viaggio ama perdersi lungo i mille sentieri che solcano le splendide montagne del suo Trentino e dei dintorni del lago d'Iseo dove abita, sia a piedi che in mountain bike. Eterno Peter Pan che ama realizzare i propri sogni senza lasciarli per troppo tempo nel cassetto, ha dedicato gran parte della vita al cicloturismo viaggiando in Nuova Zelanda, Balcani, Norvegia e molti altri paesi. Ultimamente ha trascorso dieci mesi in bici nel Sud est asiatico e ha attraversato le Ande in bici.
Sito web: www.lifeintravel.it

Aggiungi commento

Commenti  

# 0 Ste 2013-07-05 11:31
Ciao! complimenti per il vostro racconto e per il bellissimo viaggio che avete fatto!

Anche io e la mia ragazza abbiamo individuato Moyo come destinazione per stare immersi nella natura per qualche giorno. Ma a quanto pare l'unico posto in cui alloggiare sembra essere un resort a 5stelle! voi dove avete dormito? avete visto se ci sono guesthouse o simili?

grazie!
Stefano
Rispondi Rispondi con citazione Citazione
# 0 Leo 2013-07-09 22:20
Citazione:
Ciao! complimenti per il vostro racconto e per il bellissimo viaggio che avete fatto!

Anche io e la mia ragazza abbiamo individuato Moyo come destinazione per stare immersi nella natura per qualche giorno. Ma a quanto pare l'unico posto in cui alloggiare sembra essere un resort a 5stelle! voi dove avete dormito? avete visto se ci sono guesthouse o simili?

grazie!
Stefano
Ciao Ste,
sì, a quanto ne sappiamo l'unica struttura turistica sull'isola è il resort a 5 stelle di cui parli... l'unica alternativa è campeggiare dopo essersi fatti accompagnare sull'isola da un pescatore. Noi abbiamo solo trascorso mezza giornata nel nord passandoci con una mini-crociera per rientrare su Bali da Flores alla fine del viaggio in bici
Rispondi Rispondi con citazione Citazione
 
 
 

Salta in sella con noi

Ciao, siamo Leo e Vero, se vuoi ricevere tanti suggerimenti, informazioni e itinerari per viaggiare in bici e in MTB, iscriviti qui per restare sempre aggiornato
Privacy e Termini di Utilizzo

Recenti

  1. Articoli
  2. Commenti

Pedalando Aotearoa

Scarica gratuitamente il libro Pedalando Aotearoa - L'isola del Nord sul viaggio in bicicletta in Nuova Zelanda.
Pedalando Aotearoa

Seguici su Google+

Ultime dal forum

Altre discussioni »

Ci trovi anche su

Cicloguide
La nostra esperienza di cicloviaggiatori e la voglia di condividere conoscenze ed emozioni ci ha portato a realizzare un portale dedicato al cicloturismo, il viaggio lento e senza stress. Da poco è nato cicloguide.it dove troverete Guide di viaggio in bici consultabili online e scaricabili in formato elettronico.
I nostri viaggi ci hanno portato in giro per il mondo, sempre al risparmio: su Mondo Lowcost trovi le nostre recensioni e guide di viaggio Lowcost. Scopri alloggi e locali a basso costo in tutto il mondo e contribuisci consigliando agli altri viaggiatori le strutture in cui sei stato tu.
Resta aggiornato
Unisciti ad oltre 10.000 cicloviaggiatori e ricevi news, consigli e
itinerari per organizzare il tuo prossimo viaggio in bici
 
 
 
 
Questo sito web utilizza cookie per ottenere statistiche e mostrare la pubblicità più interessante. Se continui a navigare accetti l'istallazione di tali cookie Maggiori informazioni Ho capito