Menu
Il Messico è una nazione tutta da esplorare. L'uomo ha preso possesso di questa straordinaria terra più di 30 mila anni fa, e, ad oggi, cento milioni di persone abitano in Messico e parlano più di 50 dialetti, componendo un affresco di usi e costumi straordinario. I tantissimi siti archeologici che caratterizzano questo stato sono tra i più belli al mondo: i templi Aztechi, come quelli che si possono ancora visitare nel Distrito Federal e nei dintorni, e le rovine Maya come il complesso di Chichèn Itzà, che hanno resistito alla furia dei conquistadores spagnoli del 1600 sono tra le attrazioni più visitate al mondo.
 
Fuggire, scappare, andare in Messico... quante volte, nella vostra vita, avete sognato di alzarvi presto una mattina, riempire lo zaino con il minimo indispensabile e, sull'uscio di casa urlare:" Ciao Mamma, me ne vado in Messico?!?"... Tante? Poche? Nessuna? (non ci credooo!!!!) Un viaggio in Yucatan, in Chiapas, nel Distrito Federal... Io personalmente in moltissime occasioni ho pensato di lasciare la tranquillità e le comodità domestiche per darmi alla macchia nell'accogliente Messico, ma fra il pensare ed il fare poi, ne passa di acqua sotto i ponti...
Nonostante queste sane sbandate di testa (come le chiamerebbero i "regolari" della nostra società), due piccole fughe me le sono concesse anch'io!
 
Viaggio in Yucatan: cosa vedere in questo scorcio di Messico - 3.7 out of 5 based on 3 votes

Mi svegliai di soprassalto, scossa da un forte trambusto... non capivo: controllai l'orologio per qualche istante,il pullman era partito solo da poche ore e non potevamo già essere giunti a destinazione. Mi guardai intorno smarrita  mentre i miei occhi si soffermavano sul viavai di persone in divisa militare e fucile a tracolla che si sparpagliavano per il mezzo impartendo ordini ai passeggeri spaventati. La tensione era palpabile e, non appena mi fu indicato di raggiungere gli altri compagni di quel lungo viaggio all'esterno, non esitai un solo secondo ad alzarmi, tale era la voglia di respirare aria fresca. Da un po' di anni l'esercito messicano aveva iniziato a pattugliare le strade confinanti con il Chiapas dove nel 1994 si era levato a gran voce il desiderio di uguaglianza del popolo indios discriminato.

Vai all'inizio della pagina
Resta aggiornato
Unisciti ad oltre 10.000 cicloviaggiatori e ricevi news, consigli e
itinerari per organizzare il tuo prossimo viaggio in bici
 
 
 
Questo sito web utilizza cookie per ottenere statistiche e mostrare la pubblicità più interessante. Se continui a navigare accetti l'istallazione di tali cookie Maggiori informazioni Ho capito
        Registrati