Cicloturismo, vacanze e viaggi in bici in Argentina

La Patagonia è per gli italiani una sorta di magnete che attrae ogni anno migliaia di visitatori (noi siamo stati in Patagonia in bicicletta ormai molti anni fa). Cosa o chi sia ad esercitare un fascino così prorompente sui viaggiatori italici non è dato saperlo, però gli indiziati sono molti e ben agguerriti. Le immense distese della Pampa o le ultime rocciose propaggini andine, l'oceano ed i suoi misteriosi abitanti o i laghi nelle cui acque si gettano ghiacciai ancora immensi... tutto questo e molto più potrebbe giustificare l'epidemia che ormai dilaga da anni in Italia del Mal di Patagonia.
La fama dell'Argentina è di solito legata al tango ed ai gauchos, ma molti cicloviaggiatori sono attirati soprattutto dalle sue meraviglie naturali che spaziano dai deserti del nord alla cordigliera delle Ande meridionali ed agli splendidi e desolati paesaggi della splendida terra alla fine del mondo, il luogo ideale da viaggio in bicicletta, la Patagonia. Proprio in quella terra estrema decisi, assieme ad Alessandro, di effettuare il mio primo viaggio in bicicletta. Le descrizioni estasiate di Chatwin (il libro In Patagonia è un must per chi si appresta ad affrontare un viaggio in quelle terre) mi hanno influenzato non poco nella scelta della mia prima grande avventura su due ruote, anche se gli spazi sconfinati e "liberi" hanno sempre esercitato una forte attrazione su un "recluso" come me (vivendo in mezzo alle Alpi, splendide per altri motivi, gli orizzonti infiniti non mi sono molto familiari!).

             

Storie a pedali

podcastUn podcast dedicato ai viaggi in bici, una narrazione per raccontare il mondo del cicloturismo anche attraverso la voce

Ascolta il Podcast

Salta in sella

Lascia la tua mail qui sotto per ricevere consigli, itinerari o suggerimenti per iniziare la tua esperienza di cicloturismo

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Unisciti ad altri 14.000 cicloviaggiatori.
Non ti invieremo mai spam!

Contenuti recenti

Torna su