Menu
LunFeb28
Mi sembra ieri quando ho raggiunto l'aeroporto di Malpensa con il mio biglietto in mano, emozionata e entusiasta del mio viaggio. L'aereo Emirates inizia la sua lunga traversata nei cieli d'Oriente sostando appena una volta a Dubai, per poi riprendere il suo veloce moto verso la Terra della lunga nuvola bianca: Aotearoa, in lingua Maori. Dopo 24 ore infinite di volo atterriamo all'aeroporto di Christchurch, la città più inglese dell'intera Nuova Zelanda. Sono passati più di due anni e oggi la città non è più la stessa, oggi, in seguito al fortissimo terremoto che l'ha colpita qualche giorno fà, la città piange le sue vittime e i centinaia di edifici squartati dalla violenza della Madre Terra. Scrivo una mail un po' agitata, ho la mano che trema, sono in pensiero: due amici che noleggiano bici, vivono a Christchurch. La commozione è tanta quando finalmente ricevo una mail di risposta: Kay mi parla di quasi 300 vittime e e più del 60% della città da ricostruire. La loro abitazione non è stata danneggiata, ma il loro negozio ha subito gravi danni. I neozelandesi, gentili e spiritosi nell'animo, sono anche un popolo forte e coraggioso, dopotutto inizia ad esserci una grande affinità tra i guerrieri Maori e i successivi conquistatori inglesi... questo mix di usanze e tradizioni così differenti ha dato vita ai kiwis, i neozelandesi che con la loro squadra di Rugby, gli allblacks, segnano mete a tutto spiano...
Christchurch adesso è in ginocchio, ma come l'Aquila in Italia, saprà rialzarsi per ricominciare nuovamente a camminare.

Se siete interessati a scoprire questo splendido paese agli antipodi, trovate il racconto di Leo che ha trascorso quasi tre mesi per girare la Nuova Zelanda in bici oppure una serie di trekking in Nuova Zelanda raccontati dall'entusiastica Vero

Vota questo articolo
(0 Voti)
Veronica

Classe 1983 (mi han detto che ne sono nati di matti quell'anno...), abito nel bellissimo Trentino da qualche anno e la fortuna (o sfortuna) mi ha fatto incontrare Leo con cui ora vivo e scrivo su lifeintravel.it Dopo aver girato l'Europa e l'Italia con i miei genitori, per la maturità mi sono regalata un viaggio in 2 cavalli da Milano a Praga (un fiorino ha interrotto il nostro viaggio verso Mosca facendoci ribaltare su una strada slovacca). Dopo aver cambiato mille lavori (pasticcera, agente di viaggio, venditrice di gabinetti, addetta alle lamentele in un call center, barista, cubista ehm, questo non ancora!...) ed aver viaggiato due volte in Messico, ho mollato tutto senza alcun rimpianto per volare in Nuova Zelanda dove ho bighellonato per cinque mesi. Nel 2010 con Leo sono partita per un lungo viaggio in bicicletta nel sud est asiatico. Ora, fra un'escursione in montagna ed un'avventura, sogno e risogno la Panamericana sulle due ruote!!! Ecco in poche parole chi sono: cicloviaggiatrice per scelta, pasticciona a tempo pieno, mountain biker per caso, quando non viaggio ne sto combinando una delle mie...

Aggiungi commento

Codice di sicurezza Aggiorna

Vai all'inizio della pagina
Resta aggiornato
Unisciti ad oltre 10.000 cicloviaggiatori e ricevi news, consigli e
itinerari per organizzare il tuo prossimo viaggio in bici
 
 
 
Questo sito web utilizza cookie per ottenere statistiche e mostrare la pubblicità più interessante. Se continui a navigare accetti l'istallazione di tali cookie Maggiori informazioni Ho capito
        Registrati