L'ho visto proprio per caso ieri sera (lo so lo so, sono rimasta indietro) sul sito di Internazionale e mi ha colpito per originalità ed attualità. Ho deciso di riproporvi il video dei 365 giorni di una bicicletta a New York, così chi non è riuscito ancora a vederlo ora non potrà più avere scuse!!! Ditemi sinceramente... a quanti sarebbe venuta un'idea del genere?!?
Ieri sera stavo dando un'occhiata alla tv e durante il programma di Fabio Fazio, Che tempo che fa, la Litizzetto ha citato un video che sta spopolando in internet e che io non avevo ancora avuto la fortuna di vedere: è la storia di Navarre, un lupo dell'apennino trovato in un torrente gelido, bloccato e ormai allo stremo delle forze, salvato da degli angeli che lo hanno riportato a riva, rianimato, riscaldato e medicato.
Un classico itinerario in mountain bike nella zona settentrionale del lago di Garda. Il Dosso dei Roveri è un percorso entrato di diritto tra i più popolari tracciati per le ruote grasse delle MTB sulla sponda trentina del lago di Garda. Una giornata spettacolare di febbraio (ma sembrava maggio: pantaloncini e maglietta!) ci ha concesso un panorama tra i più spettacolari della zona orientale del lago, sulle pendici del gruppo de monte Baldo, giardino d'Europa.
Ecco il racconto di una straordinaria giornata normale in bici...
In questi ultimi giorni stò valutando l'idea di regalarmi per Natale una action camera da utilizzare nelle uscite in MTB e nei viaggi in bici in giro per il mondo. Un po' di ricerche online mi hanno portato a restringere la selezione tra prodotti di tre aziende... Gopro, Contour e Gobandit. La prima di esse è sicuramente l'azienda più nota in Italia e forse anche all'estero mentre le altre sono delle valide alternative. In questo articolo ho pensato di condividere le considerazioni fatte in questi giorni per orientarmi su un prodotto piuttosto che su un altro, cercando di fare chiarezza su pro e contro di questi comunque splendidi esempi di alta tecnologia.
Il Laos è uno dei paesi meno popolati d'Asia.
Dal punto di vista morfologico può essere suddiviso in due regioni: quella settentrionale è caratterizzata da alte catene montuose tra cui la strada serpeggia salendo verso la Cina prima di scendere a Luang Prabang. L'altopiano di Phonsavan custodisce migliaia di enormi giare ed unisce monti e pianure. La zona meridionale del paese è invece più pianeggiante, solcata dal Mekong e fiancheggiata da spigolose colline carsiche. A circa 50 km dal confine cambogiano, il corso del fiume si divide formando centinaia di isole che variano in dimensione e numero a seconda della stagione.
Ecco un breve filmato in cui raccontiamo i nostri due mesi thailandesi... dopo un rinfrescante bagno in un fiume sperduto sull'altipiano di Bolaven nel Laos meridionale!

Questo articolo fa parte del diario di viaggio tenuto in diretta del progetto Downwind. Se volete leggere le altre puntate, ecco qui tutti gli articoli dei nostri dieci mesi in bicicletta nel sud est asiatico

Due mesi di Thailandia sono oramai alle spalle e davanti a noi ci sono Laos, Cambogia, Thailandia del Sud, Malesia ed Indonesia ad attenderci. Nel frattempo ecco un breve resoconto per immagini di cos'è stata per noi la terra thailandese.
Un breve filmato dalla valle del fiume Kwai
Un video per gli amanti dell'adrenalina. Un downhill di 64 km in Bolivia lungo la strada della morte

Partire per l'Australia con il working holiday visa è il sogno di molti giovani italiani: un anno dall'altra parte del mondo, lontano dal lavoro, dallo stress, dalla quotidianità e dalla monotonia di una vita a casa. Il passo più importante è prendere la decisione di partire ma una volta affrontato questo scoglio vanno esplicate alcune formalità burocratiche che ci permetteranno di tradurre in realtà il nostro sogno. Di seguito cercherò di dare una breve panoramica su ciò che è necessario e ciò che è utile procurarsi prima di partire.

 

Nel video di seguito proposto potete vedere una delle regolazioni che ci si trova ad affrontare più di frequente nella manutenzione ordinaria della nostra MTB: la regolazione del deragliatore anteriore.
Torna su