Cicloturismo e viaggi in bici in Trentino

Val di Non MTB
E' primavera e finalmente siamo riusciti a rispolverare le mountain bike che stavano rinchiuse scalpitanti in cantina... per iniziare ci siamo concessi un paio di percorsi facili dietro casa, salendo sulle pendici del monte Peller per iniziare a scoprire la Val di Non in MTB in questo nostro "anno noneso". I percorsi che vi proponiamo di seguito sono uniti perché piuttosto brevi e perché in parte si sovrappongono l'un l'altro. Se amate le belle discese comunque qui ce ne sono di brevi ma intense.
Ciaspole a Campiglio
Un'escursione con le ciaspole in Adamello. Ecco il video del nostro trekking al lago Seredoli, in un paesaggio fatato completamente bianco e ovattato. Partendo da sopra Madonna di Campiglio abbiamo raggiunto prima il lago di Nambino per proseguire verso l'alto: l'obiettivo era il lago di Seredoli, raggiunto con fatica ma molta soddisfazione dopo aver battuto la traccia in una coltre nevosa fino a quel momento immacolata.
Orso bruno
Lunedì, con un giorno di anticipo sulla data pubblicizzata, forse per evitare incursioni ambientaliste o di troppi curiosi, è arrivato all'area faunistica nei pressi del santuario di San Romedio in Val di Non, Bruno, un orso bruno dei Carpazi proveniente dal centro visite del Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise. Chi segue questo blog e soprattutto la nostra pagina facebook, sa quanto abbiamo a cuore la sorte degli orsi "trentini" ed in generale la sorte di questi maestosi animali che tanto rumore stanno provocando, nel bene e nel male, qui tra i nostri boschi. Lasciatemi allora fare alcune considerazioni sul ritorno dell'orso Bruno a San Romedio. 
Castel San Pietro
La mia prima escursione nella bassa Val di Non mi ha dato non poche soddisfazioni: raggiungere i ruderi di Castel San Pietro dal paese di Vigo di Ton non è un'impresa faticosa ma, in certe stagioni come potrebbe essere quella invernale, l'ultima parte del trekking potrebbe presentarsi come scivolosa ed un pochino esposta. Inserito nel contesto selvaggio della Val dei pilastri, i ruderi di Castel San Pietro sono situati ad un'altitudine di 861 metri, in posizione estremamente panoramica sulla val di Non e sulle Dolomiti di Brenta.
Ciclabile Valsugana
Il ciclodramma è un progetto interessante e molto originale del Festival di Pergine che rivoluzionerebbe il cicloturismo sulla ciclabile valsugana reinterpretando il territorio secondo svariati fattori. Questa app, che stiamo attendendo con trepidazione, sarà la compagna di viaggio prediletta dei cicloviaggiatori lungo la ciclabile valsugana in Trentino per oltre 80 km di pedalate... alternative!
Monte Altissimo in MTB
Uno dei tanti percorsi MTB che partono dall'Altopiano di Brentonico fino a raggiungere il monte Altissimo nel gruppo del monte Baldo. MTB preparate, scarpette indossate, casco in testa... via, si parte dal paese di Brentonico per salire fino al rifugio Damiano Chiesa all'Altissimo con splendidi scorci sul lago di Garda e sulle Alpi ledrensi. Dopo la fatica, il meritato divertimento in discesa fino al rifugio Malga Campei per poi rientrare a Brentonico.
Al lago di Pian Palù in Val di Pejo
 La val di Pejo è una valle nata dall'erosione fluviale da parte del fiume Noce, lo stesso corso d'acqua che forma il lago di Santa Giustina in Val di Non e che, raggiunta la valle dell'Adige, si butta nelle acque del fiume omonimo. Con la Val di Rabbi è parte dell'area trentina del parco nazionale dello Stelvio dove vivono numerosi specie di animali alpine. Il lago di Pian Palù è un bacino artificiale piuttosto suggestivo per la sua posizione incastonata fra le montagne del gruppo dell'Ortles e del Cevedale. Il trekking fino al lago è da considerarsi facile ed adeguato a tutti!
Eremo di San Romedio di notte
Uno scatto del santuario di San Romedio in una gelida notte stellata d'inverno. 
Alba sul Brenta - altopiano della Paganella
Ci sarebbe da diventar romantici: l'altopiano della Paganella, Fai per la precisione, è stato il luogo dove io e Leo ci siamo incontrati per la prima volta... ma bando alle ciance, qui le emozioni che vi voglio raccontare sono altre, sono quelle dell'avventura vissuta questo weekend fra le montagne dell'altopiano della Paganella, ai piedi delle Dolomiti di Brenta, uno dei gruppi più impervi del Trentino.
Trekking a Malga Binasia sul Monte Pin
Con alle spalle il lago di Santa Giustina, bacino artificiale molto suggestivo incastonato nella Val di Non dal 1951, saliamo i brevi tornanti che ci portano a Livo poco dopo il quale imboccheremo la Val di Bresimo. Il Monte Pin ci osserva dall'alto nella sua candida veste invernale... è una delle prime vette (forse proprio la prima) appartenenti al gruppo delle Maddalene che si incontrano provenendo da Trento, sul lato occidentale dell'Alta Val di Non. L'ascesa fino a Malga Binasia bassa ci porterà a scoprire il silenzio di queste montagne un po' fuori dalle solite rotte escursionistiche.
Lago di Tret gobbe di neve
Immerso nella Natura lontano dalla folla e dalla confusione delle piste da sci, il piccolo lago di Tret è uno di quei luoghi dove è ancora possibile camminare nel silenzio senza raggiungere per forza la vetta di una montagna. In inverno, quando gli alberi sono spruzzati di neve e la superficie del lago di Tret gela completamente, lo scenario appare ancora più fiabesco.
Con le ciaspole in Val di Non
Un'escursione sulle ciaspole sul monte Roen in val di Non ci conduce in un mondo bianco e candido con panorami fantastici sulle Dolomiti
Monte Roen
La Val di Non, la valle delle mele in Trentino, è uno dei luoghi di questa regione che si prestano meglio all'esplorazione con le ciaspole. Il Monte Roen, situato nella parte più alta della valle, si affaccia da una parte sulle sterminate piantagioni di meli, mentre dall'altra sui primi lembi di Alto Adige, quelli che circondano il lago di Caldaro.
Nella distilleria Poli
Fermento ed allegria accompagnano le ultime giornate d'estate del piccolo borgo di Santa Massenza, nella valle dei laghi. In paese tutto è pronto per iniziare la distillazione della grappa, uno dei momenti più importanti della vita sociale di Santa Massenza che conta 150 abitanti e 5 distillerie ancora funzionanti, il tutto fra le montagne del Trentino.
Mese montagna Vezzano
Novembre è, da un po' di anni, sinonimo di montagna qui in Trentino..., ma soprattutto nella bella valle dei laghi. Anche in questo 2012 a Vezzano si terrà il Mese della Montagna, una serie di eventi dedicati all'alta quota ed ai suoi protagonisti. Siete pronti ad andare sempre più in alto?
Dolomiti in bici
Sono trascorsi diversi anni dal nostro viaggio in bici sulle Dolomiti di Trentino, Veneto e Friuli, ma il ricordo del lento vagabondare sulle strade del nord est d'Italia è ancora vivido nei nostri pensieri tanto da permetterci di raccontarti più nel dettaglio le 12 giornate di fatica sui rocciosi Monti Pallidi. Sei pronto a partire con noi?!?
Lago di Tovel
Il lago di Tovel è uno degli specchi d'acqua alpini più famosi del Trentino e delle montagne italiane. La sua fama è dovuta principalmente ad un fenomeno naturale che, durante le estati fino al 1964, tingeva il lago di rosso... ora si può solo immaginare, magari con l'aiuto di un bel tramonto! Incastonato tra le alte vette dolomitiche che cingono la val di Tovel, il lago è raggiungibile in ogni stagione, ma non sempre con l'ausilio dell'automobile o di un mezzo di trasporto motorizzato. Primavera, estate, autunno ed inverno, al lago di Tovel ogni stagione è quella giusta per scoprire la natura selvaggia delle Dolomiti di Brenta camminando lungo le placide acque...
Stelvio in MTB
Mountain bike nel parco dello Stelvio: questo è uno dei tanti percorsi MTB possibili all'interno dei confini del Parco Nazionale dello Stelvio. Il giro del Montozzo è un classico itinerario mountain bike per chi ama la fatica ma anche i panorami spettacolari delle alte quote. La conquista della forcella di Montozzo a quota 2613 m e la divertente ed interminabile discesa sarà una splendida ricompensa allo sforzo compiuto per raggiungerla.
Denti di Terrarossa dello Sciliar
Le dolomiti, alcune delle montagne più belle del mondo dove percorrere sentieri o vie ferrate. Due giorni trascorsi nel cuore del parco naturale dello Sciliar e nel gruppo del Catinaccio, fra l'imponente massiccio dell'Antermoia ed i pittoreschi Denti di Terrarossa. Due giorni di fatica e sudore assolutamente ripagati dai paesaggi e dagli avvistamenti di biodiversità!
Desmontegada de le caore
L'estate stà lentamente finendo, le giornate diventano più corte e le serate in montagna più fresche. Settembre è il mese durante il quale gli animali, dalle alte quote dove hanno trascorso la stagione calda, ritornano ai paesi in valle per passare l'inverno nelle stalle. Settembre è il mese della Desmontegada de le caore di Cavalese, in Val di Fiemme, un momento della tradizione locale ma anche un'occasione per tutti per avvicinarsi al mondo della montagna e delle malghe!
Torna su