Cicloturismo e viaggi in bici in Trentino

Castello del Buonconsiglio
E' finalmente iniziata. La tanto attesasettimana della cultura è cominciata anche qui in Trentino e, come in tutto il resto d'Italia, riserverà molte sorprese agli amanti dell'arte, dell'architettura e dei musei!!! In tutta la provincia ci saranno manifestazioni enogastronomiche, eventi dedicati ai più piccoli, tanti sconti e tanti ingressi liberi...
Trento Film Festival
Uno degli eventi più attesi del calendario diTrento è ormai alle porte e quest'anno festeggierà il suo 60° compleanno... stiamo parlando del Film Festival della Montagna della città trentina. Un appuntamento sicuramente importante per tutti gli amanti dell'alta quota e dell'aria pulita, un evento che inizierà il 26 aprile e si concluderà il 6 maggio, una manifestazione ricca di incontri, films e sorprese.
Castello di Avio
In occasione della Giornata di Primavera del Fai, abbiamo deciso di visitare il Castello d'Avio ubicato pochi chilometri a nord del confine con il Veneto. Questa roccaforte difensiva del Trentino fu la dimora della potente famiglia dei Castelbarco, il cui nome probabilmente deriva proprio dal maniero Castel Barco a Chiusole.
Percorso dell'arte Vallagarina
Il percorso dell'arte comprende alcuni sentieri che si sviluppano in Vallagarina, il comprensorio trentino in prossimità di Rovereto. Sono adatti a tutti: grandi e piccini, allenati e pigri, tutto dipende dal sentiero che sceglierete. Prima di iniziare il vostro tragitto, potrete visionare una delle mappe dell'arte... ce n'è davvero per tutti i gusti!
Logo Trentino Bike
Sono ormai un po' di mesi che è nata l'Unione Bikers Trentini di cui faccio parte e di cui, soprattutto, condivido idee e visione... il suo obiettivo era quello di poter partecipare al tavolo tecnico che la Provincia di Trento ha indetto per rivalutare l'attuale situazione normativa trentina in materia di sentieristica e fruibilità della montagna.
Il tavolo tecnico è avviato e l'UBT non ha ancora ricevuto alcuna chiamata dalla Provincia di Trento... di seguito riporto l'aggiornamento dello "stato di avanzamento dei lavori" pubblicato sul sito dell'UBT...
Castel Drena
Non è detto che una facile escursione non possa riservare piacevoli panorami e scoperte... ne è la dimostrazione l'itinerario di cui vi vogliamo parlare oggi: un percorso poco impegnativo dal punto di vista fisico (anche se le rocce e la vegetazione rendono il sentiero sconnesso) ci ha condotto attraverso le Marocche di Dro, nel Trentino meridionale, per scoprire le impronte lasciate qui dai dinosauri milioni di anni fa...
Calisio in MTB
Un facile itinerario mountain bike sul monte Calisio, una delle montagne di Trento che percorriamo spesso per i nostri allenamenti. Torniamo dunque, dopo aver parlato dell'itinerario da Villamontagna al lago di S. Colomba, a raccontare dei percorsi presenti nel dedalo di sentieri che si trovano all'interno dell'ecomuseo dell'argentario. In questo caso il percorso è adatto a (quasi) tutti visto il dislivello ridotto, ma comunque suggestivo con begli scorci sulla città di Trento.
Val Breguzzo
Siamo al 3 di marzo ed il termometro segna 18° alle 9 di mattina, ma siamo sicuri di trovarci sulla Terra? Il cielo è limpido e non c'è traccia di quella fastidiosa foschia che caratterizza le fredde giornate a cavallo fra autunno ed inverno, sembra proprio che la primavera sia arrivata con un mese di anticipo... Approfittiamone per una gita in val Breguzzo, nel Parco naturale dell' Adamello!
Doss dei Roveri
Un classico itinerario in mountain bike nella zona settentrionale del lago di Garda. Il Dosso dei Roveri è un percorso entrato di diritto tra i più popolari tracciati per le ruote grasse delle MTB sulla sponda trentina del lago di Garda. Una giornata spettacolare di febbraio (ma sembrava maggio: pantaloncini e maglietta!) ci ha concesso un panorama tra i più spettacolari della zona orientale del lago, sulle pendici del gruppo de monte Baldo, giardino d'Europa.
Ecco il racconto di una straordinaria giornata normale in bici...
Dimenticati della Grande Guerra
Cosi vestito da melitare sono tornato in Baracca ci anno consegnato ad’ognuno un piccolo sachettino da metervi dentro il vestito in civile e quanto che viò messo giù il mio mi veniva quasi da piangere a pensare che in quel sacchettino non gli chiudevo giù solo la mia vestimenta ma bensì anche la mia libertà. Riguardo al trattamento, come i cani. Ora che sono in cancelleria lo vedo ancora di più. Quando parte per il campo una compagnia italiana, musica niente, festa niente, la voce generale è questa: “Sarebbe meglio fucilarli tutti; acché mantenere tanta gente!”Questo è il compenso delle nostre fatiche.
Lince europea
Non ci occupiamo spesso di montagna e di animali ma i trekking e le passeggiate nei boschi sono una delle nostre molteplici passioni così come l'osservazione degli animali e così, quando negli ultimi giorni abbiamo appreso tramite i vari organi di stampa che il nostro Trentino è stato teatro di alcuni incontri davvero suggestivi non abbiamo potuto che esserne felici.
Expo Riva Hotel
E' giunta alla sua 36esima edizione e negli anni è divenuta una delle maggiori fiere di settore del nord-est. Expo Riva Hotel apre oggi i battenti fino al 1 febbraio 2012 nel quartiere fieristico di Riva del Garda, in Trentino. I sette padiglioni espositivi sono stati suddivisi in quattro grandi aree tematiche: Riva Contract & Design, Riva Benessere Hotel, Riva Eco Hotel e Riva Food & Beverage. Per partecipare alla manifestazione pagando una tariffa ridotta è inoltre possibile richiedere il biglietto online.
Torrente Tresenga
La provincia del Trentino ha un territorio molto variegato e differente da parte a parte, questo sia per quanto riguarda la lingua, che le tradizioni e la cultura culinaria. Ogni valle ha le sue specialità e prodoti tipici, le proprie bellezze, le proprie risorse... La Val di Non è considerata il grande frutteto del Trentino dove quasi 7000 ettari sono dedicati all'agricoltura. Dal 2003, la Val di Non ha la mela conosciuta come Melinda, e questo significa appartenente a tale consorzio, è stata dichiarata D.O.P. dall'Unione Europea cioè le è stato attribuito un marchio di garanzia e qualità.Ma la Val di Non è solo mele? La risposta è ovviamente no: ad alta quota sono presenti molti allevamenti bovini, nelle malghe viene prodotto latte fresco, burro e formaggio. Il salume più caratteristico della Val di Non è la mortandela affumicata, mentre in campo vinicolo si fà largo il Groppello di Revò. Dopo questa breve introduzione, è tempo di iniziare il nostro viaggio gastronomico e culturale all'interno della Valle delle mele.
Piazza Duomo
Piazza del Duomo a Trento è una delle piazze più belle d'Italia e dopo i recenti lavori di pulizia delle facciate della cattedrale, il suo fascino ha acquistato ancor maggior valore. Per questo dedicare un po' di tempo solo a visitare la piazza ed i suoi dintorni è d'obbligo se si visita questa città del nord Italia. Molte altre sono le località da visitare a Trento ma se dovete fare delle scelte per mancanza di tempo, partite da Piazza del Duomo.
Giro delle Malghe
Giro semplice effettuabile con le ciaspole anche in caso di poca neve (anche se ovviamente più neve, più divertimento!) sulle Maddalene a cavallo fra Alto Adige e Trentino. Noi lo abbiamo percorso con le racchette da neve ma è un bel giro anche nelle altre stagioni soprattutto in autunno, quando il cielo è particolarmente terso e gli alberi sono tutti colorati.
Tre cime del Bondone
Il Bondone, la montagna di Trento, amata da chi vive ai suoi piedi ma anche da chi capita qui per caso, magari durante le stagioni più turistiche. Saranno i suoi sentieri, sarà la possibilità di avvistare rapaci, orsi ed altri mammiferi, sarà che è facile da raggiungere, saranno i suoi panorami mozzafiato sulle Dolomiti del Brenta..., fatto sta che sul monte Bondone c'è sempre qualcuno! Il trekking più popolare e frequentato è il circuito delle tre cime che inizia dalla località Le Viote per poi ritornarvi in circa 4 ore. Con l'occasione della visita straordinaria del giramondo spagnolo e nostro caro amico David ci siamo cimentati in una suggestiva escursione alla scoperta delle tre cime del Bondone.
Castel del Buonconsiglio
Non si può certo dire che siamo una coppia sedentaria eppure tra un viaggio e l'altro non ci dispiace prenderci una "vacanza" ogni tanto e godere della tranquillità di casa. Spesso capita a noi viaggiatori di pianificare e sognare viaggi in mete lontane, esotiche, remote... senza considerare che dietro l'angolo possediamo bellezze a volte superiori a quelle di località distanti. Quando abbiamo tempo di visitare Trento ed il nostro Trentino (ormai anche Vero è adottata, anche se continua ad avere problemi con la lingua nonostante trentino e bergamasco si assomiglino abbastanza!), adoriamo esplorare le splendide montagne che ci circondano con qualche trekking , in MTB e, a volte, ci capita di passeggiare in città per un caffè. Dopo tanti consigli per una fuga lontana quindi vogliamo farvi conoscere la nostra città, Trento.
MTB ad Arco
Un giro in mountain bike da Arco che sale sopra Nago e, attraverso la Sella del Monte Varagna a quota 1690 m, scavalca il Monte Altissimo per raggiungere Malga Campei 1470 m e scendere, passando per i prati di Festa, a Loppio. Poi, attraverso il Passo S.Giovanni, si ritorna al punto di partenza. La salita presenta anche pendenze superiori al 16%. In discesa, breve tratto con difficoltà tecniche ed alcuni passaggi con bici in spalla, non difficile nel complesso.
Ecomusei del Trentino
Sempre più spesso la fuga ideale dalla frenesia della vita moderna è associata ad una vacanza immersi nella natura, rilassandosi in accoglienti centri wellness o svolgendo attività outdoor come il trekking e la mountain biking. Per trovare un ambiente incontaminato e curato, il Trentino è una provincia ideale (lo so, sono un po' partigiano essendoci nato) e per scoprire il territorio sia dal punto di vista culturale che ambientale, è stata istituita una rete di Ecomusei sul territorio, con l'obiettivo di valorizzare il paesaggio, la storia e la cultura locale. Scopriamo dove sono e come visitarli.
Lago Lares
E' già il secondo tentativo fallito di raggiungere il lago Lares, nel gruppo dell'Adamello. Qualche anno fa io e The best...ia, in arte Nicola, ci avevamo provato sempre nel periodo autunnale. In quell'occasione la nebbia bassissima e la fuga verso la libertà di Artù (il cane della best...ia, lascio a voi stabilire chi sia il padrone e chi l'animale?!?), partito a caccia di camosci su un pendio da veri e propri arrampicatori, ci aveva fatto desistere all'incirca a quota 2200m. Quest'anno, rinforzata la squadra, eravamo convinti di portare a casa la conquista del lago e invece...
Torna su