Appena tornati da Scandibike, il nostro viaggio in bici in Norvegia, abbiamo pedalato ancora per rientrare in Trentino, trascorrendo una giornata in bici in Lombardia e percorrendo un centinaio di chilometri tra Bergamo ed Desenzano sul lago di Garda. In bici, con borse e tenda, dopo aver salutato nonni e cagnolino, ci siamo diretti da Cenate Sotto verso Grumello, scoprendo la ciclovia Bgclo che collega Bergamo al lago d'Iseo. Passati in provincia di Brescia costeggiando per qualche chilometro il lago, è stata una piacevole sorpresa ritrovare ancora un itinerario ciclabile fino al capoluogo ed infine ancora un ultimo tratto fin sulle coste del lago di Garda dove siamo arrivati quando ormai il sole era tramontato.
Ogni anno, alla fine di agosto, i copertoni delle bici da corsa, delle mountain bike, delle biciclette d'epoca, dei tandem e di qualunque altro mezzo a due ruote non motorizzato... scalpitano al pensiero di affrontare gli spaventosi tornanti del Passo dello Stelvio in occasione della manifestazione più attesa dell'anno da chi ama i velocipedi: la ormai mitica Stelvio Bike. L'edizione 2013 è alle porte...
Uno strano individuo con barba e gilet giallo fluorescente avanza nella direzione del Pirellone, pedala con tranquillità, sicuro del fatto di essere ormai arrivato al luogo dell'incontro! Girumin mi appare così, disinvolto e perso nei suoi pensieri, ma pronto ai nostri 5 giorni di viaggio in bici nella Pianura Padana, dalla stazione di Milano alla cittadina Patrimonio UNESCO di Sabbioneta. Dobbiamo ancora presentarci ma già mi ispira simpatia... sarà un buon segno?
Per chi ama distinguersi nella scelta delle proprie vacanze, o del proprio tempo libero, il giro del lago Maggiore in bicicletta o una passeggiata lungo le sponde del lago d'Orta, sono sicuramente alcune delle esperienze più alternative e più in voga degli ultimi tempi. E con molta probabilità è destinata a crescere nei prossimi anni, anche grazie al suo aspetto eco-sostenibile e low cost.
Che sapore ha percorrere ciclabili e strade secondarie della Lombardia in bici per scoprire che da Milano a Sabbioneta si può pedalare in assoluta tranquillità, senza rischiare la vita su strade trafficate da mezzi pesanti? Sicuramente una sensazione piacevole, di una pianura lombarda a misura d'uomo e... di pedale!
Non esistono dislivelli impossibili da superare, ma molti luoghi inaspettati, pittoreschi e incredibili da scoprire... alla portata di tutti!
Avete mai pensato di attraversare la Pianura Padana in bicicletta senza praticamente metter ruota su strade trafficate? Partendo da Milano é possibile raggiungere Cremona, la cittá delle tre T, percorrendo ciclabili e strade secondarie immerse nel verde delle campagne lombarde dove fiumi e canali sono i veri protagonisti naturali dello spettacolo.
Estate= festival ma fra tutti gli eventi della bella stagione, quelli che attirano maggiormente la nostra attenzione sono i bike festival! Il 16 giugno 2013, al Palafacchetti di Treviglio, si terrà un grande raduno di cicloviaggiatori, amanti della bicicletta e del viaggio lento. L'associazione Pianura da scoprire ha indetto l'evento principalmente per promuovere le decine di itinerari ciclabili presenti sul territorio...
Sparse per l'Italia esistono città fantasma che neanche immaginiamo, paesi abbandonati nel dimenticatoio degli anni e degli agenti atmosferici, lasciate alla mercè di vandalismi e declino. Visitare Consonno in bici, uno di questi luoghi fuori dal tempo senza più padroni nè abitanti, è un'esperienza surreale e originale. Dalla sua collina i paesaggi dell'alta Brianza si mostrano a 360° e, nelle giornate più limpide, la vista può spaziare per svariati chilometri. Il cicloturismo è una pratica diffusa in questa area collinare della Lombardia e così... ci siamo buttati anche noi!
L'itinerario ciclabile dell'alta Valtellina collega Tirano a Bormio partendo dalla stazione di Tirano e prosegue verso la località più famosa della valle. Da Tirano i treni partono solo in direzione della Val Poschiavo con il famoso Trenino rosso del Bernina. La linea ferroviaria valtellinese termina invece proprio a Tirano, una cittadina piacevole da cui inizia la nostra avventura di cicloturismo nella parte più alta della valle.
Solo due settimane e a Milano si terrà l'edizione 2013 di Fa' la cosa giusta, la fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili. Dal 15 al 17 marzo, presso gli spazi di Fieramilanocity si parlerà di consumo critico, ma anche di mobilità sostenibile, viaggio lento e stili di vita sostenibili perchè correre e stressarsi tutto il giorno non è di certo così salutare... diamo un'occhiata a qualche incontro interessante?!?
Quella sorta di sega rocciosa che sovrasta la città di Lecco come un'enorme scultura rocciosa modellata da chi sà quale Dio è conosciuta, non a caso, con il nome di Monte Resegone. Considerata la montagna della città, è possibile raggiungerne la vetta in qualsiasi stagione dell'anno con gli scialpinismo, con le ciaspole o semplicemente con gli scarponi da escursionismo. I sentieri che salgono verso questa formazione naturale del tutto particolare sono molteplici ed iniziano da diverse località e differenti valli. La salita classica al Monte Resegone inizia dal parcheggio della funivia dei piani d'Erna coprendo un dislivello di quasi 1300 metri. In questa occasione abbiamo deciso di affrontare un'alternativa valida ma più corta partendo dalla galleria della forcella di Olino, sulla strada per Morterone raggiungibile seguendo le indicazioni per la Valle Imagna. Il sentiero attraversa boschi di caducifoglie e pianori fin sulla cima a 1875 metri poco sotto la quale si può trovare ristoro presso il Rifugio Azzoni.
Punto di partenza ideale per visitare nella sua intera bellezza un piccolo tratto della Valtellina, Bormio è una cittadina dalle mille sfaccettature, dalle molteplici attività, dagli indimenticabili colori. Alle sue spalle una ricca storia, che può essere riscoperta nel museo civico di Palazzo de Simoni, nella piazza del Kuèrc, nella centrale via Roma, oppure dedicando un po’ di tempo a voi stessi nelle acque termali dei Bagni Vecchi, descritte per la prima volta nel I secolo.
La Valle Camonica, chiamata anche la Valle dei Segni, è una delle valli lombarde più estese delle Alpi: lunga più di 80 km si dilunga seguendo il corso del fiume Oglio dal Passo del Tonale al Lago d'Iseo. I comuni appartenenti alla Val Camonica sono quasi nella totalità in provincia di Brescia, fanno eccezione poche località inserite nell'amministrazione della provincia di Bergamo. Per raggiungere la Valle Camonica da Trento ho deciso di valicare il Passo Crocedomini nel parco nazionale dell'Adamello...
Mountain bike nel parco dello Stelvio: questo è uno dei tanti percorsi MTB possibili all'interno dei confini del Parco Nazionale dello Stelvio. Il giro del Montozzo è un classico itinerario mountain bike per chi ama la fatica ma anche i panorami spettacolari delle alte quote. La conquista della forcella di Montozzo a quota 2613 m e la divertente ed interminabile discesa sarà una splendida ricompensa allo sforzo compiuto per raggiungerla.
Dopo lunghe attese (e molti scongiuri perchè tardasse ad arrivare) oggi è iniziata la stagione autunnale con i suoi pro ed i suoi contro. A breve non si potranno più fare escursioni ad alta quota o bagni lunghi al mare, ma in compenso le nostre fotografie nei boschi saranno più colorate e presto potremo calzare ai piedi le ciaspole per esplorare la montagna nel silenzio più assoluto... A Bergamo, per celebrare le vette e le attività outdoor ad esse legate, dal 12 al 14 di ottobre si terrà la 9° edizione della celebre fiera Alta Quota, dedicata interamente alla montagna. Quest'anno, ad Alta Quota, c'è poi una bella sorpresa ad attendervi...
L'anno scorso eravamo riusciti ad essere protagonisti di questo festival bellissimo che si svolge per le strade di Lecco e, quest'anno, anche al monastero del Lavello di Calolziocorte ed al complesso di San Calocero di Civate. Immagimondo è un festival di viaggiatori ideato e organizzato dall'associazione Les Cultures onlus che opera in Italia ed all'estero in progetti di integrazione dei migranti e cooperazione allo sviluppo. Purtroppo quest'anno non potremo essere presenti, per impegni vari, a questo festival, evento che vuole diffondere la cultura del viaggio come incontro e occasione di crescita comune. Moltissimi gli eventi in programma quindi se passate dalle parti del lago di Come tra il 22 settembre ed il 7 ottobre 2012, non esitate a fare un salto ad Immagimondo!
Nonostante la stagione primaverile sia appena iniziata ed i mesi più pazzi dell'anno con lei, si inizia già a parlare dei bei Festival riguardanti le montagna che quest'estate accompagneranno gli appassionati dell'alta quota. Il Festival delle Alpi di Lombardia è uno di questi: inizierà il 22 giugno ed avrà come fulcro il paese di Borno, in provincia di Brescia pochi chilometri a nord del lago d'Iseo.
 
Un particolare del villaggio industriale di Crespi d'Adda, patrimonio dell'umanità dell'UNESCO e tipico esempio di architettura industriale.
 
Non si può certo dire che Sesto San Giovanni, la vecchia Stalingrado d'Italia, sia la città d'Italia con più piste ciclabili della zona. Di biciclette a Sesto San Giovanni non se ne sono mai viste molte... Girare sulle due ruote infatti non è mai stata una prerogativa della maggioranza degli abitanti anche se, devo ammettere, molti giovani o anziani hanno iniziato a dedicarsi a questa pratica con costanza da qualche anno a questa parte. Sesto San Giovanni è riuscita a stupirmi anche questa volta e, dopo 25 anni di vita in città, ho scoperto da forestiera l'esistenza di una breve pista ciclabile intitolata a Luigi Malabrocca.
E' considerato uno dei borghi più belli d'Italia forse anche perchè il turismo di massa non l'ha ancora raggiunta stravolgendone la natura e le tradizioni. Monte Isola o Montisola è l'isola più grande d'Europa a trovarsi nelle acque di un lago, il lago d'Iseo che è diviso fra le province lombarde di Brescia e Bergamo. Dominata da un santuario, in una giornata è possibile camminare lungo l'intero perimetro di questa terra emersa in acqua dolce.

L'ora di Mondo

ora di mondo simona in patagoniaDal Cilento al Cile, dalla Via Silente ai silenzi patagonici... un viaggio in bici verso la Fin del Mundo

Viaggia con Simona

Salta in sella

Lascia la tua mail qui sotto per ricevere consigli, itinerari o suggerimenti per iniziare la tua esperienza di cicloturismo

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Unisciti ad altri 12.000 cicloviaggiatori.
Non ti invieremo mai spam!
Torna su