Il servizio bici bus + trek è un servizio di trasporti integrativo, ovvero rivolto a chi vuole spostarsi senza l’ausilio della propria vettura ed avere la certezza di trasportare in sicurezza la propria bici, sia essa city bike, mountain bike o e-bike.
In un periodo storico che vede un nuovo boom della bicicletta, trainato dal mercato della e-bike, ed in un territorio unico come quello del Garda Trentino, sensibile alle esigenze dei vari tipi di ciclisti e ciclismo, il bici bus si inserisce come una delle preziose soluzioni per far conoscere ai fruitori nuovi itinerari, per diminuire il traffico e quindi inquinare meno (interconnessione sostenibile bici – mezzo pubblico), vivendo a tutto tondo la bici.
Invitato dall'Apt del Garda Trentino con sede a Riva del Garda, andrò a raccontare di seguito la mia esperienza.
Il giro del Latemar in mtb in senso antiorario appartiene a quella lista di percorsi MTB da fare una volta nella vita.
Per quanto mi riguarda la prima volta risale all’estate 2017 e con gioia lo ripeto quest’oggi. Purtroppo le cose sono cambiate a seguito delle raffiche di vento che si sono abbattute lo scorso 29 ottobre 2018 in molte zone delle Dolomiti. Queste hanno fatto cadere come birilli molti alberi, per lo più abeti rossi. Anche per tale motivo eseguo questo giro: ne voglio valutare la sua attuale fattibilità.
Da fine primavera in avanti, quando le nevi si sciolgono e anche i sentieri in quota diventano praticabili, non esiste destinazione migliore delle alte vette alpine per divertirsi in mountain bike seguendo nuovi itinerari. Da est a ovest esistono numerosi trail panoramici che permettono di avere una visione diversa dal mondo, la stessa di camosci e stambecchi o delle aquile reali che popolano i cieli, quella selvaggia e impervia delle Alpi. Quando le temperature si alzano, quando in pianura si boccheggia, quando l'umidità è alle stelle, una fuga in alta montagna in MTB è proprio quello che ci vuole...
Un bellissimo itinerario che attraversa il Sistema Dolomiti Unesco N.1 Pelmo - Croda da Lago, passando nei luoghi dove fu trovato lo scheletro dell'Uomo di Mondeval per finire la spettacolare discesa lungo la famosa Strada de la Vena.
Chi va in bici il primo dell'anno va in bici tutto l'anno... e noi non potevamo che saltare in sella e pedalare, questa volta sulle sponde del lago d'Iseo verso il monte Guglielmo!
Vento gelido, sole invernale, le Dolomiti imbiancate... anche nella stagione fredda la bicicletta non va in letargo e, chi ama esplorare i sentieri, non riesce a dire di no ad una bella pedalata sulla neve battuta!
Prima di quest'anno non mi ero ancora concesso veri e propri viaggi in MTB e mi ero limitato a percorrere itinerari di un giorno. Quest'anno però dopo l'MTB Safari in Tirolo ed il Dolomiti di Brenta bike ci ho preso gusto ed ho voluto fare un regalo di compleanno un po' particolare a mia moglie: due giorni di bike tour MTB sulle Dolomiti... e la scelta è caduta su un percorso tra parco naturale Fanes Sennes Braies e parco naturale delle Dolomiti d'Ampezzo.
Un anello splendido con il giusto equilibrio tra difficoltà tecnico-atletiche e panorami da brivido!
Tramonto magico sulle Dolomiti nel panorama dal rifugio Vallandro, con il gruppo del Cristallo in primo piano e le tre cime di Lavaredo sullo sfondo
Quest'anno ho finalmente realizzato un sogno: sono riuscito a percorrere il tracciato del Dolomiti Brenta Bike, un itinerario MTB in Trentino che permette di fare il periplo di uno dei gruppi dolomitici a cui sono più affezionato, le Dolomiti di Brenta. La mia fortuna è stata sfacciata perchè oltre ad aver percorso le tre tappe del tour in mountain bike, l'ho fatto in ottima compagnia. Partecipare ad #arteapedali, in occasione dei Suoni delle Dolomiti, è stata un'esperienza strepitosa grazie alla presenza dei cicloartisti che ci hanno accompagnato e alla perfetta organizzazione del primo bike tour "suonato".
Avete mai sentito parlare della sindrome di Duchenne? Questa malattia è la più grave forma di distrofia muscolare e colpisce prevalentemente i maschi che, ancora piccoli, iniziano ad avere difficoltà nel correre, salire le scale, camminare... La Duchenne è degenerativa: spesso i bambini a 10 anni sono già sulla sedia a rotelle e l'aspettativa di vita per coloro che ne sono affetti è molto bassa.
La Duchenne Heroes, la mitica gara di 7 giorni, 560 km e 12000 metri di dislivello in mountain bike sulle Dolomiti, è nata con lo scopo di supportare e raccogliere fondi in favore dell'associazione Parent Project Onlus composta da genitori con figli affetti da questa malattia.
Ora è il vostro momento,  siete pronti a diventare dei veri eroi?
Quando si parla di cicloturismo sulle Dolomiti mi vengono subito in mente le due giornate dedicate al Sellaronda Bike Day, evento che riesce a coinvolgere tutti gli appassionati di bicicletta, ma anche di montagna. Ma in cosa consiste questa fantastica manifestazione? Perchè ogni anno l'evento attira migliaia di persone da tutta Italia ma anche dal resto del mondo?
Anche se dal meteo non si direbbe, l'estate si stà avvicinando e con lei I suoni delle Dolomiti 2013 che durante i mesi di luglio ed agosto animeranno i paesaggi d'alta quota con musica dal vivo e trekking guidati!
Il programma degli eventi di questa edizione è già piuttosto dettagliato quindi... perchè non vedere insieme le giornate più interessanti?
Il parco naturale Dolomiti Friulane è una riserva istituita nel 1996 e include nel suo vasto territorio le montagne composte da dolomia del Friuli, i Monti Pallidi di questa regione del nord est d'Italia, uno dei nove gruppi montuosi preservati come Patrimonio Unesco. A differenza delle Dolomiti Bellunesi o di quelle Trentine ed Altoatesine, le Dolomiti Friulane sono più isolate nell'estremo oriente delle Alpi ed, anche le zone (scarsamente) abitate, sono riuscite a conservare una selvaticità più naturale e del tutto differente delle altre aree dolomitiche. Le Dolomiti friulane, contornate da valli non eccessivamente turistiche, hanno concesso alla natura l'ormai privilegio di mantenersi in gran parte incontaminata!
Ci sarebbe da diventar romantici: l'altopiano della Paganella, Fai per la precisione, è stato il luogo dove io e Leo ci siamo incontrati per la prima volta... ma bando alle ciance, qui le emozioni che vi voglio raccontare sono altre, sono quelle dell'avventura vissuta questo weekend fra le montagne dell'altopiano della Paganella, ai piedi delle Dolomiti di Brenta, uno dei gruppi più impervi del Trentino.
Durante il nostro viaggio in bici sulle Alpi di quest'anno abbiamo trascorso qualche giorno splendido sulle Dolomiti Venete dedicandoci al trekking: il giro del Pelmo è un itinerario classico per chi frequenta la zona tra Alleghe e Zoldo Alto. Un'escursione altamente panoramica attorno al Caregon de Dio, come viene definito il Pelmo dai locali data la sua conformazione "a sedia".
Le dolomiti, alcune delle montagne più belle del mondo dove percorrere sentieri o vie ferrate. Due giorni trascorsi nel cuore del parco naturale dello Sciliar e nel gruppo del Catinaccio, fra l'imponente massiccio dell'Antermoia ed i pittoreschi Denti di Terrarossa. Due giorni di fatica e sudore assolutamente ripagati dai paesaggi e dagli avvistamenti di biodiversità!
In uno dei gruppi dolomitici meno conosciuti e frequentati del Trentino, il Latemar, c'è una montagna che non ci aspetteremmo mai di trovare... MontagnAnimata è per l'inverno e per l'estate, è per bimbi e per adulti, montagnanimata è divertimento assicurato nel cuore delle Dolomiti meno affollate!
Le Dolomiti si sa, sono il luogo ideale per gli amanti della vacanza attiva e le valli di Fiemme e Fassa sono tra le più belle del Trentino ed adatte alle pratiche outdoor. Con la pista ciclabile della val di Fiemme e val di Fassa, oltre a trekking, alpinismo, mountain bike, rafting, canyoning e chipiùnehapiùnemetta, non avrete certo il tempo di annoiarvi. Oggi, quindi, vi vogliamo parlare della bicicletta da strada: da qualche anno, oltre a salire in quota percorrendo i passi dolomitici che partono dal fondovalle, per esempio durante il SellaRonda bike day, è possibile seguire un percorso decisamente più semplice ed a portata di tutti: la pista ciclabile Fiemme e Fassa, un itinerario adatto anche ai meno allenati.
Il trekking del Cristo Pensante è una delle escursioni classiche ai piedi del gruppo dolomitico delle Pale di San Martino. Ogni estate questo trekking in Trentino viene preso d'assalto da migliaia di escursionisti di tutte le età che riescono con facilità a raggiungere la vetta e a godere dello splendido panorama offerto dalle propaggini più alte del Monte Castellaz dove, altera ed immobile, veglia la statua del Cristo Pensante.
Quando si parla di Cortina d'Ampezzo, il paese veneto nativo dello sciatore Ghedina e di molti alpinisti fra i più famosi d'Italia e del mondo, si pensa subito ad un luogo di vacanza per vips, ad una cittadina off limits per molti portafogli. Non posso negare che certi alberghi, certi ristoranti, certi negozi di Cortina d'Ampezzo abbiamo prezzi elevati, ma questa è solo una faccia della medaglia del paese delle Regole d'Ampezzo. Alzando lo sguardo verso le montagne si comprende subito quale sia la vera ricchezza di questa località e perchè molti grandi nomi della montagna siano originari di qui! Noi abbiamo avuto la fortuna di scoprire l'altro lato di Cortina, quello più suggestivo ed interessante, quello che fa battere il cuore e spalancare gli occhi di meraviglia. Un viaggio è fatto di momenti, di casualità, ma soprattutto di incontri... ed anche a Cortina è stato così!
Torna su