Abbonati alla LiT Family
Abbonati alla LiT Family per accedere a tanti contenuti esclusivi e ricevere il magazine Impronte

Cicloturismo: percorsi, itinerari e consigli per viaggiare in bici

Quest'anno voglio fare un viaggetto in bici di qualche giorno. Sì, lo voglio fare. C'è stata la pandemia... o meglio, c'è la pandemia e molto probabilmente ci sarà. Fino a quando? Boh, nel frattempo non ci si può fermare, le ruote devono scorrere, le catene devono trasmettere la forza sugli ingranaggi, insomma bisogna andare. Ma dove andare? Beh, ci sarebbe solo l'imbarazzo della scelta: andare in Campania come nel 2004, oppure tornare sul percorso a me più caro, cioè la rotta da me più battuta: l'Umbria!

Dal Medioevo è nato il Rinascimento. Allo stesso modo, dopo il periodo buio dello scorso anno, dove termini come "restrizioni", "assembramenti" e "Covid-19" hanno steso un velo di nebbia alla nostra voglia di programmare, viaggiare e scoprire, si sta verificando un auspicato e piacevole boom delle varie attività outdoor - compresi i viaggi in bicicletta - con conseguenti investimenti per la realizzazione o il rilancio di percorsi ciclabili e culturali. È il caso della ciclabile Food Valley Bike, che presto unirà Parma e Busseto.

Quando la bicicletta sposa delle belle iniziative benefiche è un piacere parlarne! Perché la bicicletta, oltre ad essere un mezzo ludico come tutti noi sappiamo, può anche rappresentare un vero e proprio veicolo per appoggiare e sostenere delle attività a favore della collettività e a maggior ragione di realtà più difficili e disagiate. 

Attualmente le bici gravel sono le più richieste rispetto a ogni altra tipologia di mezzo a pedali presente sul mercato. Questa esplosione ha chiaramente fatto nascere un nuovo modo di interpretare la strada e più in generale il concetto di avventura. Per strada non intendo solamente l'asfalto, ma soprattutto la ghiaia – gravel appunto – e in questo articolo tratterò di un componente fondamentale di questa bicicletta, quello che ti permette di affrontare i terreni off-road in sicurezza: sto parlando dei copertoni gravel.

Tutto comincia a Roma in via Trionfale nella zona di Monte Mario intorno al 1965. Tommaso da Bellegra non è un filosofo, ma il portiere dello stabile dove risiedo negli anni della mia infanzia. È lui che mi guida nel domare la biciclettina alla quale ormai sono state tolte le "rotelle" stabilizzatrici. Ed è lì che inizia il mio rapporto privilegiato col mezzo al quale sono da sempre più affezionato.

Il Dolomites Bike Day torna quest'anno con la sua 5° edizione per regalare ai ciclisti, che vorranno affrontare alcuni tra i più bei valichi dolomitici, scorci unici di queste montagne senza il traffico veicolare a disturbare i suoni della Ntaura. I passi dolomitici sono da sempre meta appetibile per i cicloviaggiatori, ciclisti e bikers più intrepidi che sfidano le pendenze, talvolta esasperate, la quota e, in estate, anche i numerosi turisti, per raggiungere luoghi idilliaci... 
 

In casa Life in Travel l'abbiamo sempre auspicato, anche se qualcuno è tuttora scettico o altri non sanno se definire l'Italia un Paese ciclabile o meno... probabilmente è meno evoluta se comparata con altre realtà europee. Tuttavia, in questo 2021 stiamo assistendo a un forte rilancio della mobilità sostenibile e del cicloturismo, nonché nuove importanti nascite nelle fila degli itinerari cicloturistici del bel Paese. Come nel caso della Ciclovia Appennino Bike Tour, dalla Liguria alla Sicilia.

È notizia recente che, tra le montagne a sud del Lazio tra Roma e Napoli, sia nato un nuovo percorso ciclistico che, affiancandosi a quello escursionistico già presente, possa conferire ulteriore interesse e valore a un territorio forse poco conosciuto del nostro Belpaese. Sto parlando del Cammino degli Aurunci in bici. 

Per quasi mezzo secolo l'Europa è stata divisa con la forza in Est e Ovest. Il percorso Eurovelo 13 in bicicletta ripercorre la famosa Cortina di ferro, una linea che si estende dal mare di Barents al mar Nero. Seguire questo itinerario per quasi 10000 km è una lezione di storia vivente, ma fornisce anche un gradito promemoria della pace e della riconciliazione che hanno seguito la caduta della cortina. Essendo un tracciato molto lungo, il Sentiero della cortina di ferro ha qualcosa da offrire a ogni tipo di cicloturista, dai vigneti nella Repubblica Ceca meridionale e nel nord dell'Austria fino al confine montuoso tra Bulgaria e Grecia; dai vivaci porti degli Stati baltici alla bellezza sconfinata della Lapponia. Anche denominato Iron Curtain Trail, il percorso ciclabile ha ricevuto negli anni un sostegno significativo dalle istituzioni europee. Già nel 2005, il Parlamento Europeo ha riconosciuto il "Sentiero della cortina di ferro" come un progetto modello per il turismo sostenibile e ha invitato gli Stati membri a sostenerlo.

Un nuovo raggio sulla Ciclovia del Sole: il 13 aprile è stata inaugurato il tratto ciclabile della vecchia ferrovia Mirandola - Sala Bolognese. Questo segmento di 46 km dell'ex strada ferrata Verona-Bologna, riconvertito in percorso ciclabile, aggiunge un tassello al più lungo itinerario europeo Eurovelo 7, collegando di fatto Bologna a Bolzano.

Giugno è il mese in cui inizia l'estate, in cui finiscono le scuole, in cui si comincia a pensare seriamente alle vacanze, giugno è il mese del Sellaronda Bike day!

Come ogni anno (anche se nel 2020 non è stato così scontato purtroppo!) arriva puntuale, anche nel 2021 con la 15° edizione, un doppio appuntamento tra i più attesi per gli appassionati di bici: il Sellaronda bike day 2021. Un'immersione di Dolomiti e Natura: 4 fantastici passi alpini in un itinerario chiuso al traffico veicolare durante due giornate intere che quest'anno saranno il 27 giugno e il 18 settembre.

Pronti al Sellaronda bike day 2021?

C'è chi sceglie di viaggiare solo su asfalto e chi predilige lo sterrato, c'è chi pedala dove capita o chi si cimenta su ardite salite in terra battuta... ogni viaggio in bici è diverso dall'altro e per affrontarlo al meglio è necessario scegliere gli pneumatici più adeguati alla nostra avventura... ma come si può uscire vincitori dall'immenso universo degli pneumatici da viaggio? In questo articolo proverò ad aiutarti in quest'impresa consigliandoti quelli che, secondo me, sono i 25 migliori copertoni per bici da viaggio del 2021.

Tra tutti gli itinerari ciclabili europei a lunga percorrenza che attraversano le diverse nazioni, l'Eurovelo 10 è l'unico ad anello. Questo percorso può essere affrontato partendo da qualsiasi punto del tracciato, che si richiude naturalmente nel punto di partenza. Il punto di partenza del tracciato di Eurovelo 10 è convenzionalmente Malmö in Svezia, per poi proseguire costeggiando il mar Baltico in bici e attraversare Finlandia, Russia, Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia, Germania, Danimarca e rientrare in Svezia, per un totale di circa 8800 km principalmente pianeggianti.

Come nella maggior parte dei casi, anche la discussione su quale sia la migliore guarnitura da montare sulla tua bici è fuorviante e poco significativa se non viene contestualizzata. La scelta è tra quella monocorona, quella con doppia o quella con tripla corona. Di seguito cercherò di spiegarti come e quale guarnitura scegliere per la tua bici se vorrai fare cicloturismo o bikepacking, analizzando vantaggi e svantaggi delle tre configurazioni.

Le luci per bici anteriori sono uno degli accessori indispensabili da portare con sé durante un viaggio o, più semplicemente, un'escursione a pedali, soprattutto in inverno quando le giornate sono brevi e si rischia spesso di rientrare con il buio. In questo articolo cercheremo di vedere quali siano le caratteristiche da considerare quando acquisti questo accessorio e quali siano i migliori modelli di luci anteriori da bici del 2021.

Nonostante la sensibilità nei confronti del clima e dello stato dell'ambiente sia aumentata, ogni giorno ci si sposta nelle proprie "prigioni di lamiera", producendo tonnellate di CO2. Realizzando Impronte - Storie a pedali, il magazine cartaceo semestrale dei cicloviaggiatori, non abbiamo dimenticato l'aspetto ambientale e abbiamo tentato di essere il più green possibile!

Praticare cicloturismo in Austria è una delle attività più diffuse in questo paese tanto vicino all'outdoor e immerso nella natura. Infrastrutture dedicate, segnaletica e servizi sempre presenti, una rete ciclabile invidiabile e accessibile sia ai più esperti che a chi abbia intenzione di muovere i primi passi nel mondo del cicloturismo... se a tutto questo aggiungiamo le interminabili valli, i dolci letti dei fiumi, le ciclabili lungolago e i panorami mozzafiato dai singletrack tirolesi per MTB, possiamo dire senza ombra di dubbio che l'Austria in bici sia un paradiso che difficilmente ti deluderà.

Il momento di fare i bagagli e partire è sempre un momento importante ed emozionante. Prima di arrivarci si è spesso assaliti da un dubbio amletico: dove trasportare i pesi sulla bici quando si fa cicloturismo? Borse e portapacchi sull'anteriore, oppure sul carro posteriore, o meglio ancora sia davanti che dietro? Di seguito proverò a dare delle risposte a queste domande in base alla mia esperienza.

C'è chi trascorre una vita tranquilla, godendosi quello che incontra sulla propria strada, senza desiderare nulla di più. C'è chi finisce con l'accontentarsi perché puntare più in alto è faticoso e richiede incredibili energie. C'è chi invece guarda sempre all'orizzonte cercando, giorno dopo giorno, di raggiungerlo e non si ferma finché non ci riesce... almeno un po'. Questa è la storia di un grande viaggio tra le vette dell'Asia centrale, tra fiumi impetuosi e luoghi disabitati, in un'area dove sopravvive ancora il timido leopardo delle nevi e la popolazione è nomade.

Anno del Signore 2021. Un anno pieno di incertezze, di preoccupazioni e dubbi, ma anche un periodo di grandi speranze, di ottimismo, di creatività e di una forte necessità... quella di poter tornare a viaggiare! È per questo che, nella nostra testa prima e dalle nostre mani poi, ha preso vita Impronte - Storie a pedali, per una specifica e irrinunciabile esigenza: scoprire, esplorare, errare!

               

Storie a pedali

podcastUn podcast dedicato ai viaggi in bici, una narrazione per raccontare il mondo del cicloturismo anche attraverso la voce

Ascolta il Podcast

Salta in sella

Lascia la tua mail qui sotto per ricevere consigli, itinerari o suggerimenti per iniziare la tua esperienza di cicloturismo

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Unisciti ad altri 17.000 cicloviaggiatori.
Non ti invieremo mai spam!

Contenuti recenti

Torna su