Cicloturismo: percorsi, itinerari e consigli per viaggiare in bici

 
La settimana del Black Friday è spesso l'occasione giusta per risparmiare qualche spicciolo negli acquisti dei regali di Santa Lucia, Natale o per un compleanno.
Abbiamo voluto raccogliere in un articolo alcune offerte particolarmente interessanti per realizzare un regalo a un cicloviaggiatore o una cicloviaggiatrice.
 
 

Da sempre le Fiandre sono terra di conquista per ciclisti e appassionati cicloviaggiatori. I loro mitici muri in pavé, le gustose birre, una rete infinita di percorsi ciclabili ci hanno stupito e entusiasmato in diverse occasioni. Ma nonostante le infrastrutture e l'informazione sia già a livelli altissimi per il cicloturismo, nel 2021 ci saranno grosse novità con il lancio di nuovi itinerari cicloturistici.

 
 

L'Appennino settentrionale è un territorio molto particolare: non esiste un metro di pianura! È un continuo saliscendi tra boschi, vallette e conche solitarie e incontaminate, dove la presenza degli animali selvatici forse è più forte rispetto a quella umana. Le strade secondarie sono poco o per nulla trafficate e consentono di raggiungere  borghi non visibili dai fondovalle e dalla parvenza inaccessibili. In questo contesto si inserisce molto bene l'anello in bici di 2 giorni tra Bettola e Bardi, quasi totalmente asfaltato e direi più adatto a una bici da cicloturismo che a una da strada, sia per la presenza di una parte – seppur breve – sterrata, sia perché il manto delle stradine secondarie asfaltate non è sempre ottimale.

 

Era ormai diventata una fissazione, erano anni che parlavo del giro della Corsica in bici con gli amici, cercando un compagno di viaggio, ma c’era sempre qualcosa che ostacolava il progetto. Allora quest’anno ho rotto gli indugi, Corsica in solitaria, e così è stato. Ho attrezzato la mia montain bike con gomme da strada, portapacchi posteriore in alluminio portata 25 kg, doppia borsa 2x15 litri dove tenere una divisa di ricambio, un abito civile e i viveri, la tenda singola da 1,6 kg, il sacco a pelo leggero da 0,305 kg, il materassino e il cuscino gonfiabili.

Le luci da bici sono uno degli accessori indispensabili da acquistare per completare il set up del proprio mezzo prima di iniziare un viaggio o, più semplicemente, un percorso dietro casa. Le luci bici Bontrager che recensirò in questo articolo sono solo una delle tante alternative presenti sul mercato mondiale, ma di certo si vanno a piazzare in una fascia qualitativa medio - alta rispetto ad altri prodotti...

"Il triangolo no, non l'avevo considerato". E hai sbagliato, ti dirò, perché nel bikepacking è il primo elemento da considerare. In questo articolo vedremo le varie tipologie di borse telaio bici specifiche (ma non solo) per il bikepacking, con una panoramica sui criteri di scelta della borsa più adatta a te e una raccolta delle 15 migliori borse da telaio per biciclette presenti sul mercato.

Un piccolo passo per l'uomo, ma un grande passo per l'umanità... che cicloviaggia.

Parole altisonanti ma non esagerate: la possibilità di trasportare la bici sui treni intercity rappresenta una svolta per l'intermodalità treno+bici per noi cicloviaggiatori.

La trasmissione a cinghia si sta sempre più diffondendo, anche e soprattutto negli allestimenti di bici da viaggio di alta gamma. Nonostante se ne senta parlare molto, ancora tanti si chiedono cosa sia e quali siano i reali vantaggi e svantaggi rispetto alla classica catena. Di seguito cerchiamo di capirlo e di analizzare per chi sia conveniente acquistare una bici con trasmissione a cinghia.

Dopo qualche anno di avvicinamento al fantastico mondo del cicloturismo, l’estate 2020 è stata il momento perfetto per lanciarci in una delle “grandi classiche” in un viaggio no-plans: ecco la nostra versione della Romantische Straße in bici, il magnifico tracciato che taglia la Baviera da Nord a Sud e che abbiamo arricchito con una deviazione “alpina”.

Partendo dal cuore di Trieste è possibile percorrere la val Rosandra in bici inoltrandosi in un paesaggio carsico inaspettato, un ambiente costituito da forre, rocce e grotte ancora da esplorare. In questa vallata di confine, condivisa da Italia e Slovenia, tra il 1885 e il 1887 l'Impero austro-ungarico realizzò un troncone ferroviario per collegare l'attuale capoluogo del Friuli Venezia Giulia alla già esistente ferrovia transalpina tra Gorizia e l'Istria. La linea fu attiva fino al 1958; i binari vennero rimossi nel 1966...

Il giorno in cui ho deciso di compiere il mio viaggio in bici #fromlegnanotopalermo è stato quello del mio compleanno, il 26 giugno. Perché? Bella domanda; dovevo andare in Perù e fare un bel giro a piedi di tutta la nazione ma, a causa del Covid, sono stato costretto ad annullare la partenza. Dato che ho sempre amato i viaggi in bici, ho deciso di utilizzare l’app Komoot per creare un itinerario insolito, ovvero pedalare da Legnano, luogo in cui vivo, a Palermo. Perché Palermo? Non c’è un vero e proprio perché... penso perché sia il posto più lontano da casa mia.

“Pedalando per l’Italia” è un'esperienza che mi ha cambiato la vita. Si tratta di un mio progetto, un'iniziativa benefica che ha avuto un duplice obiettivo: il primo, più fisico, è stato quello di pedalare per tutto il territorio italiano scoprendone le bellezze ineguagliabili. Il secondo, più patriottico, è stato quello di pedalare per Lei, per l’Italia. Ho voluto far conoscere a più persone possibili questo paese tramite foto e video giornalieri, ho voluto far capire che non è necessario andare all’estero per ritrovarsi in luoghi unici che ti entrano nel cuore. Nel viaggio ho cercato anche di valorizzare e sostenere economicamente il Belpaese dormendo e mangiando nelle strutture che man mano ho incontrato sulla strada.

Hai acquistato una bicicletta (o intendi farlo entro la fine dell'anno) e vuoi approfittare del bonus biciclette? A partire dal 3 novembre 2020 sarà possibile fare richiesta del bonus mobilità, sia che tu abbia già provveduto a un acquisto, sia che tu voglia richiedere un voucher da spendere in negozio successivamente (ma comunque entro il 31 dicembre 2020). Di cosa hai bisogno? Quali sono gli step di presentazione della domanda per ottenere il bonus bici?

L’AIDA è una ciclovia relativamente recente che parte dal Moncenisio, al confine con la Francia, e termina a Trieste, al confine con la Slovenia. Segue prevalentemente piste ciclabili già esistenti e stradine a basso traffico collegando tutte le maggiori città del Nord Italia e promuovendo la mobilità ciclistica non solo per piacere, ma intesa anche come spostamento quotidiano. Tutto, o quasi, quello che c’è da sapere sull’AIDA si trova sul sito dedicato e sull’app apposita per smartphone, ma…

Un classico del cicloturismo, sia per chi affronta il primo viaggio in bicicletta, sia per chi ha già esperienza e vuole godere delle splendide viste e dei paesaggi austriaci e sloveni di questo itinerario. Stiamo parlando, ovviamente, della ciclabile della Drava, da Dobbiaco a Maribor.

Per più di due anni Vero ha solcato le vie del mondo a cavallo della Genesis Tour de Fer 20 e da allora abbiamo vissuto insieme un sacco di avventure... di ogni genere, su ogni terreno, di qualunque lunghezza. Se stai pensando di cambiare la tua vecchia compagna di avventura o di acquistare una bici da viaggio nuova, scopri queste imperdibili occasioni studiate in collaborazione con Bikejamming solo per i lettori di Life in Travel.

Se non hai mai esplorato il lago di Fiastra in bicicletta, questo itinerario potrebbe portarti a conoscere un suggestivo angolo di Marche racchiuso tra le vette del parco nazionale dei monti Sibillini. Il bacino artificiale sorge nella provincia di Macerata ed è sormontato dall'omonimo paese che sembra vegliare con attenzione sulla bellezza sottostante...

Da tempo cercavo una tenda compatta, poco ingombrante, economica e di facile montaggio per le mie uscite outdoor, specialmente quelle in bicicletta. Ho avuto la possibilità di testare in alcune occasioni la tenda monoposto Geertop e in questo articolo cercherò di rispondere alla domanda: "Ma questa tenda è adatta per fare bikepacking?".

Un bellissimo percorso ad anello transfrontaliero tra Italia e Svizzera alla scoperta della parte più settentrionale del Lago Maggiore in bici e di tre affascinanti vallate che si insinuano a ovest di questo grande specchio d'acqua: valle Cannobina, valle Vigezzo e la ticinese Centovalli. Un mix tra panorami sui quattromila alpini e colori autunnali nel momento della loro massima esplosione faranno da cornice ad un anello tra Cannobio e Valle Vigezzo pedalato e vissuto tra la presenza discreta della ferrovia e il silenzio dei borghi montani.

Se percorri la parenzana in bici puoi viaggiare dall'Italia alla Slovenia e poi Croazia percorrendo ciò che resta della vecchia ferrovia a scartamento ridotto che collegava la città di Trieste a Buie e Parenzo, in croato (da qui il nome di Parenzana!). Costruita dall'impero austro-ungarico nel 1902, fu la più lunga ferrovia a scartamento ridotto da 760 mm. Oggi i resti della tratta ferroviaria sono ancora ben visibili e una delle attrattive turistiche più interessanti è quella di percorrere l'intero tracciato in bicicletta fermandosi nei piccoli borghi e ammirando i manufatti di un tempo
 

               

Storie a pedali

podcastUn podcast dedicato ai viaggi in bici, una narrazione per raccontare il mondo del cicloturismo anche attraverso la voce

Ascolta il Podcast

Salta in sella

Lascia la tua mail qui sotto per ricevere consigli, itinerari o suggerimenti per iniziare la tua esperienza di cicloturismo

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Unisciti ad altri 17.000 cicloviaggiatori.
Non ti invieremo mai spam!
 

Contenuti recenti

Torna su