Consigli, comparative e recensioni per i vostri acquisti di cicloturismo: bici, accessori e tanto altro

Negli scorsi giorni, grazie alla fornitura dell'azienda Aicad, abbiamo avuto occasione di provare le calze a compressione CEP, studiate per migliorare le prestazioni ed il comfort di atleti di diverse discipline, dalla corsa allo sci, dal tennis al ciclismo. Non potendoci definire atleti ma viaggiatori, abbiamo deciso di testare il prodotto proprio durante un nostro viaggio, quello in Albania in bici di quest'inverno.
Di seguito trovate dunque le nostre considerazioni relative a due prodotti:  i gambaletti e le calze corte a compressione CEP.
Scegliere una mtb non è una cosa semplice: richiede tempo, pazienza e momenti di introspezione. Una scelta mal ponderata o affrettata potrebbero allontanarvi prematuramente da questa bella attività, oltre a scoprire di avere fatto spese sproporzionate. La prima domanda che vi rivolgerà ogni buon rivenditore riguarderà la vostra attitudine ciclistica, il principio da cui si parte è: conosci te stesso. Valutate fino a che punto la vostra è una vera passione che sta maturando o una smania passeggera. Terminato l’esame di coscienza sgomberiamo il campo dai luoghi comuni: il detto “chi più spende meno spende”, nel nostro caso non risponde al vero. Diamo per scontato che cerchiamo un mezzo da usare e non un oggetto da esibire.
Nulla di quello che indossiamo nella vita di tutti i giorni è adatto per andare in mtb: dalla testa ai piedi. Esiste infatti un abbigliamento mtb specifico evoluto negli anni per garantire comfort e sicurezza. Ogni parte del corpo è sollecitata in modo diverso e richiede particolari esigenze che vanno dalla protezione alla agilità: tant’è che sarebbe più appropriato parlare di equipaggiamento anzichè di abbigliamento.
Contatto con il terreno, è questa la funzione dei copertoni MTB: una scelta appropriata è alla base della sicurezza e del divertimento. Sono però tante le caratteristiche che possono decretare la scelta giusta o sbagliata di una gomma mountain bike. Ci sono sia fattori soggettivi come la propria impostazione di guida, sia fattori oggettivi quali il tipo di terreno o di bici. Sui primi aspetti lasciamo ognuno libero di sbizzarrirsi a seconda della propria tempra emotiva, sugli ultimi invece ci si può permettere qualche ravveduta considerazione.
Avete in mente un'occasione particolare, un viaggio in bici o un'avventura dove, proprio sul più bello, vi è terminata la batteria del cellulare o quella del computer? Tragedia! La batteria Varta da viaggio avrebbe potuto, in quel momento, salvarvi dai guai ma forse non era ancora stata inventata!
In questi giorni ho avuto modo di testarne la resa in viaggio, mentre pedalavo sulle colline della Val di Merse e devo dire che sono rimasta piacevolmente colpita...
Durante il viaggio in bici in Norvegia abbiamo avuto a disposizione una action camera per effettuare le riprese video e non solo. La Sony HDR-AS15 action cam è il modello del colosso giapponese che è entrato in questo segmento di mercato da poco... la giovane età è mascherata dall'esperienza che l'azienda ha alle spalle. Ecco di seguito qualche considerazione ed un nostro giudizio.
Dal mio punto di vista è uno degli accessori più sottovalutati dell'attrezzatura necessaria per i viaggi in bici. Il portapacchi per bici, sia esso posteriore o anteriore, quando si affronta un viaggio, è fondamentale: scegliere quello giusto può risparmiarvi parecchi grattacapi. Sceglierne uno troppo fragile potrebbe portarlo a rompersi dopo pochi chilometri, sceglierne uno troppo pesante vi farebbe inutilmente aggiungere peso a quello che già avete da trasportare.
Con questo articolo cercheremo di fare una carrellata sui portapacchi per bicicletta adatti a chi decida di affrontare un viaggio in bici, considerando la tipologia di viaggio scelto e quello che offre il mercato.
Spesso durante l'organizzazione di un viaggio in bicicletta mi sono chiesto se valesse la pena acquistare un carrello da bici da fissare alla bicicletta per trasportare i miei bagagli o se dovessi continuare ad utilizzare le borse laterali con cui avevo già effettuato i precedenti raid. In questo breve articolo cercherò di fare il punto su queste due alternative, elencandone vantaggi e svantaggi, cercando di consigliare voi futuri cicloviaggiatori sull'utilizzo dell'una o dell'altra soluzione.
 

L'ora di Mondo

ora di mondo simona in patagoniaDal Cilento al Cile, dalla Via Silente ai silenzi patagonici... un viaggio in bici verso la Fin del Mundo

Viaggia con Simona

Salta in sella

Lascia la tua mail qui sotto per ricevere consigli, itinerari o suggerimenti per iniziare la tua esperienza di cicloturismo

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Unisciti ad altri 12.000 cicloviaggiatori.
Non ti invieremo mai spam!

             

Contenuti recenti

Torna su