Menu
LunLug25

Viaggio a Sumbawa in bici, l'isola nascosta dell'Indonesia

Prosegue il nostro viaggio a Sumbawa, un percorso a singhiozzo lungo la cintura di isole indonesiane che ritrova un po' di ritmo una volta giunti sull'isola. Quest'isola semisconosciuta giace nel limbo tra le turistiche Bali e Lombok (ad ovest) ed il parco nazionale di Komodo (ad est). Strade disastrose, panorami incantevoli e chilometri faticosi ci hanno accompagnato da ovest ad est, dal porto di Poto Tano a quello di Sape.
Sbarchiamo su Sumbawa ed ancora una volta siamo gli unici bianchi dell'intero traghetto che in circa quattro ore ha raggiunto il porto di Poto Tano: qualche casa su palafitta, un paio di ristorantini (warung), molte barche di pescatori ed una locanda dove ci affittano una stanza con stuoia, due cuscini ed un paio di ragnatele. La tenda che oscura la vista agli sguardi indiscreti è in realtà un cartellone pubblicitario appeso alla rovescia.
L'indomani lasciamo il piccolo porticciolo salutati da un'alba delicata e lieve che si riflette sulla baia. I primi chilometri lungo la costa sono piacevolmente solitari ed il traffico resterà minimo da qua fino alla sponda opposta dell'isola. Solo Sumbawa Besar, Bima e Dompu ci riportano ad un lontano ricordo di città. Lungo la disastrata strada (ci sono lavori in corso per migliorarla...ci si augura!) che attraversa l'isola scavalcando le colline alle spalle del centro di Sumbawa Besar, ci costringe ad accorciare una tappa, rallentati anche dal forte vento contrario. A Plampang non ci sono alloggi e non ci va di farci spennare dai furbi indonesiani che offrono una homestay a cifre da hotel a 5 stelle: chiediamo alla stazione di polizia dove sia possibile piazzare la tenda in un luogo sicuro ed il giovane ufficiale ci accompagna sul retro: una stanza divisa a metà da un muro improvvisato sarà da un lato il nostro rifugio e dall'altro la cella di cinque detenuti stipati in un lugubre buco di due metri per due senza luce.
L'odore rancido di sudore e fumo unito alla continua processione di curiosi che si affacciano alla nostra tenda per assicurarsi che siamo reali e non degli ologrammi, ci fa pentire di non aver proseguito per qualche chilometro per campeggiare nelle risaie. Costeggiamo la baia di Selek sulla quale domina in lontananza il vulcano Tambora, uno dei giganti di fuoco dell'Indonesia, spesso ricoperto di nuvole, quindi iniziamo l'ultima parte del nostro coast to coast salendo e scendendo le colline dell'est. Cercatori d'oro sperano nella dea bendata avvelenando la terra col mercurio... ma ci risulta difficile biasimarli vedendo l'esistenza che conducono. Il porto di Sape e la sua bella baia zeppa di pescherecci d'altri tempi sono la degna chiusura del nostro percorso sull'arida e selvaggia isola di SumbawaFlores ci attende...

Se volete continuare a leggere il racconto di viaggio dei nostri dieci mesi in bicicletta tra Indonesia, Malesia, Thailandia, Laos e Cambogia, potete farlo con il racconto di come ci siamo destreggiati schivando sassi nella cristiana Flores, ultima tappa del viaggio. Tutti gli articoli del diario tenuto in diretta sono accessibili al tag Asia in bici.

Qui invece trovate qualche consiglio sulle 10 mete da non perdere in Indonesia

{phocagallery view=category|categoryid=195|limitstart=0|limitcount=0}
Vota questo articolo
(0 Voti)
Leonardo

Cicloviaggiatore lento con il pallino per la scrittura e la fotografia. Se non è in viaggio ama perdersi lungo i mille sentieri che solcano le splendide montagne del suo Trentino e dei dintorni del lago d'Iseo dove abita, sia a piedi che in mountain bike. Eterno Peter Pan che ama realizzare i propri sogni senza lasciarli per troppo tempo nel cassetto, ha dedicato gran parte della vita al cicloturismo viaggiando in Nuova Zelanda, Balcani, Norvegia e molti altri paesi. Ultimamente ha trascorso dieci mesi in bici nel Sud est asiatico e ha attraversato le Ande in bici.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza Aggiorna

Vai all'inizio della pagina
Resta aggiornato
Unisciti ad oltre 10.000 cicloviaggiatori e ricevi news, consigli e
itinerari per organizzare il tuo prossimo viaggio in bici
 
 
 
Questo sito web utilizza cookie per ottenere statistiche e mostrare la pubblicità più interessante. Se continui a navigare accetti l'istallazione di tali cookie Maggiori informazioni Ho capito
        Registrati