Stampa questa pagina
Vota questo articolo
(0 Voti)

Parco Nazionale del vulcano Bromo-Tengger-Semeru in Indonesia

Il parco nazionale del vulcano Bromo-Tengger-Semeru è una delle più spettacolari attrazioni naturali dell'isola di Giava in Indonesia. Dall'alto degli oltre duemila metri del cratere del Tengger è possibile ammirare panorami mozzafiato sui coni vulcanici fumanti del Bromo e del Semeru (cima più alta di Giava). Poter assistere al sorgere dell'alba dal monte Penanjakan sulle vette di questo parco è un'esperienza da non perdere assolutamente.

Informazioni utili

Indonesia - Giava Est

DETTAGLI PARCO
Quota  5250 ha
Territorio Montagna - Foresta pluviale
Biglietto d'ingresso 5000 rupie
Sito UNESCO No
Sito web Eastjava.com
COSA FARE
Escursionismo
Mountain bike
Birdwatching
Campeggio
QUANDO ANDARE
AprileMaggioGiugnoLuglioAgosto

Curiosità

Tra vulcani e animali selvaggi

Il Semeru è un vulcano attivo e periodicamente lo dimostra, nonché la montagna più alta dell'intera isola di Java (3676m). Se sarete fortunati, durante l'ascesa potrete osservarlo fumare.
Tenete gli occhi ben aperti mentre effettuate il trekking perchè potreste scorgere galli selvatici o scimmie nei dintorni del sentiero. Il parco è abitato da 22 specie di mammiferi come il cinghiale, la piccola antilope ed il leopardo, inoltre sono presenti anche 137 specie di uccelli come il serpentario. Scendendo di quota potreste imbattervi anche in buceri e macachi dalla coda lunga.

Come arrivare

Il parco più conosciuto dell'isola di Java in Indonesia ha diversi punti d'accesso: Probolinggo è di certo il principale e si trova circa 100km ad est di Surabaya, dalla quale è raggiungibile con il bus (10000-20000 rupie). In alternativa si potrà usufruire del treno. Da Probolinggo poi, salire fino a Cemoro Lawang, villaggio affacciato sul cratere del Tengger, è abbastanza semplice con i minibus (20000 Rp), noleggiando un'auto (350000 Rp) o usufruendo di un passaggio su una jeep o un motorino. Molte agenzie organizzano tour di una giornata venendovi a prelevare direttamente in albergo per condurvi al cospetto del monte Bromo.
Un'altra città dalla quale ascendere fin sotto al vulcano è Malang. Anche qui potrete organizzarvi cercando un passaggio con uno dei mezzi sopracitati. La strada da Malang sale fino a Ngadas da dove sarà necessario organizzare un trasporto con jeep o motorino all'interno del cratere del Tengger fino a Cemoro Lawang. Meno frequentata dai turisti e più complessa da raggiungere è Lumajang dalla quale una ripidissima e sconnessa strada sale fino a Ranu Pani dove inizia il trekking verso il Semeru. Il villaggio è raggiungibile anche da Ngadas o, attraversando il cratere del Tengger, anche da Cemoro Lawang. Un'ultima opzione è quella di salire dalla cittadina di Pasuruan fino a Tosari da cui si può accedere al cratere o salire fino agli oltre 2700m del monte Penanjakan, ottimo punto panoramico.

Ti potrebbe interessare

Parco Nazionale Bromo-Tengger-Semeru - Indonesia

Il parco nazionale Bromo-Tengger-Semeru occupa una vasta area della zona ad est dell'isola di Java. La principale porta d'accesso agli spettacolari trekking che conducono sul cratere del Bromo, sul monte Batok e sul monte Penanjakan, è il villaggio di Cemoro Lawang, dove si trova qualche hotel (piuttosto costosi) ed alcune homestay che offrono stanze semplici con bagno comune, ma pulite (i costi si aggirano intorno alle 75000 Rp). Cemoro Lawang si affaccia sull'enorme cratere dell'ormai estinto Tengger che migliaia di anni fa esaurì il suo ciclo vitale dando vita ad altri sette coni vulcanici, due dei quali sono il Bromo, ancora attivo, ed il Batok. Ai loro piedi si trova anche un tempio sacro agli induisti, alquanto suggestivo per la posizione. Il punto più alto del cratere del Bromo è situato a 2392m d'altitudine ed è facilmente raggiungibile dal paese attraverso una breve escursione all'interno di quello che un tempo fu il Tengger, ora diventato un mare di sabbia nera e polvere. Gli ultimi 100 m di ascesa sono alquanto ripidi perchè seguono il crinale scosceso del vulcano. Fate attenzione a non sporgervi troppo una volta in cima perchè è pericoloso ed i fumi allo zolfo possono essere fastidiosi. Una delle panoramiche più belle sul Bromo la si ha dal monte Penanjakan all'alba, quindi partite presto seguendo la strada sterrata che dal centro di Cemoro Lawang prosegue oltre l'hotel Cemara Indah, giungendo su una terrazza panoramica naturale circa 200m sotto la cima. Contate di impiegarci un paio di ore, quindi fate i vostri conti e non perdetevela. Se partite da Tosari, una strada conduce fin sulla vetta del monte Penanjakan, da dove si ha una splendida panoramica sul parco, con Batok e Bromo in primo piano ed il Semeru a dominare l'orizzonte.
Aldilà del cratere del Tengger, che è attraversabile con una giornata di trekking nella savana (circa 18km fino a Ranu Pani) oppure usufruendo del passaggio di un motorino o di una jeep, si trova, adagiato sull'omonimo lago, il paesino di Ranu Pani, dal quale si accede al trekking di due o tre giorni sul monte Semeru. Qui è presente una homestay (65000Rp per persona con colazione), qualche negozietto di alimentari, un paio di Warung (ristorantini caserecci) e l'ufficio del parco dove è necessario registrarsi prima di iniziare il trekking ed ottenere informazioni relative alla sicurezza della scalata. L'ascesa al Semeru è possibile anche in due giorni ma, vista la lunghezza ed il dislivello totale da affrontare, se si ha abbastanza tempo a disposizione è consigliabile in tre giorni. Inoltre dovrete avere tenda ed indumenti pesanti per trascorrere la notte nelle varie stazioni lungo il sentiero poiché ad alta quota fa veramente freddo (potete anche noleggiare l'attrezzatura presso l'ufficio del parco e richiedere un portatore ed una guida, ovviamente a pagamento). Da Kalimati, a circa 6km dal lago di Kumbolo (12km circa da Ranu Pani), si ha una bella vista sul Semeru.
Veronica

Correva l'anno 1983: anch'io vidi per la prima volta la luce del sole estivo e sorrisi. 
Da sempre col pallino per l'avventura (nessun albero poteva resistermi!) ho avuto la fortuna di girare l'Europa e l'Italia con i miei genitori e poi, per la maturità, mi sono regalata un viaggio in 2 cavalli da Milano a Praga (un fiorino ha interrotto il nostro viaggio verso Mosca facendoci ribaltare, senza gravi conseguenze, su una strada slovacca).
Ho vissuto 6 anni in Trentino lavorando in tanti luoghi diversi, scoprendo la bellezza della Natura, delle sue montagne e, devo ammetterlo, della MTB! Al momento che ritenevo giusto, ho mollato il lavoro senza alcun rimpianto per volare in Nuova Zelanda dove ho viaggiato per cinque mesi in solitaria. Nel 2007 ho provato per la prima volta l'esperienza di un'avventura a due ruote e, da quel momento, non ne ho potuto più fare a meno... così, dopo alcune brevi esperienze in Europa, nel 2010 sono partita con Leo per un lungo viaggio in bicicletta nel Sud Est asiatico, la nostra prima vera grande avventura insieme! Da 3 anni scorrazziamo in MTB sui sentieri del Lago di Iseo, ma la prossima partenza per il #noplansjourney è alle porte...:) 
 Su lifeintravel.it trovi tutti i nostri grandi viaggi insieme (e non)!
Carpediem e buone pedalate!

Salta in sella

Lascia la tua mail qui sotto per ricevere consigli, itinerari o suggerimenti per iniziare la tua esperienza di cicloturismo

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Unisciti ad altri 12.000 cicloviaggiatori.
Non ti invieremo mai spam!
Torna su