Vota questo articolo
(2 Voti)
Lo Yucatan è famoso soprattutto per le spiagge di Cancun e per le sue località turistiche costiere ma la natura rigogliosa non manca ed il parco nazionale del Rio Lagartos ne è l'esempio più eclatante. Una riserva istituita per proteggere la grande biodiversità presente nell'area: è l'ideale esplorarla e scoprirla in barca.

Informazioni utili

Messico - Yucatan

DETTAGLI PARCO
Estensione  20000 ha 
Territorio Foresta pluviale
Biglietto d'ingresso 2$+75$ a barca (6pax)
Sito UNESCO No
Sito web Riolagartos.com
COSA FARE
Escursioni in barca
Birdwatching
QUANDO ANDARE
GennaioFebbraioMarzoAprile

Parco Nazionale del Rio Lagartos - Messico

La riserva del Rio Lagartos si trova in Messico, nello stato dello Yucatan ed è conosciuta a livello internazionale per la grande varietà di volatili, ma non solo, che ospita al suo interno.
Sviluppandosi lungo il corso del fiume che si getta nel Golfo del Messico, questo importante parco è visitabile esclusivamente attraverso una gita in barca. Le foreste di mangrovie e la foce del corso d'acqua sono l'ambiente ideale per i fenicotteri rosa, l'aquila nera, i pellicani, gli aironi, i coccodrilli e moltissimi altri esseri viventi.
Dichiarata area protetta nel 1979, da quel momento è sempre stata tutelata per salvaguardare le specie che la popolano, alcune delle quali endemiche. Il giro in barca solitamente dura un paio d'ore e si inizia a vostra scelta, mi spiego meglio: se  volete risparmiare un po', potete chiedere ad altri viaggiatori di aggregarsi dividendo così il prezzo della barca (si paga ad imbarcazione, non per ogni persona). Più si è quindi, più si risparmia...Le imbarcazioni possono trasportare fino a 6 passeggeri. Solitamente il capitano della barca non parla inglese ma solo spagnolo, ma farà di tutto per farsi capire. L'escursione è molto interessante perchè si riescono ad osservare numerose specie differenti, magari non proprio da vicino, ma almeno a portata di bincolo o teleobiettivo
Il parco conta circa 500 specie di animali: 378 di uccelli, 95 di anfibi, 71 di pesci e 58 mammiferi...un vero paradiso per gli amanti della Natura!
Scrivi qui quel che pensi...
Cancella
Log in con ( Registrati ? )
o pubblica come ospite
Carico i commenti... Il commento viene aggiornato dopo 00:00.

Commenta per primo.

Veronica

Correva l'anno 1983: anch'io vidi per la prima volta la luce del sole estivo e sorrisi. 
Da sempre col pallino per l'avventura (nessun albero poteva resistermi!) ho avuto la fortuna di girare l'Europa e l'Italia con i miei genitori e poi, per la maturità, mi sono regalata un viaggio in 2 cavalli da Milano a Praga (un fiorino ha interrotto il nostro viaggio verso Mosca facendoci ribaltare, senza gravi conseguenze, su una strada slovacca).
Ho vissuto 6 anni in Trentino lavorando in tanti luoghi diversi, scoprendo la bellezza della Natura, delle sue montagne e, devo ammetterlo, della MTB! Al momento che ritenevo giusto, ho mollato il lavoro senza alcun rimpianto per volare in Nuova Zelanda dove ho viaggiato per cinque mesi in solitaria. Nel 2007 ho provato per la prima volta l'esperienza di un'avventura a due ruote e, da quel momento, non ne ho potuto più fare a meno... così, dopo alcune brevi esperienze in Europa, nel 2010 sono partita con Leo per un lungo viaggio in bicicletta nel Sud Est asiatico, la nostra prima vera grande avventura insieme! Da 3 anni scorrazziamo in MTB sui sentieri del Lago di Iseo, ma la prossima partenza per il #noplansjourney è alle porte...:) 
 Su lifeintravel.it trovi tutti i nostri grandi viaggi insieme (e non)!
Carpediem e buone pedalate!

L'ora di Mondo

ora di mondo simona in patagoniaDal Cilento al Cile, dalla Via Silente ai silenzi patagonici... un viaggio in bici verso la Fin del Mundo

Viaggia con Simona

Salta in sella

Lascia la tua mail qui sotto per ricevere consigli, itinerari o suggerimenti per iniziare la tua esperienza di cicloturismo

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Unisciti ad altri 12.000 cicloviaggiatori.
Non ti invieremo mai spam!
Torna su