• English (UK)

Vota questo articolo
(8 Voti)

Montisola in bici: sull’isola lacustre più alta d’Europa

    Montisola in bici
    Dal contesto più unico che raro sull'isola lacustre più grande d’Italia e della più alta d’Europa, ti proponiamo questo itinerario su Montisola in MTB. Le acque che la circondano sono quelle oleose del Lago d’Iseo sulla linea di confine tra le province di Bergamo e Brescia, in una impressionante corona di complessi montuosi. Le basse quote e il clima mitigato ne fanno un giro adatto a tutte le stagioni. La scelta della bici impone a chi vuole farla tutta in sella una full, oppure dovrete mettere nel conto un tratto (non lunghissimo) da fare a piedi.

    Mappa

    Nel momento in cui scriviamo, il costo del traghetto in andata e ritorno per Montisola, nella tratta Sulzano-Peschiera Maraglio è di 3,60€ a persona più 5,10€ per la bici... non di certo economico per 3 minuti di attraversata. Comunque per informazioni più aggiornatae e dettagliate si consiglia di accedere a questo sito.
     

    Salita al santuario della Madonna di Ceriola

    Per l’approdo su Montisola esiste un efficiente sistema di traghetti per il trasporto promiscuo di persone e biciclette; il porto di partenza più comodo per raggiungerePeschiera Maraglio, destinazione di partenza dell'itinerario, è quello di Sulzano.  Una caratteristica di questo luogo è la totale assenza del traffico automobilistico (esistono solo un paio di autobus che sfrecciano tra le strette stradine dell’isola).salita santuario della ceriola
    L’ambientazione è rurale e boschiva con presenza di pittoreschi borghi dove il tempo sembra essersi fermato. Il primo tratto è a contato di spruzzi lungo la costa orientale, pianeggiante fino al borgo di Carzano. Dopo 4 km arriva il primo tornante che impone un deciso cambio di passo.
    Il panorama fa però dimenticare le asprezze della fatica regalando uno scorcio impressionante su tutta la parte settentrionale del bacino lacustre e sulla magnifica isola di Loreto. La traccia si aggroviglia in una spirale di tornanti che offrono via via visuali sempre più ampie e stucchevoli, passando anche per le antiche mura di Olzano e Masse. La destinazione è quella del Santuario della Madonna di Ceriola: l’edificio che sorge sullo spuntone di roccia argentea è l’estremità più alta di questo fazzoletto di terra e si eleva fino a sfiorare i 600 m. Questo tempio, da secoli consacrato alla cristianità, sorge sulle basi di antichi luoghi di culto pagani (i devoti della dea Iside, da cui il nome Iseo) le cui tracce sono state cancellate dal passare dei secoli.
    Il luogo merita senz’altro una visita, così come le gambe meritano il giusto riposo dopo avere spinto su una sfiancante pietraia.
    santuario ceriola montisola

    Discesa tecnica verso Cure

    Superata la Chiesa inizia uno sterrato in discesa, divertente ma senza particolari difficoltà. Lo scenario si apre ora sul versante meridionale dove appare anche il secondo isolotto, quello di San Paolo, anche esso molto pittoresco. L’ultimo tratto di discesa ci riporta poco sopra Cure: da fare in sella solo per chi non manca di sospensioni e destrezza. Si continua sulla destra in vista della favolosa rocca medievale di Martinengo, nel cortile della quale arriviamo attraversando un sentiero didattico. Dopo questa suggestiva tappa è ormai breve la distanza per tornare al livello del lago ed assaporare un meritato rinfresco in uno dei tanti luoghi di ristorazione che ravvivano la costa… prima di fare ritorno nel “continente”.
    peschiera maraglio montisola
    Per scoprire altri itinerari in MTB per l'Italia, potete consultare la mappa dei percorsi MTB di Life in Travel... buone pedalate!!!
    Scrivi qui quel che pensi...
    Log in con ( Registrati ? )
    o pubblica come ospite
    Carico i commenti... Il commento viene aggiornato dopo 00:00.

    Commenta per primo.

    Raffaele

    Vivo nella provincia di Modena ma appena posso, scappo dalla pianura per esplorare gli Appennini e le Alpi in mountain bike.
    Adoro pedalare nella natura, lontano dal traffico, immerso completamente nel silenzio dei boschi. Da un po' di anni a questa parte viaggio anche all'estero portandomi dietro la mia fedele mtb, dopo Perù, Tenerife, Creta, i Balcani da cui è nato un libro: Da Trieste a Spalato passando per Sarajevo e Mostar
    In quest'ultimo anno sono nati tre nuove pubblicazioni legate alla mountain bike: Adrenalina in MTB: 12 itinerari tecnici e panoramici nel centro-nord Italia nella quale sono presenti itinerari fuoristrada tecnici e spettacolari, MTB in trincea: 12 itinerari sul fronte italoaustriaco dal Passo del Tonale a Caporetto con 12 itinerari lungo i sentieri della Grande Guerra e La Mountain Bike pezzo per pezzo

               

    Visit Rovereto

    Storie a pedali

    podcastUn podcast dedicato ai viaggi in bici, una narrazione per raccontare il mondo del cicloturismo anche attraverso la voce

    Ascolta il Podcast

    Salta in sella

    Lascia la tua mail qui sotto per ricevere consigli, itinerari o suggerimenti per iniziare la tua esperienza di cicloturismo

    Abilita il javascript per inviare questo modulo

    Unisciti ad altri 14.000 cicloviaggiatori.
    Non ti invieremo mai spam!

    Contenuti recenti

    Dal Perù all'Argentina
    Bike the south - Sudafrica e Lesotho in bici
    Marocco in bici
    Transitalia - Italia in bici
    Albania in bici
    Scandibike - Norvegia in bici
    Asia in bici
    Iberiabike - Spagna in bici
    Noplansjourney - Europa in bici
    Torna su