Vota questo articolo
(12 Voti)

500 monache buddiste in bici per 4000 km contro il traffico di donne e bambini

Monache buddiste in bici Monache buddiste in bici http://www.asianews.it/
Non una, non dieci, ma 500 monache sono salite in bicicletta per attraversare l'Himalaya, da Kathmandu a Leh, dal Nepal al Ladakh indiano. 4000 km in bicicletta per denunciare il traffico di esseri umani che dopo il terribile terremoto del 2015 si sta consumando a discapito delle donne e dei bambini (in particolar modo) rimasti soli e indifesi. Un viaggio simbolico, ma anche concreto visto gli aiuti portati dalle monache ai villaggi sulla strada, che dimostra l'energia di queste donne che ogni giorno combattono per l'eguaglianza dei generi e per il rispetto dei diritti umani. Le monache buddiste dell'ordine Drukpa però non sono religiose qualsiasi...
 
 

Kung fu nuns

Cresciute di numero in poco tempo, 500 dalle 30 di dodici anni fa, le monache buddiste Drukpa grazie ad una riforma dell'ordine da parte del 12° capo monastico Gyalwang Drukpa, che ha pedalato con loro, hanno raggiunto una situazione paritaria con gli appartenenti di sesso maschile. Hanno imparato il kung fu per essere in grado di proteggersi da sole e hanno dimostrato di valere quanto i loro colleghi maschi. Grazie alle loro abilità nelle arti marziali sono soprannominate Kung fu Nuns. Durante il lungo viaggio in bicicletta le monache hanno incontrato personaggi di spicco della politica manifestando le loro preoccupazioni e l'intenzione di fare qualcosa di concreto per evitare il continuo traffico di esseri umani nella regione. Quella delle monache buddiste è davvero l'inizio di una rivoluzione in bicicletta necessaria...
La situazione delle donne in Nepal a seguito del terremoto del 2015 è raccontata in un articolo su Asianews
Scrivi qui quel che pensi...
Cancella
Log in con ( Registrati ? )
o pubblica come ospite
Carico i commenti... Il commento viene aggiornato dopo 00:00.

Commenta per primo.

Veronica

Correva l'anno 1983: anch'io vidi per la prima volta la luce del sole estivo e sorrisi. 
Da sempre col pallino per l'avventura (nessun albero poteva resistermi!) ho avuto la fortuna di girare l'Europa e l'Italia con i miei genitori e poi, per la maturità, mi sono regalata un viaggio in 2 cavalli da Milano verso la Russia.
Ho vissuto 6 anni in Trentino godendo della bellezza della Natura, delle montagne e, devo ammetterlo, della MTB! Al momento ritenuto giusto, ho mollato il lavoro senza alcun rimpianto per volare in Nuova Zelanda dove ho viaggiato per cinque mesi in solitaria. Nel 2007 ho provato per la prima volta l'esperienza di un'avventura a due ruote e, da quel momento, non ne ho potuto più fare a meno... così, dopo alcune brevi esperienze in Europa, nel 2010 sono partita con Leo per un lungo viaggio in bicicletta nel Sud Est asiatico, la nostra prima vera grande avventura insieme! All'Asia sono seguite le Ande, il Marocco, il Sudafrica e Lesotho... e il #noplansjourney...
Se non siamo in viaggio, viviamo sul lago d'Iseo!
Su lifeintravel.it trovi tutti i nostri grandi viaggi insieme (e non)!
Carpediem e buone pedalate!

{/source}
 

             

Storie a pedali

podcastUn podcast dedicato ai viaggi in bici, una narrazione per raccontare il mondo del cicloturismo anche attraverso la voce

Ascolta il Podcast

Salta in sella

Lascia la tua mail qui sotto per ricevere consigli, itinerari o suggerimenti per iniziare la tua esperienza di cicloturismo

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Unisciti ad altri 14.000 cicloviaggiatori.
Non ti invieremo mai spam!
 

Contenuti recenti

 
 
Torna su