Menu
DomGiu21

Manutenzione della MTB: sostituzione della catena

Un incidente che può accadere quando si viaggia con la MTB su strade particolarmente "ruvide" è la rottura della catena, soprattutto se non si sono seguite queste utili indicazioni per una buona lubrificazione della catena. Se ci troviamo in località particolarmente isolate può essere utile avere con sè l'apposito attrezzo (smagliacatena tascabile) per la sistemazione della catena e qualche maglia di scorta. In questo video vedremo come sostituire la catena della nostra MTB ma le operazioni possono essere seguite anche in caso di sostituzione di singole maglie della stessa.

Di seguito troverete una sintetica spiegazione per capire quando la catena vada sostituita.
La sostituzione periodica della catena (anche se non incappiamo in alcuna rottura), oltre a garantire una maggiore precisione della cambiata, aiuta a mantenere in buono stato sia il pacco pignoni che le corone e quindi a richiederne una sostituzione meno frequente. La catena si usura sia a causa dell'abrasione dei perni sia a causa dell'allungamento delle piastrine costituenti le maglie. Una catena usurata tenderà a non collimare con la luce presente tra i denti di pignoni e corone consumando prematuramente anche questi ultimi ed è per questo che se ne rende necessaria una sostituzione "preventiva". Per capire se la catena sia usurata e vada cambiata, è sufficiente possedere un calibro e con esso misurare la distanza fra 6 maglie: se essa sarà superiore a 132,6 mm la catena sarà usurata e da sostituire.

Altre guide che vi potrebbero interessare:

Una breve video guida su come centrare una ruota della bicicletta

Una breve guida su come regolare la propria posizione in sella ad una mountain bike

Una breve video guida su come regolare il deragliatore della propria bici

Una breve video guida su come regolare il cambio

Manutenzione della MTB: sostituzione della catena - 5.0 out of 5 based on 1 vote
Vota questo articolo
(1 Vota)
Leonardo

Cicloviaggiatore lento con il pallino per la scrittura e la fotografia. Se non è in viaggio ama perdersi lungo i mille sentieri che solcano le splendide montagne del suo Trentino e dei dintorni del lago d'Iseo dove abita, sia a piedi che in mountain bike. Eterno Peter Pan che ama realizzare i propri sogni senza lasciarli per troppo tempo nel cassetto, ha dedicato gran parte della vita al cicloturismo viaggiando in Nuova Zelanda, Balcani, Norvegia e molti altri paesi. Ultimamente ha trascorso dieci mesi in bici nel Sud est asiatico e ha attraversato le Ande in bici.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza Aggiorna

Vai all'inizio della pagina
Resta aggiornato
Unisciti ad oltre 10.000 cicloviaggiatori e ricevi news, consigli e
itinerari per organizzare il tuo prossimo viaggio in bici
 
 
 
Questo sito web utilizza cookie per ottenere statistiche e mostrare la pubblicità più interessante. Se continui a navigare accetti l'istallazione di tali cookie Maggiori informazioni Ho capito
        Registrati