Menu
MarLug03

Lago di Garda in MTB: la Ponale ed il passo Rocchetta

Un altro percorso in mountain bike che ci ha regalato panorami splendidi sul lago di Garda settentrionale e sulla conca del Benaco. Questo percorso si intreccia con altri già percorsi sul lago di Garda ma introduce, per noi, la novità del passo Rocchetta. Dopo la fatica della salita ricompensata da scorci mozzafiato, la discesa pendente su Leano è adrenalinica al punto giusto per chi ama la velocità.

Mappa

 

 Strada del Ponale, panorama splendido

Questo itinerario che ancora una volta vede come protagonisti le strade ed i single tracks delle montagne che dominano il lato occidentale dell’Alto Garda Trentino, parte da Riva del Garda e si inerpica sulla strada del Ponale, vecchio percorso della strada provinciale che conduceva in valle di Ledro, ora riadattata per una percorrenza a piedi o in mountain bike.
Per raggiungere l’imbocco della strada ormai famosa tra tutti i mountain bikers che si rispettino (forse più conosciuta tra i bikers tedeschi che popolano a centinaia queste zone in estate) si deve costeggiare il lago di Garda attraversando il centro di Riva del Garda e percorrendo per qualche centinaio di metri la strada Gardesana occidentale. Poco prima di imboccare la prima galleria, sulla destra si stacca in salita la strada che noi percorreremo: un primo strappo su porfido porta all’imbocco del tratto riadattato per ciclisti e pedoni.
Questo tratto di itinerario è davvero trafficato da bikers e pedoni, soprattutto nei week end estivi, quindi se non potete venire qui in altri periodi dell’anno, fate attenzione e lasciate la precedenza a chi va a piedi. La strada del Ponale vi regalerà scorci e panorami splendidi, intervallati da suggestivi passaggi in galleria. Dopo alcuni chilometri giungerete nei pressi di un caseggiato in fase di ristrutturazione che nei prossimi anni diverrà una struttura ricettiva che è stato ristrutturato ed è diventato un bici-grill dove è possibile sostare per rifocillarsi.
 
Poco oltre una biforcazione vi permetterà di svoltare a sinistra salendo verso il centro abitato di Pregasina e lasciando alla destra gli ultimi tornanti della strada che conduce in val di Ledro e che noi percorreremo in discesa al termine del percorso. Dopo un altro paio di chilometri si giungerà al termine del percorso interdetto alle auto, sbucando ad un punto panoramico dal quale una statua della Madonna domina il tratto Trentino del lago di Garda.
Strada del Ponale

Passo Rocchetta, salita per gente tosta

Dopo una meritata sosta, proseguiamo in salita (a destra la galleria vi ricondurrà a valle) raggiungendo il piccolo centro di Pregasina in posizione splendida sul lago. Seguiamo le indicazioni per il passo Nota svoltando a destra: qui trovate una fontana in cui eventualmente fare rifornimento d’acqua. Poco oltre tenete la sinistra ancora in salita, raggiungendo la chiesa e proseguendo di nuovo su sterrato.
Da questo punto il percorso si fa più impegnativo e le pendenze aumentano: a tratti la strada è cementata… e questo non è un buon segno per chi non ama la fatica! L’ombra dei faggi regala un po' di sollievo e permette di giungere senza aver sudato troppo alla bocca Larici. Qui, dopo aver ammirato l’ennesimo panorama spettacolare, proseguiamo in salita a destra verso la malga Palaer che si raggiunge poco più tardi. Proseguiamo sul sentiero verso il passo Rocchetta sulla sinistra sempre in salita ma questo si rivela un errore: è preferibile svoltare a destra in leggera discesa per poi tornare a salire a sinistra su un sentiero percorribile in bicicletta: noi invece siamo costretti a spingere le nostre mountain bikes per una mezz’oretta sul sentiero a gradoni decisamente più divertente in discesa che in salita, fino a raggiungere il passo Rocchetta identificato da un piccolo bivacco.
Passo Rocchetta in MTB

Panoramico itinerario verso il passo Guil

Ancora una volta il panorama si apre, questa volta svelando belle vedute della parte Veronese del lago di Garda e del massiccio del monte Baldo. Qui le alternative sono pressoché infinite: noi decidiamo di seguire il sentiero verso il passo Guil e poco oltre ad un nuovo bivio teniamo la destra spingendo la bici per i primi metri. Risaliti in sella riusciamo in parte a percorrere un single track davvero splendido, prima in salita e quindi in piano sempre con scorci sul lago di Garda. Qui tocchiamo il punto più alto del percorso per poi abbandonare il versante esposto sul lago e scendere in picchiata in un’ampia radura fino al passo Guil. Ancora una volta sono molte le alternative: si può proseguire sulla sinistra per imboccare la salita verso passo Nota e poi, per i più allenati, la mitica (per i mountain bikers) salita al passo Tremalzo.

Discesa veloce verso Biacesa

Noi, soddisfatti delle fatiche odierne, decidiamo invece di iniziare a scendere tenendo la destra e imboccando la strada che ci condurrà, attraverso un suggestivo canyon, alle poche case di Leano per poi scendere ancora in picchiata, sempre su strada sterrata o ciottolata, fino al centro di Biacesa. Qui possiamo imboccare la pista ciclabile che da Molina di Ledro conduce a Riva del Garda, svoltando a sinistra e poi a destra sulla strada provinciale della Val di Ledro per pochi metri: prima della galleria ci defiliamo sulla destra imboccando in discesa il sentiero del Ponale che seguiremo a ritroso fino a raggiungere Riva del Garda dove concluderemo il nostro anello e le nostre fatiche: un percorso davvero esaltante nel paradiso della mountain bike del Garda Trentino!
Fate attenzione nel percorrere il sentiero del Ponale in discesa: alcuni punti sono particolarmente esposti, quindi moderate la velocità e fate attenzione ai pedoni e agli altri bikers!
Passo Rocchetta e il lago di Garda in MTB
Il Garda Trentino è un vero paradiso per i mountain bikers e quindi spesso lo raggiungiamo per percorrere i suoi sentieri, quindi se cercate altri percorsi MTB nella zona potete consultare la mappa degli itinerari MTB dove trovate anche percorsi su tutte le Alpi ed in generale in Italia.
Lago di Garda in MTB: la Ponale ed il passo Rocchetta - 3.2 out of 5 based on 18 votes
Vota questo articolo
(18 Voti)
Leonardo

Cicloviaggiatore lento con il pallino per la scrittura e la fotografia. Se non è in viaggio ama perdersi lungo i mille sentieri che solcano le splendide montagne del suo Trentino e dei dintorni del lago d'Iseo dove abita, sia a piedi che in mountain bike. Eterno Peter Pan che ama realizzare i propri sogni senza lasciarli per troppo tempo nel cassetto, ha dedicato gran parte della vita al cicloturismo viaggiando in Nuova Zelanda, Balcani, Norvegia e molti altri paesi. Ultimamente ha trascorso dieci mesi in bici nel Sud est asiatico e ha attraversato le Ande in bici.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza Aggiorna

Vai all'inizio della pagina
Resta aggiornato
Unisciti ad oltre 10.000 cicloviaggiatori e ricevi news, consigli e
itinerari per organizzare il tuo prossimo viaggio in bici
 
 
 
Questo sito web utilizza cookie per ottenere statistiche e mostrare la pubblicità più interessante. Se continui a navigare accetti l'istallazione di tali cookie Maggiori informazioni Ho capito
        Registrati