fbpx
Abbonati alla LiT Family
Abbonati alla LiT Family per accedere a tanti contenuti esclusivi e ricevere il magazine Impronte
Vota questo articolo
(1 Vota)

La via del mare e altre storie, di Roberto Tomesani

La via del mare e altre storie di Roberto Tomesani non è solo una raccolta di itinerari che partono o arrivano a Bologna. È la storia e la vita di quei luoghi, raccontata con freschezza e voglia di coinvolgere più persone possibili alla scoperta di quei posti tanto cari all'autore.

Roberto Tomesani, forse ai più noto come Tom, fotografo innamorato della sua Bologna, ha deciso di condividere la sua terra, le sue strade, i segreti che le sue due ruote toccano o hanno toccato nei suoi numerosi viaggi esplorativi. Questo libro è una raccolta di racconti e al tempo stesso di itinerari, con tanto di traccia proprio come piace fare a noi su lifeintravel, ma con un quid in più, presentati con la passione di un vero connaisseur. Quindi anche se non sei alla ricerca di ispirazioni per pedalare, uscirai da questa lettura con nozioni storiche e aneddoti che ti arricchiranno, in ogni caso.

Tra le pagine de La via del mare e altre storie potrai leggere la storia del ponte delle Bionda, della via che collega Bologna a Ravenna o Bologna a Venezia oppure l'alternativa alla Via degli Dei da Bologna a Firenze. E poi il bosco della Panfilia, la ciclovia del sole o la "via del tortello", il confine invisibile tra gli eredi dei Gonzaga e degli Estensi.

Una piccola opera con grandi spunti culturali e ispirazionali per le tue prossime pedalate, da fare insieme a Roberto e ai suoi aneddoti brillantemente e sapientemente raccolti per te, per noi.

Sinossi dell'opera

Quando hai voglia di fare un viaggio in bici ma non ti senti pronto, quello è proprio il momento giusto per partire. La sfida autentica non è la distanza da percorrere, ma la semplicità di spirito con cui pedali. Qui potrai trovare dieci storie che ti porteranno attraverso itinerari tutti da scoprire. Ogni percorso parte dai dintorni di Bologna e costeggia il Reno, o altri corsi d’acqua, seguendoli fino alla meta. In bicicletta, naturalmente! Perché a piedi è troppo lungo e in macchina non ci si passa.

Scrivi qui quel che pensi...
Log in con ( Registrati ? )
o pubblica come ospite
Carico i commenti... Il commento viene aggiornato dopo 00:00.

Commenta per primo.

Francesco G

ITA - Ho 33 anni e sono piemontese, anche se da qualche anno vivo e lavoro in Lombardia. Dopo un inizio da totale inesperto in questo campo, mi sono avvicinato al mondo dei cicloviaggi e della bicicletta sempre più. Oggi posso definirmi "cicloviaggiatore", e assieme all'altra mia passione - il videomaking - non mi fermerei mai! Cyclo ergo sum, pedalo quindi sono, per cercare di capire perché andare in bici sia così bello, terapeutico, ricco... E ogni volta che provo a capirlo, non ce la faccio, e sono costretto a ripartire sui pedali!

ENG - I'm from Piedmont and I'm 33 years old, I have been living and working in Lombardy for a few years. After a start without any competence in this field, I then approached the bicycle world more and more. Today I can call myself a bicycle traveller and videomaker who would never ever stop. Cyclo ergo sum, I cycle therefore I am. I ride my bike trying to understand why it is so beautiful, rich, therapeutic. And every time I try, I do not understand it. So I must leave again...
 

               

Salta in sella

Lascia la tua mail qui sotto per ricevere consigli, itinerari o suggerimenti per iniziare la tua esperienza di cicloturismo

Unisciti ad altri 17.000 cicloviaggiatori.
Non ti invieremo mai spam!

Contenuti recenti

Torna su