Vota questo articolo
(2 Voti)

Scalinata di Caltagirone in Sicilia, passeggiata sulle maioliche

Ci troviamo in Sicilia, nella bella terra degli agrumi e dei cannoli, dove l'estate dura nove mesi l'anno e la neve è cosa più unica che rara sotto i 2000 metri.
La scalinata dii Caltagirone si trova nel centro storico di questo paesi della provincia di Catania, famoso principalmente per la produzione di ceramica, una tradizione ormai consolidata nel tempo visto che, fin dal periodo della colonizzazione greca, era presente in questa zona dell'isola. Senza sbocchi sul mare, Caltagirone vive prevalentemente grazie al turismo ed alla tradizione cittadina della ceramica che è famosa in tutto il mondo. Dopo una giornata di visita a questa città della Sicilia capirete realmente il ruolo primario della ceramica all'interno della comunità e... quanti negozietti di vasellame e statuette riuscirete a contare?
Caltagirone è una tranquilla città dell'entroterra siciliano, una di quelle perle nascoste che quest'isola  così martoriata e così incredibilmente affascinante, custodisce con gelosia. Dichiarata patrimonio UNESCO insieme alle altre città tardo barocche della Val di Noto, per scoprire tutte le bellezze del luogo natale di Don Luigi Sturzo, vi saranno utili almeno due giorni.
Nel comune di Caltagirone, come nel resto della Sicilia, la gente si ritrova ancora nella piazza centrale a bere un caffè, a far due chiacchiere, a passare un po' di tempo all'ombra degli ombrelloni delle caffetterie. Qui la vita ha un altro ritmo! Durante l'estate, la vera estate turistica e torrida, il sole è al massimo del suo splendore, la colonnina di mercurio supera spesso i 30°C ed il tasso d'umidità è piuttosto elevato, quindi, se vi è venuta voglia di fare un viaggio in bici nella splendida Sicilia ed in questa zona dell'entroterra, rimandate o anticipate di qualche mese. L'inverno, data l'altitudine del comune di Caltagirone (600 m circa sul livello del mare), è più freddo rispetto a quello delle località costiere.
Nel corso degli anni la popolazione di Caltagirone è aumentata gradualmente e l'esigenza di nuove costruzioni che soddisfacessero la domanda di alloggi, ha portato alla creazione di una nuova città a monte della vecchia ed alla realizzazione di un'opera altamente artistica ed unica nel suo genere: una scalinata che collegasse questi due nuovi agglomerati urbani, la Scalinata di Santa Maria del Monte. Datata 1606, la scalinata di Caltagirone è sicuramente l'attrazione più importante della città: i 130 metri di lunghezza per ben 142 scalini
( progetto rimodernato dall'architetto Salvatore Marino nella prima metà del XIX secolo) conducono gli abitanti dalla città vecchia a quella nuova e viceversa, ma anche i turisti, affascinati da questa opera artistica, non si fanno pregare più di tanto per percorrerla interamente. A metà del 1900 le alzate di ogni gradino vennero decorate con mattonelle di maiolica policroma che in occasione della festa patronale di San Giacomo (24-25 luglio) vengono illuminate con migliaia di candele a fiamma viva. Oltre alla scalinata di Santa Maria del Monte, a Caltagirone si possono visitare numerose chiese, alcune in stile barocco, altre ancora più antiche. Il centro storico è stato quasi interamente ricostruito dopo il terribile terremoto del 1693 come è successo in tutti gli altri centri della valle, ma i numerosi monumenti presenti (come la Chiesa di Santa Maria del Monte decorata da eventi riprodotti su maiolica) sono davvero interessanti da visitare.
Nei dintorni della città si trovano anche le necropoli della montagna, il Castello dei Geni ed il complesso archeologico di Monte San Mauro, oltre a numerosi sentieri escursionistici sulle colline e per le campagne che circondano la città. Caltagirone è un luogo magico dove rivivere il periodo del tardo barocco fra visite culturali, passeggiate rigeneranti e super mangiate a basso costo!

Per ulteriori informazioni sulle attrattive da non perdere, sui luoghi da esplorare e su dove mangiare e dormire collegatevi al sito ufficiale della città!

Scalinata di Caltagirone in Sicilia, passeggiata sulle maioliche - 3.0 out of 5 based on 2 votes
Veronica

Correva l'anno 1983: anch'io vidi per la prima volta la luce del sole estivo e sorrisi. 
Da sempre col pallino per l'avventura (nessun albero poteva resistermi!) ho avuto la fortuna di girare l'Europa e l'Italia con i miei genitori e poi, per la maturità, mi sono regalata un viaggio in 2 cavalli da Milano a Praga (un fiorino ha interrotto il nostro viaggio verso Mosca facendoci ribaltare, senza gravi conseguenze, su una strada slovacca).
Ho vissuto 6 anni in Trentino lavorando in tanti luoghi diversi, scoprendo la bellezza della Natura, delle sue montagne e, devo ammetterlo, della MTB! Al momento che ritenevo giusto, ho mollato il lavoro senza alcun rimpianto per volare in Nuova Zelanda dove ho viaggiato per cinque mesi in solitaria. Nel 2007 ho provato per la prima volta l'esperienza di un'avventura a due ruote e, da quel momento, non ne ho potuto più fare a meno... così, dopo alcune brevi esperienze in Europa, nel 2010 sono partita con Leo per un lungo viaggio in bicicletta nel Sud Est asiatico, la nostra prima vera grande avventura insieme! Da 3 anni scorrazziamo in MTB sui sentieri del Lago di Iseo, ma la prossima partenza per il #noplansjourney è alle porte...:) 
 Su lifeintravel.it trovi tutti i nostri grandi viaggi insieme (e non)!
Carpediem e buone pedalate!

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna su