Vota questo articolo
(2 Voti)

Cammino di San Francesco in bici | La via del nord

Il Cammino di San Francesco è un itinerario ciclabile che ripercorre le orme di San Francesco. Il percorso si divide in Via del Nord, si parte dal santuario della Verna per raggiungere Assisi e in Via del sud, da Greccio verso la cittadina umbra del santo. Essendo un tracciato a tappe attraverso i luoghi di San Francesco è possibile affrontare questo viaggio in bicicletta in maniera più spirituale chiedendo un posto per dormire negli ostelli dei pellegrini o nelle case di ospitalità lungo il Cammino.
Prima di partire per questa avventura si può richiedere e ricevere la credenziale del Cammino di San Francesco che andrà fatta timbrare ad ogni sosta.

Mappa

 
Il Santuario della Verna è il punto di partenza del Cammino di San Francesco - Via del nord che dalla Toscana scende in Umbria per attraversarla fino ad Assisi. La segnaletica da seguire è quella gialla e blu orizzontale o verticale con le indicazioni della Via di Francesco. In certe località toscane fino a qualche tempo fa bisognava affidarsi alla segnaletica bianca e rossa del Cai,  ad ogni modo semplice e intuitiva. La credenziale deve essere richiesta almeno tre settimane prima della partenza e viene spedita a casa.santuario la verna

L'itinerario del Cammino di San Francesco

Dal celebre santuario si inizia a pedalare verso Pieve Santo Stefano e il lago di Montedoglio, il bacino artificiale più grande della Toscana.
Il Tevere, incontrato a Pieve Santo Stefano, entra nel lago per poi uscirvi nella parte più meridionale dello stesso e proseguire il suo corso verso la capitale d'Italia. Il tracciato segue la sponda orografica destra verso La Motina regalando scorci davvero piacevoli sull'area conosciuta per la ricchezza ittica e per le foreste di conifere. In pochi chilometri (circa 6) si raggiunge Anghiari, situato in provincia di Arezzo e considerato uno dei borghi più belli d'Italia. Anghiari, conosciuta principalmente per la battaglia del 1440 e l'appassionante storia dell'affresco di Leonardo Da Vinci, è una località molto interessante da visitare per il gran numero di chiese e antiche pievi, per la Badia di San Bartolomeo e i castelli di Sorci e Galbino. La Valtiberina toscana continua ad ospitare l'itinerario ciclabile che attraversa Fighille e Sant'Antonio prima di giungere a Citerna a 480 metri di quota. A pochi chilometri dal tracciato del Cammino di San Francesco sorge Monterchi conosciuto per il famoso affresco di Piero della Francesca, la Madonna del parto, che l'artista realizzò in onore della Madre nativa del paese. 
Tornando sul percorso si attraversa il torrente Cervone proseguendo velocemente e in discesa verso Città di Castello, in Umbria.
Città di Castello è un luogo che vale la pena visitare con calma pedalando per i vicoletti (o camminando!) ed entrando negli edifici storici del centro. Tra i più celebri monumenti troviamo la torre civica, il palazzo dei priori, il duomo e la chiesa di San Francesco, imperdibile se si sta affrontando il Cammino in bici.
anghiari
Dalla città si pedala verso est seguendo la morfologia del territorio collinare e sfiorando i 640 metri di quota. Il Cammino lambisce la cima del Monte Santo Stefano (667 metri) per poi scendere a Pieve dei Saddi. Zigzagando per l'Appennino si arriva preso a Pietralunga. Arroccata su una collina Pietralunga vanta edifici medievali, chiese amene e pievi misteriose.
Son solo 28 i km da fare in bicicletta attraverso l'Appennino per raggiungere Gubbio da Pietralunga. L'Appennino si mostra in tutta la sua ricchezza di specie e pedalare anche nelle giornate più calde diventa un vero piacere. Vari tornanti conducono a Mocaiana, frazione del comune di Gubbio, distante dalla cittadina solo 6 km.si pedala via san francesco
Gubbio è per certo una delle località più belle dell'Umbria. Resa ancora più famosa dalla fiction Don Matteo con Terence Hill, Gubbio vanta il panoramico Palazzo dei Consoli risalente al XIV secolo, il Palazzo Pretorio, la maestosa Basilica di Sant'Ubaldo sul monte Ingino, il teatro romano, innumerevoli chiese e, nei dintorni, la gola del Bottaccione.
Assisi, punto di arrivo del nostro Cammino, dista ancora 66 km e lungo la strada consigliamo di sostare al Castello di Vallingegno dell'XI secolo, alla vicina abbazia di San Verecondo De Spissis, al castello di Biscina, al lago di Valfabbrica e poi finalmente ad Assisi, una delle cittadine più belle dell'Umbria Orientale e non solo.

Come organizzare il viaggio in bici? Quanto pedalare ogni giorno?

A queste domande potete dare una risposta seguendo i suggerimenti di Delfino e dividendo il tracciato in quattro tappe. Nei paesini che si incontrano lungo l'itinerario ciclabile del Cammino di San Francesco non è difficile trovare ostelli, bed and breakfast e, nella stagione più calda, anche qualche campeggio aperto dove piantare la tenda. Per comprare cibo o degustare i piatti tradizionali cercate i piccoli market locali (dove va chi vive in paese) e le osterie/trattorie che popolano i borghi. Lasciatevi suggestionare e viaggiate con lentezza godendovi le bellezze naturalistiche e culturali lungo il percorso!paesaggi
Per maggiori informazioni potete accedere al sito ViadiFrancesco.it dove sono presenti le indicazioni per percorrere il cammino in bici, a piedi e con altri mezzi

Informazioni aggiuntive

  • Durata: Weekender (2-3 giorni)
  • Luogo: Toscana, Umbria
  • Dislivello: 2001 - 5000 m
  • Lunghezza: 192 km
  • Tipo di fondo: Gravel (Fondo misto)
  • Difficoltà: Micro avventura
  • Altre risorse:
    • Qui il primo link
Cammino di San Francesco in bici | La via del nord - 3.0 out of 5 based on 2 votes
Veronica

Correva l'anno 1983: anch'io vidi per la prima volta la luce del sole estivo e sorrisi. 
Da sempre col pallino per l'avventura (nessun albero poteva resistermi!) ho avuto la fortuna di girare l'Europa e l'Italia con i miei genitori e poi, per la maturità, mi sono regalata un viaggio in 2 cavalli da Milano a Praga (un fiorino ha interrotto il nostro viaggio verso Mosca facendoci ribaltare, senza gravi conseguenze, su una strada slovacca).
Ho vissuto 6 anni in Trentino lavorando in tanti luoghi diversi, scoprendo la bellezza della Natura, delle sue montagne e, devo ammetterlo, della MTB! Al momento che ritenevo giusto, ho mollato il lavoro senza alcun rimpianto per volare in Nuova Zelanda dove ho viaggiato per cinque mesi in solitaria. Nel 2007 ho provato per la prima volta l'esperienza di un'avventura a due ruote e, da quel momento, non ne ho potuto più fare a meno... così, dopo alcune brevi esperienze in Europa, nel 2010 sono partita con Leo per un lungo viaggio in bicicletta nel Sud Est asiatico, la nostra prima vera grande avventura insieme! Da 3 anni scorrazziamo in MTB sui sentieri del Lago di Iseo, ma la prossima partenza per il #noplansjourney è alle porte...:) 
 Su lifeintravel.it trovi tutti i nostri grandi viaggi insieme (e non)!
Carpediem e buone pedalate!

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna su