Vota questo articolo
(0 Voti)

Isole Aran in bicicletta: l'Irlanda di Inis Mòr in fretta e furia

    Isole Aran in bicicletta
    Ricordo come se fosse ieri quel traghetto che lasciava il porticciolo di Ros a' Mhíl  nel Connemara che avevamo raggiunto con un bus da Galway la mattina presto... pensavamo al cicloturismo mentre stavamo salpando alla volta delle isole Aran e, più precisamente, di Inis Mor, l'isola più grande! Ero già stata diverse volte in Irlanda ma non nell'ovest e mai accompagnata da mia sorella. I due giorni alle isole Aran si preannunciavano all'insegna della bicicletta e dell'esplorazione...
    Tre puntini all'orizzonte fanno salire il nostro entusiasmo alle stelle: Kilronan è la località dove sbarcheremo e dove alloggieremo per due notti in ostello. Il settembre irlandese regala splendidi arcobaleni e giornate tiepide colorate da una brezza fresca che ricorda che l'inverno è ormai alle porte. Il cielo è terso, ma il cielo d'Irlanda cambia ogni pochi minuti intervallando scrosci di pioggia ad ore di sereno. Al negozio di Burke c'è un'ampia scelta di biciclette e noi non vediamo davvero l'ora di scoprire l'isola pedalando fra i sentieri inaspettati che delimitano ogni fazzoletto di terra. Il prezzo è basso, 10€ a bici al giorno, ma visto che è già primo pomeriggio il proprietario ci fa uno sconto. Alle 5 pm il negozio chiuderà e quindi dovremo riportare le biciclette per quell'ora, ma al momento non ci sembra un grosso problema. Con il vento tra i capelli iniziamo a pedalare in sella alla nostra mountain bike verso l'entroterra lasciandoci alle spalle la piccola baia sulla quale è disteso il paese di Kilronan. Al punto informazioni del molo abbiamo chiesto una cartina dell'isola ma il piacere dell'esplorazione improvvisata non ce lo vogliamo proprio far togliere. Ogni sentiero sembra quello giusto, le pecore sono ovunque e la verde Irlanda è inconfondibile anche qui alle isole Aran. inishmore centralL'isola di Inis Mor conta quasi 1000 abitanti ed è la più grande delle isole Aran. I luoghi più conosciuti e caratteristici sono principalmente due: i resti del forte in pietra di Dún Aonghasa ed il tratto di costa poco distante dal forte chiamato buco del verme (wormhole) per la forma data alle rocce dalla forza dell'Oceano Atlantico. Girando le isole Aran in bicicletta ci si rende conto di come ogni angolo sia intriso di storia e leggenda. Le scogliere si tuffano a capofitto nell'acqua e sdraiarsi sull'erba umida per guardare le onde infrangersi sul duro calcare è un'emozione piacevole ed immancabile... se non si soffre di vertigini!!! isole aranGiorgia pedala senza lamentarsi, si riempie gli occhi della tanto sognata Irlanda, delle verdi terre e dei suoi cieli, si sdraia sulla scogliera con me cercando di assorbire tutto il calore dei raggi del sole in una giornata di sensazioni contrastanti. Il tempo passa in fretta e non ci rendiamo conto che son già le 4 passate. Per tornare fino a Kilronan abbiamo bisogno di almeno un'ora in bicicletta se non aumentiamo il ritmo di pedalata e l'intenzione iniziale era quella di andare con calma. L'incontro con un abitante delle isole Aran che, incuriosito, ci chiede quale sia la nostra provenienza e se la sua isola ci stia piacendo, rallenta ulteriormente la nostra marcia verso il negozio di Burke. Esagero, lo ammetto, ed incito Giorgia ad accelerare. Lei è indecisa se lanciare la bicicletta in un prato o se inseguirmi per poi malmenarmi... alla fine opterà per la seconda soluzione! Alle 4:55 pm raggiungiamo la meta e, mezze morte, riusciamo a riconsegnare le biciclette prima della chiusura del negozio.img 32083
    Il giro in bicicletta su Inis Mor, la più grande delle isole Aran, dopo la mia antipatica performance, è stata l'ultima occasione in cui sono riuscita a trascinare mia sorella in bicicletta con me. La fatica, il sudore ed il cuore che sembrava uscire dal petto sono sensazioni che Giorgia ancora ricorda bene ogni volta che parla di Irlanda... ho forse precluso sul nascere la possibilità di vedere mia sorella diventare una cicloviaggiatrice?!? Spero proprio di no anzi, sono quasi certa che prima o poi riuscirò a scoprire un altro luogo sulle due ruote proprio con lei...img 32105
     
    Durante la nostra breve permanenza su Inis Mor alle Aran, abbiamo dormito nell'ostello di Kilronan spendendo poco e trovandoci piuttosto bene!!! Per conoscere gli orari dei traghetti ed i costi potete invece consultare il sito ufficiale della compagnia di navigazione delle isole Aran. Per ogni altro dubbio il sito del turismo irlandese sarà un'ottima risorsa.
    Veronica

    Correva l'anno 1983: anch'io vidi per la prima volta la luce del sole estivo e sorrisi. 
    Da sempre col pallino per l'avventura (nessun albero poteva resistermi!) ho avuto la fortuna di girare l'Europa e l'Italia con i miei genitori e poi, per la maturità, mi sono regalata un viaggio in 2 cavalli da Milano a Praga (un fiorino ha interrotto il nostro viaggio verso Mosca facendoci ribaltare, senza gravi conseguenze, su una strada slovacca).
    Ho vissuto 6 anni in Trentino lavorando in tanti luoghi diversi, scoprendo la bellezza della Natura, delle sue montagne e, devo ammetterlo, della MTB! Al momento che ritenevo giusto, ho mollato il lavoro senza alcun rimpianto per volare in Nuova Zelanda dove ho viaggiato per cinque mesi in solitaria. Nel 2007 ho provato per la prima volta l'esperienza di un'avventura a due ruote e, da quel momento, non ne ho potuto più fare a meno... così, dopo alcune brevi esperienze in Europa, nel 2010 sono partita con Leo per un lungo viaggio in bicicletta nel Sud Est asiatico, la nostra prima vera grande avventura insieme! Da 3 anni scorrazziamo in MTB sui sentieri del Lago di Iseo, ma la prossima partenza per il #noplansjourney è alle porte...:) 
     Su lifeintravel.it trovi tutti i nostri grandi viaggi insieme (e non)!
    Carpediem e buone pedalate!

    Aggiungi commento

    Codice di sicurezza
    Aggiorna

    Torna su