Menu

GioApr12

Integratori alimentari nel ciclismo: quali scegliere

Spesso, soprattutto durante la stagione estiva, si sente parlare di integratori sportivi e del loro utilizzo durante una giornata di attività sportiva come può essere quella dedicata ad un'uscita in mountain bike o bici da corsa. Premesso che per i bikers, e in generale tutti gli sportivi, è importante affiancare all'attività fisica una corretta idratazione oltre che alimentazione, qual è la reale funzione degli integratori sportivi? Quali sostanze contengono? Qual è il loro corretto utilizzo?

Integratori per il ciclismo

Prima di addentrarci nell'argomento, è bene premettere che la propria alimentazione e idratazione durante una prestazione sportiva (sia essa una gara, un allenamento o un semplice viaggio) va valutata attentamente ed è sempre meglio affidarsi ad un esperto, soprattutto nel caso in cui il livello di sforzo richiesto implichi dei consumi energetici e salini notevoli e concentrati e quindi la reintegrazione sia fondamentale. Chi pratica quindi sport a livello agonistico, incluso il ciclismo, non si può e non si deve affidare al caso nella scelta degli alimenti e degli integratori sportivi da assumere.
Detto questo, proviamo comunque a delineare qualche utile aspetto relativo all'integrazione alimentare nel ciclismo che possa fungere da base alle proprie conoscenze.

Alimentarsi correttamente

Il primo passo per costruire un proprio piano alimentare corretto è quello di imparare a conoscersi: tra i vari fattori che vanno tenuti in considerazione per stabilire il quantitativo corretto di calorie da ingerire quotidianamente ci sono l'età, il peso, il sesso, l'altezza e, soprattutto, il livello di attività fisica che si svolge.Alimentarsi correttamente è fondamentale per riuscire a migliorare il proprio benessere psico-fisico e progredire atleticamente.cacciucco maremmanaSeguire un'alimentazione sana è una questione di quantità ma anche e soprattutto di qualità e di tempistiche quindi è importante conoscere cosa, quanto e quando mangiare: per poterlo stabilire al meglio l'ideale è farsi consigliare da un dietologo o da un nutrizionista dello sport. Solo a valle di una sana alimentazione e di un corretto allenamento si potrà pensare di ricorrere all'integrazione alimentare nel ciclismo e nelle altre discipline, per ottimizzare le proprie performance.

Come scegliere gli integratori alimentari

Gli integratori sono degli alimenti semplificati utili per fornire pochi e selezionati elementi nutritivi al corpo e per questo non hanno nulla a che vedere con la farmacologia e non dovrebbero avere alcun effetto collaterale. Dico dovrebbero, perché come molti sapranno, ci sono stati casi di doping (ad esempio) causato dall'assunzione di tali integratori: in realtà il doping è stato causato da sostanze indesiderate contenute in integratori alimentari poco controllati e realizzati in filiere non sicure. borraccia mgkvisQuindi se vi state chiedendo quali integratori alimentari scegliere, la prima risposta dev'essere "qualità" e certificazione. Ogni integratore alimentare in Italia va notificato al Ministero della Salute. Quando ne acquistate uno, assicuratevi di leggere attentamente l'etichetta e la tabella nutrizionale dove trovate tutte le informazioni di apporto calorico e nutrienti ed infine controllate che sia prodotto in Italia dove le regolamentazioni sono spesso severe e scrupolose.

Gli integratori per i ciclisti

Poiché il ciclismo è uno sport di resistenza, il fabbisogno energetico di una persona adulta che pratica questo sport è logicamente maggiore di quello necessario ad una persona sedentaria. Se ci si allena con costanza non si può pensare di alimentarsi come sempre, ma mentre il fabbisogno di carboidrati e grassi dovrà essere rivisto, quello proteico dovrà essere aumentato soltanto leggermente dato che la forza esplosiva non è così fondamentale per la maggior parte dei ciclisti. A seconda della disciplina e delle proprie peculiarità e caratteristiche, questa mia asserzione potrà e dovrà essere ponderata. Un altro fattore da tenere in considerazione, come già accennato, è la tempistica di assunzione.mgkvis full sport
Credo di aver sottolineato sufficientemente il fatto che ognuno dovrà fare una valutazione personale e ponderata, ma in linea generale se si pratica ciclismo a livello piuttosto avanzato, gli integratori alimentari da prendere in considerazione dovranno essere principalmente quelli contenenti carboidrati e sali minerali e meno quelli contenenti proteine e creatina.
La necessità di supplementi alimentari sarà differente a seconda del momento: prima, durante o dopo lo sforzo atletico sono richiesti elementi differenti e sarà importante imparare a sapere cosa assumere e quando.prodotti mgkvis
Vediamo di seguito un esempio di corretta integrazione alimentare suddivisa nelle varie fasi di sforzo:
Prima dello sforzo
Poiché durante un'uscita in bici è facile avere grosse perdite idro-saline, è importante pre-idratarsi adeguatamente magari assumendo preparati con un limitato contenuto di carboidrati (dando per scontato che si sia già consumato un pasto adeguato due o tre ore prima di salire in sella!), un adeguato contenuto di sali minerali e la presenza, in caso di sforzi prolungati ed aerobici, di amminoacidi ramificati per una corretta distribuzione nel tempo del glicogeno muscolare. 
Durante lo sforzo
Mentre ci si allena o si è in competizione o viaggio, ciò di cui ha più esigenza un ciclista è la reintegrazione delle scorte idro-saline e di quelle energetiche e quindi gi integratori alimentari più adatti,  sotto forma di bevanda, in questo caso sono quelli fortemente ipotonici, in modo tale da reidratare velocemente l'organismo senza creare problemi gastrici e dando un giusto apporto di sali minerali, magnesio, potassio e sodio su tutti. Se lo sforzo ha una durata superiore alle due-tre ore potrebbe essere utile anche mangiare qualcosa, tipo piccoli panini con la marmellata, qualche barretta energetica oppure della frutta secca. 
Dopo lo sforzo
La fase di recupero è importante quasi quanto quella di allenamento e quindi aiutare un rapido recupero nell'ora appena successiva allo sforzo è fondamentale. Le due azioni più importanti da contrastare sono la carenza di scorte idriche e la produzione di radicali liberi che può recare danni ai tessuti. Nel primo caso il consiglio, anche banale, è quello di bere molto. Nel secondo invece può essere utile assumere degli antiossidanti come la vitamina C e la vitamina E.
Concludiamo questo nostro viaggio nel mondo degli integratori alimentari tornando a sottolineare il fatto che la loro assunzione va pensata e valutata soltanto a valle di una dieta corretta e di uno stile di vita sano che permettano di raggiungere lo scopo principale per il quale si va in bicicletta: il divertimento!
Vota questo articolo
(0 Voti)
Leonardo

Cicloviaggiatore lento con il pallino per la scrittura e la fotografia. Se non è in viaggio ama perdersi lungo i mille sentieri che solcano le splendide montagne del suo Trentino e dei dintorni del lago d'Iseo dove abita, sia a piedi che in mountain bike. Eterno Peter Pan che ama realizzare i propri sogni senza lasciarli per troppo tempo nel cassetto, ha dedicato gran parte della vita al cicloturismo viaggiando in Nuova Zelanda, Balcani, Norvegia e molti altri paesi. Ultimamente ha trascorso dieci mesi in bici nel Sud est asiatico e ha attraversato le Ande in bici.

Aggiungi commento

Vai all'inizio della pagina
Resta aggiornato
Unisciti ad oltre 10.000 cicloviaggiatori e ricevi
news, consigli e itinerari per organizzare
il tuo prossimo viaggio in bici