Menu
VenSet12

Hanno ucciso Daniza, viva il Trentino!

Scrivo questo post il giorno dopo, a freddo. Ho riflettuto molto se farlo o meno... non è un articolo inerente a quanto trattato qui ma in fondo lifeintravel è ancora un blog personale, in cui parliamo di ciò che facciamo e di ciò che ci circonda. Abbiamo seguito con coinvolgimento la vicenda di Daniza, così come quella di Jurka, di M13 e di tanti altri orsi vissuti e nati negli anni in Trentino grazie al progetto Life Ursus ed è per questo che scrivo di seguito due considerazioni in merito a questa triste vicenda. 

Che tristezza l'umana pochezza

 
E' vero, nel mondo esistono disgrazie e problemi ben più grandi di un singolo animale morto! Guerre, fame, povertà... questa mia (nostra, visto che non credo di essere l'unico) indignazione parte dalla consapevolezza che esistano tragedie maggiori, ma anche dalla sicurezza che il rispetto verso ogni essere vivente sia la base su cui costruire una pacifica convivenza anche tra esseri umani.
Già il giorno dopo ferragosto, quando Daniza aveva aggredito il fungaiolo nei boschi della val Rendena, avevamo intuito che il suo destino era segnato. Catturata o uccisa poco importava... l'orsa aveva agito secondo natura ed era stata subito etichettata come "animale nocivo". 
"Ma come", avrebbe detto Daniza se avesse potuto parlare e difendersi dalle accuse, "Vi indignate tanto e vi riempite la bocca imprecando contro il degrado della società moderna in cui spesso i figli sono vittime dei propri stessi genitori ed ora che io agisco in difesa dei miei cuccioli voi mi condannate a morte? Faccio fatica a capirvi, voi strani esseri a due zampe!"
Come darle torto? Sono d'accordo anch'io! L'errore di Daniza ed il mio però è stato quello di ragionare secondo le leggi naturali, senza sapere che in Trentino, così come in Italia, la politica fa e disfa ad ogni cambio di poltrona. Tizio decide di intraprendere una strada e Caio, solo perchè quella non gli garba, ne prende un'altra... o addirittura ne costruisce una su misura per sè!
Vabbè, mi fermo perchè credo abbiate intuito il mio punto di vista... dico solo che il genere umano di cui faccio parte mi ha dato dimostrazione, se ancora ce ne fosse stato bisogno, di quanto basso e misero sia il suo livello. I nostri capricci vengono in continuazione perpetrati sulla pelle di esseri innocenti che non fanno altro che comportarsi come la natura ha loro insegnato.
 

Boicottare il Trentino è giusto?

 
Per concludere però voglio fare una considerazione sul giusto sdegno che questo atto barbarico ha creato: in molti hanno proposto di boicottare il Trentino per questo folle gesto insensato. Io stesso ieri ho detto, e confermo, di essermi vergognato per la prima volta di essere trentino (visto che quei politicanti che hanno deciso per la cattura di Daniza li abbiamo votati noi). Però una cosa è essere sdegnati e vergognarsi, un'altra è boicottare una provincia.
Coloro i quali decideranno di boicottare il Trentino ne hanno pieno diritto e sono da rispettare, però per coerenza dovranno boicottare anche Svizzera ed Austria che ci hanno messo molto meno ad ammazzare il primo orso che ha messo piede nel loro territorio. Dovranno boicottare le province lombarde e venete che a gran voce chiedono ai trentini stessi di riprendersi quegli orsi che (com'è giusto che sia e com'era stato previsto) si spostano per ripopolare l'intero arco alpino.
Tutti coloro che decideranno di boicottare il Trentino pensino anche a quanti trentini amano il territorio, la Natura, gli animali. Pensino a quanto il Trentino ed i trentini hanno fatto per preservare la Natura perchè se orsi, linci, lupi e tutti i grandi predatori stanno tornando sulle alpi è anche grazie all'azione di migliaia di persone che non ragionano per opportunità politica ma lavorano quotidianamente per far sì che il territorio trentino sia quello che è...
Insomma, che a pagare siano i responsabili di questa piccola tragedia. Ma non solo gli esecutori, bensì anche i mandanti, senza però colpevolizzare un'intera popolazione.
Hanno ucciso Daniza, viva il Trentino! - 4.2 out of 5 based on 5 votes
Vota questo articolo
(5 Voti)
Leonardo

Cicloviaggiatore lento con il pallino per la scrittura e la fotografia. Se non è in viaggio ama perdersi lungo i mille sentieri che solcano le splendide montagne del suo Trentino e dei dintorni del lago d'Iseo dove abita, sia a piedi che in mountain bike. Eterno Peter Pan che ama realizzare i propri sogni senza lasciarli per troppo tempo nel cassetto, ha dedicato gran parte della vita al cicloturismo viaggiando in Nuova Zelanda, Balcani, Norvegia e molti altri paesi. Ultimamente ha trascorso dieci mesi in bici nel Sud est asiatico e ha attraversato le Ande in bici.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza Aggiorna

Commenti  

Silvia
# 0 Silvia 2014-09-12 10:12
Penso che ieri si siano vergognati gli intelligenti nel senso letterale del termine, poco importa l'appartenenza regionale...
Personalmente ho provato dolore e rabbia per Daniza, ma soprattutto per ciò che questa cattura-uccisione implica e rappresenta. Ho provato però anche dolore e rabbia per i tanti commenti violenti letti a seguire e per proposte di "rivolta" come quelle da te citate.
Da un eccesso all'altro senza passare dalla riflessione... il nostro grande problema.
Tutto questo solo per ringraziarti per quanto hai scritto.
Silvia
Rispondi Rispondi con citazione Citazione
tirapacchi
# 0 tirapacchi 2014-09-12 11:09
non capisco sto casino e di cosa ci si dovrebbe vergognare: si è cercato di prendere un animale che in troppe occasioni si è dimostrato troppo confidente con l'uomo prima che i problemi diventassero troppo gravi, come previsto dal protocollo. ci sta che all'n-esima anestesia qualcosa vada storto, alla fine anche noi firmiamo prima di andare sotto i ferri. per me tutto si è svolto come doveva, limitare l'azione degli orsi problematici aiuta il progetto a trovare compimento.
Tutto il resto mi sono chiacchiere di chi è sempre contro a prescindere e vuole solo far polemica.
Rispondi Rispondi con citazione Citazione
Leo
# 0 Leo 2014-09-12 11:53
Citazione:
non capisco sto casino e di cosa ci si dovrebbe vergognare: si è cercato di prendere un animale che in troppe occasioni si è dimostrato troppo confidente con l'uomo prima che i problemi diventassero troppo gravi, come previsto dal protocollo. ci sta che all'n-esima anestesia qualcosa vada storto, alla fine anche noi firmiamo prima di andare sotto i ferri. per me tutto si è svolto come doveva, limitare l'azione degli orsi problematici aiuta il progetto a trovare compimento.
Tutto il resto mi sono chiacchiere di chi è sempre contro a prescindere e vuole solo far polemica.
Personalmente confermo di vergognarmi del Trentino per come viene gestito il progetto Life Ursus... è il terzo orso che muore a causa di un errore nell'anestesia (un anestesista con cui spero di non avere mai a che fare!), anche il corpo forestale aveva espresso dubbi sulla cattura ed ha aperto un'indagine. Lasciare due cuccioli di meno di trenta chili soli a settembre, con l'inverno da affrontare e senza le abilità per procacciarsi il cibo apprese dalla madre porterà, a mio parere, a due possibili conseguenze: o gli orsi non sopravviveranno all'inverno, o lo faranno procurandosi il cibo nella modalità più facile per loro (uccidendo animali domestici ed avvicinandosi all'uomo)... e verranno etichettati come "problematici" e quindi nei prossimi anni catturati o soppressi! Ottima gestione!
Orsi problematici? Mah... Daniza, poco prima di aggredire il fungaiolo che si era avvicinato per guardare i suoi cuccioli, era fuggita non appena aveva visto un'altra persona che urlando si era fatta sentire e vedere. Se un orso difende i suoi cuccioli e si procura del cibo per nutrirli è problematico? Secondo me no, fa solo l'orso, animale opportunista e curioso per natura!
Infine non credo di poter essere inserito nella categoria di quelli che è sempre contro a prescindere e vuol solo far polemica... ho seguito il progetto con interesse fin dal suo inizio e sappiamo benissimo sia io che te quanto l'attuale amministrazione provinciale veda di cattivo occhio il progetto. Capisco e trovo giusto il fatto che possa, in alcuni casi, essere prevista una cattura... è lecito e normale: soltanto non mi sembra che questo caso, vista la presenza dei due cuccioli, sia tra quelli da far rientrare nel "Protocollo"...
Rispondi Rispondi con citazione Citazione
Paolo De Sanctis
# 0 Paolo De Sanctis 2014-09-21 00:10
Leonardo, "faccio mio" il tuo articolo, nel senso che condivido al 100% il tuo scritto. Io e mia moglie adoriamo gli animali e gli Orsi, siamo stati a Spormaggiore e a S. Romedio apposta, e quando è morta Daniza per me è stata una martellata in testa. Me lo ha detto mia moglie in ufficio: non capivo più niente, non riuscivo a fare più niente. Poi mi ha assalito una furia cieca, ero letteralmente fuori di me e ho scritto anche qualche cavolata su Facebook, di cui mi scuso pubblicamente.
Adesso, a mente un po più fredda vorrei solo vedere in galera Ugo Rossi e soci, non certo fango sul Trentino, che amo particolarmente e in cui ritorno ogni volta che posso. Perché il Trentino è quello che descrivi bene tu: poi gli idioti stanno in tutto il mondo. Vorrei solo dire a Piergiuseppe che Daniza non era problematica, Daniza ha fatto solo il suo mestiere di Orsa; e NON ci sta la storiella dell' anestesia che va storta perché non è ammissibile uccidere con tanta leggerezza gli animali; specie quando lo si fa apposta, deliberatamente, perché Daniza era stata condannata. Ne siamo convinti tutti.

Con stima e simpatia.

Paolo De Sanctis
Rispondi Rispondi con citazione Citazione
Vai all'inizio della pagina
Resta aggiornato
Unisciti ad oltre 10.000 cicloviaggiatori e ricevi news, consigli e
itinerari per organizzare il tuo prossimo viaggio in bici
 
 
 
Questo sito web utilizza cookie per ottenere statistiche e mostrare la pubblicità più interessante. Se continui a navigare accetti l'istallazione di tali cookie Maggiori informazioni Ho capito
        Registrati