Vota questo articolo
(4 Voti)

Guida MTB for dummies: come sostituire una camera d'aria

Durante la bella stagione, capita spesso di spostarsi in città o in campagna a bordo della propria bicicletta. Nella maggior parte delle occasioni si riesce a raggiungere la destinazione prefissata senza incorrere in scomode situazioni, mentre talvolta, nel bel mezzo di una volata in pianura, ci si può accorgere di rallentare rapidamente senza alcun cambiamento nel ritmo di pedalata perchè uno spiacevole incontro lungo la strada ci ha causato la foratura della camera d'aria...ecco allora come provvedere a sostituirla rapidamente.
Per evitare di essere costretti a spingere il proprio mezzo per chilometri, annullandone completamente l'utilità, sarebbe astuto viaggiare sempre con un kit per la sostituzione della camera d'aria composto da:
  • una camera d'aria utilizzabile;
  • due o tre estrattori (come qualcuno ci ha suggerito... meglio se di plastica per non rovinare il cerchio!) per aiutarvi a togliere ed a reinserire il copertone sul cerchione (ci sono molte differenti tipologie di pneumatico ed alcune di queste sono abbastanza dure da infilare a mano libera;
  • una pompa a mano che vi permetta di gonfiare la camera d'aria a sufficienza per riprendere la vostra corsa.
Per prima cosa non disperatevi: è successo e succede spesso a molti amanti della bicicletta, quindi basterà seguire questa semplice procedura e risolverete il problema in poco tempo. La prima operazione è quella di smontare la ruota dalla bici: se si tratta di quella anteriore basterà aprire la levetta di bloccaggio posta nel punto centrale del cerchione (sul mozzo, dove si incontrano tutti i raggi) e svitare leggermente. Tirate poi verso il basso (o verso l'alto se avete girato la bici per aiutarvi) e vedrete che la ruota si staccherà dalla vostra bicicletta con estrema facilità.
Aprite la valvola della camera d'aria posta all'intero del cerchione svitando il tappino e la togliete la rondellina e posatele in un posto sicuro, è importante non smarrire questi minuscoli pezzi! Premete con il tappino o a mano libera sulla valvola della camera d'aria sgonfiandola più di quanto non abbia già fatto la causa della vostra foratura, questo vi faciliterà i passaggi successivi.
Estraete poi, a mano libera o con l'aiuto degli estrattori, un lato del copertone dal cerchione per poter successivamente togliere anche la camera d'aria. Gli estrattori sono molto semplici da usare, si presentano come piccoli bastoncini con un'estremità che termina ricurva. Sarà proprio quest'ultima parte ad inserirsi fra il copertone ed il cerchione aiutandovi nell'operazione. Una volta tolto un lato del pneumatico, partendo dal lato opposto alla valvola potrete estrarre anche la camera d'aria. Se riuscite ad individuare subito la foratura , segnatela con una penna in modo da poterla ritrovare immediatamente quando vi accingerete a ripararla. Controllate con attenzione l'interno del copertone passando la mano su tutta la superficie per scovare cosa ha causato la foratura, nel caso non troviate nulla probabilmente la vostra camera è stata bucata da qualcosa di molto appuntito che ora giace ancora sul terreno, ma di questo non potrete esserne sicuri al 100% finchè non rigonfierete la nuova camera d'aria.
Una volta assicurati (o quasi!) che l'interno del copertone sia privo di impurità pericolose, procedete nella sostituzione gonfiando un minimo la camera d'aria per far si che una volta inserita nello pneumatico, si adegui meglio all'incavo. Iniziate ad infilare la camera dalla valvola, che andrà a posizionarsi nell'apposito foro e fissatela con la rondellina che avevate svitato all'inizio in modo che resti nella sua sistemazione. Bene, avete quasi cambiato la vostra camera d'aria forata..vi manca un ultimo passaggio: l'inserimento diel restante lato del copertone sul cerchio. Anche per lo pneumatico, iniziate l'inserimento dalla valvola della camera d'aria e procedete simmetricamente sia a destra che a sinistra aiutandovi con le mani a tenere in sede il copertone. In base al modello di pneumatico sarà più o meno semplice terminare l'opera, nel caso vediate che l'ultima parte della gomma fatica ad essere inserita, usate con cautela gli estrattori facendo attenzione ad evitare di pizzicare la camera d'aria. Se non proprio non ce la fate..beh passerà qualcuno sulla vostra strada a cui chiedere una mano, no?!?
Siete quasi pronti a risalire in sella, ricordatevi solamente di gonfiare al meglio la camera d'aria (indicativamente le pressioni adeguate sarebbero: per una bici da corsa 7-9 atm mentre per una mtb e gli altri modelli più o meno 4-5 atm) e richiudere la valvola con il tappino, dopodichè rimontate la ruota fissando la levetta che prima avevate smollato, girate la vostra bici e..via!!!!
Nel caso dobbiate sostituire la camera d'aria della ruota posteriore, la procedura è la stessa, ma ricordatevi, prima di cominciare l'operazione, di spostare il rapporto sulla marcia meno agile in modo da facilitarvi il compito di estrazione ruota!

Potete consultare le altre guide MTB di Vero e Leo: per esempio come centrare una ruota oppure come sostituire la catena di una bicicletta o come regolare il deragliatore ed infine come regolare il cambio, tutte corredate da video trovati su youtube.

Scrivi qui quel che pensi...
Log in con ( Registrati ? )
o pubblica come ospite
Carico i commenti... Il commento viene aggiornato dopo 00:00.

Commenta per primo.

Vero

ITA - Correva l'anno 1983 quando ha sorriso per la prima volta alla luce del sole estivo. Da sempre col pallino per l'avventura, ha avuto la fortuna di girare l'Europa e l'Italia con i genitori e poi, per la maturità, si è regalata un viaggio in 2 cavalli da Milano verso la Russia. Al momento giusto ha mollato il lavoro senza alcun rimpianto per volare in Nuova Zelanda dove ha viaggiato per cinque mesi in solitaria. Nel 2007 ha provato per la prima volta l'esperienza di un viaggio in bici e, da quel momento, non ne ha potuto più fare a meno... così, dopo alcune brevi esperienze in Europa, nel 2010 è partita con Leo per un lungo viaggio in bicicletta nel Sud Est asiatico, la prima vera grande avventura insieme! All'Asia sono seguite le Ande, il Marocco, il Sudafrica-Lesotho e #noplansjourney. Se non è in viaggio, vive sul lago d'Iseo! Carpediem e buone pedalate!

EN - It was 1983 when he smiled for the first time in the summer sunlight. Always with a passion for adventure, she had the good fortune to travel around Europe and Italy with her parents and then, for maturity, she took a trip in 2 horses from Milan to Russia. At the right moment he quit his job with no regrets to fly to New Zealand where he traveled for five months alone. In 2007 she tried the experience of a bike trip for the first time and, from that moment on, she couldn't do without it ... so, after some short experiences in Europe, in 2010 she left with Leo for a long cycling trip in South East Asia, the first real great adventure together! Asia was followed by the Andes, Morocco, South Africa-Lesotho and #noplansjourney. If he's not traveling, he lives on Lake Iseo! Carpediem and have good rides!

               

Storie a pedali

podcastUn podcast dedicato ai viaggi in bici, una narrazione per raccontare il mondo del cicloturismo anche attraverso la voce

Ascolta il Podcast

Salta in sella

Lascia la tua mail qui sotto per ricevere consigli, itinerari o suggerimenti per iniziare la tua esperienza di cicloturismo

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Unisciti ad altri 17.000 cicloviaggiatori.
Non ti invieremo mai spam!

Contenuti recenti

 
Torna su