fbpx

Unisciti alla LiT Family

 


Come osservare le stelle viaggiando nell'emisfero boreale

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
 
 
Dopo una lunga giornata perdendosi nelle incombenze della quotidianità, concedersi una serata rilassante ad ammirare un cielo ricoperto da un'infinità di stelle è proprio quello che ci vuole. Una limpida volta celeste può diventare un interessante libro di testo dove poter leggere la posizione e le caratteristiche degli astri, ma per farlo nel migliore dei modi, è necessario sapere un pò di più su questi misteriosi corpi spaziali, per poi concedersi qualche escursione di notte, magari in montagna.
ritorno a occidente indice Georgia
Sono arrivati i 2 volumi di Ritorno a Occidente, libri fotografici dedicati al nostro viaggio in bici attraverso la Georgia e la Turchia, tra le alte vette del Caucaso e le lande anatoliche. Puoi acquistarli singolarmente, in bundle o abbonandoti al piano Esploratore della LiT Family. Che aspetti? Salta in sella con noi!
 

Come prepararsi all'osservazione:

Inizialmente non è necessario munirsi di un telescopio, i nostri occhi sono sufficienti. Dopo aver familiarizzato con l'osservazione, la posizione ed i movimenti degli astri ed essersi appassionati a questa attività, si potrà pensare all'acquisto di attrezzatura specifica. Dove e quando
  • Una notte limpida e di luna nera concede una visibilità migliore
  • Uno spazio aperto senza alberi ed edifici alti che ostacolino la vista
  • Un luogo buio senza inquinamento luminoso
Una mappa celeste viene utilizzata quando ci si trova sdraiati sotto ad un limpido cielo o lo si osserva sopra la testa (si dovrebbe fissare il nord quando si utilizza una mappa celeste). È necessario regolare l'ora e la data sulla carta affinché combacino con l'orario in cui si sta effettuando l'osservazione cosicché la mappa possa mostrare il cielo così come appare, in modo da poter identificare le vere stelle nel cielo in base al grafico.
Se si conosce la posizione del Nord quando si utilizza una mappa stellare, è possibile conoscere gli altri tre punti cardinali (sarebbe utile disporre di una bussola). La Stella Polare segna il nord, il tramonto segna l'Occidente (tuttavia il sole tramonta in posizioni diverse in base alle stagioni, per esempio, tramonta verso sud-ovest a dicembre)
Dovreste conoscere l'angolazione, infatti una mappa stellare individua i corpi celesti tramite direzioni e gradi sull'orizzonte. E' facile misurare gli angoli con la mano. Ad esempio, se una stella si trova ad un angolo di 22 gradi sopra l'orizzonte ad est, tenete il braccio dritto, e allargate le dita con il mignolo verso l'orizzonte. I 22 gradi saranno circa al vostro pollice.
Le basi dell'osservazione
Per prima cosa devi sapere se vedi un pianeta o una stella:
Stelle Pianeti
  1. Produce luce propria
  2. Brilla
  3. Sono straordinarie ed hanno differenti livelli di luminosità
  4. Sorgono e tramontano nella stessa posizione
  5. Hanno una luminosità costante
  1. Non producono luce propria ma la riflettono cosicché li possiamo vedere
  2. Si muovono all'interno dello Zodiaco
  3. Sorgono e tramontano in differenti posizioni ogni giorno
  4. Sono osservabili con diverso grado di luminosità poiché la loro distanza dalla Terra cambia costantemente

Identifichiamo le stelle

Si può cominciare con le stelle per riconoscere le loro costellazioni. La carta celeste raffigura le costellazioni e si può utilizzare per la loro identificazione nel cielo. Dopo aver individuato le principali costellazioni, quindi è possibile riconoscere le altre.
Per identificare una costellazione, potete iniziare osservando la sua stella principale per poi cercare di trovare le stelle minori. Ad esempio, si può tentare di individuare l'Orsa Maggiore che si compone di sette stelle, l'Orsa Minore, il Leone che comprende quindici stelle e poi immaginare la forma delle altre costellazioni. In totale si conoscono 88 costellazioni. Si può iniziare con quelle principali e gradualmente imparare a conoscere quelle secondarie.

 
 
Scrivi qui quel che pensi...
Log in con ( Registrati ? )
o pubblica come ospite
Carico i commenti... Il commento viene aggiornato dopo 00:00.

Commenta per primo.

Vero

ITA - Correva l'anno 1983 quando ha sorriso per la prima volta alla luce del sole estivo. Da sempre col pallino per l'avventura, ha avuto la fortuna di girare l'Europa e l'Italia con i genitori e poi, per la maturità, si è regalata un viaggio in 2 cavalli da Milano verso la Russia. Al momento giusto ha mollato il lavoro senza alcun rimpianto per volare in Nuova Zelanda dove ha viaggiato per cinque mesi in solitaria. Nel 2007 ha provato per la prima volta l'esperienza di un viaggio in bici e, da quel momento, non ne ha potuto più fare a meno... così, dopo alcune brevi esperienze in Europa, nel 2010 è partita con Leo per un lungo viaggio in bicicletta nel Sud Est asiatico, la prima vera grande avventura insieme! All'Asia sono seguite le Ande, il Marocco, il Sudafrica-Lesotho e #noplansjourney. Se non è in viaggio, vive sul lago d'Iseo! Carpediem e buone pedalate!

EN - It was 1983 when he smiled for the first time in the summer sunlight. Always with a passion for adventure, she had the good fortune to travel around Europe and Italy with her parents and then, for maturity, she took a trip in 2 horses from Milan to Russia. At the right moment he quit his job with no regrets to fly to New Zealand where he traveled for five months alone. In 2007 she tried the experience of a bike trip for the first time and, from that moment on, she couldn't do without it ... so, after some short experiences in Europe, in 2010 she left with Leo for a long cycling trip in South East Asia, the first real great adventure together! Asia was followed by the Andes, Morocco, South Africa-Lesotho and #noplansjourney. If he's not traveling, he lives on Lake Iseo! Carpediem and have good rides!