Menu

Gio22Set
Vota questo articolo
(1 Vota)

Grab: firmato il protocollo d'intesa per realizzare il Grande raccordo anulare delle bici

  • Stampa
  • Email
Ieri mattina a Roma il ministro per le Infrastrutture e dei trasporti, Graziano Delrio, e la sindaca Virginia Raggi, hanno firmato il protocollo di intesa per la progettazione e la realizzazione del GRAB, il Grande Raccordo Anulare delle biciclette, percorso di 44 chilometri che attraversa il cuore della città eterna.
La prima fase per la nascita e realizzazione del sistema delle ciclovie turistiche nazionali è completa. Dopo i protocolli d'intesa firmati il 27 luglio proseguire nella realizzazione di alcuni tratti delle ciclovie del "Sole", della "Vento" e dell'"Acqua", ieri pomeriggio il cerchio si è chiuso con il protocollo d'intesa firmato dal ministro Del Rio e dalla sindaca di Roma Raggi.
L'anello ciclabile della Capitale è soltanto una goccia nel deserto italiano della mobilità sostenibile ma ha un significato enorme. Il Governo per la prima volta, con questo sistema delle ciclovie turistiche nazionali appoggia gli enti locali nella realizzazione di infrastrutture cicloturistiche.grab percorso

Cos'è il GRAB

L'idea è dell'associazione VeloLove che definisce il GRAB, Grande Raccordo Anulare delle biciclette così:
E’ un’infrastruttura leggera e ad alta redditività economica e culturale, una calamita per nuovi turismi, dai cicloviaggiatori agli amanti del trekking urbano, una via car free per la mobilità interquartiere, il prologo di una vera rete ciclabile metropolitana e di interventi diffusi di rigenerazione urbana. Il GRAB è la ciclovia urbana più lunga del mondo e insieme un moderno Grand Tour, un’avvincente lezione itinerante di storia: parte da Romolo e Remo e dalla millenaria magia della Regina Viarum – la via Appia Antica – e arriva alle architetture contemporanee di Zaha Hadid e di Renzo Piano e alla street art del Quadraro e di Torpignattara unendo tra loro Colosseo, San Pietro, Trastevere e il centro storico, la Galleria Borghese, l’Auditorium e tantissimi altri punti di interesse,
Il primo passo è stato fatto... e non è poco.
Speriamo che sia veramente il prologo di una nuova idea di progettazione infrastrutturale diffusa non solo nella capitale ma in tutto il paese e che la collaborazione tra Governo ed Enti locali si estenda non solo nella progettazione e realizzazione ma anche nella promozione e manutenzione di queste opere.
 
Per approfondimenti:
Grab: firmato il protocollo d'intesa per realizzare il Grande raccordo anulare delle bici - 5.0 out of 5 based on 1 vote
Vota questo articolo
(1 Vota)
Leonardo

Cicloviaggiatore lento con il pallino per la scrittura e la fotografia. Se non è in viaggio ama perdersi lungo i mille sentieri che solcano le splendide montagne del suo Trentino e dei dintorni del lago d'Iseo dove abita, sia a piedi che in mountain bike. Eterno Peter Pan che ama realizzare i propri sogni senza lasciarli per troppo tempo nel cassetto, ha dedicato gran parte della vita al cicloturismo viaggiando in Nuova Zelanda, Balcani, Norvegia e molti altri paesi. Ultimamente ha trascorso dieci mesi in bici nel Sud est asiatico e ha attraversato le Ande in bici.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Vai all'inizio della pagina
Resta aggiornato
Unisciti ad oltre 10.000 cicloviaggiatori e ricevi
news, consigli e itinerari per organizzare
il tuo prossimo viaggio in bici