Menu
MerGiu18

Gli allegri ciclisti partono: in bici da Brescia a Auschwitz

Il bello di internet e dei social network (perché esiste anche il brutto, chiariamolo!) è che ti permette di venire a conoscenza dell'esistenza di persone con il tuo stesso amore per la bicicletta e per i viaggi in bici. Vagando su facebook mi sono imbattuto in un gruppo di quattro amici che stanno partendo per un bel cicloviaggio in Europa. Il cicloturismo è una pratica che si sta diffondendo sempre più e che spesso si abbina ad una particolare sensibilità nella scelta della meta: gli Allegri Ciclisti, questo il nome della compagnia, si apprestano a partire da Sarezzo (BS) per Auschwitz in un viaggio in bicicletta della memoria di circa 1200 km
Ecco quello che ci ha detto uno di loro, Claudio, in una breve intervista.

La vostra pagina facebook si chiama “Gli allegri ciclisti”... bello questo nome, da dove nasce?

 
La pagina Facebook è nata semplicemente per fare in modo che parenti ed amici possano seguirci durante il viaggio, vista la combriccola particolarmente goliardica che si è creata abbiamo scartato tutti i nomi particolarmente altisonanti ,quindi il nome "allegri ciclisti" calzava a pennello
 

Ti va di presentarci “Gli Allegri ciclisti”?

 
Siamo un gruppo di amici, tutti residenti in Valtrompia (Brescia) il gruppo è piuttosto giovane, si è creato attorno a questo viaggio. Siamo in quattro: Giovanni, Salvatore, Guerrino ed io, Claudio. Tutti con la passione della bici da svariati anni, in due (io e Salvatore) con varie esperienze di viaggio in bici, mentre gli altri due sono alla prima esperienza di lunghi viaggi
 

Qual è il vostro programma a pedali per quest'estate?

 
Per due "pigroni" il programma si limita a questo viaggio in bici, noi "veterani di viaggi" abbiamo in programma l'uno una pedalata in Irlanda, io invece seguirò la Avenue Verte (la pista ciclabile che unisce Parigi a Londra )
 

La meta del vostro viaggio è sicuramente evocativa? Perchè questa scelta?

 
La "via" è stata tracciata molto tempo fa col sangue dei deportati italiani e non. La voglia di un viaggio ci ha portato a voler seguire questa traccia: lungo la nostra pedalata toccheremo anche altri luoghi tristemente famosi (Mautausen melk hartheim e la fabrica di Schindler a Cracovia) Il nostro è un viaggio in memoria della shoah per non dimenticare Abbiamo ricevuto il patrocinio del nostro comune (Sarezzo) e vari sponsor ci hanno aiutato, tra i quali L'AVIS che ha creduto nella nostra iniziativa ed ha deciso di sostenerci.
 

Il cicloturismo è una pratica a cui vi siete avvicinati da poco o siete cicloviaggiatori di lunga data?

 
In due, ciclisti ma non cicloturisti, Salvatore ha gia percorso il Cammino di Santiago di Compostela. Io invece ho gia parecchi chilometri nelle gambe.
 
 

Avete già realizzato viaggi in bici insieme? Se sì, dove?

 
No, questo è il primo del gruppo
 
Allegri Ciclisti

Avete pianificato tutto nel dettaglio o lascerete spazio all'improvvisazione?

 
In linea di massima è gia pianificato, per il tragitto seguiamo quello effettuato da alcuni cicloviaggiatori che l'hanno percorso un anno fa, le tappe sono prestabilite solo a livello generico...
 

Se doveste scegliere un solo oggetto da portare con voi in viaggio, cosa non lascereste mai a casa?

 
Ovvio la nostra bici, tutto il resto è relativo
 
Grazie Claudio e buon viaggio a te e ai tuoi compagni!
 
Per seguire il viaggio dei quattro amici potete consultare la pagina facebook degli Allegri Ciclisti.
Gli allegri ciclisti partono: in bici da Brescia a Auschwitz - 5.0 out of 5 based on 2 votes
Vota questo articolo
(2 Voti)
Leonardo

Cicloviaggiatore lento con il pallino per la scrittura e la fotografia. Se non è in viaggio ama perdersi lungo i mille sentieri che solcano le splendide montagne del suo Trentino e dei dintorni del lago d'Iseo dove abita, sia a piedi che in mountain bike. Eterno Peter Pan che ama realizzare i propri sogni senza lasciarli per troppo tempo nel cassetto, ha dedicato gran parte della vita al cicloturismo viaggiando in Nuova Zelanda, Balcani, Norvegia e molti altri paesi. Ultimamente ha trascorso dieci mesi in bici nel Sud est asiatico e ha attraversato le Ande in bici.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza Aggiorna

Vai all'inizio della pagina
Resta aggiornato
Unisciti ad oltre 10.000 cicloviaggiatori e ricevi news, consigli e
itinerari per organizzare il tuo prossimo viaggio in bici
 
 
 
Questo sito web utilizza cookie per ottenere statistiche e mostrare la pubblicità più interessante. Se continui a navigare accetti l'istallazione di tali cookie Maggiori informazioni Ho capito
        Registrati