fbpx
Abbonati alla LiT Family
Abbonati alla LiT Family per accedere a tanti contenuti esclusivi e ricevere il magazine Impronte
Vota questo articolo
(0 Voti)

In sella con Dervla Murphy: 80 anni di viaggi in bicicletta

Capelli bianchi corti, sguardo sereno, occhi penetranti, Dervla Murphy è irlandese, ha 85 anni e di viaggi in bicicletta ne ha fatti davvero tanti, spesso partendo da casa, dalla sua verde Irlanda. Cresciuta a Dublino, trascorse l'infanzia studiando in un collegio di suore per poi iniziare a prendersi cura della madre malata di artrite da quando Dervla aveva un anno. Fino ai 30 anni Dervla restò a vivere con la madre occupandosi di lei e, talvolta, dedicandosi a brevi viaggi in bicicletta sul continente, ma poi qualcosa cambiò rapidamente...
La malattia della madre di Dervla si aggravò negli ultimi di vita e morì quando la figlia aveva 30 anni. Senza obblighi, nè doveri da rispettare Dervla decise che era giunto il momento di partire. Con tanti sogni da realizzare, un fisico forte ed una passione sfrenata per i viaggi in bicicletta, nel 1963 lasciò l'Irlanda alla volta dell'India. Un'avventura lunga e pericolosa, ma anche estremamente necessaria a uno spirito indomito come quello di Dervla. Ci sono persone che si accontentano di una vita conforme agli schemi preconfezionati dalla società, altre invece, una minoranza, combattono quotidianamente con tutta la forza che hanno in corpo i propri sogni...
Per raggiungere l'India, Dervla attraversò la Jugoslavia, l'Iran, l'Afghanistan. Viaggiava con una pistola che utilizzò per mettere in fuga un gruppo di ladri in Iran, ma che non riuscì comunque a proteggerla dal freddo di uno dei peggiori inverni di quegl'anni. A Delhi divenne volontaria di Save The children che a quel tempo operava anche con i rifugiati tibetani in India. Pedalò anche nella valle di Kullu. Nel 1966 intraprese il primo viaggio in Africa camminando accompagnata da un asino da Asmara ad Addis Abeba, in Etiopia. Al suo primo viaggio in Africa ne seguirono molti altri in giro per il mondo talvolta da sola, talvolta a piedi, talvolta con la figlia Rachel. Nel 1992 viaggiò in bici dal Kenya allo Zimbabwe e si rese conto dell'effettiva povertà africana, ma soprattutto del gravissimo problema dell'AIDS.
Nel 2002, all'età di 71 anni, tentò di realizzare un viaggio in bicicletta nella regione più orientale della Russia ma si ruppe il ginocchio e, impossibilitata a proseguire nel suo viaggio sulle due ruote, iniziò a spostarsi in treno, autobus e con mezzi locali.
Fra i suoi libri di viaggio si contano oltre 20 pubblicazioni che trattano di alcuni fra gli angoli più remoti della Terra.
Il sito ufficiale di Dervla Murphy è una buona fonte di informazioni e... ispirazione, dacci un'occhiata! Trovate due articoli interessanti su Dervla Murphy anche su due quotidiani inglesi: il Telegraph e l'Indipendent!
Un'altra grande viaggiatrice della quale vale la pena è parlare è sicuramente Annie Londonderry... conoscete già la sua storia?

 

Scrivi qui quel che pensi...
Log in con ( Registrati ? )
o pubblica come ospite
Carico i commenti... Il commento viene aggiornato dopo 00:00.

Commenta per primo.

Vero

ITA - Correva l'anno 1983 quando ha sorriso per la prima volta alla luce del sole estivo. Da sempre col pallino per l'avventura, ha avuto la fortuna di girare l'Europa e l'Italia con i genitori e poi, per la maturità, si è regalata un viaggio in 2 cavalli da Milano verso la Russia. Al momento giusto ha mollato il lavoro senza alcun rimpianto per volare in Nuova Zelanda dove ha viaggiato per cinque mesi in solitaria. Nel 2007 ha provato per la prima volta l'esperienza di un viaggio in bici e, da quel momento, non ne ha potuto più fare a meno... così, dopo alcune brevi esperienze in Europa, nel 2010 è partita con Leo per un lungo viaggio in bicicletta nel Sud Est asiatico, la prima vera grande avventura insieme! All'Asia sono seguite le Ande, il Marocco, il Sudafrica-Lesotho e #noplansjourney. Se non è in viaggio, vive sul lago d'Iseo! Carpediem e buone pedalate!

EN - It was 1983 when he smiled for the first time in the summer sunlight. Always with a passion for adventure, she had the good fortune to travel around Europe and Italy with her parents and then, for maturity, she took a trip in 2 horses from Milan to Russia. At the right moment he quit his job with no regrets to fly to New Zealand where he traveled for five months alone. In 2007 she tried the experience of a bike trip for the first time and, from that moment on, she couldn't do without it ... so, after some short experiences in Europe, in 2010 she left with Leo for a long cycling trip in South East Asia, the first real great adventure together! Asia was followed by the Andes, Morocco, South Africa-Lesotho and #noplansjourney. If he's not traveling, he lives on Lake Iseo! Carpediem and have good rides!

               

Salta in sella

Lascia la tua mail qui sotto per ricevere consigli, itinerari o suggerimenti per iniziare la tua esperienza di cicloturismo

Unisciti ad altri 17.000 cicloviaggiatori.
Non ti invieremo mai spam!

Contenuti recenti

Torna su