Vota questo articolo
(0 Voti)

Gent - Deinze in bici: itinerario fiammingo per tutti

La rete ciclabile delle Fiandre conta migliaia di tracciati, strade secondarie e piste ciclabili che permettono di scoprire il territorio in libertà e sicurezza.
Seguendo i Knoppunt, i nodi numerati, puoi partire da una cittadina, raggiungerne un'altra e poi ritornare al punto di partenza seguendo un itinerario totalmente differente.
Il percorso ciclabile che collega Gent a Deinze, ad esempio, può cambiare in base alle necessità, agli interessi o alle preferenze dei viaggiatori, il risultato è quindi un itinerario ad anello sempre diverso e stimolante da seguire da soli, con la famiglia o gli amici.

Mappa

 
Gent è una delle città più ammalianti delle Fiandre ed anche una delle più visitate dai cicloviaggiatori che giungono in Belgio.
L'itinerario ciclabile che ti voglio proporre inizia proprio dal centro cittadino della città fiamminga, segue il corso del fiume Lys (all'andata) e della Schelda (al ritorno), permette di visitare castelli, cioccolaterie, distillerie, birrifici e attraversare due canali in bici a bordo di zattere...

Da Gent lungo il Lys

Il centro storico di Gent custodisce monumenti di interesse storico e culturale molto interessanti: sono un esempio le maestose e ben conservate case delle corporazioni, la cattedrale di San Bavone e il castello medievale dei Conti di Fiandra.bicicletta fiandre
Visitare Gent in bicicletta è un must durante un viaggio in bici nelle Fiandre e dopo averci trascorso un po' di tempo, sarai pronto a partire alla volta di Deinze lungo la rete ciclabile fiamminga.
Lasciamo il cuore della città lungo il Lys superando l'area verde del Bijloke e proseguendo ad est. I paesaggi rurali avvolgono i ciclisti e senza alcuna difficoltà si procede seguendo la numerazione indicata sulla segnaletica. 
Poco oltre la chiesetta di Sint Jan De Doper, ci troviamo dinanzi alle acque placide del Lys, Leie in fiammingo.
Un uomo dallo sguardo mite esce dalla sua casupola e si prepara ad accompagnarci sulla sponda opposta a bordo della sua zattera. Chissà quanti attraversamenti farà ogni giorno il nostro Caronte...
traghetto fiandrePedaliamo sull'itinerario che segue il ramo più orientale del Lys fino a Drongen dove si svolta bruscamente a sinistra per ritornare lungo il corso principale del fiume.
Il tracciato è a tratti su facile sterrato, ma non presenta alcuna difficoltà anzi, il fuoristrada incrementa l'entusiasmo. 
La prima tappa culturale del percorso è il castello di Ooidonk, risalente al XIII secolo.castello di ooidonk
L'edificio, conservato in ottimo stato, è contornato da un fossato difensivo ed è di proprietà privata ma fortunatamente è comunque possibile visitarne gli eleganti giardini.
Dal maniero si continua a seguire il fiume Lys zigzagando per le campagne e ritrovandosi nuovamente davanti ad un corso d'acqua da attraversare. L'ingresso è a pagamento ma vale la pena fare un giro.
Questa volta nessun Caronte verrà in nostro aiuto: per superare il canale basterà rimboccarsi le maniche e girare ripetutamente il timone: la zattera scorrerà fino alla riva di destinazione trasportandoci insieme alle biciclette, geniale no?

Sapore di... Fiandre

Poco prima di entrare a Deinze, sostiamo alla distilleria Filliers per una visita guidata e una degustazione dei prodotti più famosi dell'azienda, in particolar modo il Jenever, distillato a base di ginepro.
La Filliers è attiva da oltre due secoli e ha alle spalle anni di esperienza nella distillazione e produzione di liquori a base di frutta. Dopo una giornata intera sui pedali un assaggio di Jenever è un toccasana irrinunciabile.
Deinze, 30000 abitanti tra i quali si contano numerosi ciclisti, si estende nelle Fiandre Orientali, sul fiume Lys, e vanta un Museo cittadino.filliers
Prima di terminare la nostra tappa in città, allunghiamo il tracciato pedalando qualche chilometro lungo l'acqua per raggiungere a Gottem dove a sede il birrificio artigianale Sint Canarius.
Si resta sbalorditi di fronte alla simpatia e professionalità del proprietario che ci accoglie con un camice bianco e qualche parola di benvenuto in italiano. Stappa una birra e come per magia dal collo della bottiglia ricolma di liquido dorato sboccia un fiore di luppolo.
 
birra sint canarius

Dal Lys alla Schelda verso Gent

Deinze è una cittadina tranquilla dove lo spirito ciclistico fiammingo emerge realmente: i parcheggi ad arnia della stazione dei treni sono fatti per accogliere al loro interno le biciclette di chi utilizza la linea ferroviaria per muoversi da una città all'altra e noi rimaniamo a bocca aperta.parcheggio deinze
Il nostro viaggio in bicicletta riprende in direzione di Gent ma questa volta percorreremo un itinerario completamente diverso da quello dell'andata, pedalando più a sud e costeggiando per un lungo tratto suggestivo il fiume Schelda. NARCISI BICI
I percorsi ciclabili nelle Fiandre si intrecciano l'uno all'altro creando tracciati di lunga percorrenza sicuri per viaggiare anche con la famiglia o semplicemente per spostarsi da un paese all'altro.
Superiamo Astene scivolando lungo la pista ciclabile della cittadina verso Gent. La nostra strada si incrocerà con quella di una cioccolateria fiamminga e sarà impossibile non fermarsi per un assaggio.
All'altezza di Eke incrociamo un ramo secondario della Schelda che fa parte del percorso ciclabile LF Schelde Deltaroute e lo seguiamo per un tratto.
I narcisi sono in fiore e i facili sterrati del nostro itinerario incrementano il divertimento.
Il tracciato prosegue pianeggiante tra campagne e boschetti dove scorgere il passaggio rapido di una lepre o il volo elegante di un airone cenerino. Nell'ambiente fluviale della Schelda sono molte le specie ornitologiche a trovare l'habitat ideale e così, tra un giro di pedali, un incontro con i gruppi di ciclisti e una sosta gastronomica, si possono scorgere anche martin pescatori e rapaci maestosi.ITINERARI CICLABILI
 

Gent la bella

Ogni volta che torno a Gent provo le stesse sensazioni, mi sento a casa e allo stesso tempo resto a bocca aperta. La città accoglie i visitatori con il suo profilo austero dietro il quale si nasconde tutta la spontaneità e gentilezza fiamminga. Nelle vie del centro si possono incontrare negozi coloratissimi, murales e anche statue imponenti di eroi del passato. Ad alcune abitazioni si accede ancora attraverso porte di legno consunte dal tempo, magari riverniciate di un rosso acceso che contrasta con il colore della pietra delle case delle corporazioni e con il cielo, talvolta grigio, talvolta blu, terso...gent
Le Fiandre sono sempre diverse, giorno dopo giorno, mutano velocemente in base alla stagione e agli anni, ma il carattere ospitale dei fiamminghi, amanti della bicicletta e della buona birra, non cambia mai...
Per organizzare il tuo viaggio in bici nelle Fiandre, per scoprire nuovi itinerari, per conoscere un pochino meglio la cultura fiamminga, visita il sito ufficiale del turismo nelle Fiandre

Informazioni aggiuntive

  • Durata: Fuggitivo (1 giorno)
  • Luogo: Belgio
  • Dislivello: 0 - 500 m
  • Lunghezza: 80 km
  • Tipo di fondo: Gravel (Fondo misto)
  • Difficoltà: Famiglia
Veronica

Correva l'anno 1983: anch'io vidi per la prima volta la luce del sole estivo e sorrisi. 
Da sempre col pallino per l'avventura (nessun albero poteva resistermi!) ho avuto la fortuna di girare l'Europa e l'Italia con i miei genitori e poi, per la maturità, mi sono regalata un viaggio in 2 cavalli da Milano a Praga (un fiorino ha interrotto il nostro viaggio verso Mosca facendoci ribaltare, senza gravi conseguenze, su una strada slovacca).
Ho vissuto 6 anni in Trentino lavorando in tanti luoghi diversi, scoprendo la bellezza della Natura, delle sue montagne e, devo ammetterlo, della MTB! Al momento che ritenevo giusto, ho mollato il lavoro senza alcun rimpianto per volare in Nuova Zelanda dove ho viaggiato per cinque mesi in solitaria. Nel 2007 ho provato per la prima volta l'esperienza di un'avventura a due ruote e, da quel momento, non ne ho potuto più fare a meno... così, dopo alcune brevi esperienze in Europa, nel 2010 sono partita con Leo per un lungo viaggio in bicicletta nel Sud Est asiatico, la nostra prima vera grande avventura insieme! Da 3 anni scorrazziamo in MTB sui sentieri del Lago di Iseo, ma la prossima partenza per il #noplansjourney è alle porte...:) 
 Su lifeintravel.it trovi tutti i nostri grandi viaggi insieme (e non)!
Carpediem e buone pedalate!

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna su