Vota questo articolo
(1 Vota)

Ciclovia del Danubio da Ratisbona a Passau in Germania

    Ciclabile del Danubio in Germania
    La prosecuzione del viaggio in bici lungo la ciclovia del Danubio in Germania. Una pedalata tra Ratisbona (Regensburg) e Passau di qualche giorno su un tratto meno noto (rispetto alla Passau-Vienna) ma non meno attraente della pista ciclabile più conosciuta e pedalata d'Europa.

    In questo viaggio in bici abbiamo deciso di seguire il percorso della ciclovia del Danubio in Germania da Ratisbona a Passau con i nostri amici Reinhold ed Astrid.ciclovia del danubio germania

    1o giorno: Regensburg e l'abbazia di Weltenburg

    Il punto d’incontro è Regensburg, meglio a Obertraubling dove vive nostra figlia Christine e la sua giovane famiglia. Il 5 di agosto ci incontriamo e decidiamo, per ben iniziare questo viaggio, di trascorrere il mattino a visitare Regensburg, con il suo stupendo ponte di pietra del XII secolo sul Danubio che collega la Città Vecchia con Stadtamhof. Per oltre 800 anni, fino agli anni '30, fu l'unico ponte della città sul fiume. È un capolavoro di costruzione medievale e un emblema della città.ratisbona ciclovia del danubio germania

    Nella pausa pranzo ci accomodiamo ad un Gasthof sulla sponda sinistra orografica per pranzare ed ammirare la città da un punto panoramico. Al pomeriggio decidiamo di visitare l’antico monastero di Weltenburg, che dista pochi chilometri. L'abbazia di Weltenburg è un'abbazia benedettina, una frazione del comune tedesco di Kelheim, nella Bassa Baviera, appartenente alla Congregazione benedettina della Baviera. Compiti dell'attuale abbazia sono l'assistenza a quattro parrocchie e l'accoglienza agli ospiti nel luogo d'incontro abbaziale.

    Lo scorso anno, insieme a Michael, al termine della nostra pedalata dalle sorgenti del Danubio a Ratisbona siamo stati ospiti per una notte di questo splendido monastero. Esperienza indimenticabile!ciclovia del danubio germania

    Il Monastero benedettino di Weltenburg, la più antica abbazia della Baviera, fu fondato attorno al 600 da monaci di S. Colombano e si trova all'imbocco delle romantiche gole del Danubio e alle pendici settentrionali dell'Arzberg, l'antica colonia celtica di Artobriga. La chiesa di Weltenburg è, quanto a dimensioni, la più piccola chiesa abbaziale, ma dal punto di vista artistico è una delle più belle. Il paesaggio romantico e l'atmosfera di religiosità hanno condotto congiuntamente a far sorgere un capolavoro del grande stile barocco della Germania meridionale attraverso l'architettura, le decorazioni, il gioco dei colori e gli effetti di luce.

    Dopo aver ammirato la chiesa, ci rechiamo nel vicino Biergarten, dove gustiamo una birra, barock dunkel, che viene prodotta qui dal 1050! A questa gita partecipano anche la nostra figlia Christine ed il piccolo Samuel di 3 anni che allietano con la loro simpatia il pomeriggio. Nel tardo pomeriggio, dopo aver trascorso alcuni minuti sul greto del Danubio, ci salutiamo e lasciamo Astrid e Reinhold.

    2o giorno: viaggio in bici da Regensburg a Straubing

    Finalmente si parte! Lasciamo la famiglia di Christine ad Obertraubling e con le biciclette cariche pedaliamo verso Regensburg. Attraversiamo un lungo ponte sul Danubio e dopo alcuni chilometri ci incontriamo su una piccola salita.ciclovia del danubio germania

    Astrid e Reinhold hanno 2 biciclette elettriche, che hanno caricato a dovere, e noi 2 biciclette muscolari con uniche 2 borse posteriori. Pedaliamo lungo la ciclovia del Danubio, intercalando strade sterrate e tratti di asfalto, fino a mezzogiorno. Astrid ha portato una coperta/tovaglia da picnic, che srotola e sistema sul greto del Danubio, e trascorriamo in allegria il pranzo. Per lunghi tratti pedaliamo affiancati e ci raccontiamo gli eventi salienti degli ultimi mesi.ciclovia del danubio germania

    Alla sera giungiamo a Straubing dove alloggiamo nel centro storico, isola pedonale. L’hotel che Astrid ha prenotato è veramente bello ed accogliente. Dopo aver sistemato le biciclette in un androne dell’albergo, prendiamo possesso delle stanze al primo piano. Alla sera passeggiamo per le vie del centro e andiamo in riva al Danubio dove piccole canoe si lasciano trasportare dalla corrente. Dopo cena osserviamo la bella sinagoga nel cuore della città. Durante il pogrom di novembre del 1938, l'interno della sinagoga fu completamente devastato, l'edificio stesso fu preservato. Dopo la fine della seconda guerra mondiale, una scatola di pergamene della Torah, candelieri e oggetti di culto fu consegnata alla polizia. Non è noto quale delle SS abbia segretamente portato gli oggetti in salvo.

    3o giorno: pedalata da Straubing a Iggensbach

    Partiamo al mattino presto, dopo una ricca colazione, e la nostra capogita Astrid ci avvisa che è prevista in arrivo una cella di perturbazione atmosferica. Pedaliamo fiduciosi verso Deggendorf, dove Christine collabora come docente all’Università, e già le prime nubi grigie si stagliano all’orizzonte. Sulla strada notiamo una abbazia dedicata a S. Michael, che essendo il nome del nostro terzo figlio vogliamo visitare. Dopo aver ammirato la chiesa proseguiamo e le nuvole stanno per raggiungerci.ciclovia del danubio germania

    Pranziamo in allegria ed il cielo acquisisce un colore grigio scuro. Ripartiamo e subito dobbiamo attrezzarci con giacche e pantaloni antipioggia. Pedaliamo in condizioni critiche sotto una pioggia incessante che rende il procedere incerto e faticoso. Seguo Astrid sul marciapiede con la bicicletta, la mia nuova bicicletta mi scivola sul bagnato e rotolo a terra procurandomi escoriazioni al gomito, ginocchio e battendo sulla parte del bacino che era stato operata. Grande spavento, ma Astrid mi medica sotto la pioggia battente e mi conforta per i miei timori di eventuali fratture. ciclovia del danubio germaniaProseguiamo e dopo una salita, dove Reinhold esaurisce la batteria della bicicletta ma prosegue gagliardo, raggiungiamo un Gasthof ad Iggensbach. Dopo aver ritirato la chiave ci rechiamo nelle confortevoli camere in legno dove finalmente possiamo riscaldarci e fare la conta dei danni. Una doccia ci ridà completamente energia e la cena è veramente rigenerante. Al nostro tavolo, appena terminata la cena, si avvicinano 2 avventori del locale che in modo simpatico si aggregano a noi. Reinhold offre da bere e di fronte ad un boccale di birra la conversazione si fa simpatica e cordiale. Dopo aver scambiato alcuni consigli di viaggio andiamo a riposare.

    4o giorno: da Iggensbach a Passau

    Di buon mattino prendiamo una strada ciclabile nel bosco che ci conduce in una radura dove pascolano alcuni caprioli che lasciamo sulla nostra destra. In seguito visitiamo un castello su un piccolo promontorio, con vista sul Danubio. Questo castello, ubicato in una posizione incantevole, è stato più volte conquistato e distrutto. La salita al castello è in alcuni tratti del 20 %, e con fatica raggiungiamo il punto di osservazione desiderato. Proseguiamo lungo la ciclovia del Danubio ed ammiriamo le chiatte e le barche che solcano il fiume. ciclovia del danubio germania

    Arriviamo, lungo la ciclabile, ad una costruzione di cassette di birra con sopra una bicicletta. È d’obbligo una foto ricordo! Dopo alcuni chilometri arriviamo a delle chiuse dove osserviamo due imbarcazioni che vengono sollevate dall’acqua immessa nella vasca e possono proseguire la navigazione. Arriviamo a Passau nella sera e la vista della città ci ammalia. Ci sistemiamo presso una casetta al bordo del bosco dove abbiamo 2 camere adiacenti al piano terra.ciclovia del danubio germania

    Alla sera andiamo in centro per cenare e passeggiare lungo i fiumi. Passau è alla confluenza di 3 fiumi Danubio Inn e Illz. Hanno 3 colori diversi e quando si uniscono sul cuneo della città mantengono per alcuni metri i loro diversi colori fino a confondersi. I colori notati erano blu del Danubio, verde dell’Inn e grigio scuro dell’Illz. Rientriamo nella notte con le nostre biciclette e le luci accese per illuminare l’ultimo pezzo di strada.

    5o giorno visita di Passau

    Al mattino una ricca colazione ci consente di partire con forza per affrontare la giornata. Ci rechiamo in centro dove assistiamo ad un concerto eseguito con l’organo più grande al mondo. Che meraviglia!ciclovia del danubio germania

    In seguito facciamo una navigazione sul Danubio da Passau verso l’Austria ed ammiriamo la città da un’altra angolatura. Il viaggio dura circa 2 ore. Il giorno trascorre in modo armonioso e ci spostiamo sui due lati della città sui fiumi Danubio e Inn.ciclovia del danubio germania

    Dopo aver ammirato la città, nel tardo pomeriggio, ci accingiamo a salire alla fortezza Veste Oberhaus, e pedaliamo su questa salita che in pochi chilometri dopo 200 metri di dislivello ci porta su un magnifico punto di vista di Passau. Entriamo nel castello e ci rechiamo sul punto che ci consente la vista della confluenza dei 3 fiumi, con questi colori che si confondono all’orizzonte. In seguito ci accomodiamo in un locale con vista sulla città. Il sole è ancora così forte e intenso che necessitiamo di un ombrellone per poter assaporare la cena. Per tornare alla nostra residenza, attraversiamo il castello in una ripida discesa ed in pochi minuti raggiungiamo la casa nel bosco.ciclovia del danubio germania

    Trascorriamo ancora qualche minuto, insieme nel giardino della casa, ed insieme decidiamo di rifare questa bella esperienza.

    6o giorno ritorno in treno da Passau a Obertraubling

    È arrivato il giorno della partenza, e dopo aver fatto un'ottima colazione, con le nostre biciclette attrezzate con le pesanti borse da viaggio, scendiamo verso Passau. La giornata è nuvolosa e qualche goccia di pioggia rende un po’ melanconico il giorno in cui ci dobbiamo dire arrivederci. Accompagniamo Astrid e Reinhold al treno veloce ICE che li riporterà a casa a Tübingen dove vivono e lavorano. Ci salutiamo con affetto e ci lasciamo con la promessa di proseguire il viaggio lungo l’ammaliante Danubio, forse fino alla foce?ciclovia del danubio germania

    In seguito anche Susanne ed io partiamo con un treno Agilis che ci porterà ad Obertraubling. Carichiamo le biciclette e ci sistemiamo di fianco alle bici. Durante il viaggio salgono parecchi viaggiatori e tra questi molti in costumi tradizionali bavaresi. Andranno alla festa di Straubing Gäubodenvolksfest, istituita nel 1812 come festa agricola, è divenuta da tempo la seconda festa popolare più grande della Baviera.

    Metà dei viaggiatori scendono allegri e si dirigono verso i tendoni predisposti per la manifestazione. Al pomeriggio arriviamo ad Obertraubling e scendiamo dal treno. Con nostro stupore non troviamo una rampa per scendere con le pesanti biciclette, ma dobbiamo utilizzare le ripide scale. Proseguiamo pedalando con le bici per andare da Christine Samuel e Federico che ci accolgono con entusiasmo.

    La vacanza è finita, ma ci rimangono bei ricordi e la ricchezza di aver vissuto dei giorni molto belli ed aver visitato una città unica e stupenda, Passau. ciclovia del danubio germania

    Passau è una città unica al mondo perchè si trova alla confluenza di 3 fiumi provenienti da tre diversi punti cardinali (l'Inn da sud, il Danubio da ovest e l'Ilz da nord) e che, dopo essersi incontrati, proseguono insieme in una nuova direzione. La città, che in base ad alcuni ritrovamenti archeologici era già abitata nel 5.000 a.C., conta oggi più di 50.000 abitanti ed è un importante centro turistico legato in particolare ai vaporetti che fanno il giro dei tre fiumi ma anche ad una vivace attività culturale: spettacoli teatrali, opere, cabaret e molti concerti musicali, in particolare concerti d'organo.ciclovia del danubio germania

    L'organo del Duomo è il più grande in Europa e tra i maggiori del mondo (17.774 canne). Se visitate Passau di domenica o in un giorno festivo partecipate alla S. Messa cantata delle 9.30. L'organo e le voci del coro creano un'atmosfera speciale. Da maggio a ottobre si svolge un concerto d'organo alle 12 (tranne domenica e festività) e alle 19.30 (solo giovedì). L'aspetto attuale di Passau deriva da un lungo percorso artistico e culturale iniziato dopo il grande incendio del 1662 che danneggiò gran parte degli edifici.ciclovia del danubio germania

    Il cuore della città è il monumentale Duomo di St. Stephan, progettato dall'italiano Carlo Lurago, che colpisce per il vasto interno in stile barocco e i due campanili gemelli. Tra gli altri monumenti il Rathaus (municipio), la chiesa di St. Michael e la barocca Neue Residenz, già dimora del principe-vescovo, che ospita il Tesoro del Duomo. Il museo del vetro (Glasmuseum), situato all'interno dell'albergo "Wilder Mann", custodisce oltre 30.000 oggetti di vetro dal 1700 al 1950 (vasi, bicchieri, elementi decorativi) ed è la più importante collezione al mondo di vetri della Boemia. ciclovia del danubio germania

    Nelle colline sopra la città si trovano il seicentesco santuario di Mariahilf e la fortezza Veste Oberhaus, edificata nel 1219 dal principe-vescovo di Passau per controllare i commerci fluviali e rimaneggiata nei secoli successivi: oggi presenta elementi gotici, rinascimentali e barocchi. Durante la guerra napoleonica tra Francia e Austria il Re Massimiliano I di Baviera era alleato di Napoleone - fu una delle principali roccaforti di resistenza agli assalti austriaci.ciclovia del danubio germania

    Reinhold, Astrid, Susanne e Dario

    Dal 6 al 10 agosto 2019

    Ciclovia del Danubio da Ratisbona a Passau in Germania - 5.0 out of 5 based on 1 vote
    Dario Bernardi

    Ciclista da sempre, andavo spesso anche a lavorare in bicicletta. Ho pedalato su tipici percorsi cuneesi quali il mitico colle Fauniera ed Esischie con la mia fedele bicicletta da cicloturismo. Dal colle di Tenda al mare passando per la via del sale ed arrivo ad Arma di Taggia. L’unico giro da cicloturista è stato fatto questa estate, con mio figlio Michael, da Donaueschingen a Regensburg. Nel 2014 avevamo già progettato un itinerario sul Danubio ma sono stato fermato da un incidente che mi ha costretto a rimandare il progetto. Con l’avvicinarsi della pensione penso di intensificare i percorsi in bicicletta!

    Aggiungi commento

    Codice di sicurezza
    Aggiorna

    Salta in sella

    Lascia la tua mail qui sotto per ricevere consigli, itinerari o suggerimenti per iniziare la tua esperienza di cicloturismo

    Abilita il javascript per inviare questo modulo

    Unisciti ad altri 12.000 cicloviaggiatori.
    Non ti invieremo mai spam!
    Torna su