Vota questo articolo
(2 Voti)

Ciclovia AIDA: crowdfunding per segnalare 900 km di itinerario

La ciclovia AIDA, acronimo di Alta Italia da Attraversare, è un tracciato ciclabile che unisce Susa, in Piemonte, a Trieste in Friuli Venezia Giulia, passando per 14 diverse città d'arte del Nord Italia.Il Belpaese è da anni al centro di diversi progetti di sviluppo cicloturistico che, pian piano, dovrebbero portare alla creazione di una rete di ciclovie sicure in tutta la penisola. AIDA farà parte dell'Italia ciclabile che piace tanto a noi cicloviaggiatori e amanti delle due ruote.

 
 

Fiab ha lanciato una raccolta fondi su Eppela per poter mappare con 8000 segnavia i 900 km di tracciato della ciclovia Aida da Susa a Trieste. Grazie alla piattaforma puoi contribuire anche tu allo sviluppo del progetto adottando 1 km con una piccola donazione. Lo scopo del progetto AIDA è quello di unire i percorsi ciclabili già esistenti nei territori attraversati (circa il 50%) per creare continuità e sicurezza in un unico grande itinerario nella parte settentrionale della nostra penisola.

Le grandi città toccate dal progetto AIDA, che verrà segnalata in entrambi i sensi di marcia, sono come già detto 14: da Susa a Trieste passando da Torino, Vercelli, Novara, Milano, Brescia, Verona, Vicenza, Padova, Venezia, Treviso, Pordenone e Udine per un itinerario all'insegna della bellezza italiana. Se pronto a pedalare AIDA?

Prima però partecipa alla raccolta fondi, hai tempo fino al 15 dicembre 2019, e contribuisci in prima persona alla realizzazione del progetto ciclovia AIDA!

Scrivi qui quel che pensi...
Cancella
Log in con ( Registrati ? )
o pubblica come ospite
Carico i commenti... Il commento viene aggiornato dopo 00:00.

Commenta per primo.

Sulle note dell'AIDA lifeintravel.it
Veronica

ITA - Correva l'anno 1983 quando ha sorriso per la prima volta alla luce del sole estivo. Da sempre col pallino per l'avventura, ha avuto la fortuna di girare l'Europa e l'Italia con i genitori e poi, per la maturità, si è regalata un viaggio in 2 cavalli da Milano verso la Russia. Al momento giusto ha mollato il lavoro senza alcun rimpianto per volare in Nuova Zelanda dove ha viaggiato per cinque mesi in solitaria. Nel 2007 ha provato per la prima volta l'esperienza di un viaggio in bici e, da quel momento, non ne ha potuto più fare a meno... così, dopo alcune brevi esperienze in Europa, nel 2010 è partita con Leo per un lungo viaggio in bicicletta nel Sud Est asiatico, la prima vera grande avventura insieme! All'Asia sono seguite le Ande, il Marocco, il Sudafrica-Lesotho e #noplansjourney. Se non è in viaggio, vive sul lago d'Iseo! Carpediem e buone pedalate!

EN - It was 1983 when he smiled for the first time in the summer sunlight. Always with a passion for adventure, she had the good fortune to travel around Europe and Italy with her parents and then, for maturity, she took a trip in 2 horses from Milan to Russia. At the right moment he quit his job with no regrets to fly to New Zealand where he traveled for five months alone. In 2007 she tried the experience of a bike trip for the first time and, from that moment on, she couldn't do without it ... so, after some short experiences in Europe, in 2010 she left with Leo for a long cycling trip in South East Asia, the first real great adventure together! Asia was followed by the Andes, Morocco, South Africa-Lesotho and #noplansjourney. If he's not traveling, he lives on Lake Iseo! Carpediem and have good rides!

{/source}
 

             

Storie a pedali

podcastUn podcast dedicato ai viaggi in bici, una narrazione per raccontare il mondo del cicloturismo anche attraverso la voce

Ascolta il Podcast

Salta in sella

Lascia la tua mail qui sotto per ricevere consigli, itinerari o suggerimenti per iniziare la tua esperienza di cicloturismo

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Unisciti ad altri 14.000 cicloviaggiatori.
Non ti invieremo mai spam!
 

Contenuti recenti

 
 
Torna su