fbpx

Unisciti alla LiT Family



Ciclovia Alpe Adria Radweg: da Salisburgo a Grado in bici

Scritto da
Vota questo articolo
(27 Voti)

La ciclovia Alpe Adria radweg è un itinerario ciclabile che si sviluppa tra Austria e Italia collegando la città di Salisburgo al Mar Adriatico di GradoDurante il nostro viaggio in bici tra Trentino, Veneto e Friuli Venezia Giulia e in giornate più recenti, abbiamo avuto l'occasione di percorrere il percorso dell'Alpe Adria in bici a tratti scoprendo alcune delle meravigliose attrazioni turistiche che contraddistinguono i territori attraversati dal tracciato, dalle città d'arte ai borghi medievali, dalle montagne al mare, in modo lento e senza stress. 

Life in Travel Diaries
Sono disponibili i Life in Travel diaries, libri fotografici con tanti racconti di viaggio scritti dai cicloviaggiatori per i cicloviaggiatori. Puoi acquistarli singolarmente, in bundle o abbonandoti al piano Esploratore della LiT Family. Che aspetti? Salta in sella con noi!
 

Itinerario ciclabile Alpe Adria radweg

Come detto, la ciclovia Alpe Adria collega Salisburgo a Grado ed è un itinerario che è possibile pedalare in una settimana in tutta tranquillità. É preferibile partire dall'Austria per scendere verso l'Italia e il mare ma nessuno vieta di percorrere la ciclovia anche a ritroso. In gran parte questo percorso cicloturistico si svolge su piste ciclabili anche se alcuni tratti sono ancora da realizzare e per il momento utilizzano  facili sentieri o strade secondarie promiscue, solitamente poco trafficate. 02 ciclovia alpe adria da salisburgo

Partenza dalla città di Mozart

L'itinerario della ciclovia Alpe Adria inizia dalla città di Mozart, Salisburgo. L'elegante città austriaca richiede almeno un paio di giorni per essere scoperta al meglio magari dedicandosi a qualche visita culturale, all'ascesa al castello a piedi, al relax davanti a una fetta di torta sacher e a una melodiosa passeggiata tra i vicoli del centro storico. In bici si segue il corso del fiume Salzach verso sud, alternando fin da subito tratti di pista ciclabile a sterrati facili e divertenti lungo l'acqua. 01 ciclovia alpe adria salisburgoPresto si raggiunge l'antica città celtica di Hallein, una località oggi conosciuta soprattutto come attrazione turistica per via delle miniere di sale di Dürrnberg. La ciclovia avanza in un paesaggio rurale di montagna dove le vette cingono l'ampia vallata in un dolce abbraccio. 03 ciclovia alpe adria lungo il fiume salzachAll'altezza di Golling An Der Salzach è possibile fare la spesa e rifornimento d'acqua prima di affrontare la breve ascesa al Passo Lueg. 08 ciclovia alpe adria passo luegDal valico ci si trova a pedalare su strada condivisa nella stretta gola del Salzach tra i paesaggi idilliaci dei monti Tennengebirge. 04 ciclovia alpe adria riflessi sul fiumePer alcuni chilometri la strada prosegue su pendenze facili, ma dopo Tenneck la storia cambia: l'asfalto si impenna per salire fino al castello di Hohenwerten,uno dei più fiabeschi dell'Austria. 11 ciclovia alpe adria castello di HohenwertenL'arroccata fortezza svetta sopra lo scollinamento ai piedi delle cime degli Alti Tauri che al tramonto si infiammano lasciando i cicloviaggiatori immobili di meraviglia. 07 ciclovia alpe adria scorci cittadiniDal castello la strada scende al paese di Werten dove eventualmente è possibile pernottare.

La vallata di Bad Gastein

Proseguendo sempre verso sud, la ciclovia Alpe Adria continua a seguire il fiume Salzach per parecchi chilometri tra sterrati, paeselli e le montagne austriache a ombreggiare la valle. 10 ciclovia alpe adria alti tauriIn un contesto naturalistico davvero meraviglioso si costeggia la cittadina di Sankt-Johann Im Pongau con la chiesa parrocchiale di San Giovanni risalente al X secolo e le numerose piste da sci  particolarmente frequentate durante il periodo invernale. Alla ciitadina di Schwarzach Im Pongau è possibile fare rifornimento anche se in autunno il sole lascia presto l'abitato e le temperature possono essere già frizzanti. 12 ciclovia alpe adria veroLa ciclovia Alpe Adria lascia l'agglomerato per attraversare il Salzach e iniziare a salire sul versante nord del pendio, quasi sempre in ombra. Dopo una prima parte al 13-14% la strada secondaria si addolcisce avanzando verso alcune case isolate, un piccolo lago e l'imbocco della valle di Gastein.05 ciclovia alpe adria segnaletica austria

Dopo qualche chilometro di saliscendi in costa la ciclovia Alpe Adria abbandona il corso del fiume Salzach per salire alla località di Klammstein ed entrare nella valle di Gastein in cima alla quale si dovrà superare un tunnel su ferrovia. All'inizio della vallata l'itinerario ciclabile entra in una lunga galleria in leggera ascesa. Il percorso è in sede protetta, ma lo smog e il rumore dei veicoli che passano sulla strada a fianco dei ciclisti rendono questo tratto di pedalata piuttosto infernale. Usciti dal tunnel la ciclovia Alpe Adria alterna la percorrenza su strada secondaria e su ciclabile raggiungendo Maierhofen e Dorfgastein. La ciclovia attraversa paesaggi selvaggi racchiusi da le alte vette austriache che superano i 2000 metri. Si passa per il centro termale di Bad Hofgastein per poi continuare fino agli ultimi metri di salita per raggiungere Bad Gastein, a circa 1000 m di quota nel Parco nazionale degli Alti Tauri.alpe adria radweg

Verso l'Italia in bici

I primi cento chilometri di ciclovia sono alle spalle tra grotte, terme e castelli e i panorami sugli Alti Tauri si fanno struggenti. Si è costretti a salire sulla ferrovia per attraversare con un lungo tunnel i monti Tauri ed entrare in Carinzia seguendo per un po' il corso del fiume Möll. Il castello di Falkenstein è certamente una meta da non perdere prima di raggiungere, lungo l'itinerario che è anche parte dell'Eurovelo 7, Spittal sulla Drava dove si inizia a seguire la nota ciclabile della Drava (Drauradweg) che collega Dobbiaco a Maribor in Slovenia lungo il corso del fiume in Carinzia. Spittal ha una particolarità: vanta la più grande collezione privata di trenini in miniatura... strano vero?salita alpe adria
Da Spittal si può visitare il vicino Millstätter see per poi proseguire verso sud-est fino al centro di Villach senza grandi difficoltà, sempre seguendo il corso del fiume Drava.
Avendo percorso poco più di duecento chilometri, ci si è avvicinati al confine italiano e la ciclabile Alpe Adria qui devia bruscamente verso sud-ovest iniziando una leggera salita che dal paese di Arnoldstein condurrà a Coccau (primo paese italiano) e quindi, già sul tracciato della ex-ferrovia, fino a Tarvisio, all'imbocco della Val Canale.ciclovia alpe adria in bici Da questo punto fino a Moggio Udinese la ciclabile Alpe Adria (in Friuli identificata con il tracciato FVG1) segue in gran parte il percorso della ferrovia Pontebbana, dismessa e riadattata a pista ciclabile. Putroppo, come talvolta accade, l'Italia è ancora indietro dal punto di vista del cicloturismo e per alcuni tratti di collegamento si è costretti a percorrere la statale (i lavori di collegamento dei tratti ciclabili dovrebbero essere finiti in qualche anno). L'itinerario è in gran parte in discesa e si giunge al bel paese di Venzone, uno dei borghi più belli d'Italia e località della lavanda che è stata ricostruita dopo essere gravemente danneggiata dal terremoto del 1976.14 ciclovia alpe adria venzoneAbbiamo avuto la fortuna di percorrere questo tratto di ciclovia sulla strada secondaria che costeggia il Tagliamento e ti consigliamo una deviazione al lago di Cavazzo, a Gemona del Friuli oppure alla riserva naturale del lago di Cornino per avvistare i grifoni.
La ciclabile Alpe Adria prosegue invece verso sud per raggiungere, senza troppi sforzi, Udine.

Cosa vedere a Udine

Udine, capoluogo di provincia abitato fin dal Neolitico, merita una visita più approfondita quindi se hai a disposizione qualche ora o un'intera giornata dedicala a girare Udine in bicicletta curiosando tra gli angoli più pittoreschi e i monumenti più interessanti. La via Mercatovecchio è il cuore pulsante della città e sorge a pochi passi dai più caratteristici luoghi di Udine. Alle spalle della via infatti, in posizione dominante sul resto della città, sorge il colle del castello rimaneggiato in seguito ad un violento terremoto nel XVI secolo. Oggi ha forse più l'aspetto di una residenza rinascimentale ma al suo interno custodisce con gelosia uno dei più antichi saloni del Parlamento risalente al XII secolo. Ai piedi del colle, oltre via Mercatovecchio si trovano la Loggia del Lionello, in stile gotico veneziano, e la loggia e il tempietto di San Giovanni con la pittoresca torre dell'orologio.Se hai ancora tempo pedala a zonzo per Udine scoprendone i segreti più reconditi, i palazzi nobiliari e le architetture religiose.15 ciclovia alpe adria segnaletica friuli

Sull'Alpe Adria al mare

Ormai manca poco al mare e gli ultimi cinquanta chilometri sono facili dal punto di vista altrimetrico, passando per Palmanova, chiamata la città stellata per la sua pianta cittadina a dir poco unica. Si pedala a tratti su pista ciclabile, a tratti su strade secondarie con poco traffico e a tratti sull'ex-ferrovia dismessa Cervignano-Grado per raggiungere anche Aquileia con le sue rovine di epoca romana come il foro e la splendida basilica di Santa Maria Assuntaa i cui resti più antichi risalgono al IV secolo. La tappa finale del viaggio in bici lungo la ciclovia dell'Alpe Adria è la colorata e vivace Grado con le due antiche basiliche e la laguna. Qui l'itinerario della ciclovia Alpe Adria si sovrappone a quello della ciclovia Adriatica che in 1500km unisce Trieste alla Puglia.16 ciclovia alpe adria vecchia ferrovia
In definitiva la ciclovia Alpe Adria è l'ideale per chi voglia avvicinarsi per la prima volta al cicloturismo: perfetta per le famiglie o per chiunque si voglia godere una vacanza lenta alla scoperta delle bellezze naturalistiche dell'Austria ed a quelle storico culturali del Friuli Venezia-Giulia. Se vuoi saperne di più sul magico mondo puoi acquistare la nostra guida al cicloturismo.vecchio tratto ferroviario alpe adria
Tra le località nei pressi della ciclovia Alpe Adria, raggiungibili con brevi deviazioni, puoi leggere di più sulle miniere di sale del Dürrnberg, su Zell am See ed il Großglöckner oppure sulla riserva naturale del lago di Cornino.
Nei pressi di Gemona del Friuli la ciclabile Alpe Adria interseca un altro itinerario ciclabile interessante: l'itinerario pedemontano che percorre tutta la fascia collinare ai piedi delle Alpi friulane.
Per seguire il tracciato della ciclovia dell'Alpe Adria italiano, scarica il roadbook della regione Friuli, è gratuito!
  • Salisburgo con la fortezza, il duomo e i vicoli sempre pieni di Musica.
  • Il pittoresco castello di Falkenstein nella valle del Möll
  • Tratto della vecchia ferrovia a Tarvisio
  • Venzone, il paese della lavanda
  • Riserva naturale del lago di Cornino dove si possono avvistare i grifoni
  • Palmanova, la città fortificata a forma di stella
  • Aquileia con le sue antiche vestigia romane
  • L'aria salmastra tra i vicoli di Grado
  • Come raggiungo Salisburgo? Negli ultimi anni tra l'Italia e l'Austria è nato un progetto di miglioramento collegamenti transfrontalieri chiamato Micotra che prevede dei treni tra Udine e Villach (nei fine settimana anche fino a Trieste). Da Villach poi è possibile raggiungere Salisburgo con un ulteriore treno per iniziare a pedalare lungo la ciclovia Alpe Adria. Maggiori informazioni sul sito dell'OBB Italia.
  • L'itinerario è segnalato? Si, il percorso proposto segue la segnaletica dell'Alpe Adria in Austria e in Friuli il tracciato l'FVG1.
  • Sono presenti fontane o fonti d'acqua in generale? Lungo l'itinerario si trovano diverse fonti d'acqua, soprattutto nei paesi, ma anche alcuni ristori dove fare rifornimento. 
  • Com'è la qualità delle strade e del percorso della ciclovia Alpe Adria ? La qualità delle strade affrontate dall'itinerario è buona e anche gli sterrati sono ben battuti.
  • Itinerari collegati: all'altezza di Möllbrücke la ciclovia Alpe Adria si collega alla ciclovia della Drava, mentre presso Aquileia puoi imboccare il nostro anello della laguna di Marano.
  • Quanto costa dormire lungo la ciclovia Alpe Adria? Lungo l'itinerario esistono tante tipologie di alloggi per tutte le tasche, in villaggi o città o nelle vallate. Da ricordare che l'Austria è più cara dell'Italia. In alternativa agli alloggi più convenzionali si può campeggiare nelle strutture apposite. Il campeggio libero è vietato in Austria.
  • Dove dormire lungo la ciclovia Alpe Adria? Salisburgo è il punto di partenza dell'itinerario e una città che merita almeno un paio di giorni di visita. Noi a Salisburgo abbiamo dormito non distanti dalla stazione, presso l'ostello Wolfgang's. Altri buoni punti tappa sono Bad Hofgastein, Villach, Venzone e Grado, punto d'arrivo. Se preferisci avere più libertà puoi invece prenotare un appartamento su AirBnB.
  • Cosa mangiare lungo la ciclovia Alpe Adria? In Austria, lungo la ciclovia Alpe Adria, si possono assaggiare davvero tante pietanze: dalle zuppe alle Wiener Schnitzel (conosciuta anche come cotoletta alla milanese in Italia), i Knödel, in Italia conosciuti come canederli, e molti altri piatti ancora senza poi tralasciare i deliziosi dolci come la sachertorte. In Friuli Venezia Giulia le prelibatezze da provare sono numerose: il frico con polenta, la trippa con polenta, la selvaggina, il prosciutto crudo di San Daniele, le zuppe... ogni sera potrai deliziarti nell'assaggiare nuove pietanze.
  • Dove mangiare lungo la ciclovia Alpe Adria? L'itinerario è pensato per essere percorso in diversi giorni e i principali punti di appoggio possono essere diversi... A Salisburgo ti consiglio la Gasthof Weiserhof che propone anche menù a prezzo fisso con piatti tipici, a Venzone fai una soata all'Osteria Marcurele, mentre a Grado opta per una cena alla Trattoria Al Pescatore.
  • Alpe Adria Radweg - un sito interamente dedicato alla ciclovia Alpe Adria, in cui trovare la mappa, immagini, consigli e dei file GPS con la descrizione dettagliata di ogni tappa. La versione italiana è in fase di traduzione dal tedesco ed alcune pagine (le news) non sono ancora completate.
  • CAAR bike - un blog non ufficiale ma forse quello più aggiornato sulle modifiche e sulla prosecuzione dei lavori di tracciamento e segnalazione del percorso. Anche qui si trovano tracce GPS, informazioni sulle attrazioni e sull'ospitalità lungo il percorso.
  • Alpi Friulane - la descrizione del percorso ma non solo... percorsi MTB in zona, natura e altro.
  • Piste Ciclabili Friuli Venezia Giulia - Oltre a innumerevoli altre ciclabili, si trovano le tappe italiane della ciclovia Alpe Adria.
 
 
Scrivi qui quel che pensi...
Log in con ( Registrati ? )
o pubblica come ospite
Persone nella conversazione:
Carico i commenti... Il commento viene aggiornato dopo 00:00.
  • Questo commento non è pubblicato.
    · 3 mesi fa
    Ciao. Si puo fare questo percorso con la bici da strada ?
    • Questo commento non è pubblicato.
      · 3 mesi fa
      Ciao Branko. Ci sono dei tratti sterrati che sconsigliano l'uso della bici da strada. Magari si può fare attrezzando la bici con copertoni minimo da 27 e pignone da 30 o 32 per un paio di salite impegnative. Una gravel sarebbe più indicata.
  • Questo commento non è pubblicato.
    · 1 anni fa
    Ciao a tutti, sto valutando di percorrerla da Grado a Salisburgo lasciando quindi la macchina in Italia. Avete qualche consiglio riguardo al mezzo da utilizzare per il ritorno?
    • Questo commento non è pubblicato.
      · 1 anni fa
      Ciao,
      la soluzione più comoda è probabilmente lo shuttle bus (trovi alcuni riferimenti sul sito ufficiale oppure puoi chiedere agli info point della regione FVG). In alternativa il treno ma potrebbe diventare un lungo viaggio 
Leo

ITA - Cicloviaggiatore lento con il pallino per la scrittura e la fotografia. Se non è in viaggio ama perdersi lungo i mille sentieri che solcano le splendide montagne del suo Trentino e dei dintorni del lago d'Iseo dove abita. Sia a piedi che in mountain bike. Eterno Peter Pan che ama realizzare i propri sogni senza lasciarli per troppo tempo nel cassetto, ha dedicato e dedica gran parte della vita al cicloturismo viaggiando in Europa, Asia, Sud America e Africa con Vero, compagna di viaggio e di vita e Nala.

EN - Slow cycle traveler with a passion for writing and photography. If he is not traveling, he loves to get lost along the thousands of paths that cross the splendid mountains of his Trentino and the surroundings of Lake Iseo where he lives. Both on foot and by mountain bike. Eternal Peter Pan who loves realizing his dreams without leaving them in the drawer for too long, has dedicated and dedicates a large part of his life to bicycle touring in Europe, Asia, South America and Africa with Vero, travel and life partner and Nala.