fbpx
Abbonati alla LiT Family
Abbonati alla LiT Family per accedere a tanti contenuti esclusivi e ricevere il magazine Impronte
Vota questo articolo
(1 Vota)

Cavallino-Treporti in bicicletta: la laguna e la via del Respiro

Lo so, se ti parlo di Cavallino-Treporti in bicicletta probabilmente storci un po' il naso. L'immaginario collettivo è quello di una località balneare dove andare solo a prendere il sole e divertirsi l'estate. In realtà in questi giorni abbiamo scoperto un'altra faccia della medaglia, molto più in sintonia con le nostre corde e il nostro stile di vita e vacanza. Il primo itinerario che ti racconto è quello che abbraccia la laguna, sfruttando il passaggio barca tra Lio Piccolo e Lio Maggiore e concludendo la pedalata sul tratto già aperto di Via del Respiro, la ciclabile sospesa di Cavallino-Treporti.

vecchie ferrovie in bici
È uscito il nostro e-book sulle vecchie ferrovie: 33 itinerari in bici dalle Alpi alle Isole. Informazioni, tracce GPS, curiosità e descrizioni accurate per scoprire l'Italia in sellaLo voglio subito

Dati tecnici

Gira Laguna a Cavallino-Treporti in bicicletta

DETTAGLI ITINERARIO
Partenza/Arrivo  Hotel Junior Family, Cavallino-Treporti
Tempo  3-5 ore
Dislivello  50 m
Lunghezza  51 km
Terreno 
Asfalto: 70%
Sterrato: 30%
Bici consigliata 

Gravel Bike

Adventure Bike

Bici da viaggio

VALUTAZIONE
Difficoltà Facile
Panorama Molto Bello
QUANDO ANDARE

MarzoAprileMaggioGiugnoSettembreOttobreNovembre
cavallino in bicicletta

Abbiamo trascorso tre giorni tra Cavallino - Treporti, Jesolo e Eraclea per scoprire la zona in bicicletta grazie al supporto di Adria Bikes Hotel, l'associazione che riunisce un selezionato gruppo di Agriturismi e Hotel del territorio Alto Adriatico specializzati nella vacanza in bicicletta. 

Per l'occasione il nostro campo base è stato l'hotel Junior-Family a Cavallino, dove avevamo a disposizione un grande appartamento tutto per noi.  

Cavallino-Treporti in bicicletta verso Jesolo

Non appena giunti a Cavallino, prepariamo le bici e veniamo accolti da Alessandro, guida di Real Bike Guides e gestore di un altro albergo facente parte dell'associazione Adria Bikes Hotel. Ci accompagnerà per due giorni lungo i percorsi bici a Jesolo e, bisogno ammetterlo, ci ha cambiato completamente prospettiva, raccontandoci il suo territorio con competenza e, soprattutto, passione.

Iniziamo la nostra prima pedalata da Ca' di Valle, località dove si trova il nostro hotel, e subito ci dirigiamo verso la laguna. Non facciamo in tempo a raggiungere la strada principale che già una bella pista ciclabile ci si presenta davanti. C'è da ammettere che tutto il territorio di Cavallino - Treporti e Jesolo, una delle località più turistiche d'Italia, è costellato di piste ciclabili e si può pedalare in sicurezza. Di certo, durante il periodo di alta stagione estiva, immagino siano parecchio trafficate e si debba porre un po' di attenzione nel pedalarle, ma in Giugno sono assolutamente vivibili.ciclabile cavallino canale portelio

Come detto, raggiungiamo presto la laguna e in particolare il canale Pordelio che seguiamo verso piazza Santa Maria Elisabetta. La ciclabile prosegue sempre a fianco dell'acqua, costeggiando il canale Casson che ci porta in prossimità del Sile. In realtà, come ci racconta Alessandro, i fiumi qui hanno tutti genere femminile e quindi saranno LA Sile, LA Piave, LA Livenza...piazza cavallino bicicletta

Tra il canale e il fiume dobbiamo superare una chiusa che regola il livello delle acque e permette il passaggio delle barche tra la laguna e il mare. Nel 1654 fu costruito un edificio, tuttora esistente, che serviva per la riscossione del dazio. Alla fine del secolo XVII vi fu aperta un’osteria che oggi svolge ancora il suo servizio. Sul muro esterno si conserva la lapide con le tariffe applicate dalla Serenissima per il transito delle imbarcazioni.lapide dogana sile laguna

Superata la chiusa, ci si immette sull'argine destro della Sile, risalendo la corrente del fiume. Anticamente questo corso d'acqua convogliava le proprie acque direttamente in laguna e il suo attuale letto era occupato dal Piave, ma i veneziani cercarono di deviare le acque dei fiumi più grandi fuori dall'area lagunare per controllarne più facilmente il livello. La ciclovia, con un bel brecciolino che ricorda le strade bianche di Toscana, è meravigliosamente immersa nella natura.piste ciclabili jesolo cavallino

Si passano alcune bilance da pesca mantenute in ottima salute e ci si dirige lentamente verso Jesolo. Lo sterrato lascia spazio all'asfalto e, sempre mantenendo il lato destro orografico del Sile, lo si segue senza entrare in città.

Da Jesolo in bici verso Lio Maggiore

Tenendo il centro cittadino alla propria destra, si prosegue lungo il Sile per qualche chilometro, su strada promiscua. Fai attenzione in questo tratto: è praticamente l'unico un po' trafficato dell'itinerario anche se la strada che si percorre è secondaria.cavallino treporti in bicicletta

Dopo circa quattro chilometri sull'argine, raggiungiamo un bivio che indica località Lio Maggiore. Proseguendo ancora qualche metro diritto si incontra, nascosta dalla folta vegetazione che la ricopre, la Torre Caligo (o torre Caigo). Il posto di dogana che regolava gli afflussi lungo il canale omonimo, ha origini altomedievali anche se probabilmente sorge su un precedente edificio d'epoca romana. Oggi ne restano soltanto le rovine, con un rilievo molto più recente riportante le iniziali di San Romualdocarciofi laguna venezia

Tornati sui propri passi di pochi metri, teniamo la destra (sinistra provenendo da Jesolo) imboccando la strada verso Lio Maggiore. Subito l'asfalto lascia spazio alla ghiaia e la strada si immerge nella laguna seguendo un canale originariamente molto più ampio e navigabile. In pochi chilometri ci si ritrova davanti all'agriturismo La Barena, dove Gianni e Loredana stanno raccogliendo ciliege, ma ci aspettano comunque gentilissimi per un caffé e due fette di torta fatta in casa. agriturismo la barena laguna nord venezia

Il luogo è incantevole e perfetto per una sosta ristoratrice. Oltre all'agricoltura, alla Barena è possibile soggiornare e mangiare prodotti locali a due passi dal mare e dalla movida di Jesolo, immersi tutto l'anno nella quiete della campagna.

In bici+barca dalla Barena verso Lio Piccolo

Il passaggio barca tra Lio Maggiore e Lio Piccolo non è attivo poiché opera dal mercoledì alla domenica (da Aprile a Ottobre) e oggi è lunedì, ma Alessandro si è accordato con Gianni che ci fa caricare le bici sulla sua barca e ci conduce nel mezzo delle barene (dal veneto baro=cespuglio, terreni di forma tabulare tipici delle lagune, periodicamente sommersi dalle maree) lungo i canali e nella laguna nord fino a Lio Piccolo.passaggio barca bici lio piccolo lio maggiore

Assicurati, se desideri raggiungere Lio Piccolo, di venire qui in un giorno in cui il servizio bici+barca sia attivo e se possibile prenota in anticipo il tuo posto perché questo itinerario sta diventando sempre più popolare data la sua bellezza.

laguna venezia in biciScaricate le bici dalla barca, seguiamo a ritroso per un breve tratto il canale percorso in barca e imbocchiamo un divertente single trail nella laguna dove però è necessario spingere a mano le biciclette sia per evitare di danneggiare l'ambiente naturale che per il grande flusso di bici in entrambe le direzioni. In alternativa si pò decidere di percorrere subito la strada asfaltata che procede in direzione del minuscolo agglomerato di Lio Piccolo. Anche con l'anello sull'argine della laguna - itinerario davvero molto suggestivo - si giunge nella grande piazza del borgo su cui domina, nell'angolo opposto, un alto campanile.

lio piccolo in bicicletta

Lasciato il centro che si estende attorno alla piazza, si prosegue la percorrenza del tracciato su una strada molto panoramica tra le paludi lagunari. Fenicotteri, cormorani, aironi e anàtidi d'ogni genere volano attorno ai ciclisti di passaggio creando un'atmosfera piacevole. Il tratto è molto suggestivo e piuttosto gettonato dai cicloturisti di ogni età. Sullo sfondo si scorgono Torcello, Burano e si intuisce l'isola di Sant'Erasmo, anch'essa percorribile in bicicletta. Pochi colpi di pedali, e molti più click sull'otturatore della macchina fotografica, ci fanno raggiungere Treporti.lio piccolo in bici

Treporti e la ciclabile del Respiro

Non manca molto per chiudere l'anello ciclabile di Cavallino-Treporti in bicicletta attorno alla laguna. Scavalchiamo con un ponte il canale Pordelio per dirigerci verso Cavallino. Prima di concludere la nostra avventura odierna, c'è ancora tempo per scoprire la Batteria Vettor Pisani che venne realizzata a inizio XX secolo e che prende il nome dal comandante supremo veneziano Vettor Pisani. L'uomo sconfisse la flotta genovese di Pietro Doria, nella guerra di Chioggia del giugno 1380. batteria vettor pisani

Oggi la batteria ospita un museo della Grande Guerra (che noi non abbiamo visitato perché lunedì è giorno di chiusura) dopo essere stato sapientemente restaurato.

Riprendiamo a pedalare verso gli ultimi chilometri di percorso, tornando a immergerci per un breve tratto nelle campagne dietro ai numerosi campeggi della zona. In men che non si dica ci ritroviamo ancora con le ruote a bordo laguna e questa volta, possiamo dirlo, pedaliamo SULLA laguna. Sì, perché ci immettiamo nella nuova pista ciclabile del Respiro, realizzata a sbalzo sul canale Pordelio. Il percorso non è ancora stato concluso e si prevede verrà terminato nell'estate del 2023, ma già oggi si possono pedalare alcuni chilometri di passerella. ciclabile del respiro

Del tutto simile a quella percorsa da noi qualche settimana fa sul lago di Garda, a fine lavori sarà un itinerario lungo e suggestivo, da affrontare assolutamente al tramonto. Ci godiamo il passaggio in sicurezza sulla laguna e chiudiamo l'anello concedendoci una meritata birra di fine giro prima dell'ottima cena all'hotel Junior. 

Domani ci sarà nuovamente da divertirsi verso Eraclea e il mare.

  • L'azionamento della chiusa tra il canale Pordelio e il Sile al passaggio delle barche
  • Le bilance che pescano lungo la ciclabile che conduce a Jesolo
  • La lapide con i prezzi doganali per le barche che entravano in laguna
  • I resti della torre Caligo
  • Il passaggio barca in laguna da Lio Maggiore a Lio Piccolo
  • La Batteria Vettori e il suo museo della Grande Guerra
  • Come raggiungo Cavallino-Treporti? Dalle Autostrade A/4 e A/27, le uscite consigliate sono rispettivamente Venezia Mestre e Noventa/San Donà di Piave. Si prosegue quindi in direzione Jesolo e da qui si seguono le indicazioni per Cavallino-Punta Sabbioni.
  • L'itinerario è segnalato? L'itinerario è in parte segnalato come GiraLaguna ma ti suggerisco di seguire la traccia GPS che puoi scaricare qui sopra
  • Sono presenti fontane o fonti d'acqua in generale? Lungo l'itinerario ci sono alcune fonti d'acqua, soprattutto nei paesi attraversati
  • Com'è la qualità delle strade dell'itinerario? Il percorso si svolge su piste ciclabili in sede propria, strade asfaltate secondarie e alcune strade sterrate. Il traffico è, per quasi tutto il percorso, praticamente irrisorio.
  • Abbiamo pernottato all'Hotel Junior Family di Cavallino. In alternativa se cerchi un altro Bike Hotel, puoi controllare tutti gli alloggi nella pagina dedicata del sito Adria Bikes Hotel
  • Cosa mangiare lungo l'itinerario? Trovandoci tra mare e laguna, la cucina tradizionale propone piatti a base di pesce ma anche a base di verdure di stagione coltivate nelle vicine aree di bonifica. Carciofi, branzino e peoci (se non sei veneto, lascio a te scoprire di cosa si tratti)vanno per la maggiore.
  • Dove mangiare lungo l'itinerario? Lungo l'itinerario puoi fermarti all'Agriturismo La Barena a Lio Maggiore oppure trovi tantissimi ristoranti a Cavallino e Jesolo.

Viaggia con noi

Viaggia con noi

Scrivi qui quel che pensi...
Log in con ( Registrati ? )
o pubblica come ospite
Carico i commenti... Il commento viene aggiornato dopo 00:00.

Commenta per primo.

Lago Maggiore in bicicletta Life in Travel
Leo

ITA - Cicloviaggiatore lento con il pallino per la scrittura e la fotografia. Se non è in viaggio ama perdersi lungo i mille sentieri che solcano le splendide montagne del suo Trentino e dei dintorni del lago d'Iseo dove abita. Sia a piedi che in mountain bike. Eterno Peter Pan che ama realizzare i propri sogni senza lasciarli per troppo tempo nel cassetto, ha dedicato e dedica gran parte della vita al cicloturismo viaggiando in Europa, Asia, Sud America e Africa con Vero, compagna di viaggio e di vita e Nala.

EN - Slow cycle traveler with a passion for writing and photography. If he is not traveling, he loves to get lost along the thousands of paths that cross the splendid mountains of his Trentino and the surroundings of Lake Iseo where he lives. Both on foot and by mountain bike. Eternal Peter Pan who loves realizing his dreams without leaving them in the drawer for too long, has dedicated and dedicates a large part of his life to bicycle touring in Europe, Asia, South America and Africa with Vero, travel and life partner and Nala.

Viaggia con noi

Viaggia con Life in TravelParti per le tue vacanze in bicicletta e i tuoi tour gravel su percorsi studiati da cicloviaggiatori per cicloviaggiatori.

Viaggia con noi

               

Acquista la divisa Life in TravelSono arrivate le nuove divise Life in Travel

La voglio anch'io!

Salta in sella

Lascia la tua mail qui sotto per ricevere consigli, itinerari o suggerimenti per iniziare la tua esperienza di cicloturismo

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Unisciti ad altri 17.000 cicloviaggiatori.
Non ti invieremo mai spam!

Contenuti recenti

Torna su