Menu

Mar26Feb
Vota questo articolo
(0 Voti)

Canada, il paradiso per tutti i cicloturisti: ecco dove e come andare

  • Stampa
  • Email
Con l’apertura del famoso “Great Trail”, oggi il Canada si pone come il paese con il percorso cicloturistico più lungo al mondo: un vero e proprio paradiso per tutti gli amanti di questa speciale attività. In fondo, si parla di un percorso che vanta ben 24mila chilometri di lunghezza nella sua interezza e che propone una serie di opzioni diverse che sanno andare incontro a tutti i gusti e a tutti i livelli di allenamento. 
Per tutti gli amanti di questo genere di viaggi si tratta di uno dei percorsi da non perdere per nulla al mondo e, se anche non sarà sempre percorribile per intero, si divide in diversi magnifici percorsi tutti da scorprire.

Great Trail: i migliori percorsi

Si tratta di un percorso dalla lunga storia, dato che ci sono voluti 25 lunghi anni per permettere al Great Trail di vedere la luce, con oltre 35 milioni di dollari di investimento da parte del Governo Canadese. Il progetto infatti, partito nel 1992, lungo il corso degli anni si è ampliato sempre di più grazie alla partecipazione concreta di tanti altri soggetti: non solo enti pubblici e aziende private, ma anche contributi volontari dati da circa 125.000 cittadini canadesi. Come accennato, a causa della sua particolare ampiezza e della sua lunga realizzazione, il Trans Canada Trail prevede diversi percorsi tutti collegati ma percorribili anche singolarmente, che rendono possibile cominciare il proprio viaggio da qualsiasi parte della nazione. Per ora, i più consigliati sono di certo i seguenti:
  • Waterfront Trail (Ontario): il percorso parte da Burlington e si estende intorno a Toronto e al lago Ontario.
  • Le Petit Train Du Nord (Quebec): un percorso votato alla natura, che si estende intorno a Montreal e che segue una vecchia linea ferroviaria abbandonata.
  • Confederation Trail (Prince Edward Island): parte da Tignish estendendosi fino a Elmira e anche in questo caso il percorso segue una antica ferrovia per un totale di ben 435 km. Ideale per chi ama la natura e le piccole città, per scoprire un pezzo di Canada autentico e lontano dalle grandi metropoli.
  • Fundy Trail Parkway (New Brunswick): 10 chilometri di percorso pensati per chi ama le sfide e i tracciati molto impegnativi, dunque consigliato solo agli esperti del cicloturismo.
  • Millennium Trail (Yukon): in questo caso si parla di un percorso di 5 chilometri, indicato per chi ama rilassarsi fra alberi e natura in un tragitto semplice e che prevede ben poca fatica (tant’è che è indicato anche per chi ama viaggiare a piedi).

Come organizzare il viaggio

Innanzitutto, se leggendo fino a qui avete comunque già pensato di rinunciare perché anche voi non riuscite a viaggiare senza il vostro compagno a 4 zampe, dovete sapere che portarlo con voi non è impossibile. Esistono infatti agenzie specializzate come Blisspets che si occupano di spedizioni di animali in Canada, aiutandovi a preparare tutto il necessario per il trasporto.architecture buildings canada 935474
Preso atto che quindi non è necessario rinunciare a nulla per intraprendere questo genere di viaggio, è bene scegliere con attenzione il periodo giusto per partire: in particolare, si consiglia di optare per mesi come maggio e giugno, insieme a settembre, in modo da evitare la ressa turistica estiva e la neve. Assolutamente sconsigliati invece mesi come dicembre, gennaio e febbraio, mentre anche novembre inizia ad essere “borderline”. Ottobre, luglio e agosto, invece, rappresentano le prime alternative dal punto di vista meramente climatico. Attenzione infine a preparare in anticipo tutti i documenti necessari per partire: l’autorizzazione elettronica di viaggio (eTA) è infatti obbligatoria per visitare il Canada e prevede un soggiorno massimo di sei mesi: può essere richiesta online, ma per farlo serve tassativamente avere il passaporto.
Gli amanti del cicloturismo troveranno nel Great Trail un insieme di percorsi davvero stuzzicanti, per tutti i gusti e per ogni esigenza. Attenzione, però, a preparare il vostro viaggio con un certo anticipo per riuscire a vivere l’esperienza al meglio.
Vota questo articolo
(0 Voti)
Leonardo

Cicloviaggiatore lento con il pallino per la scrittura e la fotografia. Se non è in viaggio ama perdersi lungo i mille sentieri che solcano le splendide montagne del suo Trentino e dei dintorni del lago d'Iseo dove abita, sia a piedi che in mountain bike. Eterno Peter Pan che ama realizzare i propri sogni senza lasciarli per troppo tempo nel cassetto, ha dedicato gran parte della vita al cicloturismo viaggiando in Nuova Zelanda, Balcani, Norvegia e molti altri paesi. Ultimamente ha trascorso dieci mesi in bici nel Sud est asiatico e ha attraversato le Ande in bici.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Altro in questa categoria:

Vai all'inizio della pagina