fbpx
Abbonati alla LiT Family
Abbonati alla LiT Family per accedere a tanti contenuti esclusivi e ricevere il magazine Impronte

Vota questo articolo
(2 Voti)

Borse bikepacking GIVI Bike: recensione

1000 km per un kit di borse bikepacking non sono nulla: rappresentano i primi passi - se non le prime "gattonate" - nel mondo del viaggio. Ma avendole seguite da vicino, dalla concezione dei primi prototipi ai loro sviluppi, dai test al grande lancio dello scorso mese e soprattutto avendo sfruttato un prototipo del kit di borse bici bikepacking di GIVI Bike per qualche trail e uscita mettendole alla prova, posso già dare le mie prime impressioni, raccolte in questa recensione di fresco utilizzo.

Valutazione

  • Generale:
  • Costo:
  • Comodità:
  • Montaggio:
  • Materiali:
  • Ingombro:
  • Capienza:
  • Usura:
Tipo di test:
Svariati giri singoli, anche in condizioni meteo sfavorevoli e numerosi viaggi di più giorni.
Test di capienza, elasticità, resistenza delle cerniere e del materiale della borsa.
In seguito al test posso confermare durabilità, resistenza e capienza del prodotto.
Durata del test: Almeno 1000 km in varie condizioni meteo e terreni

Come già fece qualche tempo fa il buon Leo con le borse da cicloturismo GIVI Bike, è necessario precisare che questa recensione è una raccolta di prime impressioni di queste borse bici, dopo un utilizzo limitato nel tempo, tra marzo e maggio 2022, una serie di brevi ma intensi test, come durante trail e uscite di qualche giorno. Non per questo mi sono risparmiato nel cercare di mettere alla prova ogni caratteristica di questo set di borse bikepacking GIVI Bike.

Dopo il freddo inverno e gli scorsi anni di restrizioni e lockdown, la voglia di inforcare la bici era tanta. Così, da quando ho messo le mani sulle borse bikepacking GIVI Bike, ho cercato di fare uscite a pieno carico e stressare per bene su vari tipi di terreni questo set di borse. Ma vediamo nel dettaglio le caratteristiche, le funzioni e il montaggio delle borse che costituiscono la Line Adventure di GIVI Bike per il bikepacking.

bici intera bp

Borse bikepacking GIVI Bike: caratteristiche e istruzioni di montaggio

Le borse bikepacking GIVI Bike che costituiscono la Adventure Line sono tre, elegantissime nel loro look total black con cinghie color sabbia. Semplificando all'estremo potremmo dire che questa è la triade di base di un kit da bikepaking. Abbiamo la compatta borsa manubrio Climb, la squadrata borsa telaio Hill e infine la custode dello spazio per la tua attrezzatura, la borsa sottosella Hump. Dalla regia ci comunicano che le sorprese non sono finite qui e che presto vedremo nuovi modelli e sviluppi da parte di GIVI Bike.

Intanto però vediamo nel dettaglio caratteristiche e montaggio delle tre borse, per poi entrare nel vivo dell'esperienza personale e delle prime impressioni d'uso delle borse bikepacking GIVI Bike.

dettaglio handlebar 4 Borse Bikepacking Givi Bike

Borsa sottosella GIVI Bike HUMP

Caratteristiche

Di seguito vediamo le caratteristiche di questa borsa sottosella bici:

  • Disponibile in colore nero, con nastri color sabbia;
  • Tessuto 100% nylon ripstop PU, PVC free, waterproof e resistente UV;
  • Sezione inferiore rinforzata per garantire rigidità e una struttura resistente, non teme contatti con la ruota posteriore;
  • Elastico superiore per fissaggio ulteriori capi di abbigliamento o equipaggiamento;
  • Valvola di sfiato Air Valve Technology per garantire maggior compressione;
  • Due cinghie di compressione, colore sabbia;
  • Due cinghie nere per il fissaggio al carrello della sella;
  • Due fasce velcro per il fissaggio al canotto sella;
  • Asole (numerose) per fissaggio luce posteriore;
  • Grafiche riflettenti;
  • Capienza: 13-17 L;
  • Peso: 390 grammi;
  • Dimensioni: 36-50 cm x 17 cm x 6-19 cm.

allaccio saddle Borse Bikepacking Givi Bike

Montaggio

Per esperienza personale, trovo più comodo prima di tutto riempirla e chiuderla: a differenza di borsa manubrio e telaio, è una borsa bici che si monta da piena, cercando di distribuire al meglio i pesi e infilando quindi prima di tutto sul fondo indumenti o oggetti pesanti (beauty-case, fornelletto, attrezzi vari) e poi, verso l'alto, i soli indumenti che fanno volume e non peso.

Chiudiamo quindi la borsa arrotolandone l'estremità come ogni bag a chiusura a roll, per poi tirare le due cinghie a fondo, senza paura. Noteremo che la borsa sfiaterà, come una balena a pelo d'acqua, comprimendosi anche notevolmente. Questo aspetto che trovo fantastico è garantito dalla tecnologia Air Valve Technology, presente anche nelle altre borse (sia cicloturismo che bikepacking) di GIVI Bike, per permettere di sfruttare tutto lo spazio e non immagazzinare aria inutilmente.

allaccio saddle 2 Borse Bikepacking Givi Bike

Una volta adottata questa accortezza, riempita e chiusa la borsa, possiamo partire con gli agganci. Prima facendo passare le due cinghie nere tra il carrello della sella e la sella stessa, fissandole al rispettivo gancio. Dopo aver leggermente tirato le due cinghie sabbia, ma non fino in fondo, e senza chiuderle del tutto, possiamo passare alle due fasce velcro nere per il cannotto sella.

Avendo ancora spazio di manovra, se non abbiamo tirato a fondo le due cinghie di cui sopra, possiamo scegliere la migliore altezza della borsa sul cannotto sella e fissare la borsa al meglio. Per ultima cosa torniamo sulle cinghie lasciate un po' lasche per tenderle più a fondo, facendo magicamente alzare la borsa sottosella bici.

Ricordiamoci che dopo i primi chilometri, dovremo fermarci per tirare nuovamente queste cinghie, poiché gli scossoni tendono a spostare oggetti e pesi dentro la borsa verso il fondo della stessa, creando quindi un po' di gioco nelle cinghie precedentemente strette. A questo punto avremo una borsa bici stabile e potremo dimenticarcene, per concentrarci sulla strada che la nostra avventura in bikepacking ci riserva.

allaccio saddle 3 Borse Bikepacking Givi Bike

Prime impressioni

Vediamo ora la mia personale impressione su questa borsa bikepacking GIVI Bike: innanzitutto una prima nota va fatta sull'eleganza dell'intera linea che, come uno smoking nero, "veste" alla perfezione su ogni tipo di bici. Che dire poi dell'estetica delle cinghie color sabbia? Un vero tocco di classe. Chapeau.

Passando alla parte tecnica, ribadisco di essermi innamorato della valvola di sfiato per poter comprimere la borsa, in sinergia all'uso delle cinghie, sfruttando appieno tutti i 17 kg senza creare vuoti al suo interno. Ottimo poi l'elastico superiore per fissare indumenti o accessori supplementari, oltre all'asola per la luce posteriore o al marchio GIVI riflettente: questi sono i dettagli che testiomoniano la cura per la sicurezza e le necessità dei viaggiatori in bici.

Devo aggiungere due note su un paio di aspetti da migliorare: il primo di questi - che Paolo, Andrea e il team di GIVI hanno già provveduto a sistemare - è la lunghezza delle due cinghie che abbracciano il cannotto sella. Purtroppo nel mio modello prototipico (quindi sul mercato questo problema non si ripresenta) il velcro di una delle due fasce non combacia completamente, rendendo un po' instabile la borsa. Ma, ripetiamo, è un problema che ha riscontrato solo chi ha testato i prototipi di queste borse.

Inoltre, va notato che non tutte le combinazioni di misure taglia bici/cannotto sella/misura ruote permettono agilità nei movimenti senza che la borsa rischi di toccare la ruota. In particolare, si richiede un'altezza minima del cannotto di 10 cm e una distanza dal carrello sella alla ruota di 20-21 cm!

allaccio saddle 4 Borse Bikepacking Givi Bike

Borsa manubrio GIVI Bike CLIMB

Caratteristiche

Di seguito vediamo invece le caratteristiche della borsa manubrio bici di casa GIVI Bike:

  • Disponibile in colore nero, con nastri color sabbia;
  • Tessuto 100% nylon ripstop PU, PVC free, waterproof e resistente UV;
  • Chiusura a doppio roll;
  • Valvola di sfiato Air Valve Technology per garantire maggior compressione;
  • Due cinghie velcro di fissaggio;
  • Tre cinghie color sabbia aggiuntive per fissaggio, di cui due al manubrio e una alla serie sterzo;
  • Cinghia unica color sabbia per compressione piano orizzontale (opzionale);
  • Tre distanziatori regolabili per allontanare la borsa dai cavi;
  • Grafiche riflettenti;
  • Capienza: 9-14 L;
  • Peso: 390 grammi;
  • Dimensioni: 18 cm x 18 cm x 33-47 cm.

dettaglio handlebar Borse Bikepacking Givi Bike

Montaggio

Esattamente come per la borsa bici sottosella, trovo più comodo riempire la borsa quando ancora smontata, anche se mi son dovuto ricredere e confermare che lo spazio di manovra per estrarre e inserire oggetti e indumenti in questa borsa manubrio bikepacking di GIVI è sufficiente anche quando montata al manubrio. Questa è molto più semplice da montare rispetto alla sottosella: basterà chiudere la borsa alle due estremità con la pratica chiusura a rotolamento, poi appoggiarla al manubrio e usare le due cinghie velcro per assicurarla allo stesso.

Successivamente si passa alle cinghie, due al manubrio (proprio sopra ai due velcro) e una alla serie sterzo, da regolare a piacimento. Per comprimere la borsa possiamo continuare ad arrotolare e poi usare la cinghia supplementare orizzontale che passa nell'apposita asola. Come per la sottosella, noteremo che la borsa sputerà fuori tutta l'aria rimasta incastrata. Anche in questo caso, questo aspetto è garantito dalla tecnologia Air Valve Technology, presente anche nelle altre borse GIVI Bike, che permette di sfruttare tutto lo spazio e non immagazzinare aria inutilmente.

dettaglio handlebar 3 Borse Bikepacking Givi Bike

Prime impressioni

Passiamo alla mia personale impressione su questa borsa bikepacking GIVI Bike dopo questo periodo di utilizzo: resto fedele a quanto detto prima riguardo all'eleganza dell'intera linea che è davvero molto stilosa. Super confermato anche il gusto estetico delle cinghie color sabbia davvero magiche. Ancora parole di ammirazione, soprattutto per la parte tecnica: questa borsa sta dove la metti e puoi davvero dimenticartene. L'ho usata per portare (in momenti differenti) drone con batterie e comando, abbigliamento tecnico, sacco a pelo, cibo per la giornata, attrezzatura per foto/video...

Davvero molto versatile, soprattutto perché ho apprezzato quanto veloce possa essere estrarre o inserire qualcosa nella borsa manubrio senza doverla smontare. Quindi solo aspetti positivi per il sottoscritto, anche se un problema posso registrarlo - però è classico di ogni borsa manubrio, perché nel mio caso uso un manubrio Woodchipper di Salsa - e cioè il poco spazio orizzontale a disposizione, che non mi permette di sfruttare tutti i 14 litri della borsa, cosa che mi farebbe assai comodo. Poco male, mi faccio bastare i 9 litri, ma immagino con un certo po' di invidia chi possiede un manubrio flat, che permette senza dubbio alcuno di sfruttare tutto il litraggio a disposizione di questo bell'oggettino da bikepacking.

dettaglio handlebar 2 Borse Bikepacking Givi Bike

Borsa telaio GIVI Bike HILL

Caratteristiche

Dopo le prime due, vediamo infine le caratteristiche di questa borsa telaio bici:

  • Disponibile in colore nero, con nastri color sabbia;
  • Tessuto 100% nylon ripstop PU, PVC free, waterproof e resistente UV;
  • Due cinghie di fissaggio posteriore e anteriore, colore sabbia;
  • Tre cinghie nere con velcro per il fissaggio al telaio;
  • Doppia tasca (a destra e a sinistra) con chiusura a zip;
  • Aletta copri-zip;
  • Grafiche riflettenti;
  • Capienza: 3,5 L;
  • Peso: 250 grammi;
  • Dimensioni: 46 cm x 13 cm x 6 cm.

dettaglio frame Borse Bikepacking Givi Bike

Montaggio

Tra tutte le borse bikepacking GIVI Bike, è quella meno capiente ma al tempo stesso la più accessibile, anche durante la pedalata. Non serve grosso ingegno per fissarla al telaio: usando prima le tre cinghie di velcro per il tubo superiore e poi le due cinghie sabbia per gli altri due tubi, avremo assicurato la borsa telaio al nostro mezzo e potremo riempire la borsa dell'occorrente per una rapida uscita o di indumenti e attrezzatura per lunghi viaggi offroad.

Prime impressioni

Esteticamente interessante anche se non paragonabile all'eleganza delle prime due borse bici presentate, è un peccato si tratti solo di una half-frame che non ci permette di sfruttare al meglio il triangolo interno al telaio, ma vedremo se in futuro ci saranno aggiunte al parco borse di GIVI Bike. Niente valvola di compressione, spazio giusto per l'indispensabile, comodissima doppia tasca, di cui una davvero sottile per portafoglio o documenti e l'altra di accesso alla totalità della borsa.

Mi convincono poco i copri-zip, perché se la borsa viene gonfiata troppo (a parte sforzare le zip in chiusura), si rischia lo sfregamento sulle gambe durante la pedalata. Nel complesso, tra le tre è quella che mi piace meno ma non si allontana di una virgola dallo stile del kit borse bikepacking GIVI Bike, e quindi promuoviamo anche lei!

dettaglio frame 2 Borse Bikepacking Givi Bike

Borse bikepacking GIVI bike: il prezzo

Come ben saprai, il bikepacking ha dei costi non indifferenti. Eppure in casa GIVI Bike è stato considerato anche questo aspetto e questo kit di borse bici da bikepacking è molto competitivo sul mercato!

Il valore della borsa sottosella bici Hump di GIVI Bike di €129. Per la borsa telaio Hill di GIVI Bike avrai una spesa di 79€, mentre il costo della borsa manubrio Climb è di € 89.

Per un set completo di borse bikepacking GIVI Bike dovrai quindi calcolare una spesa di 297€, che è in linea con il mercato ed è anche piuttosto competitivo con la linea Experience dello stesso brand, per il quale la spesa (per il set classico da 4 borse, 2 anteriori e 2 posteriori) si aggira attorno ai 278€. Tutte le valutazioni su pregi e difetti dei due sistemi sono raccolti in questa approfondita disamina.

in viaggio 2 Borse Bikepacking Givi Bike

Capienza e utilizzo delle borse bici GIVI Bike

Per chi è abituato al cicloturismo classico rispetto al bikepacking, una capienza massima da 25,5 a 35 litri potrebbe sembrare poca, ma ti assicuro che è il giusto, soprattutto se non hai tanta attrezzatura video e foto come il sottoscritto!

Personalmente - e qui vige la regola che "ognuno fa il bikepacking che meglio crede" - nella borsa sottosella bici inserisco gli indumenti di ricambio (un cambio completo da bici e uno completo da riposo), il beauty case, l'asciugamano in microfibra, il kit antipioggia e una felpa, oltre a qualche caricatore che so userò all'arrivo e non durante la pedalata. Nella borsa manubrio il kit per campeggiare (che a volte, se completo, finisce anche nelle Anything Cage alla forcella), mentre in quella telaio kit ricambi e riparazioni per la bici, il multitool, un power bank e qualche cavo di ricarica.

Solitamente la borsa sottosella è l'ultima negli acquisti di borse bici per il bikepacking. Si usa quindi per un'uscita di più giorni campeggiando, o appoggiandosi a strutture, perché molto capiente e quindi capace di accogliere i nostri indumenti di ricambio. Se invece esci per brevi pedalate, prima considera l'acquisto di una borsa manubrio bikepacking o in second'ordine una borsa telaio per il bikepacking.

in viaggio Borse Bikepacking Givi Bike

Dopo il test: borse bici GIVI Bike promosse o bocciate?

Come già anticipato, abbiamo seguito con interesse lo sviluppo e il lancio dei prodotti GIVI Bike, specialmente di questo kit bikepacking. Devo dire che i ragazzi hanno confermato le aspettative e hanno creato una serie di prodotti molto interessanti, resistenti, durevoli e - sebbene lo spazio non sia mai abbastanza - capienti.

Proprio la capienza si è rivelata ottimale per uscite offroad anche con campeggio o bivacco, ricambio per la sera/notte e ricambio da bici, kit che quindi si applica alla perfezione anche a un lungo viaggio in bikepacking. Un altro elemento che all'inzio spaventa chi si avvicina a questo modo di trasporto bagagli in bici è la velocità di montaggio: fissare le due cinghie al carrello, poi i due velcro e infine stringere le due cinghie è l'operazione più semplice del mondo, per non parlare delle altre due borse (telaio e manubrio), che nemmeno vanno staccate dalla bici!

Poi abbiamo l'aspetto dell'adattabilità: trattandosi di tre prodotti a misura standard, con un solo acquisto potrai usare queste borse su tutti i mezzi che possiedi, dalla gravel alla bici da viaggio passando - perché no - dalla bici da corsa! Per la sottosella tieni solo a mente l'altezza del canotto e la distanza sella-ruota come anticipato sopra, per la manubrio la distanza tra le leve o delle impugnature e per la telaio la lunghezza del telaio stesso.

dettaglio Borse Bikepacking Givi Bike

Le uniche note che vanno segnalate sono appunto i copri-zip nella borsa telaio che possono infastidire alcuni pedalatori, così come le fasce velcro della sottosella, già sistemate nei modelli successivi ai miei prototipi, che non combaciavano completamente, ma che non dovrebbero costituire un problema per te che leggi e - chissà - acquisterai queste borse bikepacking GIVI Bike.

Facci sapere nei commenti cosa pensi di queste borse bici e se hai avuto modo di vederle in qualche negozio o su qualche bici in giro per il mondo. Chissà che la prossima bici vestita GIVI Bike sia proprio la tua...

givi bike dettaglio sottosella

Vantaggi:
  • Eleganza
  • Resistenza
  • Capienza
Svantaggi:
  • Nel mio modello prototipico, le cinghie con velcro della borsa sottosella non stringono abbastanza (risolto nel prodotto finale)
  • La borsa bici sottosella potrebbe raschiare su bici S/M con altezza canotto troppo bassa
  • La borsa bici telaio ha un'aletta copri-zip che potrebbe infastidire, se si gonfia troppo la borsa

Viaggia con noi

Viaggia con noi

Scrivi qui quel che pensi...
Log in con ( Registrati ? )
o pubblica come ospite
Carico i commenti... Il commento viene aggiornato dopo 00:00.

Commenta per primo.

Francesco - Life in Travel

ITA - Ho 33 anni e sono piemontese, anche se da qualche anno vivo e lavoro in Lombardia. Dopo un inizio da totale inesperto in questo campo, mi sono avvicinato al mondo dei cicloviaggi e della bicicletta sempre più. Oggi posso definirmi "cicloviaggiatore", e assieme all'altra mia passione - il videomaking - non mi fermerei mai! Cyclo ergo sum, pedalo quindi sono, per cercare di capire perché andare in bici sia così bello, terapeutico, ricco... E ogni volta che provo a capirlo, non ce la faccio, e sono costretto a ripartire sui pedali!

ENG - I'm from Piedmont and I'm 33 years old, I have been living and working in Lombardy for a few years. After a start without any competence in this field, I then approached the bicycle world more and more. Today I can call myself a bicycle traveller and videomaker who would never ever stop. Cyclo ergo sum, I cycle therefore I am. I ride my bike trying to understand why it is so beautiful, rich, therapeutic. And every time I try, I do not understand it. So I must leave again...
 

Viaggia con noi

Viaggia con Life in TravelParti per le tue vacanze in bicicletta e i tuoi tour gravel su percorsi studiati da cicloviaggiatori per cicloviaggiatori.

Viaggia con noi

               

Salta in sella

Lascia la tua mail qui sotto per ricevere consigli, itinerari o suggerimenti per iniziare la tua esperienza di cicloturismo

Unisciti ad altri 17.000 cicloviaggiatori.
Non ti invieremo mai spam!

Contenuti recenti

Torna su