Vota questo articolo
(0 Voti)

Treno + bicicletta in Alto Adige: novità in arrivo per il cicloturismo

In Alto Adige si continua a pensare allo sviluppo dell'offerta cicloturistica nonostante il territorio sia già ricco di percorsi ciclabili attrezzati e, ogni anno, sempre più pedalati (un esempio è la bella ciclabile della Val Pusteria, o la ciclabile dell'Adige che collega Merano a Verona). La nuova convenzione con la Rfi anticipa la realizzazione di nuovi tratti ciclabili lungo alcune ferrovie che percorrono l'Alto Adige.
Lungo le valli altoatesine sono presenti alcune delle più importanti piste ciclabili italiane, tracciati che ogni anno vedono il passaggio di migliaia di cicloturisti, locali in bicicletta e turisti del weekend che scelgono le due ruote per conoscere più a fondo il territorio.
La nuova convenzione stipulata con la Rfi, controllata dalle F.S. Italiane, prevede la realizzazione di nuove bretelle ciclabili in Alto Adige in corrispondenza di alcune tratte ferroviarie, in particolar modo tra Merano e Bolzano e in Val Pusteria, lungo la gettonatissima pista ciclabile San Candido - Lienz.
La collaborazione prevede due punti chiave: le ferrovie dovranno permetter di realizzare piste ciclabili anche ad una distanza di 3 metri dai binari, in cambio la provincia metterà a disposizione delle ferrovie le stesse ciclabili da utilizzarsi per manutenzioni e lavori alla rete ferroviaria. Questa novità permetterà ai cicloturisti di percorrere anche delle varianti ai tracciati più noti implementando l'offerta treno + bici soprattutto lungo i percorsi ciclabili più battuti dell'Alto Adige.
Veronica

Correva l'anno 1983: anch'io vidi per la prima volta la luce del sole estivo e sorrisi. 
Da sempre col pallino per l'avventura (nessun albero poteva resistermi!) ho avuto la fortuna di girare l'Europa e l'Italia con i miei genitori e poi, per la maturità, mi sono regalata un viaggio in 2 cavalli da Milano a Praga (un fiorino ha interrotto il nostro viaggio verso Mosca facendoci ribaltare, senza gravi conseguenze, su una strada slovacca).
Ho vissuto 6 anni in Trentino lavorando in tanti luoghi diversi, scoprendo la bellezza della Natura, delle sue montagne e, devo ammetterlo, della MTB! Al momento che ritenevo giusto, ho mollato il lavoro senza alcun rimpianto per volare in Nuova Zelanda dove ho viaggiato per cinque mesi in solitaria. Nel 2007 ho provato per la prima volta l'esperienza di un'avventura a due ruote e, da quel momento, non ne ho potuto più fare a meno... così, dopo alcune brevi esperienze in Europa, nel 2010 sono partita con Leo per un lungo viaggio in bicicletta nel Sud Est asiatico, la nostra prima vera grande avventura insieme! Da 3 anni scorrazziamo in MTB sui sentieri del Lago di Iseo, ma la prossima partenza per il #noplansjourney è alle porte...:) 
 Su lifeintravel.it trovi tutti i nostri grandi viaggi insieme (e non)!
Carpediem e buone pedalate!

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna su