Vota questo articolo
(0 Voti)

Associazione dei Mountain Bikers trentini

    Associazione mountain bikers trentini
    Non è ancora nata, ma i tempi sono maturi... sono ormai trascorsi due anni da quando pubblicai questo articolo sul Divieto sui sentieri del trentino in MTB, elencando ciò che a mio parere andasse bene e ciò che non andasse. Le cose da allora non sono cambiate, noi bikers spesso siamo visti come degli anticristo irrispettosi della montagna e dell'altrui libertà ma, come potrete notare anche dalla cospicua presenza di articoli di montagna nel sito, personalmente amo la Mountain bike così come amo la montagna in generale.
    Trekking, birdwatching, fotografia... e tutte le attività outdoor che mi mettano in contatto con la natura. Per questo ho accettato con piacere di dare una mano ad alcuni MTBikers trentini che stanno cercando di far nascere un'associazione no-profit in grado di poter dialogare con le autorità e, soprattutto, con i vertici SAT, per far convivere liberamente (ma con regole ben precise per tutti) bikers, trekkers, alpinisti, cani, gatti e quant'altro...
    Ora c'è la necessità di fare gruppo, riunirsi e far nascere e camminare questa associazione ed internet è uno dei mezzi con cui ci si deve ormai confrontare per raggiungere una certa attenzione...ecco perchè è nato il sito (provvisorio) della "Nascenda" associazione di bikers trentini che trovate a questo indirizzo: http://trentinomtbikers.altervista.org
    Tutti coloro che vogliano partecipare dando una propria opinione, criticandoci o supportandoci sono assolutamente i benvenuti...potrete leggere il Manifesto d'Azione dei Bikers Trentini, scoprire più nel dettaglio chi siamo e leggere qualche news, inoltre potrete registrarvi e discutere sul forum oppure contattarci utilizzando l'apposita form...insomma fate sentire la vostra voce!
    Leonardo

    Cicloviaggiatore lento con il pallino per la scrittura e la fotografia. Se non è in viaggio ama perdersi lungo i mille sentieri che solcano le splendide montagne del suo Trentino e dei dintorni del lago d'Iseo dove abita, sia a piedi che in mountain bike. Eterno Peter Pan che ama realizzare i propri sogni senza lasciarli per troppo tempo nel cassetto, ha dedicato gran parte della vita al cicloturismo viaggiando in Nuova Zelanda, Balcani, Norvegia e molti altri paesi. Ultimamente ha trascorso dieci mesi in bici nel Sud est asiatico e ha attraversato le Ande in bici.

    Aggiungi commento

    Codice di sicurezza
    Aggiorna

    Torna su