Vota questo articolo
(0 Voti)

Assicurazione di viaggio: come scegliere la migliore per te

Una delle discussioni più accese tra i viaggiatori è quella relativa all'assicurazione di viaggio. In molti spesso si chiedono se valga la pena spendere dei soldi per assicurarsi anche solo per qualche giorno. Ma soprattutto, vista la complessità della scelta e la vastità di offerta, ci si blocca scegliendo di non scegliere... "tanto non succederà niente!". Vediamo invece di capire quando e perché è importante assicurarsi e come scegliere la migliore assicurazione di viaggio per te.

In molti sono fatalisti e si affidano al destino dicendo a se stessi:"Sono una persona prudente". Certo, ne sono convinto: tu lo sei! Il problema sono gli altri 9 miliardi di persone che ti stanno attorno e che non sempre lo sono! Oltre a questo, l'imprevisto è sempre dietro l'angolo e se a volte può dare un po' di brio al viaggio e renderlo più pepato, a volte lo può rovinare completamente. Se non hai una polizza assicurativa di viaggio, in questo caso oltre alla beffa ti ritroverai anche con il danno e senza rimborso!

Da queste prime mie frasi avrai capito che il mio consiglio è quello di perdere qualche minuto, valutare le tue esigenze e stipulare prima di partire una assicurazione di viaggio con le garanzie necessarie. Assicurazione di viaggio

Assicurazione di viaggio: cosa controllare prima di scegliere?

Vediamo nel dettaglio cosa ti potrebbe servire e cosa controllare durante la scelta di una assicurazione di viaggio.

Dove stai andando?

La prima cosa da valutare è la destinazione. In base alla tua meta, dovrai valutare quale assicurazione di viaggio scegliere. In questo caso è soprattutto l'aspetto medico-sanitario ad essere importante: ad esempio negli Stati Uniti non esiste un sistema di sanità pubblica gratuito ed è assolutamente necessario possedere un'assicurazione sanitaria USA. Il costo di una polizza viaggi è decisamente inferiore a quello che si dovrebbe sostenere per le spese mediche negli USA (Canada e altri stati sono del tutto simili). 

Diverso è il discorso per l'Europa, dove la copertura sanitaria per soggiorni di breve durata è la stessa delle persone assicurate nel paese in cui ci si trova. In tal caso non ha senso acquistare un'assicurazione sanitaria mentre si potrebbe pensare di acquistare una assicurazione di viaggio che dia garanzie diverse (Responsabilità Civile, Bagagli rubati o dispersi...).viaggio treno milano parigi

Non conosco le specifiche situazioni di ogni nazione del mondo è quindi il mio consiglio è quello di fare una rapida ricerca sul web per informarti bene delle condizioni assicurative di ogni stato che deciderai di visitare e poi procedere a valutare di conseguenza le garanzie a te necessarie in quel viaggio.

Quali coperture?

Le coperture più importanti sono certamente tre: 

  • le spese mediche: in caso di malattie o infortuni nel periodo di validità della polizza medica di viaggio, ti permette di ottenere il rimborso (o anticipo) delle spese mediche sostenute, come ad esempio le spese di ricovero ospedaliero, per intervento chirurgico, gli onorari medici, le spese farmaceutiche e gli accertamenti diagnostici;
  • gli infortuni: solitamente copre i punti di invalidità derivanti da un incidente avvenuto durante il tuo viaggio
  • la responsabilità civile (RC): copre i danni causati involontariamente a terzi.

 Altri aspetti meno preponderanti ma che in casi particolari potrebbero essere utili se non addirittura fondamentali nell'assicurazione di viaggio sono la tutela legale, il rimborso in caso di furto o perdita del bagaglio, il rimborso in caso di ritardo o perdita del volo.

Spese mediche e infortuni

Nel caso di polizza viaggio, come detto prima, queste sono due coperture che è fondamentale avere. In effetti l'assicurazione medica viaggio non esiste realmente ma esistono assicurazioni di viaggio che includono tali coperture e garanzie. A seconda della compagnia, le spese in questione vengono rimborsate o anticipate e quindi è meglio informarsi prima di quale sia la politica dell'assicurazione. In ogni caso, se dovessi subire un infortunio o avere un incidente, contatta il prima possibile la tua compagnia per avvertirla e avviare le pratiche. In questo caso è anche importante controllare, prima di stipulare la polizza, che essa garantisca un'assistenza costante e affidabile (ideale 24h/7g). img 4805

Massimale

Spesso questo è un punto che si trascura perché non si ha molto chiaro quali siano le spese che si potrebbero dover sostenere in caso di imprevisto. Tieni sempre presente che molto dipende dal paese in cui si viaggia, ma tornando all'esempio più eclatante, quello degli Stati Uniti, il costo di un intervento o di una medicazione può essere molto alto. Ci sono compagnie che offrono un massimale illimitato e a volte potrebbe essere una valida opzione. In altri casi, per viaggi più vicini o in paesi più economici, potrebbe essere sufficiente un valore inferiore che, logicamente, farà anche calare il premio assicurativo.

Viaggi sportivi

 Sicuramente tratteremo questo argomento più nel dettaglio in futuro dato che ci occupiamo soprattutto di cicloturismo e viaggi in bici ma in questo caso ti volevo soltanto avvertire che spesso gli infortuni subiti durante la pratica di sport estremi come paracadutismo, alpinismo e arrampicata (ma a volte anche MTB e bici in generale) non sono inclusi di base. Se hai intenzione di fare una vacanza attiva ed adrenalinica, controlla con la tua compagnia di attivare questo tipo di copertura.

Assicurazione di viaggio: qual è la migliore?

Lo so, lo so, ti deluderò! La risposta alla domanda precedente non esiste. Ma credo che un po' tu lo abbia capito se sei arrivato fin qui. Esistono soluzioni più o meno adatte alle tue esigenze ma non migliori di altre in termini assoluti. Quindi l'unico consiglio che ti posso dare è quello di cercare un prodotto adatto a te, perdendo un po' di tempo a leggere le coperture e le garanzie delle varie agenzie. In fondo meglio spendere qualche minuto e qualche euro prima di partire piuttosto che pentirsene amaramente una volta in viaggio... non sei d'accordo?

Leonardo

Cicloviaggiatore lento con il pallino per la scrittura e la fotografia. Se non è in viaggio ama perdersi lungo i mille sentieri che solcano le splendide montagne del suo Trentino e dei dintorni del lago d'Iseo dove abita, sia a piedi che in mountain bike. Eterno Peter Pan che ama realizzare i propri sogni senza lasciarli per troppo tempo nel cassetto, ha dedicato gran parte della vita al cicloturismo viaggiando in Nuova Zelanda, Balcani, Norvegia e molti altri paesi. Ultimamente ha trascorso dieci mesi in bici nel Sud est asiatico e ha attraversato le Ande in bici.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna su