fbpx
Abbonati alla LiT Family
Abbonati alla LiT Family per accedere a tanti contenuti esclusivi e ricevere il magazine Impronte
Vota questo articolo
(1 Vota)

Anello della Piave in bici: tra vecchia e nuova

Gli itinerari fluviali, non ci si può nascondere, sono tra i più suggestivi da percorrere. Non fa eccezione il tracciato che abbiamo seguito lungo le due Piave in bici... sì, hai letto bene, le due Piave: femminile plurale. Adesso ti spiego tutto.

vecchie ferrovie in bici
È uscito il nostro e-book sulle vecchie ferrovie: 33 itinerari in bici dalle Alpi alle Isole. Informazioni, tracce GPS, curiosità e descrizioni accurate per scoprire l'Italia in sellaLo voglio subito

Dati tecnici

Piave in bici: Vecchia e Nuova

DETTAGLI ITINERARIO
Partenza/Arrivo  Jesolo
Tempo  3-5 ore
Dislivello  30 m
Lunghezza  38 km
Terreno 
Asfalto: 30%
Sterrato: 70%
Bici consigliata 

Gravel Bike

Adventure Bike

Bici da viaggio

VALUTAZIONE
Difficoltà Facile
Panorama Molto Bello
QUANDO ANDARE

MarzoAprileMaggioGiugnoSettembreOttobreNovembre
sile in bici

Abbiamo trascorso tre giorni tra Cavallino - Treporti, Jesolo e Eraclea per scoprire la zona in bicicletta grazie al supporto di Adria Bikes Hotel, l'associazione che riunisce un selezionato gruppo di Agriturismi e Hotel del territorio Alto Adriatico specializzati nella vacanza a due ruote.

Per l'occasione il nostro campo base è stato l'hotel Junior-Family a Cavallino, dove abbiamo avuto a disposizione un grande appartamento tutto per noi.  

I due Piave

L'ultimo itinerario di questa nostra tre giorni tra Jesolo e Cavallino-Treporti ci ha portato a compiere un anello adatto alle gravel bike tra i due alvei del Piave. Sì, hai letto bene, i due alvei. Perché in questa occasione abbiamo scoperto che il fiume un tempo scorreva dove oggi invece passa il Sile. Furono i veneziani a deviare il corso dei principali corsi d'acqua che si immettevano in laguna, per strappare più terre possibile all'acqua.jesolo in bici

Il Piave venne deviato più a nord-est verso Eraclea e il Sile, con il canale Taglio del Sile, fu convolgliato nell'alveo rimasto disponibile. Per questo motivo gli ultimi due tratti dei corsi d'acqua ancora oggi vengono definiti Piave Vecchia e Nuova. 

Da Jesolo lungo il Sile in bici

Il punto di partenza del percorso odierno è Jesolo. Nei pressi del ponte della Vittoria si imbocca la strada che costeggia il Sile sulla sua sponda orografica destra. Il primo tratto è promiscuo e si deve porre attenzione al passaggio, seppur sporadico, delle auto. 

Abbiamo già pedalato questo breve tratto di strada anche nell'anello della laguna, fino alla torre Caligo di cui ti ho già raccontato nella narrazione dell'altro percorso.campi di grano in bici

Alla torre, anziché deviare verso sud-ovest e addentrarsi nella laguna fino a Lio Maggiore, si prosegue seguendo l'itinerario tabellato con indicazioni lungo il Sile. Si lascia la strada principale per immettersi in una sterrata che costeggia il lato nord della laguna. Da qui in avanti non si lascerà più lo sterrato praticamente fino al collegamento di rientro tra Piave vecchia e Piave nuova.

Sembra di essere lontani anni luce dalla movida del lido e dal traffico delle strade che conducono al mare. Si passa sotto boschi di robinie e ontani per poi costeggiare filari di vigne curate e ordinate.piave in bicicletta

Poco più avanti una torretta di avvistamento permette di salire le scale e avere un punto di vista panoramico sulla parte settentrionale della laguna. Folaghe, germani e trampolieri si rincorrono a filo d'acqua e noi li ammiriamo celati dal camouflage della postazione d'avvistamento. Ancora qualche colpo di pedale e si raggiunge un punto di ristoro. Poco oltre si giunge a Caposile, dove si lascia il Sile attraversando il Taglio del Sile su un ponte di barche.

Piave Vecchia in bici

Stiamo seguendo a ritroso l'itinerario di lunga percorrenza Monaco-Venezia che scende dalle Dolomiti.

Passato il canale si mantiene la sponda orografica destra di quello che è attualmente l'unico tratto realmente rimasto di Piave Vecchia. Dopo un primo tratto di asfalto promiscuo, questo collegamento tra Sile e Piave Nuova è fiancheggiato da un argine su cui corre una splendida ciclabile in brecciolino. Ombreggiato e tortuoso, è un tratto molto divertente da guidare. 

piave in bici

Passata la frazione di Chiesanuova, si toccano le ultime case di Musile di Piave, proprio in prossimità del punto in cui il fiume è stato deviato.

Rientro lungo la Piave Nuova in bici

Chi lascia la via vecchia per la nuova, sa quel che lascia ma non sa quel che trova.

Con questo spirito, incuriositi dal futuro che ci attende, ci spostiamo dall'alveo della Piave Vecchia alla golena della Piave Nuova

Per superare la giuntura tra i due corsi d'acqua si è costretti a salire sul ponte di via Piave, ma il tratto da pedalare sulla strada è davvero molto breve. Giunti in via Argine Destro si scende subito nella golena del fiume, dove corre un sentiero sterrato sufficientemente largo da permettere il passaggio di una bici in entrambi i sensi di marcia. Anche qui ci si diverte su un terreno ben battuto. Le bici da corsa non sono il massimo per fare questo itinerario ma con una bici gravel o una bici da viaggio il divertimento è assicurato.

La golena è coltivata con granturco e grano. Il primo ancora basso e verde, il secondo ormai dorato e punteggiato da macchie rosse di papaveri. Sul lato fiume gli alberi proteggono dal sole a picco e i gelsi con i frutti ormai maturi inducono alla sosta più e più volte.

Lenti e divertiti proseguiamo fino a incrociare con lo sguardo le prime case di Eraclea sulla sponda opposta del Piave. L'itinerario prosegue verso Cortellazzo ma avendo già seguito il tratto finale della golena, decidiamo di accorciare l'itinerario imboccando via Fornera per rientrare a Jesolo. In alternativa è possibile allungarlo un po' seguendo il percorso Dark Blu che trovi, tra gli altri, sul sito di Adria Bikes Hotel. Il percorso blu che segue il canale Cavetta su asfalto, si unisce a due itinerari di lunga percorrenza: l'Eurovelo 8 e la ciclovia Adriatica.jesolo Noi invece, dopo Ca' Fornera, ci immettiamo su via Roma Sinistra. La strada è un po' trafficata ma per fortuna è presente una ciclabile che la fiancheggia e che ci permette di entrare in centro a Jesolo in sicurezza.

Una bella birra fresca è il degno finale di una giornata trascorsa in bici tra Piave Vecchia e Piave Nuova. Se poi si volesse fare un tuffo al mare, basta proseguire per qualche chilometro fino alla spiaggia del Lido e il gioco è fatto! 

  • La torre Caligo, punto di dogana ai tempi dei veneziani, ormai purtroppo in rovina
  • L'attraversamento sul ponte di barche a Caposile
  • I single trail divertenti lungo il percorso della Piave Vecchia
  • Come raggiungo Jesolo? Dalle Autostrade A/4 e A/27, le uscite consigliate sono rispettivamente Venezia Mestre e Noventa/San Donà di Piave. Si prosegue quindi in direzione Jesolo.
  • L'itinerario è segnalato? L'itinerario è inizialmente segnalato come percorso del Sile (direzione Treviso), poi si può seguire la segnaletica della Monaco-Venezia e infine le indicazioni per Cortellazzo. È sempre meglio avere però con sé la traccia GPS.
  • Sono presenti fontane o fonti d'acqua in generale? Lungo l'itinerario ci sono alcune fonti d'acqua e punti ristoro, soprattutto lungo il Sile.
  • Com'è la qualità delle strade dell'itinerario? Il percorso si svolge su piste ciclabili in sede propria per gran parte dell'itinerario. Il fondo è spesso sterrato ma facile e ben battuto. Il traffico è, per quasi tutto il percorso, irrisorio a parte qualche attraversamento e il tratto finale.
  • Abbiamo pernottato all'Hotel Junior Family di Cavallino. In alternativa se cerchi un altro Bike Hotel, puoi controllare tutti gli alloggi nella pagina dedicata del sito Adria Bikes Hotel
  • Cosa mangiare lungo l'itinerario? Trovandoci tra mare e laguna, la cucina tradizionale propone piatti a base di pesce ma anche a base di verdure di stagione coltivate nelle vicine aree di bonifica. Carciofi, branzino e peoci (se non sei veneto, lascio a te scoprire di cosa si tratti) vanno per la maggiore.
  • Dove mangiare lungo l'itinerario? Lungo l'itinerario puoi fermarti in uno dei tanti punti ristoro lungo il Sile. A Musile, Eraclea e Cortellazzo trovi anche ristoranti.
  • Adria Bikes Hotel: il sito di riferimento per scoprire strutture e percorsi in zona
Scrivi qui quel che pensi...
Log in con ( Registrati ? )
o pubblica come ospite
Carico i commenti... Il commento viene aggiornato dopo 00:00.

Commenta per primo.

Lago Maggiore in bicicletta Life in Travel
Leo

ITA - Cicloviaggiatore lento con il pallino per la scrittura e la fotografia. Se non è in viaggio ama perdersi lungo i mille sentieri che solcano le splendide montagne del suo Trentino e dei dintorni del lago d'Iseo dove abita. Sia a piedi che in mountain bike. Eterno Peter Pan che ama realizzare i propri sogni senza lasciarli per troppo tempo nel cassetto, ha dedicato e dedica gran parte della vita al cicloturismo viaggiando in Europa, Asia, Sud America e Africa con Vero, compagna di viaggio e di vita e Nala.

EN - Slow cycle traveler with a passion for writing and photography. If he is not traveling, he loves to get lost along the thousands of paths that cross the splendid mountains of his Trentino and the surroundings of Lake Iseo where he lives. Both on foot and by mountain bike. Eternal Peter Pan who loves realizing his dreams without leaving them in the drawer for too long, has dedicated and dedicates a large part of his life to bicycle touring in Europe, Asia, South America and Africa with Vero, travel and life partner and Nala.

               

Salta in sella

Lascia la tua mail qui sotto per ricevere consigli, itinerari o suggerimenti per iniziare la tua esperienza di cicloturismo

Unisciti ad altri 17.000 cicloviaggiatori.
Non ti invieremo mai spam!

Contenuti recenti

Torna su