• English (UK)
Bike Jamming - Bici da viaggio

Vota questo articolo
(1 Vota)

Anello dell'Abbazia di San Galgano in bicicletta | Val di Merse

    Anello dell'Abbazia di San Galgano in bici
    C'è un angolo di Toscana che vive all'ombra della più conosciuta Val d'Orcia ma che, dopotutto, non ha nulla da invidiarle. La Val di Merse si colloca nella parte sud occidentale della provincia di Siena e ha tra le sue attrazioni più suggestive l'abbazia di San Galgano, risalente al XIII secolo.
    In questo itinerario della Val di Merse in bici, si parte dal parcheggio di questo monumento isolato che deve la sua popolarità alla mancanza del copertura. Chissà se qualcuno è mai riuscito a trascorrere una notte tra le sue antiche mura sotto un tetto fatto solo di stelle...
     

    Mappa

    La storia di San Galgano

    Fiera e solida l'abbazia di San Galgano giace ai piedi dell'eremo di Montesiepi dove è custodita la mitica spada nella roccia. Una breve, ma intensa, salita collega i due edifici legati uno all'altro dalla storia di San Galgano.cupola eremo di monte sipei Anche se può sembrare strano infatti, l'eremo di Montesiepi è di oltre 100 anni più antico dell'abbazia sottostante, oltre ad avere forma circolare, una cupola molto particolare e a essere stata, per il suo ultimo anno di vita, la casa del poi santo Galgano.abbazia di san galgano in bicicletta
    Il nostro itinerario ciclabile in Toscana comincia proprio da questi due edifici storici e dalla storia della spada nella roccia affine a quella del grande Re Artù.spada nella roccia
    Lasciando il parcheggio si imbocca subito l'asfalto promiscuo in direzione nord, verso il Podere Ticchiano. Dopo aver oltrepassato il paese abbarbicato si giunge alla statale provinciale 73 bis, il tratto più "trafficato" dell'intero anello dell'abbazia di San Galgano. Si pedala in leggera salita ma le auto sono poche e si riesce a respirare la primavera che colora i prati. 3 km tra poderi in pietra e distese coltivate ci conducono in leggera salita al paese di Monticiano posto sulle colline metallifere di Siena. In piazza si può acquistare qualcosa da mangiare o fare una deviazione per visitare il centro storico e le numerose chiese, alcune delle quali antiche, prima di riprendere l'itinerario in discesa.chiesa di monticiano
    Con Monticiano alle spalle i poggi toscani diventano i reali protagonisti della strada che, prettamente pianeggiante, si dilunga tra i boschi popolati di cinghiali e scoiattoli.

    Strade bianche e mulini

    Chi come noi ama lo sterrato troverà nella seconda parte del tracciato una manna per gli pneumatici. Si inizia finalmente a pedalare su strada bianca lambendo la Riserva naturale La Pietra e iniziando poi la dolce ascesa al castello di Luriano che non è purtroppo visitabile. strada bianca in val di merseLa Val di Merse, che abbiamo già avuto l'occasione di esplorare con un altro itinerario cicloturistico, prosegue silenziosa tra vegetazione e torrenti che invitano ad una sosta refrigerante. Gli incontri con i pastori e cacciatori locali non mancano e lo scambio di opinioni sul territorio che stiamo attraversando è una parte importante del nostro viaggio in bici in Toscana.
    salita al castello di luriano
    Essendo questo il primo tracciato percorso insieme al nostro cane Nala proviamo a farla divertire lasciandole maggiore libertà di movimento, almeno dove il traffico è assente: dopo metà giornata nel carrellino può finalmente trotterellare a fianco delle nostre biciclette sgranchiendosi le zampe.
    bicicletta carrellino e nala
    Un'ultima sosta, prima di rientrare all'abbazia di San Galgano punto di partenza del nostro anello in Val di Merse, consiglio di farla al Mulino delle Pile, il luogo che venne usato come location per la famosa pubblicità del Mulino bianco negli anni '90.
    Oggi il mulino è un ristorante con ampi spazi verdi e il torrente che scorre a pochi passi dalle grandi pale, un posto allegro per rilassarsi prima di riprendere la strada per le ultime pedalate.mulino della pile val di merse in bici
    Terminiamo l'anello all'abbazia di San Galgano dopo 29 km piuttosto facili su strade secondarie promiscue e sterrati dove ci si ritrova anche da soli a pedalare nella natura. abbazia di san galgano interniSuggerisco di percorrere l'itinerario in primavera o in autunno perchè in Toscana le temperature possono essere davvero alte e insopportabili in estate. Oltre al market di Monticiano non esistono ristori lungo il tracciato ed è quindi meglio fare rifornimento in paese.abbazia di san galgano panorama
    L'abbazia di San Galgano ha degli orari di apertura al pubblico che variano in base alla stagione. Solitamente la biglietteria apre alle 9 del mattino e chiude a partire dalle 17:30 in bassa stagione per arrivare fino alle 20 in estate. Il costo dell'ingresso è 3,5€ normale e 3€ ridotto. Per avere maggiori dettagli e informazioni sull'apertura e i costi, visita il sito della Proloco di Chiusdino.
    segnaletica gran tour val di merse
    • Eremo di Monte Siepi antico e dalla forma circolare custodisce la spada nella roccia
    • Abbazia di San Galgano, l'edificio cistercense privo di tetto, un luogo incantato
    • Monticiano, con due pievi e numerose chiese, è il posto giusto per fermarsi per una sosta
    • Come raggiungo l'Abbazia di San Galgano? Il mezzo più comodo per raggiungere il punto di partenza dell'itinerario è l'auto oppure direttamente in bicicletta da Siena. I treni collegano il capoluogo di provincia Siena alle altre principali città italiane. Da Siena opera l'azienda di trasporti Tiemme per Rosia e poi Chiusdino. Per essere certo dipoter portare la tua bici a bordo e per conoscere le tariffe collegati al sito della Tiemme. L'abbazia di San Galgano dista pochi chilometri da Chiusdino.
    • L'itinerario è segnalato? L'itinerario della Val di Merse in bici è segnalato in parte come Gran Tour della Val di Merse ma  consiglio di scaricare la traccia GPS ugualmente per percorrere l'itinerario da noi proposto.
    • Sono presenti fontane o fonti d'acqua in generale? Lungo l'itinerario si trovano alcune fonti d'acqua, in particolar modo a Monticiano
    • Com'è la qualità delle strade e dell'itinerario in generale? Il percorso è in buono stato, anche se per affrontare il tratto su strada bianca bisogna avere un po' di dimestichezza con la guida della bici, soprattutto se carica.
    • Consiglio di affrontare il tracciato in senso orario.
    • Quanto costa dormire in Val di Merse? In Val di Merse sono presenti diverse tipologie di alloggio come hotel e agriturismi.
    • Dove dormire in Val di Merse? Le località più comode per trascorrere una notte nei pressi dell'itinerario sono Chiusdino e Monticiano. Se preferisci avere più libertà puoi prenotare un appartamento su AirBnB.
    • Cosa mangiare lungo l'itinerario della Val di Merse? La cucina tradizionale senese è una cucina ricca di leccornie, la maggior parte delle quali condite con succulento olio evo. Vini, salumi e dolci dalla bistecca di chianina ai pici col ragù di cinta... preparati ad assaggiare prelibatezze di alto livello!
    • Dove mangiare lungo l'itinerario della Val di Merse? A Monticiano fermati alla Taverna del soldatino, a Ciciano alla Trattoria - Bistrò dei Galli e lungo il nostro itinerario al Mulino delle Pile, mulino del XIII secolo dove si può anche dormire!
    • Terre di Siena: dove trovare informazioni, itinerari e consigli su tutta la provincia di Siena 
    • VisitTuscany: il portale turistico della Regione Toscana
    Scrivi qui quel che pensi...
    Log in con ( Registrati ? )
    o pubblica come ospite
    Carico i commenti... Il commento viene aggiornato dopo 00:00.

    Commenta per primo.

    Veronica

    Correva l'anno 1983: anch'io vidi per la prima volta la luce del sole estivo e sorrisi. 
    Da sempre col pallino per l'avventura (nessun albero poteva resistermi!) ho avuto la fortuna di girare l'Europa e l'Italia con i miei genitori e poi, per la maturità, mi sono regalata un viaggio in 2 cavalli da Milano a Praga (un fiorino ha interrotto il nostro viaggio verso Mosca facendoci ribaltare, senza gravi conseguenze, su una strada slovacca).
    Ho vissuto 6 anni in Trentino lavorando in tanti luoghi diversi, scoprendo la bellezza della Natura, delle sue montagne e, devo ammetterlo, della MTB! Al momento che ritenevo giusto, ho mollato il lavoro senza alcun rimpianto per volare in Nuova Zelanda dove ho viaggiato per cinque mesi in solitaria. Nel 2007 ho provato per la prima volta l'esperienza di un'avventura a due ruote e, da quel momento, non ne ho potuto più fare a meno... così, dopo alcune brevi esperienze in Europa, nel 2010 sono partita con Leo per un lungo viaggio in bicicletta nel Sud Est asiatico, la nostra prima vera grande avventura insieme! Da 3 anni scorrazziamo in MTB sui sentieri del Lago di Iseo, ma la prossima partenza per il #noplansjourney è alle porte...:) 
     Su lifeintravel.it trovi tutti i nostri grandi viaggi insieme (e non)!
    Carpediem e buone pedalate!

               

    Storie a pedali

    podcastUn podcast dedicato ai viaggi in bici, una narrazione per raccontare il mondo del cicloturismo anche attraverso la voce

    Ascolta il Podcast

    Salta in sella

    Lascia la tua mail qui sotto per ricevere consigli, itinerari o suggerimenti per iniziare la tua esperienza di cicloturismo

    Abilita il javascript per inviare questo modulo

    Unisciti ad altri 14.000 cicloviaggiatori.
    Non ti invieremo mai spam!

    Contenuti recenti

    Dal Perù all'Argentina
    Bike the south - Sudafrica e Lesotho in bici
    Marocco in bici
    Transitalia - Italia in bici
    Albania in bici
    Scandibike - Norvegia in bici
    Asia in bici
    Iberiabike - Spagna in bici
    Noplansjourney - Europa in bici
    Torna su