Menu

Sab15Giu
Vota questo articolo
(0 Voti)

2000 chilometri in bici per combattere il razzismo

Ognuno di noi ha una battaglia da combattere, qualcosa per cui spesso occorrono tutte le energie che abbiamo a disposizione per raggiungere l’obiettivo, e di battaglie da combattere in questo momento ne ha una anche Simone Luce, giovane ragazzo della provincia di Avellino che ha deciso di percorrere 2000 km in bici in una personale lotta contro il razzismo.

Simone è un giovane di 28 anni che nella vita si occupa di digital marketing ma è prima di tutto un grande appassionato di viaggi in solitaria e sopratutto di sfide. Nonostante la sua giovane età, Simone ha viaggiato molto e spesso in solitaria zaino in spalla, percorrendo anche lunghe distanze a piedi, come fatto nel 2017 durante il Cammino di Santiago. Oggi però ha un nuovo obiettivo, riuscire a lanciare un importante messaggio sociale contro il razzismo percorrendo 2000 km in bici in poco più di 20 giorni. contro il razzismo simone luceSimone partirà da casa e tenterà di arrivare in Albania per poi continuare alla volta di Bari a bordo di un traghetto e proseguire per gli ultimi km che mancano verso casa, il tutto con la sola compagnia della sua bici.

Da Santa Lucia di Serino fino a Durazzo – Il viaggio

La partenza è fissata per oggi, 15 Giugno, da Santa Lucia di Serino, piccolo comune nella provincia di Avellino. L’itinerario prevede l’attraversersamento dell’Italia da sud a nord, costeggiendo il Mar Adriatico, continuando poi alla volta della Slovenia, attraversando la Croazia, la Bosnia, il Montenegro e infine arriverà in Albania, a Durazzo.cicloturismo simone luce

Si tratta sicuramente di un viaggio molto faticoso per chi, come Simone, non percorre spesso molti km in bicicletta, ma in questi casi si sa, sono le motivazioni a fare la differenza permettendoci di raggiungere anche traguardi impensati. Simone è molto carico e chissà che la sua personale battaglia contro il razzismo non gli dia la carica giusta alle gambe per pedalare fino alla meta.

Il senso del viaggio

Questo progetto di viaggio da lui ideato ha l’obiettivo di porre l’attenzione su un tema molto accentuato nell’ultimo periodo: il razzismo. L’obiettivo di Simone è quello di dimostrare, in un periodo storico in cui l’Italia si è scoperta razzista e poco disponibile verso le persone di altre culture, che prima ancora di essere etichettati con il nome delle Nazioni in cui viviamo apparteniamo allo stesso ecosistema e che proprio per questo motivo dovremmo sfruttare di più le singole capacità di ognuno e collaborare il più possibile per creare un mondo migliore, e non costruire barriere razziali.

Durante il tragitto Simone ha intenzione di raccogliere della terra, che inserirà in dei piccoli contenitori e che porterà con se fino al suo ritorno a casa, dove con la terra raccolta ha intenzione di dimostrare che anche una pianta per crescere ha bisogno di una determinata quantità di terra che a volte solo noi non riusciamo a dare ed è in questi casi che occorre l’aiuto di tutti al fine di fornire alla pianta la terra di cui ha bisogno per nutrirsi e crescere.simone luce

Grazie al supporto del Comune di Santa Lucia di Serino, paese di residenza di Simone, la pianta sarà posizionata in un terreno all’inizio del paese, a simboleggiare che l’intero paese è contro il razzismo.

Simone infine, ne approfitta per ringraziare i ragazzi del Circolo Amatori della Bici di Atripalda che lo hanno aiutato nella preparazione del viaggio e ci tiene a porgere un ringraziamento speciale a Leo De Falco per averlo supportato in questa piccola impresa.

Per non perderti nulla di questo viaggio segui su Instagram Simone @simone_luce90

Vota questo articolo
(0 Voti)
Leonardo

Cicloviaggiatore lento con il pallino per la scrittura e la fotografia. Se non è in viaggio ama perdersi lungo i mille sentieri che solcano le splendide montagne del suo Trentino e dei dintorni del lago d'Iseo dove abita, sia a piedi che in mountain bike. Eterno Peter Pan che ama realizzare i propri sogni senza lasciarli per troppo tempo nel cassetto, ha dedicato gran parte della vita al cicloturismo viaggiando in Nuova Zelanda, Balcani, Norvegia e molti altri paesi. Ultimamente ha trascorso dieci mesi in bici nel Sud est asiatico e ha attraversato le Ande in bici.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Vai all'inizio della pagina
Resta aggiornato
Unisciti ad oltre 10.000 cicloviaggiatori e ricevi
news, consigli e itinerari per organizzare
il tuo prossimo viaggio in bici
 
 
 
Accedi a Life in Travel


 

Effettua il login o registrati al sito per poter scaricare il file