Visitare Cremona, la città delle tre T

Pubblicato in Italia
Vota questo articolo
(3 Voti)
Etichettato sotto
In occasione della festa del Torrone ci siamo dedicati alla scoperta di una città distante dalle rotte del turismo classico: Cremona. Adagiata sulle rive del Po, la sua posizione centrale nella pianura le ha permesso di divenire, in epoche antiche, un centro culturale ed artistico di tutto rispetto, soprattutto grazie alla presenza (e probabile nascita) del sommo maestro liutaio Stradivari in città. Oltre ad avere una tradizione culturale di tutto rispetto, Cremona presenta una rete museale fitta e variegata ed il suo centro medievale non ha molto da invidiare alle più note mete turistiche del Belpaese. Insomma, se ce ne fosse stato ancora bisogno, abbiamo scoperto come nella nostra penisola siano presenti località turistiche poco conosciute che in altre nazioni sognerebbero di avere.
Ecco allora alcuni consigli sulle località turistiche più apprezzate di Cremona.
  1. La visita della città non può che iniziare dal centro ed in particolare dalla piazza del Comune dove si affacciano alcuni degli edifici più significativi della città ad iniziare dal Duomo. Entrare in questa cattedrale (Santa Maria Assunta) provoca un senso di piccolezza di fronte alla sua maestosità. Attorno alla piazza si trovano altri antichi edifici come il Torrazzo, la Loggia dei militi, il Palazzo del Comune ed il Battistero. D'epoca medievale sono anche la Piazza Cittanova e la Chiesa di S.Agata.
  2. Tra gli altri numerosi siti di interesse della città si trova il palazzo Trecchi costruito a partire dal 1496 su commissione della famiglia De Trechis fuggita da Milano in quanto coinvolta nell'assassinio di Gian Maria Visconti nel 1412. Durante le guerre mondiali il palazzo venne messo a disposizione dell'esercito per poi essere occupato dalle S.S. a partire dal 1943. A partire infine dal 1989 il palazzo fu ceduto a privati che lo gestiscono e affittano per eventi e convegni.
  3. Numerose sono le chiese presenti nella città ed oltre al maestoso Duomo, vale la pena visitare le svariate chiese in cui sono presenti opere dei Campi, famiglia di pittori Cremonesi. Notabili le chiese di S. Maria Maddalena, di S. Rita, S. Abbondio e S. Agata. Altre chiese da segnalare sono S. Michele Vetere, già cattedrale della città nel XII secolo e costruita, come vuole la tradizione, a partire dall'epoca Longobarda. Più periferica, nei pressi dell'ospedale maggiore si trova la chiesa di S. Sigismondo, contenente anch'essa opere dei Campi.
  4. Per gli amanti della cultura inoltre Cremona presenta l'imbarazzo della scelta: i musei presenti sul suolo comunale sono numerosi, a partire dal museo civico Ala Ponzone, il museo della civiltà contadina, il museo archeologico ed il museo di storia naturale oltre alla Pinacoteca. Tra i più particolari troviamo il museo Stradivariano (ed a breve verrà aperto anche il museo del Violino) nato nel 1893 grazie alla donazione al comune di numerosi modelli ed attrezzi vari appartenuti a liutai cremonesi tra cui Stradivari ed ora ospitato nelle sale settecentesche di palazzo Affaitati.
  5. Come già detto, Cremona sorge sulla riva del Po ed ha un rapporto stretto con il suo fiume. Per gli amanti della natura che vogliano sfuggire dalla calca del centro, è possibile dedicare qualche ora allo svago lungo le sue sponde: potrete concedervi una pausa con una crociera su un catamarano oppure, se amate le due ruote, potrete percorrere la ciclabile della Golena del Po nel parco sovracomunale omonimo. Infine potrete visitare il Porto o il parco ex-Colonie Padane.
  6. Rientrati in centro, infine, vi potrete dedicare allo shopping ed alla buona tavola seguendo l'itinerario delle botteghe storiche approntato dal Comune. Tra orologerie, tappezzerie, oreficerie, boutique ed armerie troverete spazio anche per un salto in trattoria o una sosta in un bar per sorseggiare un caffè e rilassarvi un po' prima di lasciare questa città dal sorprendente animo medievale.

{mosmap kml='http://www.lifeintravel.it/GPSmaps/viaggi/visitare-cremona.kml'|align='center'}

Per ulteriori informazioni potete dare un'occhiata al sito del turismo nel comune di Cremona.
Data la presenza di una nebbia fastidiosa che appiattiva la luce durante la nostra visita, le foto dell'articolo sono state elaborate, per renderle più accattivanti, con la tecnica del bleach bypass.
Palazzo Trecchi
Particolarità a...
Il Torrazzo
Duomo di Cremon...
Chiesa di Sant'...
Il battistero d...
Visitare Cremona, la città delle tre T - 3.0 out of 5 based on 3 votes
Leonardo

Cicloviaggiatore lento con il pallino per la scrittura e la fotografia. Se non è in viaggio ama perdersi lungo i mille sentieri che solcano le splendide montagne del suo Trentino e dei dintorni del lago d'Iseo dove abita, sia a piedi che in mountain bike. Eterno Peter Pan che ama realizzare i propri sogni senza lasciarli per troppo tempo nel cassetto, ha dedicato gran parte della vita al cicloturismo viaggiando in Nuova Zelanda, Balcani, Norvegia e molti altri paesi. Ultimamente ha trascorso dieci mesi in bici nel Sud est asiatico e ha attraversato le Ande in bici.
Sito web: www.lifeintravel.it
  • Nessun commento trovato

Posta commento come visitatore

0 / 6000 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere lungo tra 10-6000 caratteri
 
×
Resta aggiornato
 

×